Waikiki, OahuHavai

L'invasione giapponese delle Hawaii


Mezzaluna di Waikiki
Panoramica della baia di Waikiki.
Breve lezione secca
I vacanzieri ricevono una lezione di surf a Waikiki Beach.
La stupida fabbrica
I passanti di Waikiki osservano la vetrina di "The Stupid Factory"
byodo-in
Facciata del tempio buddista di Byodo-in, espressione della forte presenza giapponese a Oahu e alle Hawaii in genere.
Surfisti di Waikikki
I surfisti si esercitano nel mare calmo al largo di Waikiki Beach.
Flotta di longboard
Successione di longboard, tavole da surf molto apprezzate sulla spiaggia di Waikiki.
Costa di Waikiki
Tratto di Waikiki Beach, sull'estensione della capitale hawaiana di Honolulu.
bagnanti in uscita
I bagnanti lasciano il seducente Oceano Pacifico che bagna Waikiki.
foresta dei bagnanti
Una folla di bagnanti prevalentemente asiatici, intrattenuta con boe e materassini.
mare sovraffollato
Conglomerato di bagnanti prevalentemente asiatici, intrattenuto con boe e materassini.
a proprio agio hawaiano
La cameriera del bar di Dock Island posa per una foto.
Un riconoscimento fiorito
Statua del duca Kahanamoku, padre surfista hawaiano, piena di ghirlande poste dai suoi ammiratori.
posa del kendo
I praticanti di kendo tengono un'esibizione nel giardino del tempio buddista di Byodo In.
Un bagno nel Pacifico
I bagnanti della spiaggia di Waiki fanno il bagno nell'Oceano Pacifico (molto) al largo della costa.
Feste colorate e comunitarie
I turisti di Waikiki si divertono nel dolce Oceano Pacifico lì.
in buona compagnia
Un bagnante viene fotografato accanto alla statua del padre del surf hawaiano Duke Kahanamoku.
Orizzonte di Honolulu
Il luminoso skyline di Honolulu, la capitale delle Hawaii e una delle più grandi città del Pacifico.
Decenni dopo l'attacco Pearl Harbor e alla capitolazione nella seconda guerra mondiale, i giapponesi tornarono alle Hawaii armati di milioni di dollari. Waikiki, il suo bersaglio preferito, insiste per arrendersi.

Ci siamo abituati ad apprezzare le espressioni dell'indistruttibile spirito di gruppo giapponese, nei viaggi in Giappone e in altri luoghi dove abbiamo incrociato le strade con la sua gente in vacanza.

Anche così, quella che abbiamo scoperto quando siamo arrivati ​​sulla spiaggia di fronte al Royal Hawaiian Hotel, ci lascia senza parole.

In una striscia dell'Oceano Pacifico che sembra più una piscina, centinaia di bagnanti giapponesi si divertono a galleggiare e sguazzare.

Oahu: L'isola dell'incontro giapponese a Waikiki

Molti indossano magliette bianche bagnate, ma la macchia di mare sui materassi e sulle boe, tutti verdi o fucsia, è ancora più strana.

Bagnanti, Waikiki, Oahu, Hawaii

I turisti di Waikiki si divertono nell'Oceano Pacifico lì e poi si rilassano.

Abbiamo camminato lungo la spiaggia. Vediamo quasi solo volti e corpi dell'estremo oriente, troppo bianchi per adattarsi alla spiaggia e allo scenario semitropicale.

Fanno tutto il possibile per dimenticare i 355 giorni annuali di sottomissione sociale, regole e regolamenti che li punteggiano in tutte le terre dell'Imperatore.

Una coppia imita gli insegnamenti di un istruttore madrelingua e si bilancia su tavole parcheggiate a pochi metri dall'acqua.

Lezione di surf, Waikiki, Oahu, Hawaii

I vacanzieri ricevono una lezione di surf a Waikiki Beach.

Nella direzione opposta, più vicini alla strada, altri alimentano il culto della fotografia viceversa e si allineano accanto alla statua in bronzo del duca Kahanamoku, re dei maestri di surf e degli sportivi dell'arcipelago.

Statua del duca Kahanamoku, Waikiki, Oahu, Hawaii

Un bagnante viene fotografato accanto alla statua del padre surfista hawaiano Duke Kahanamoku.

Siamo a Oahu, l'isola che la mitologia hawaiana chiamava la riunione e, nonostante la loro presenza un po' aliena, questi turisti sembrano soddisfare la volontà degli dei.

Nel 1885, il Giappone era una nazione rurale e parte della sua popolazione si trovava in condizioni di estrema povertà. Già da tempo la prospettiva dell'emigrazione attirava famiglie di varie regioni e le Hawaii, ricche di piantagioni di canna da zucchero e ananas, alle quali i primi lavoratori – tanti, madeirani e azzorriani – non risposero, si rivelarono la meta prescelta. .

Il "famigerato" assalto giapponese delle Hawaii

Anche contro la volontà dell'imperatore – preoccupato per la degenerazione della loro razza – i giapponesi continuarono ad andarsene e, nel 1920, costituivano già circa il 43% della popolazione del territorio, nel frattempo annesso al Stati Uniti. Ma il Giappone si è industrializzato.

Divenne pesantemente militarista con ambizioni espansionistiche che abbracciarono il dominio dell'Asia e iniziò con il famigerato attacco a sorpresa Pearl Harbor, una delle più grandi basi navali statunitensi, anch'esso situato a Oahu.

Mostra di Kendo, Byodo-in, Oahu, Hawaii

I praticanti di kendo tengono un'esibizione nel giardino del tempio buddista di Byodo In.

Con il passare del tempo, la dolorosa capitolazione del Giappone nella seconda guerra mondiale, il risentimento verso gli americani svanì e il Giappone riprese i legami familiari ed etnici che lo legavano al Pacifico centrale. Poco dopo, l'avvento dell'aviazione a reazione ha dato impulso al turismo nell'arcipelago hawaiano.

Ora, già arricchiti, molti giapponesi sono tornati per non resistere al viaggio di una vita.

Alcuni sono ancora sedotti dal clima e dalla libertà che si sentono alle Hawaii e, nonostante le diverse ragioni, si sono trasferiti lì cercando di alleggerire la propria esistenza. Anche se solo in parte.

Waikiki, Oahu, Hawaii

Tratto di Waikiki Beach, sull'estensione della capitale hawaiana di Honolulu.

Siamo tornati dal centro di Honolulu stanchi e abbiamo deciso di ricostituire le nostre energie in modo goloso in un eccentrico negozio di yogurt gelato. La struttura è sofisticata e creativa.

Presenza giapponese, mentalità giapponese

Per questo, mentre riempiamo i bicchieri con i sapori e gli extra che compongono il pasto, non possiamo resistere a fotografare parte del design folle, qualcosa che fa scappare ansiosa la cassiera dagli occhi a mandorla dal suo posto e ci avverte con come quanta più diplomazia possibile. : “Fermati, fermati. Non puoi fare foto qui dentro!”.

Il nostro interesse commerciale per il luogo è inferiore a zero come il yogurt gelato che abbiamo divorato ma, anche così, abbiamo sollevato i timori dello spionaggio industriale tipico della madrepatria high-tech della signora che né il sole né gli incredibili paesaggi e la cultura hawaiana avevano rilassato.

Coffee Maid Dock Island, Waikiki, Oahu, Hawaii

La cameriera del bar di Dock Island posa per una foto.

Se gli emigranti giapponesi fanno fatica a divorziare dalle loro abitudini, lo fa ancora di più chi sbarca sull'isola solo per pochi giorni. Waikiki offre loro abbastanza spiaggia ed esotismo, ma risparmia loro troppo un cambiamento improvviso.

Av. Kalakaua: Il sentiero hawaiano di riavvicinamento tra i EUA e Giappone

Dopo averlo attraversato innumerevoli volte, possiamo confermare che il lungo viale Kalakaua è più che lo scalo preferito dai visitatori giapponesi. È anche il simbolo della stretta collaborazione tra Giappone e Stati Uniti negli anni '80 che ha permesso alle Hawaii di avere un milione e mezzo di visitatori giapponesi nel solo 2010 (sei volte più di tutti gli immigrati tra il 1885 e il 1941).

La stupida fabbrica, Waikiki, Oahu, Havai

I passanti di Waikiki osservano la vetrina di "The Stupid Factory"

La maggior parte delle boutique, degli hotel e delle altre attività commerciali che costeggiano l'arteria principale appartengono a società giapponesi e persino alla mafia Yakuza.

Di conseguenza, una parte considerevole dei passanti sono consumatori giapponesi che si rallegrano di poter acquistare con la raffinatezza di Ginza o Omotesando (zone commerciali di alto profilo di Tokyo) premiati dal rialzo del valore dello yen nei confronti del dollaro.

Sono coppie in luna di miele che passeggiano innamorate della coppia come lo sono nelle lussuose vetrine dei negozi. e famiglie di salariati con rendimenti invidiabili.

Li vediamo entrare nei negozi in maniera disciplinata, spesso accolti in giapponese con l'accresciuta delicatezza e riverenza di cui godono le terre di Hokkaido, Honshu e Kyushu: “Irasshaimaseeeeee!”, il saluto necessario viene ripetuto più e più volte dalle ancelle attente.

Ma la "Giapponizzazione" di Waikiki e delle Hawaii in generale è tutt'altro che gradita a tutti. Una delle volte che torniamo in spiaggia, chiacchieriamo con istruttori di surf nativi che riposano all'ombra delle palme da cocco e uno di loro finisce per sfogarsi, indignato: “Queste isole ci appartengono ma siamo sempre più costretti ad andarcene.

Waikiki, Oahu, Hawaii

Panoramica della baia di Waikiki.

La speculazione immobiliare a Honolulu e Waikiki è tale che i normali hawaiani possono vivere solo a diverse decine di chilometri dal centro della città, il che ci costringe a spendere molti soldi per viaggiare. Ma la cosa peggiore è che ci ritroviamo anche senza lavoro.

Dopo aver portato qui l'attività, i giapponesi iniziarono a inviare dipendenti. Ciò che resta per molte delle nostre famiglie è trasferirsi sulla terraferma. Las Vegas, per esempio, è pieno di hawaiani.

A quanto si vede, non è successo che la comunità locale si fosse imposta in termini numerici. Gli hawaiani Nikkei sono persino diminuiti e per decenni sono stati gli immigrati dai restanti 49 stati degli Stati Uniti e delle Filippine ad arrivare di più.

Ma la presenza giapponese ha acquisito grande rilevanza e ha aperto le porte a massicci investimenti. Gli hawaiani non giapponesi sono più consapevoli che mai dell'invasione giapponese.

E, nelle conversazioni in spiaggia e al bar, scherzano sulla situazione e ripetono, tra semplici risate, che il Sol Levante è tornato per finire in pace quello che aveva iniziato a fare in Pearl Harbor.

Key West, EUA

Il selvaggio West tropicale degli Stati Uniti

Siamo giunti alla fine della Overseas Highway e all'ultima ridotta della propaganda Florida Keys. Il Stati Uniti continentali qui si arrendono a un'abbagliante vastità marina color smeraldo-turchese. E un sogno ad occhi aperti del sud alimentato da una sorta di incantesimo caraibico.
Maui, Havai

Maui: le divine Hawaii che hanno ceduto al fuoco

Maui è un ex capo ed eroe delle immagini religiose e tradizionali hawaiane. Nella mitologia di questo arcipelago, il semidio prende al laccio il sole, alza il cielo ed esegue una serie di altre imprese per conto degli umani. L'isola omonima, che i nativi credono di aver creato nel Pacifico settentrionale, è essa stessa prodigiosa.
Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Melbourne, Australia

Un'Australia "separata".

capitale culturale aussie, Melbourne è anche spesso votata come la città con la migliore qualità della vita al mondo. Quasi un milione di emigranti orientali ha approfittato di questa accoglienza immacolata.
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.
Big Island, Havai

Big Island delle Hawaii: Alla ricerca dei fiumi di lava

Ci sono cinque vulcani che fanno aumentare di giorno in giorno la grande isola delle Hawaii. Kilauea, la più attiva sulla faccia della Terra, rilascia costantemente lava. Nonostante questo, viviamo una sorta di epopea per intravederla.
Mauna Kea, Havai

Mauna Kea: Un vulcano con un occhio nello spazio

Il tetto delle Hawaii era proibito ai nativi perché ospitava divinità benevole. Ma dal 1968 in poi, diverse nazioni sacrificarono la pace degli dei ed eressero la più grande stazione astronomica sulla faccia della Terra.
Pearl Harbor, Havai

Il giorno in cui il Giappone è andato troppo lontano

Il 7 dicembre 1941, il Giappone attaccò la base militare di Pearl Harbor. Oggi, parti delle Hawaii sembrano colonie giapponesi, ma gli Stati Uniti non dimenticheranno mai l'affronto.
Florida Keys, EUA

Il trampolino di lancio dei Caraibi degli Stati Uniti

Os Stati Uniti i continenti sembrano finire, a sud, nella sua capricciosa penisola della Florida. Non si fermano qui. Più di cento isole di corallo, sabbia e mangrovie formano un'eccentrica distesa tropicale che ha sedotto a lungo i vacanzieri nordamericani.
Miami, EUA

Un capolavoro di riabilitazione urbana

All'inizio del 25° secolo, il quartiere di Wynwood era ancora pieno di fabbriche e magazzini abbandonati e pieni di graffiti. Tony Goldman, un astuto investitore immobiliare, acquistò oltre XNUMX proprietà e fondò un parco murale. Molto più che rendere omaggio ai graffiti lì, Goldman ha fondato il grande bastione della creatività di Miami.
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
Miami Spiaggia, EUA

La spiaggia di tutte le vanità

Poche coste concentrano, allo stesso tempo, tanto calore e manifestazioni di fama, ricchezza e gloria. Situata nell'estremo sud-est degli Stati Uniti, Miami Beach è accessibile tramite sei ponti che la collegano al resto della Florida. È magro per il numero di anime che lo desiderano.
Little Havana, EUA

L'Avana degli anticonformisti

Nel corso dei decenni e fino ad oggi, migliaia di cubani hanno attraversato lo Stretto della Florida alla ricerca della terra della libertà e dell'opportunità. Con gli Stati Uniti a soli 145 km di distanza, molti non sono andati oltre. La sua Little Havana a Miami è oggi il quartiere più emblematico della diaspora cubana.
Grand Canyon, EUA

Viaggio attraverso l'abisso del Nord America

Il fiume Colorado e gli affluenti iniziarono a confluire nell'omonimo altopiano 17 milioni di anni fa, esponendo metà del passato geologico della Terra. Hanno anche scolpito una delle sue viscere più sbalorditive.
Monte Denali, Alaska

Il Sacro Soffitto del Nord America

Gli indiani Athabascan lo chiamavano Denali, o il Grande, e ne venerano la superbia. Questa splendida montagna ha suscitato l'avidità degli alpinisti e una lunga serie di salite da record.
Juneau, Alaska

La piccola capitale della Grande Alaska

Da giugno ad agosto, Juneau scompare dietro le navi da crociera che attraccano al suo molo marginale. Tuttavia, è in questa piccola capitale che si decide il destino del 49° stato nordamericano.
Monument Valley, EUA

Indiani o Cowboy?

I produttori iconici di western come John Ford hanno immortalato quello che è il più grande territorio dei nativi americani negli Stati Uniti. Oggi, nella Navajo Nation, i Navajo vivono anche nei panni di vecchi nemici.
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Las Vegas, EUA

Dove il peccato perdona sempre

Proiettata dal deserto del Mojave come un miraggio al neon, la capitale nordamericana del gioco e dell'intrattenimento è vissuta come una scommessa al buio. Lussureggiante e avvincente, Vegas non impara né si pente.
Navajo Nation, EUA

Attraverso Navajo Nation Lands

Da Kayenta a Page, passando per Marble Canyon, esploriamo l'altopiano del Colorado meridionale. Drammatica e desertica, le ambientazioni di questo dominio indigeno ritagliato in Arizona si rivelano magnifiche.
Riserva Masai Mara, Masai Land Trip, Kenya, Masai Convivialità
Safari
Masai Mara, Kenia

Riserva del Masai Mara: Viaggio nella terra dei Masai

La savana di Mara divenne famosa per il confronto tra milioni di erbivori ei loro predatori. Ma, in una sconsiderata comunione con la fauna selvatica, sono gli umani Masai a distinguersi di più.
Muktinath a Kagbeni, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Kagbeni
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 14 ° - Muktinath a Kagbeni, Nepal

Dall'altro lato della gola

Dopo l'impegnativa traversata del Thorong La, ci ritroviamo nell'accogliente villaggio di Muktinath. La mattina dopo siamo scesi. Sulla strada per l'antico regno dell'Alto Mustang e il villaggio di Kagbeni che funge da porta di accesso.
Bertie a Jalopy, Napier, Nuova Zelanda
Architettura & Design
Napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30

Devastato da un terremoto, Napier è stato ricostruito in un Art Deco quasi al piano terra e vive fingendo di essersi fermato negli anni Trenta. I suoi visitatori si arrendono all'atmosfera del Grande Gatsby che trasuda la città.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Aventura
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Controllo corrispondenza
Cerimonie e Feste
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Tetti grigi, Lijiang, Yunnan, Cina
Città
Lijiang, Cina

Una città grigia ma piccola

Viste da lontano, le sue vaste case sono lugubri, ma i secolari marciapiedi e canali di Lijiang sono più popolari che mai. Una volta, questa città brillava come la grande capitale del popolo Naxi. Oggi, inondazioni di visitatori cinesi competono per il quasi parco a tema che è diventato una tempesta.
Cibo della capitale asiatica di Singapore, Basmati Bismi
cibo
Singapore

La capitale asiatica del cibo

C'erano 4 gruppi etnici a Singapore, ognuno con la propria tradizione culinaria. A ciò si aggiunse l'influenza di migliaia di immigrati ed espatriati su un'isola grande la metà di Londra. Si è affermata come la nazione con la più grande diversità gastronomica d'Oriente.
Maiko durante la mostra culturale a Nara, Geisha, Nara, Giappone
Cultura
Kyoto, Giappone

Sopravvivenza: l'ultima Geisha Art

Erano quasi 100 ma i tempi sono cambiati e le geisha sono sull'orlo dell'estinzione. Oggi, i pochi rimasti sono costretti a cedere alla modernità meno sottile ed elegante del Giappone.
sportivo
concorsi

L'uomo, una specie sempre in prova

È nei nostri geni. Per il piacere di partecipare, per titoli, onore o denaro, i concorsi danno un senso al mondo. Alcuni sono più eccentrici di altri.
Escursionisti sull'Ice Lake Trail, circuito dell'Annapurna, Nepal
In viaggio
Circuito dell'Annapurna: 7° - Braga - Ice Lake, Nepal

Circuito dell'Annapurna - Il doloroso acclimatamento del lago di ghiaccio

Sulla salita al villaggio di Ghyaru, abbiamo avuto un primo e inaspettato assaggio di quanto possa essere esaltante il circuito dell'Annapurna. Nove chilometri dopo, a Braga, per la necessità di acclimatarsi, si sale dai 3.470 m di Braga ai 4.600 m del lago Kicho Tal. Sentiamo solo la stanchezza prevista e il gonfiore del fascino per la catena montuosa dell'Annapurna.
Creel, Chihuahua, Carlos Venzor, collezionista, museo
Etnico
Chihuahua a Creel, Chihuahua, Messico

Sulla via di Creel

Con Chihuahua all'indietro, indichiamo il sud-ovest e le terre ancora più alte nel nord del Messico. Accanto a Ciudad Cuauhtémoc, abbiamo visitato un anziano mennonita. Intorno a Creel, abbiamo vissuto per la prima volta con la comunità indigena Rarámuri della Serra de Tarahumara.
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Vita fuori

Alla fine del pomeriggio
Storia
Isola del Mozambico, Mozambico  

L'isola di Ali Musa Bin Bique. Scusa, dal Mozambico

Con l'arrivo di Vasco da Gama nell'estremo sud-est dell'Africa, i portoghesi si impossessarono di un'isola precedentemente governata da un emiro arabo, di cui finirono per alterare il nome. L'emiro perse territorio e ufficio. Il Mozambico - il nome sagomato - sopravvive sull'isola splendente dove tutto ebbe inizio e diede anche il nome alla nazione che finì per formare la colonizzazione portoghese.
Calderone dell'isola di Corvo, Azzorre,
Isole
Corvo, Azzorre

L'incredibile rifugio atlantico sull'isola di Corvo

17 km2 di un vulcano sommerso in una caldera verde. Un villaggio solitario basato su una fajã. Quattrocentotrenta anime accoccolate dalla piccolezza della loro terra e dallo sguardo del prossimo Flores. Benvenuti nella più impavida delle isole Azzorre.
Rompighiaccio Sampo, Kemi, Finlandia
bianco inverno
Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
Sulla corsia delitto e castigo, San Pietroburgo, Russia, Vladimirskaya
Letteratura
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di “Delitto e castigo”

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
Asparagi, Isola di Sal, Capo Verde
Natura
Salt Island, Capo Verde

Il sale dell'isola di Sal

Nell'imminenza del XIX secolo Sal rimase priva di acqua potabile e praticamente disabitata. Fino all'estrazione e all'esportazione dell'abbondante sale si favorì un progressivo popolamento. Oggi le saline e le saline danno un altro sapore all'isola più visitata Capo Verde.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Olanda
Parchi Naturali
Saba, Olanda

La misteriosa regina olandese di Saba

Con soli 13 km2, Saba passa inosservata anche ai più viaggiatori. A poco a poco, su e giù per i suoi innumerevoli pendii, scopriamo questa lussureggiante Piccola Antille, confine tropicale, tetto montuoso e vulcanico. della nazione europea meno profonda.
Forte di São Filipe, Città Vecchia, Isola di Santiago, Capo Verde
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Cidade Velha, Capo Verde

Cidade Velha: l'antica città delle città tropico-coloniali

Fu il primo insediamento fondato dagli europei al di sotto del Tropico del Cancro. In un momento cruciale per l'espansione portoghese in Africa e in Sud America e per la tratta degli schiavi che l'accompagnò, Cidade Velha divenne un'eredità toccante ma inevitabile di origini capoverdiane.

femmina e vitello, Grizzly Steps, Katmai National Park, Alaska
personaggi
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Spiagge
Gizo, Isole Salomone

Gala dei Piccoli Cantanti di Saeraghi

A Gizo sono ancora ben visibili i danni causati dallo tsunami che ha devastato le Isole Salomone. Sulla costa di Saeraghi, la felicità balneare dei bambini contrasta con la loro eredità di desolazione.
autoflagellazione, passione di cristo, filippine
Religione
Marinduque, Filippine

La passione filippina di Cristo

Nessuna nazione circostante è cattolica, ma molti filippini non si lasciano intimidire. Durante la Settimana Santa si arrendono alla fede ereditata dai coloni spagnoli e l'autoflagellazione diventa una sanguinosa prova di fede.
Treno Fianarantsoa a Manakara, TGV malgascio, locomotiva
Veicoli Ferroviari
Fianarantsoa-Manakara, Madagascar

A bordo del TGV malgascio

Partiamo da Fianarantsoa alle 7:3. Solo alle 170 del mattino seguente abbiamo completato i XNUMX km fino a Manakara. Gli indigeni chiamano questo treno quasi secolare Allena grandi vibrazioni. Durante il lungo viaggio, abbiamo sentito fortemente il cuore del Madagascar.
I dirigenti dormono sedile della metropolitana, dormono, dormono, metropolitana, treno, Tokyo, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Gli ipno-passeggeri di Tokyo

Il Giappone è servito da milioni di dirigenti massacrati con ritmi di lavoro infernali e vacanze scarse. Ogni minuto di tregua sulla strada per andare al lavoro oa casa serve al loro scopo. inemuri, dormire in pubblico.
Restituzione nella stessa valuta
Vita quotidiana
Dawki, India

Dawki, Dawki, Bangladesh in vista

Scendiamo dalle terre alte e montuose di Meghalaya alla pianura a sud e in basso. Lì, il flusso traslucido e verde del Dawki forma il confine tra India e Bangladesh. Sotto un caldo umido che non sentivamo da molto tempo, il fiume attira anche centinaia di indiani e bengalesi dediti a una pittoresca fuga.
Rifugio Gandoca Manzanillo, Bahia
Animali selvatici
Gandoca-Manzanillo (rifugio della fauna selvatica), Costa Rica

Il Rifugio Caraibico di Gandoca-Manzanillo

In fondo alla sua costa sud-orientale, alla periferia di Panama, la nazione “Tica” protegge un lembo di giungla, paludi e il Mar dei Caraibi. Oltre a un provvidenziale rifugio per la fauna selvatica, Gandoca-Manzanillo è uno splendido Eden tropicale.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.