Navala, Fiji

L'urbanistica tribale delle Figi


Una corsa
I bambini di Navala accolgono i nuovi arrivati ​​dagli estranei.
Groenlandia di Nausori
Scenario degli Altipiani Nausori, sulla strada per Navala.
Il veicolo in quota
Van procede lungo una strada collinare che collega Ba a Navala.
Navala
I tradizionali bures del paese di Navala
Melanzane in promozione
Un venditore indo-fijiano vende verdure al mercato di Ba nelle Figi settentrionali.
Altopiani delle Figi
Verde versante degli Altipiani Nausori, a nord di Viti Levu.
Il futuro del villaggio
Il ragazzo di Navala posa con orgoglio.
Bures
Fila di capanne tradizionali Navala.
Cerimonia di Kava
Il capo del villaggio di Navala celebra una cerimonia di benvenuto con Kava.
Animale e vegetale
Vaca fa scalo all'enorme canna da zucchero tra Ba e Navala.
Verde di Navala
Vista panoramica di Navala con palme da cocco e ai piedi dei prospetti di Nausori.
Piccola famiglia
Famiglia indo-fijiana contro la canna da zucchero che ha portato i suoi antenati alle Fiji.
pendii ondulati
Un altro sfondo rugoso degli Altipiani Nausori.
Bambini melanesiani
Bambini Navala eccitati dagli estranei in visita.
Bure tra le palme da cocco
Un Navala bure tra le palme da cocco.
Le Fiji si sono adattate all'afflusso di viaggiatori con hotel e resort occidentalizzati. Ma negli altopiani di Viti Levu, Navala mantiene le sue capanne accuratamente allineate.

Avevamo resistito alle forti piogge e ai tratti inondati di fango del versante orientale dell'isola. Abbiamo proseguito sulla tortuosa Kings Road, in un nord-est e un nord ancora umido e rigoglioso ma già molto più soleggiato e accogliente.

Vi si recano pochi visitatori e gli indigeni sono entusiasti del passaggio effimero di esploratori inattesi.

Ci stupiamo dell'attenzione in più che ci riservano da queste parti di Viti Levu, rispetto al trattamento un po' indifferente riservato dalla popolazione della costa opposta.

Ancor di più, con la graduale semplificazione dei nomi curiosi e ritmici dei paesi che ci eravamo lasciati alle spalle: Rakiraki, Lomolomo, Kulukulu, Sanasana, Malolo, Malololailai, Namuamua, Tabutautau e altri altrettanto musicali ma non così facili da pronunciare, come Nabukelevu , Korovisilou e Tilivalevu.

Attraversiamo Tavua e la costa della penisola di Vatia Point ci conduce in un luogo che finalmente possiamo dire tutto d'un fiato e senza balbettare come neonati.

È Ba.

Commessa Indo Figi, Ba, Viti Levu, Figi

Un venditore indo-fijiano vende verdure al mercato di Ba nelle Figi settentrionali.

Ci sono pochi motivi per soffermarsi in questa città senza pretese situata sulla foce dell'omonimo fiume. Apprendiamo che i residenti sono pazzi di calcio e che la squadra locale vince spesso campionati nazionali.

Allo stesso tempo, Ba ha il miglior ippodromo delle Fiji e si diletta in eventi equestri.

Nessuna delle competizioni avrebbe avuto luogo in quei giorni.

Il sentiero accidentato e tortuoso tra Ba e Navala

In quanto tale, ci riforniamo di frutta dal mercato condiviso da nativi melanesiani e indo-fiji, facciamo il check-in in un umile ostello e facciamo programmi per il giorno successivo.

La strada per Navala partiva da lì ma, peggio di tanti sentieri di capre, non potevamo mai arrivarci con la fragile FIAT Tipo che avevamo noleggiato in un piccolo autonoleggio di famiglia a Nadi.

Ci siamo svegliati con un'alba luminosa. Assaggiamo rinfrescanti spiedini di ananas quando la guida che ci accompagnerà in paese ci sorprende dall'interno di un minibus fuoristrada: “Ci vai con noi a Navala, vero? Entra e sistemati! Da qui andiamo là”.

Il cicerone si presenta nuovamente come Kali e ai passeggeri già a bordo, due coppie australiane che stanno cercando di aggiungere qualche emozione alla loro vacanza balneare.

Successivamente, il veicolo lascia la pianura su cui siede Ba.

Si sale lentamente verso l'alto dominio della catena dei Nausori lungo quei sentieri accidentati che ci avevano scoraggiato.

Furgone diretto a Navala, Viti Levu, Fiji

Van procede lungo una strada collinare che collega Ba a Navala.

In poco tempo ci troviamo circondati da piantagioni di canna da zucchero e Kali srotola dati che filtriamo il più possibile: che le Fiji hanno una divisione amministrativa complessa composta da 14 province, ognuna con distretti, queste con città e villaggi che raggruppano clan , sottoclan e, infine, famiglie.

Che pur essendo fortemente multiculturali, i vari gruppi etnici e religiosi della nazione hanno imparato a rispettarsi e i conflitti sono rari.

I dolci turisti, gli indo-fiji ei melanesiani

Mentre passiamo davanti a una vecchia distilleria, un'informazione umoristica correlata coglie i passeggeri alla sprovvista e suscita una piccola risata trattenuta: "Come puoi vedere, lo zucchero è stato per molto tempo la grande esportazione e ricchezza delle Fiji, ma con l'avvento del turismo, tu, amici miei, sono diventati molto più dolci dello zucchero.

Paesaggio vicino a Navala, Viti Levu, Figi

Scenario degli Altipiani Nausori, sulla strada per Navala.

Continuiamo a salire un'ampia pista sterrata che strappa vaste distese di canne a perdita d'occhio.

Dalla cima di uno dei primi pendii dei Monti Nausori, finalmente si apre una vista panoramica e ci fermiamo ad ammirare la vastità tagliata di campi coltivati ​​tra la pedemontana e il lontano Sud Pacifico.

Nelle vicinanze trovammo tre giovani fratelli indo-fiji che si preparavano a tornare a casa dopo il raccolto mattutino in una piantagione vicina.

Nella conversazione con Atish, Radhika e Joythisma abbiamo confermato ciò che, però, avevamo già realizzato.

Trio indo-fijiano, Ba, Viti Levu, Figi

Famiglia indo-fijiana contro la canna da zucchero che ha portato i suoi antenati alle Fiji.

Il fatto che la maggior parte di questi abitanti sfollati dai coloni britannici che li avevano assunti secoli prima e riportati dal subcontinente perché avevano bisogno di manodopera qualificata aveva perso la nozione della loro vera origine etnica.

L'immagine che abbiamo di loro tre, allineati contro piante di canna da zucchero quasi il doppio della loro altezza rispecchia perfettamente il modo in cui Fiji e Viti Levu, in particolare, si sono imposti bruscamente al destino del loro antenati, in epoca cannibale.

Come hanno continuato a sottoporre i loro discendenti a una specie di esilio ereditato.

L'armonioso Nasala, incastonato nella vastità di Nausori

Ancora qualche tornante, controcurve e dossi ed entriamo in una delle prime valli della catena montuosa, ancora più verde del paesaggio alle spalle.

In lontananza, incuneato tra graziosi pendii, si intravede un grande nucleo di capanne distribuite tra palme da cocco dalla raffinata geometria.

Kali annuncia: “Eccola, la famosa Navala. Altri cinque minuti e attraversiamo un fiume che deve essere pieno di bambini che giocano, il villaggio inizia proprio sull'altra sponda".

Navala, Viti Levu, Figi

I tradizionali bures del paese di Navala

Quando attraversiamo il ponte, i ragazzi del fiume si precipitano a lasciarlo e seguono il minibus fino alla fermata.

Ci circondano e ci accolgono con sorrisi e infinite domande nell'inglese che avevano appena iniziato a padroneggiare.

Figi di Navala, Viti Levu, Figi

I bambini di Navala accolgono i nuovi arrivati ​​dagli estranei.

Una cerimonia di lutto Kava

Kali ci salva dal suo assedio e ci conduce alla bure del capo e al principale obbligo di protocollo del villaggio. L'interno di quella cabina superiore è grande ma lugubre e scomodo.

Kali ci fa sedere sul materassino che copre il pavimento e aspetta che il vecchio e la sua famiglia si posizionino sull'altra metà della circonferenza.

Sentiamo un'atmosfera pesante nell'aria e la guida se ne accorge presto.

Ci spiega che era morta una persona molto cara e che il villaggio era in lutto, motivo per cui non potevamo camminare liberamente tra le case come in un giorno normale e avremmo dovuto trattenerci con le fotografie.

Poi ci presenta come gli outsider che siamo e inizia un lungo scambio di frasi in cui il termine “naka” – il diminutivo della parola fijiana per ringraziare “vinaka” – si ripete più e più volte.

Capo, cerimonia Kava, Navala, Fiji

Il capo del villaggio di Navala celebra una cerimonia di benvenuto con Kava.

Quando il dialogo è finito, il capo gli pone davanti un grande tanoa (vaso di legno intagliato) e stringe le radici di kava (una pianta della regione) producendo l'omonima bevanda che da tempo inebria gli uomini della Melanesia e dalle Figi.

Quando il brodo è pronto, viene passata una ciotola a ciascuno dei visitatori. Due degli australiani si rifiutano di berlo. Deludono Kali e i padroni di casa che, nonostante tutto, hanno già sbagliato più volte.

noi e gli altri due Australiani ci rendiamo forti e siamo afflitti dallo strano sapore terroso di menta dell'impasto, ma presto vi ringraziamo con il nostro "naka” e abbiamo battuto le mani due volte, come ci aveva indicato la guida.

Abbiamo bevuto quel tanto che basta per rispettare la cerimonia e non avevamo voglia di rifarla. È al sicuro da indesiderate intossicazioni tropicali che lasciamo il capo alla famiglia in lutto.

Siamo usciti all'aria fresca ma umida dell'esterno felici di poter esplorare un po' di più il villaggio.

Bures, Navala, Viti Levu, Figi

Fila di capanne tradizionali Navala.

L'urbanistica ecologica di Navala

Sono più di duecento bure di Navala, disposti secondo criteri che i capi studiano, stipulano e fanno rispettare per fornire ai circa 800 soggetti una vita organizzata e funzionale.

Intorno al 1950, in un periodo in cui le Figi ospitavano i primi hotel e resort di lusso, molti dei quali in cemento, la comunità di Navala scelse di rifiutare materiali moderni – ad eccezione della scuola e, per motivi di sicurezza, di alcune strutture. generatori domestici.

I giovani indigeni furono incoraggiati ad apprendere l'arte della costruzione secolare delle capanne in cui erano cresciuti. Di conseguenza, 60 anni dopo, Navala è oggi l'ultimo dei grandi villaggi delle Fiji costruiti utilizzando solo legno, capanne e argilla secca.

Bure, Navala, Viti Levu, Figi

Un Navala bure tra le palme da cocco.

Le sue immagini compaiono in guide, libri e cartoline e abbagliano praticamente ogni visitatore di Viti Levu. Fortunatamente per i nativi, la maggior parte viene alle Fiji solo come rifugio sulla spiaggia.

Fino a pochi anni fa l'accesso alla valle in cui si trova era molto più complicato e, anche volendo, quasi nessuno straniero potrebbe scoprirlo.

I tempi sono cambiati. Navala ha dovuto cedere, almeno in parte.

Villaggio Navala, Viti Levu, Figi

Vista panoramica di Navala con palme da cocco e ai piedi dei prospetti di Nausori.

Oggi, volontariamente o per forza – non abbiamo potuto accertare – Navala ha una pagina Facebook compilata in dialetto fijiano e, alla data di creazione di questo testo, ha conquistato 12 “mi piace”.

Accoglie gli estranei che, come noi, arrivano come meglio possono senza trascurare di proteggere i suoi abitanti dai danni causati dall'intrusione.

Intanto gli uomini del villaggio si radunano sotto una grande struttura comunale e preparano un sacro rito funebre che ci costringe ad andarcene.

Figi di Navala, Viti Levu, Figi

Bambini Navala eccitati dagli estranei in visita.

Quando la lasciamo a Ba, i più piccoli fanno ciò che la loro giovane età consiglia loro di fare. Ignora la perdita del congenere.

Ci salutano allo stesso modo in cui ci avevano accolto, con corse frenetiche dietro al pulmino, cenni del capo, volti e l'emozione di chi condivide la vita in una tribù che da tempo protegge le sue tradizioni e sa apprezzarsi.

Viti Levu, Fiji

L'improbabile condivisione dell'isola di Viti Levu

Nel mezzo del Pacifico meridionale, una vasta comunità di discendenti indiani reclutati da ex coloni britannici e dalla popolazione indigena melanesiana ha diviso a lungo l'isola principale delle Fiji.
Viti Levu, Fiji

Cannibalismo e capelli, vecchi passatempi di Viti Levu, Isole Fiji

Per 2500 anni, l'antropofagia ha fatto parte della vita quotidiana alle Fiji. Nei secoli più recenti, la pratica è stata adornata da un affascinante culto dei capelli. Per fortuna rimangono solo le vestigia dell'ultima moda.
Viti Levu, Fiji

Isole ai margini delle isole Plantadas

Una parte sostanziale delle Fiji conserva le espansioni agricole dell'era coloniale britannica. Nel nord e al largo della grande isola di Viti Levu, ci imbattiamo anche in piantagioni che da tempo erano conosciute solo di nome.
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
Nzulezu, Gana

Un villaggio a galla in Ghana

Partiamo dalla località balneare di Busua, verso l'estremità occidentale della costa atlantica del Ghana. A Beyin, deviiamo a nord verso il lago Amansuri. Lì troviamo Nzulezu, uno dei villaggi lacustri più antichi e genuini dell'Africa occidentale.
Case

Case Dolci Case

Poche specie sono più sociali e socievoli degli umani. L'uomo tende a emulare le altre case dolci del mondo. Alcune di queste case sono impressionanti.
Espirito Santo, Vanuatu

Divina Melanesia

Pedro Fernandes de Queirós pensava di aver scoperto la Terra Australis. La colonia da lui proposta non si è mai materializzata. Oggi, Espiritu Santo, l'isola più grande di Vanuatu, è una specie di Eden.
Pueblos del Sur, Venezuela

Per alcuni Trás-os-Montes in Venezuela in Fiesta

Nel 1619, le autorità di Mérida dettarono l'insediamento del territorio circostante. Dall'ordine sono derivati ​​19 villaggi remoti, che abbiamo trovato dediti a celebrazioni con caretos e pauliteiros locali.
Espirito Santo, Vanuatu

I misteriosi buchi blu dell'Espiritu Santo

L'umanità ha recentemente gioito con la prima fotografia di un buco nero. In risposta, abbiamo deciso di celebrare il meglio che abbiamo qui sulla Terra. Questo articolo è dedicato a buchi blu da una delle isole benedette di Vanuatu.
Ogimashi, Giappone

Un villaggio fedele al

Ogimashi rivela un'affascinante eredità di adattabilità giapponese. Situato in uno dei luoghi più innevati sulla faccia della Terra, questo villaggio ha perfezionato case con vere e proprie strutture anti-crollo.
Tanna, Vanuatu

Da qui Vanuatu è stato portato in Occidente

Lo show televisivo "Soddisfare , il nativi” ha portato i rappresentanti tribali di Tanna a visitare la Gran Bretagna e gli Stati Uniti Visitando la loro isola, ci siamo resi conto del perché niente li entusiasmava di più del tornare a casa.
Malekula, Vanuatu

Cannibalismo di carne e ossa

Fino all'inizio del XX secolo, i mangiatori di uomini banchettavano ancora nell'arcipelago di Vanuatu. Nel villaggio di Botko scopriamo perché i coloni europei avevano così paura dell'isola di Malekula.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Safari
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
Adoratori accendono candele, tempio della Grotta di Milarepa, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
Architettura & Design
Fortezze

Il mondo da difendere – Castelli e fortezze che resistono

Sotto la minaccia dei nemici dalla fine dei tempi, i capi dei villaggi e delle nazioni hanno costruito castelli e fortezze. Un po' ovunque, monumenti militari come questi continuano a resistere.
Aventura
Vulcani

montagne di fuoco

Rotture più o meno evidenti nella crosta terrestre, i vulcani possono rivelarsi tanto esuberanti quanto capricciosi. Alcune delle sue eruzioni sono delicate, altre si rivelano annientanti.
cowboy dell'Oceania, Rodeo, El Caballo, Perth, Australia
Cerimonie e Feste
Perth, Australia

Cowboy dell'Oceania

Il Texas è dall'altra parte del mondo, ma nel paese dei koala e dei canguri non mancano i cowboy. I rodei dell'entroterra ricreano la versione originale e 8 secondi durano non meno nell'Australia occidentale.
Rabat, Malta, Medina, Palazzo Xara
Città
Rabat, Malta

Un ex sobborgo nel cuore di Malta

Se Mdina divenne la capitale nobile dell'isola, i Cavalieri Ospitalieri decisero di sacrificare la fortificazione dell'odierna Rabat. La città fuori le mura si espanse. Sopravvive come contrappunto popolare e rurale all'attuale museo vivente di Medina.
cibo
Mercati

Un'economia di mercato

La legge della domanda e dell'offerta determina la loro proliferazione. Che siano generici o specifici, coperti o all'aperto, questi spazi dedicati alla compravendita e allo scambio sono espressioni di vita e di salute finanziaria.
Cultura
Pueblos del Sur, Venezuela

I Pauliteiros de Mérida, le loro danze e Co.

Dall'inizio del XVII secolo, con i coloni ispanici e, più recentemente, con gli emigranti portoghesi, usi e costumi ben noti nella penisola iberica e, in particolare, nel nord del Portogallo si sono consolidati nei Pueblos del Sur.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
Motociclista nella gola di Sela, Arunachal Pradesh, India
In viaggio
Guwahati a Passo Sela, India

Viaggio banale alla gola sacra di Sela

Per 25 ore abbiamo viaggiato lungo la NH13, una delle strade più alte e pericolose dell'India. Abbiamo viaggiato dal bacino del fiume Brahmaputra alla contesa Himalaya della provincia di Arunachal Pradesh. In questo articolo descriviamo il tratto fino a 4170 m di quota del Passo Sela che ci ha portato Città buddista tibetana di Tawang.
La sposa entra in macchina, il matrimonio tradizionale, il tempio Meiji, Tokyo, Giappone
Etnico
Tokyo, Giappone

Un santuario del matchmaking

Il Tempio Meiji di Tokyo è stato costruito per onorare gli spiriti divinizzati di una delle coppie più influenti della storia giapponese. Nel tempo si è specializzata nella celebrazione dei matrimoni tradizionali.
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Vita fuori

Penisola di Banks, Akaroa, Canterbury, Nuova Zelanda
Storia
Penisola di Banks, Nova Zelândia

Il frammento della terra divina della penisola di Banks

Dall'alto, il rigonfiamento più evidente sulla costa orientale dell'Isola del Sud sembra essere imploso più e più volte. Vulcanica ma verdeggiante e bucolica, la Banks Peninsula racchiude nella sua geomorfologia quasi a ruota dentata l'essenza della vita sempre invidiabile della Nuova Zelanda.
Santo Antão, Capo Verde, Porto Novo a Ribeira Grande, Morro do Tubarão
Isole
Santo Antão, Capo Verde

Da Porto Novo a Ribeira Grande attraverso il Sentiero del Mare

Sbarcati e stabiliti a Porto Novo de Santo Antão, abbiamo subito trovato due strade per raggiungere il secondo villaggio più grande dell'isola. Già arresi al monumentale saliscendi dell'Estrada da Corda, siamo abbagliati dal dramma vulcanico e atlantico dell'alternativa costiera.
Cavalli sotto bufera di neve, Islanda Fuoco senza fine dell'isola di neve
bianco inverno
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Ombra vs Luce
Letteratura
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Escursionisti sotto Zabriskie Point, Death Valley, California, Stati Uniti d'America
Natura
Valle della Morte, EUA

Risorto dal posto più caldo

Dal 1921 Al Aziziyah, in Libia, era considerato il luogo più caldo del pianeta. Ma la controversia intorno al 58° misurato lì fece sì che, 99 anni dopo, il titolo fosse restituito alla Death Valley.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Cahuita, Costa Rica, Caraibi, spiaggia
Parchi Naturali
Cahuita, Costa Rica

Un ritorno adulto a Cahuita

Durante un tour con lo zaino in spalla in Costa Rica nel 2003, ci siamo dilettati nel calore caraibico di Cahuita. Nel 2021, dopo 18 anni, siamo tornati. Oltre a una prevista ma misurata modernizzazione e ispanizzazione del persone, poco altro era cambiato.
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Viaggi in barca

Per coloro che si stancano di navigare in rete

Sali a bordo e lasciati trasportare da imperdibili gite in barca come l'arcipelago filippino di Bacuit e il mare ghiacciato del Golfo di Botnia finlandese.
Monumento a Heroes Acre, Zimbabwe
personaggi
Harare, zimbabwe

L'ultimo sonaglio del surreale Mugabué

Nel 2015, la first lady dello Zimbabwe Grace Mugabe disse che il presidente, allora 91enne, avrebbe governato fino all'età di 100 anni, su una sedia a rotelle speciale. Poco dopo, iniziò a insinuarsi nella sua successione. Ma nei giorni scorsi i generali hanno finalmente accelerato la rimozione di Robert Mugabe che hanno sostituito con l'ex vicepresidente Emmerson Mnangagwa.
Tarrafal, Santiago, Capo Verde, Baia di Tarrafal
Spiagge
Tarrafal, Santiago, Capo Verde

Il Tarrafal della Libertà e della Slow Life

Il villaggio di Tarrafal delimita un angolo privilegiato dell'isola di Santiago, con le sue poche spiagge di sabbia bianca. Chi ne rimane incantato trova ancora più difficile comprendere l'atrocità coloniale del vicino campo di prigionia.
Bagnanti alla fine del mondo - Cenote de Cuzamá, Mérida, Messico
Religione
Yucatan, Messico

La fine della fine del mondo

Il giorno annunciato passò ma la fine del mondo insistette per non arrivare. In America Centrale, i Maya di oggi osservavano e sopportavano increduli tutta l'isteria attorno al loro calendario.
I dirigenti dormono sedile della metropolitana, dormono, dormono, metropolitana, treno, Tokyo, Giappone
Veicoli Ferroviari
Tokyo, Giappone

Gli ipno-passeggeri di Tokyo

Il Giappone è servito da milioni di dirigenti massacrati con ritmi di lavoro infernali e vacanze scarse. Ogni minuto di tregua sulla strada per andare al lavoro oa casa serve al loro scopo. inemuri, dormire in pubblico.
Sostituzione lampadine, centrale idroelettrica Itaipu watt, Brasile, Paraguay
Società
Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu, Brasile

Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu: febbre da watt

Nel 1974 migliaia di brasiliani e paraguaiani si sono incontrati nella zona di costruzione della diga più grande del mondo. 30 anni dopo il completamento, Itaipu genera il 90% dell'energia del Paraguay e il 20% di quella brasiliana.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Ippopotamo nella laguna di Anôr, isola di Orango, Bijagós, Guinea Bissau
Animali selvatici
Isola Keré ad Orango, Bijagos, Guinea Bissau

Alla Ricerca degli Ippopotami Lacustri-Marini e sacri delle Bijagós

Sono i mammiferi più letali dell'Africa e, nell'arcipelago di Bijagós, conservati e venerati. A causa della nostra particolare ammirazione, ci siamo uniti a una spedizione nella loro ricerca. Partendo dall'isola di Kéré e arrivando nell'entroterra di Orango.
Napali Coast e Waimea Canyon, Kauai, rughe hawaiane
Voli panoramici
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.