Isola Terceira, Azzorre

Isola di Terceira: viaggio attraverso un arcipelago delle Azzorre


Espressioni di facciata
Facciata decorata con volti, all'ingresso del porto turistico di Angra do Heroismo.
Minifondo senza fine
L'imponente tenuta di Terceira vista da un belvedere nella Serra do Cume
Casario de Angra do Heroismo
Case di Angra do Heroismo, viste da un pendio del Monte Brasil.
Insolita corrida
Pseudo toreri provocano un toro durante la corrida con la corda a Biscoitos, sulla costa settentrionale di Terceira.
Assistenza Corda Corda
Una piccola folla assiste alla corrida con la corda a Biscoitos.
recinto all'aperto
Una mucca nel suo recinto di pietra, ai piedi del verde della Serra do Cume.
Tu Manel da Quinta
La pittoresca sala da pranzo di "Venda do Ti Manel da Quinta"
La Banda II
Banda anima una delle cerimonie religiose del Divino do Espírito Santo, davanti all'Imperio da Caridade de Praia da Vitória.
carattere moderno
Sfondo di una fontana architettonica tra l'Igreja da Misericórdia e il porto turistico di Angra de Heroísmo.
Di.
I passanti fanno due delle passeggiate che costeggiano il porto turistico di Angra do Heroísmo.
piccola azienda con bestiame
Una delle macchie ad angolo che si possono vedere dalla cima della Serra do Cume fino all'orizzonte.
Beata Angra do Heroismo
Casario de Angra do Heroísmo con due delle sue chiese più grandi evidenziate.
Negozio Quinta do Martelo
Emanuel Almeida, impiegato Quinta do Martelo al bancone del vecchio negozio al piano terra del ristorante "A Venda do Ti Manel da Quinta"
Corrida di biscotti
Taurus affronta una folla di partecipanti alla corrida con la corda di Biscuits.
La banda
I musicisti della banda animano la cerimonia del Divino do Espírito Santo.
Case nell'ultimo sole
Case sulla costa nord dell'isola di Terceira.
Vista sulla Serra do Cume
L'imponente podere di Terceira, visto dalla cima della Serra do Cume.
il porticciolo
Angra de Heroísmo marina, con la cattedrale blu della Misericordia sullo sfondo.
sotto il pino
Esplanade di Angra do Heroísmo impreziosito dal marciapiede artistico della città.
linee di torrente
Strada ripida ad Angra do Heroísmo.
Fu chiamata l'Isola di Gesù Cristo e da tempo irradia il culto del Divino Spirito Santo. È sede di Angra do Heroísmo, la città più antica e splendida dell'arcipelago. Ci sono solo due esempi. Gli attributi che rendono unica l'isola di Terceira sono impareggiabili.

La pittoresca Quinta dos Figos è a soli quindici minuti dalla famosa Lajes, luogo dell'aeroporto sull'isola di Terceira dove eravamo appena atterrati e famosa base nordamericana.

Anche così, ci siamo sistemati nella stanza in modalità play-and-run. Partiamo in fretta per dare un'occhiata alle strade di Praia da Vitória e ci troviamo faccia a faccia con uno dei tanti imperi colorati che benedicono e adornano l'isola di Terceira.

L'esuberante cubo si staglia sulle case bianche con predominanza di mattonelle color mattone.

Come una sorta di diva architettonica, le sue facciate sono piene di arabeschi cristiani, archi, ogive, colonne, gradini, un timpano tondeggiante che la identifica. Una vera festa dei colori invade la scenografia: blu, giallo, verde, rosso e bianco.

Un'espressione delle Azzorre del divino

Di per sé, la struttura lascerebbe sbalordito qualsiasi ammiratore, ma, come se non bastasse, quell'Impero della Carità organizzava seri festeggiamenti.

La band, Terceira Island, Azzorre Ímpares

Banda anima una delle cerimonie religiose del Divino do Espírito Santo, davanti all'Imperio da Caridade de Praia da Vitória.

Accanto, una banda filarmonica locale suona pomposi temi di fanfara. Un vigile del fuoco lancia i suoi proiettili uno dopo l'altro più vicini a Dio.

Con le successive esplosioni aritmiche, assorda noi e i credenti della terra, tutti vestiti con i loro migliori abiti della domenica.

Alcuni entrano ed escono dall'Impero con vassoi di cibo benedetto, altri, impugna lance e stendardi del Divino.

Interpretiamo turisti innocenti e ascoltiamo il cuore della cerimonia. All'interno, su un altare bianco innalzato su terrazze e decorato con ghirlande abbinate, riposano numerose corone merlettate e luccicanti.

Per un breve periodo. Con la fascia già fuori dalla piattaforma di cemento e camminando lungo la strada davanti a sé, diversi partecipanti al rito salgono sulle scale, indossando le stesse corone di prima sui vassoi. Altri portano lance. Li abbiamo inseguiti determinati a catturare il momento. La band ci segue tutti.

avevamo già seguito un'altra festa del Divino Spirito Santo. La prima e, finora, unica volta, in Pirenópolis, nell'interno brasiliano di Goiás. Lì, Manuel Amâncio da Luz, un prete portoghese molto motivato, ha trasformato la convinzione in un'incredibile espressione culturale che la fede e l'entusiasmo della gente conservano ancora oggi.

A Praia da Vitória, abbiamo visto come stava succedendo tutto nella principale roccaforte portoghese del Divino Espírito Santo. Fino a quando l'Imperatore ei suoi "sudditi" sono scomparsi al suono del charanga e ci hanno lasciato al nostro destino. Un fotografo della stampa locale ci vede indecisi e si avvicina a noi.

Dopo qualche minuto di conversazione tecnica, il collega mette in evidenza la nostra fortuna. «È solo che non ci vedi bene. Non solo hai catturato il Divino qui oggi, ma tra poco sarai in grado di assistere alla corrida con la corda. Più Isola Terceira di così è difficile.

Anche se rappresentavano un viaggio dal sacro al profano, erano coordinate che non volevamo ignorare. Da Praia da Vitória, proseguiamo lungo la costa settentrionale dell'isola, fermandoci qua e là per dare un'occhiata alle pozze marine e ad altre caratteristiche della costa frastagliata.

Biscotti: Inizio dei tori in stile Terceira Island

A metà pomeriggio, intorno a Biscoitos, troviamo la folla insediata. Centinaia di auto sono parcheggiate in un dominio di lava ricoperta di vegetazione che separa la strada e il lungomare. Abbiamo trovato un angolo ancora lontano per la nostra macchina da dove siamo scesi verso il paese.

Pubblico a Biscoitos, Azzorre Ímpares

Una piccola folla assiste alla corrida con la corda a Biscoitos.

A metà, abbiamo trovato i primi festaioli, che facevano picnic o al banco di roulotte e furgoni simili, alimentati da generatori e che servivano clienti entusiasti un po' di tutto, dalle specialità delle Azzorre ai più ovvi pregos, bistecche, farturas e churros .

Più si scendeva lungo la strada, più i suoi bordi erano pieni di persone e i luoghi con le viste migliori erano contesi. Siamo riusciti a infilarci in uno spazio appena abbandonato e, finalmente, a goderci il fulcro di tutte le attenzioni.

Intorno a una piccola insenatura circondata da rocce laviche, in un prato sopra e nella strada che lo separava dalle case, un toro esitava tra contemplare la follia che lo circondava o caricare gli pseudo-tori che lo incitavano tra la folla.

Biscotti, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares

Taurus affronta una folla di partecipanti alla corrida con la corda di Biscuits.

A poco a poco, siamo stati in grado di stimare le aree al sicuro da possibili scontri, che accadono in abbondanza, come i feriti e, di tanto in tanto, anche i morti, sebbene nella corrida a fune il toro abbia i suoi movimenti limitati dall'azione del “ pastori”.” che ti danno più o meno margine di manovra a seconda dell'imminenza di certi danni.

Un razzo annuncia la rimozione del toro e una nuova rottura delle ostilità. Ci siamo spostati da una zona ancora alta sul pendio alla sommità di un terrazzo con vista panoramica e privilegiata sulla strada dove si svolge la maggior parte della corrida.

La terrazza è condivisa dalle famiglie, con una predominanza di donne e bambini.

Biscotti, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares

Pseudo toreri provocano un toro durante la corrida con la corda a Biscoitos, sulla costa settentrionale di Terceira.

Alcune famiglie sono emigranti nel EUA e in Canada. Anche con gli occhi puntati sulle nostre telecamere, ci piace ascoltare come le meraviglie delle loro vite dall'altra parte dell'Atlantico si insinuano negli altri che sono rimasti indietro. "Oh!! Ma la nostra casa non ha niente a che fare con quelle qui.

È molto più grande. dovevo andarci! Guadagni di più, così possiamo costruire senza preoccupazioni". Quella stessa canadese delle Azzorre che non era così orgogliosa del ritorno che le è costata la sua vita, non ha tardato a interrogarci: “Siete ritrattisti?

Volevo davvero fare delle foto qui, con la mia famiglia. Se vuoi trascorrere qualche giorno a Cambridge, in Ontario, puoi anche fare dei bei ritratti. È tutto molto bello lì”. I razzi ei tori si susseguirono in quello strano pomeriggio di corrida. Finché il pomeriggio e la baldoria non ebbero fine.

L'incredibile piccola tenuta murata dell'isola di Terceira

Poco dopo l'alba, siamo saliti al belvedere di Facho e abbiamo ammirato le case di Praia da Vitória, la città natale di Vitorino Nemésio.

Da lì, abbiamo preso la vecchia strada asfaltata che porta in cima ai 545 metri della Serra do Cume, una cresta verde che sale ad est dell'isola, per quanto ventosa possa essere e rivelando uno scenario ineguagliabile.

Vista della Serra do Cume, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares

L'imponente tenuta di Terceira vista da un belvedere nella Serra do Cume

In basso, la vastità a sud e a ovest si rivela in un incredibile motivo geometrico giallo-verde di fertilità e lavoro. Innumerevoli poderi delimitati da mura di basalto si estendono a perdita d'occhio, punteggiati da piccoli capannoni agricoli, recinti e mucche allo stato brado.

Fatta eccezione per i venti forti, la giornata è rimasta all'altezza degli occhi, con un cielo quasi sereno e soleggiato in abbinamento. Consapevoli dell'imprevedibilità della meteorologia delle Azzorre e dell'abbondanza ed esuberanza storica e architettonica di Angra do Heroismo, abbiamo deciso di puntare quanto prima alle sue fermate.

Vista della Serra do Cume, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares

Una delle macchie ad angolo che si possono vedere dalla cima della Serra do Cume fino all'orizzonte.

Angra do Heroísmo: la prima città delle Azzorre

Angra fu il primo dei paesi delle Azzorre ad essere promosso a città, nel 1534. Poco dopo, papa Paolo III lo scelse come sede della diocesi di Angra, con autorità sull'intero arcipelago.

Il suo porto aveva già allora un ruolo determinante nei traffici con l'Oriente, motivo per cui si intensificò il transito e l'ancoraggio di caravelle e galee, contribuendo alla prosperità della città, con particolare attenzione alla fastosa costruzione di chiese, conventi e fortificazioni .militare che lo ha reso unico.

Li ammiriamo e l'imponente panorama delle case Angrense dalla base dell'obelisco giallo che sporge dall'Alto da Memória, dedicato a Pedro IV, il re trionfante delle guerre liberali portoghesi.

Case di Angra do Heroísmo, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares

case di Angra do Eroismo, vista da un versante del Monte Brasil.

Come avevamo temuto, nuvole scure si stavano avvicinando da nord, quindi abbiamo accelerato la nostra strada verso la città, lungo la Ladeira de São Francisco fino a raggiungere la rispettosa Praça Velha, il centro secolare e l'anima della città.

Nel corso del tempo, Angra ha avuto la capacità di accogliere gli afflitti, i rifugiati o gli esiliati da convulsioni e simili in atto nel continente.

Dopo essere stato sconfitto dall'esercito spagnolo asburgico nella battaglia di Alcântara, António Prior do Crato decise di prolungare il suo autoproclamato regno opponendosi a quello di Filipe I di Spagna, di Terceira.

Angra do Heroísmo, Isola di Terceira, Isole Azzorre

Strada ripida ad Angra do Heroísmo.

La storia e le storie di Angra do Heroísmo

Non solo lo fece dal 1580 al 1583, ma radunò intorno a sé una forte resistenza popolare e di altri avventurieri europei avversi alla sempre più soffocante espansione ispanica. Gli spagnoli furono costretti a combatterla e così la Guerra di Successione si estese alle Azzorre.

Nel 1667, al termine della Guerra di Restaurazione, Alfonso VI fu esiliato ad Angra do Heroísmo da Pedro II, suo fratello minore, che lo dichiarò inabile al governo. Nel 1809, Almeida Garrett e la sua famiglia si rifugiarono ad Angra dalla seconda invasione francese.

Garrett tornò nel continente solo nel 1818. Durante le guerre liberali, Pedro, imperatore di Brasile e la figlia in favore della quale abdicò al trono portoghese stabilì il quartier generale delle forze liberali a Terceira e represse un attacco del figlio più giovane di Pedro, Miguel, e delle sue forze migueliste nella battaglia di Praia da Vitória.

Fu, infatti, la resistenza dei liberali e questo trionfo a ispirare il soprannome di "do Heroísmo" ad Angra.

Dopo averlo catturato da Mouzinho de Albuquerque, Gungunhanha, il “leone di gaza”, morì ad Angra undici anni dopo essere stato esiliato lì.

Questi sono solo alcuni esempi, molti altri restano da enumerare.

Angra do Heroísmo, Isola di Terceira, Isole Azzorre

Il porto turistico di Angra de Heroísmo, capitale dell'isola di Terceira con la cattedrale blu della Misericórdia sullo sfondo.

L'importanza politica, religiosa e militare entra nei nostri occhi quando ammiriamo la Chiesa di Nossa Senhora do Carmo.

Ancor di più, l'azulona da Misericórdia e, sul lato opposto della baia, le imponenti mura del Forte de Monte Brasil, costruite durante il regno di Filippo I di Spagna, da allora teatro di successivi eventi cruciali della storia portoghese. Oggi, quartier generale del reggimento di guarnigione n. 1.

Camminiamo lungo il muro che tiene al sicuro il porto turistico dalla furia dell'Atlantico e torniamo alla benedizione della chiesa.

Quindi, abbiamo dato un'occhiata a Prainha, dove alcuni camoni divertiti nell'acqua calma mentre un ginnasta cinquantenne è determinato a mantenere la sua forma impressionante.

Missioni elettorali e la pittoresca Quinta do Martelo

Ma non ci vuole molto prima che incontriamo nuovi combattimenti. Vivevamo in tempo di elezioni.

Stavamo provando alcuni gnocchi tipici dell'isola quando João Pinho de Almeida e altri dignitari CDS bambole invadono la pasticceria Athanásio e costringono noi e altri clienti con volantini e penne per feste quasi vuoti.

Tuttavia, lasciamo Angra a dare un'occhiata al Quinta da Martelo, un'antica proprietà ricca di fabbricati rurali e strumenti di lavoro che ne illustrano inequivocabilmente l'antichità ei diversi cicli produttivi che ha attraversato: arancia, vino e nespolo.

Abbiamo bussato alla porta del ristorante"La vendita di Ti Manel da Quinta” per qualche tempo invano. Alla fine appare Emanuele. L'esile e affabile contadino svela l'antica drogheria al piano terra. Ci ha sistemato nella stanza del superiore, che ora funge da ristorante.

Quote Quinta do Martelo, Isola di Terceira, Azzorre

La pittoresca sala da pranzo di “Venda do Ti Manel da Quinta”

A tavola, ma con un occhio di riguardo ai dettagli, possiamo vedere come il mentore Gilberto Vieira conservasse e recuperasse tutto, dalle maniglie delle porte alle stoviglie, secondo i tempi in cui operava l'azienda agricola.

L'atmosfera del luogo, la più pittoresca che abbiamo visto in molti viaggi, e il pasto tradizionale servito dal non meno genuino Emanuel ci lasciano a bocca aperta di Quinta do Martelo.

Quote Quinta do Martelo, Isola di Terceira, Azzorre

Emanuel Almeida, dipendente Quinta do Martelo al bancone del vecchio negozio al piano terra del ristorante “A Venda do Ti Manel da Quinta”

Un po' di più con la peculiare isola di Terceira.

Compagnie aeree delle Azzorre

www.azoresairlines.pt

SATA

sab

visitAzzorre

www.visitazores.com

Sistelo, Peneda-Gerês, Portogallo

Dal "Piccolo Tibet portoghese" alle fortezze del mais

Lasciamo le scogliere di Srª da Peneda, ci dirigiamo ad Arcos de ValdeVez e ai villaggi che un erroneo immaginario ha chiamato Piccolo Tibet portoghese. Da questi villaggi terrazzati si passa ad altri famosi per custodire, come tesori d'oro e sacri, le spighe che raccolgono. Il percorso stravagante rivela la natura splendente e la fertilità verde di queste terre di Peneda-Gerês.
Castro Laboreiro, Portogallo  

Da Castro de Laboreiro a Raia da Serra Peneda - Gerês

Siamo arrivati ​​a (i) l'eminenza della Galizia, a 1000 m di altitudine e anche oltre. Castro Laboreiro e i paesi circostanti si stagliano contro la monumentalità granitica delle montagne e del Planalto da Peneda e Laboreiro. Così come le sue persone resilienti che, a volte affidate a Brandas a volte a Inverneiras, chiamano ancora casa questi paesaggi mozzafiato.
Isola di Flores, Azzorre

I confini atlantici delle Azzorre e del Portogallo

Laddove, a ovest, anche sulla mappa le Americhe sembrano remote, Ilha das Flores ospita l'ultimo idilliaco-drammatico dominio delle Azzorre e quasi quattromila Florian si sono arresi all'abbagliante fine del mondo che li ha accolti.
São Miguel, Azzorre

Isola di São Miguel: splendide Azzorre, per Natura

Una biosfera immacolata che le viscere della Terra modellano e riscaldano è esposta, a São Miguel, in formato panoramico. São Miguel è la più grande delle isole portoghesi. Ed è un'opera d'arte della Natura e dell'Uomo piantata nel mezzo del Nord Atlantico.
Isola Pico, Azzorre

Isola Pico: il vulcano delle Azzorre con l'Atlantico ai suoi piedi

Per un semplice capriccio vulcanico, la più giovane macchia delle Azzorre è proiettata all'altezza della roccia e della lava del territorio portoghese. L'isola di Pico ospita la sua montagna più alta e affilata. Ma non solo. È una testimonianza della resilienza e dell'ingegnosità delle Azzorre che hanno domato questa splendida isola e l'oceano che la circonda.
Di Santa Maria, Azzorre

Santa Maria: Isola Madre delle Azzorre Ce n'è solo una

Fu il primo dell'arcipelago ad emergere dal fondo dei mari, il primo ad essere scoperto, il primo e unico a ricevere Cristoforo Colombo e un Concorde. Questi sono alcuni degli attributi che rendono speciale Santa Maria. Quando l'abbiamo visitato, ne abbiamo trovati molti di più.
Esteros del Iberá, Pantanal Argentina, Alligatore
Safari
Esteros del Iberá, Argentina

Il Pantanal della Pampa

Sulla mappa del mondo, a sud di famosa zona umida brasiliana, emerge una regione allagata poco conosciuta ma quasi altrettanto vasta e ricca di biodiversità. L'espressione guaranì e sarà la definisce “acque splendenti”. L'aggettivo si adatta più della sua forte luminanza.
Thorong Pedi a High Camp, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Escursionista solitario
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 12 ° - Thorong Phedi a High Camp

Il preludio alla traversata suprema

Questa sezione del circuito dell'Annapurna dista solo 1 km, ma in meno di due ore ti porta da 4450 m a 4850 m e l'ingresso alla grande gola. Dormire ad High Camp è un test di resistenza alla Mountain Disease che non tutti superano.
Tesori, Las Vegas, Nevada, Città del peccato e del perdono
Architettura & Design
Las Vegas, EUA

Dove il peccato perdona sempre

Proiettata dal deserto del Mojave come un miraggio al neon, la capitale nordamericana del gioco e dell'intrattenimento è vissuta come una scommessa al buio. Lussureggiante e avvincente, Vegas non impara né si pente.
Aventura
Viaggi in barca

Per coloro che si stancano di navigare in rete

Sali a bordo e lasciati trasportare da imperdibili gite in barca come l'arcipelago filippino di Bacuit e il mare ghiacciato del Golfo di Botnia finlandese.
Salto in avanti, Naghol di Pentecoste, Bungee Jumping, Vanuatu
Cerimonie e Feste
Pentecoste, Vanuatu

Pentecoste Naghol: Bungee Jumping per uomini seri

Nel 1995, il popolo di Pentecoste minacciò di citare in giudizio le società di sport estremi per aver rubato loro il rituale di Naghol. In termini di audacia, l'imitazione elastica è molto inferiore all'originale.
Key West Mural, Florida Keys, Stati Uniti
Città
Key West, EUA

Il selvaggio West tropicale degli Stati Uniti

Siamo giunti alla fine della Overseas Highway e all'ultima ridotta della propaganda Florida Keys. Il Stati Uniti continentali qui si arrendono a un'abbagliante vastità marina color smeraldo-turchese. E un sogno ad occhi aperti del sud alimentato da una sorta di incantesimo caraibico.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
Easter Seurassari, Helsinki, Finlandia, Marita Nordman
Cultura
Helsinki, Finlândia

La Pasqua Pagana di Seurasaari

Anche a Helsinki il Sabato Santo viene celebrato in modo gentile. Centinaia di famiglie si radunano su un'isola al largo della costa, attorno a falò accesi per spaventare gli spiriti maligni, le streghe e i troll.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Passeggero M:S Viking Tor rivestito di traghetto, Aurlandfjord, Norvegia
In viaggio
Flamm a Balestrand, Norvegia

Dove le montagne cedono ai fiordi

La stazione finale della Ferrovia Flam segna la fine della vertiginosa discesa ferroviaria dagli altopiani di Hallingskarvet alle pianure di Flam. In questo villaggio troppo piccolo per la sua fama, lasciamo il treno e navighiamo lungo il fiordo di Aurland verso il prodigioso Balestrand.
Bagni insoliti
Etnico

a sud di Belize

La strana vita nel sole nero dei Caraibi

Sulla strada per il Guatemala, vediamo come l'esistenza proscritta del popolo Garifuna, discendente degli schiavi africani e degli indiani Arawak, contrasti con quella di diverse roccaforti balneari molto più ariose.

fotografia di luce solare, sole, luci
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 2)

Un Sole, Tante Luci

La maggior parte delle foto di viaggio vengono scattate alla luce del sole. La luce del sole e il tempo formano un'interazione capricciosa. Scopri come prevederlo, rilevarlo e utilizzarlo al meglio.
Canale per il tempo libero
Storia
Amsterdam, Olanda

Di canale in canale, in un'Olanda surreale

Liberale quando si tratta di droga e sesso, Amsterdam ospita una folla di estranei. Tra canali, biciclette, caffetterie e finestre di bordelli, cerchiamo invano il suo lato più tranquillo.
PN Timanfaya, Montagne di fuoco, Lanzarote, Caldera del Corazoncillo
Isole
PN Timanfaya, Lanzarote, Isole Canarie

PN Timanfaya e le montagne di fuoco di Lanzarote

Tra il 1730 e il 1736, dal nulla, decine di vulcani a Lanzarote eruttarono in successione. L'enorme quantità di lava che rilasciarono seppellì diversi villaggi e costrinse quasi la metà degli abitanti ad emigrare. L'eredità di questo cataclisma è l'attuale scenario marziano dell'esuberante PN Timanfaya.
Controllo corrispondenza
bianco inverno
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Ombra vs Luce
Letteratura
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Premio Kukenam
Natura
Monte Roraima, Venezuela

Viaggia nel tempo nel mondo perduto di Monte Roraima

In cima al Monte Roraima, ci sono scenari extraterrestri che hanno resistito a milioni di anni di erosione. Conan Doyle ha creato, in "The Lost World", una fiction ispirata al luogo ma non è mai riuscito a calpestarla.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Maui, Hawaii, Polinesia,
Parchi Naturali
Maui, Havai

Maui: le divine Hawaii che hanno ceduto al fuoco

Maui è un ex capo ed eroe delle immagini religiose e tradizionali hawaiane. Nella mitologia di questo arcipelago, il semidio prende al laccio il sole, alza il cielo ed esegue una serie di altre imprese per conto degli umani. L'isola omonima, che i nativi credono di aver creato nel Pacifico settentrionale, è essa stessa prodigiosa.
Kings Canyon, centro rosso, cuore, Australia
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Red Center, Australia

Nel cuore spezzato dell'Australia

Il Red Centre ospita alcuni dei monumenti naturali imperdibili dell'Australia. Ci colpisce la grandiosità degli scenari ma anche la rinnovata incompatibilità delle sue due civiltà.
aggie grey, samoa, pacifico meridionale, Marlon Brando Fale
personaggi
Apia, Samoa Occidentali

La padrona di casa del Pacifico meridionale

venduto hamburger ai GI nella seconda guerra mondiale e ha aperto un hotel che ha accolto Marlon Brando e Gary Cooper. Aggie Grey è morta nel 2, ma la sua eredità di ospitalità sopravvive nel Pacifico meridionale.
Cargo Cabo Santa Maria, Isola di Boa Vista, Capo Verde, Sal, Evocando il Sahara
Spiagge
Isola di Boa Vista, Capo Verde

Isola di Boa Vista: Atlantic Waves, Dunas do Sara

Boa Vista non è solo l'isola capoverdiana più vicina alla costa africana e al suo grande deserto. Dopo alcune ore di scoperta, ci convince che si tratta di un lembo del Sahara alla deriva nel Nord Atlantico.
Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
White pass yukon train, Skagway, Gold route, Alaska, USA
Veicoli Ferroviari
Skagway, Alaska

Una variante della corsa all'oro nel Klondike

L'ultima grande corsa all'oro americana è ormai lontana. Oggi, centinaia di navi da crociera riversano ogni estate migliaia di visitatori benestanti nelle strade piene di negozi di Skagway.
Intersezione trafficata di Tokyo, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

La notte infinita della capitale del Sol Levante

Dillo Tokyo non dormire è dire poco. In una delle città più grandi e sofisticate sulla faccia della Terra, il crepuscolo segna solo il rinnovamento della frenetica vita quotidiana. E ci sono milioni delle loro anime che o non trovano posto al sole, o hanno più senso nei cambiamenti "oscuri" e oscuri che seguono.
Restituzione nella stessa valuta
Vita quotidiana
Dawki, India

Dawki, Dawki, Bangladesh in vista

Scendiamo dalle terre alte e montuose di Meghalaya alla pianura a sud e in basso. Lì, il flusso traslucido e verde del Dawki forma il confine tra India e Bangladesh. Sotto un caldo umido che non sentivamo da molto tempo, il fiume attira anche centinaia di indiani e bengalesi dediti a una pittoresca fuga.
Parco Nazionale di Amboseli, Monte Kilimangiaro, Collina di Normatior
Animali selvatici
P.N. Amboseli, Kenia

Un regalo del Kilimangiaro

Il primo europeo ad avventurarsi in queste terre Masai rimase sbalordito da ciò che trovò. E ancora oggi grandi branchi di elefanti e altri erbivori vagano alla mercé dei pascoli innevati della più grande montagna africana.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.