Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi


fiordo a S
Una gola frastagliata di Milford Sound, a poche miglia dal Mar di Tasman.
Nicchie rupestri
Leoni marini all'estremità del mare di Milford Sound.
io schizzo
La cascata scorre abbondantemente sopra la voragine nel Parco nazionale di Fiordland.
Tribuna d'Onore
I passeggeri di un traghetto ammirano lo scenario di Milford Sound.
Ponte sul Chasma
Gli escursionisti attraversano un ponte sopra The Chasm, nel cuore del Parco Nazionale di Fiordland.
Traghetto kiwi
La bandiera nautica della Nuova Zelanda sventola a poppa di un traghetto che attraversa Milford Sound.
Tunnel visivo
Tratto di strada che collega Te Anau all'ingresso di Milford Sound.
Feti della Nuova Zelanda
Un feto lussureggiante vicino alla voragine nel Parco Nazionale di Fiordland.
Via della Montagna
Il picco della neve si staglia sopra Te Anau - Milford Sound Highway.
Cascate di Stirling
I passeggeri di un traghetto ammirano le Stirling Falls.
Le cime dei fiordi
Panorama dalla cima dei Sounds visto durante un volo panoramico.
Una certa audacia
Il traghetto si avvicina il più possibile alle Stirling Falls, una delle numerose cascate di Milford Sound.
binari di muschio
Foresta di muschio ai margini di Te Anau - Milford Sound Highway.
fiume impetuoso
Creek attraversa una valle del Parco Nazionale di Fiordland.
Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.

Qualunque sia l'itinerario, la scoperta dei suoni della Nuova Zelanda deve iniziare a Te Anau, dove gli escursionisti fanno scorta di rifornimenti e attrezzature di ultima istanza, così spesso necessarie perché non sono preparati al capriccioso clima locale. 

Le autorità kiwi la gente del posto la chiamava Te Anau Milford Highway.

Mentre viaggiavamo attraverso l'Isola del Sud, ci siamo abituati al minimalismo ecologico di questi percorsi di base. E basta una mezz'ora di macchina per confermare come la sua umiltà contrastasse con l'imponenza del paesaggio circostante.

Si parte a tornanti, sali e scendi tra le colline lasciate dal ghiacciaio morenico che ha scavato il lago Te Anau, profondo quasi 500 metri.

A prua ci addentriamo in una fitta e scura foresta di faggi che si alternano a pianure alluvionali e dolci prati ingialliti dal freddo pungente e che vediamo concretizzarsi nei toni del bianco sulle cime dei monti che chiudono la Eglinton Valley e sulle alte cime della Piramide, Picco e Picco Ngatimamoe.

Più spesso del previsto abbiamo parcheggiato l'auto e fatto escursioni promettenti, come quella dei Mirror Lakes dove, su una passerella, abbiamo ammirato i riflessi più che perfetti delle montagne circostanti.

Intorno al Km77 troviamo la zona conosciuta dagli indigeni come O Tapara, Cascade Creek per i coloni.

È qui che i distaccamenti Maori si incontrarono e si riposarono sulla strada per Anita Bay, dove cercarono la pietra che chiamarono pounamu (nefrite) e che, pur essendo oggi considerati semipreziosi, consideravano i più preziosi e sacri.

La divisione litica di Divide

Dopo sette chilometri e molte cascate alimentate dallo scioglimento della neve, abbiamo raggiunto la parete rocciosa del Divide, il passaggio più basso da est a ovest delle Alpi meridionali. The Divide segna una separazione geologica ma anche climatica.

Strada tra Te Anau e Milford Sound, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Tratto di strada che collega Te Anau all'ingresso di Milford Sound.

Inaspettatamente, inizia a cadere una fitta bufera di neve, al rallentatore, che salva la nostra visibilità e ci costringe a guidare goffamente.

Se ci sono posti sulla Terra dove piove e – nei mesi più freddi – nevica molto, Fiordland è uno di questi. Alcune aree hanno una piovosità media annua di quasi 7 metri, distribuita su circa 180 giorni.

In alcuni di quei giorni possono cadere 250 mm di pioggia o neve o addirittura neve e pioggia, una combinazione dinamica che, sospinta dal forte vento, disorienta e mette in difficoltà anche gli escursionisti più esperti, in balia delle insidiose vette del i 480 km di sentieri della regione.

Fiume, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Il fiume scorre attraverso una valle del Parco Nazionale di Fiordland.

Anche all'interno del ricovero dell'auto si prova disagio psicologico e impotenza di fronte a quel paesaggio aspro e all'inclemenza degli elementi che lo hanno scolpito. La tempesta non dura. Dopo mezz'ora, lo scenario è consacrato a una gratificante miniera d'oro che gli restituisce la limpidezza della cruda antichità.

Un panorama poco o nulla cambiato dai millenni

In termini visivi, ma non solo, Fiordland resta parte dell'era preistorica. Molti dei suoi animali e piante sono endemici e da allora si sono evoluti poco: il takah, una specie di oca ritenuta estinta 50 anni fa, il kakapo, il pappagallo più pesante del mondo, il kea, un parente sfacciato (e unico pappagallo alpino) che abbiamo trovato immerso in un belvedere e, chissà perché, si ostina a mangiarci le scarpe.

In termini geologici, il paesaggio di Fiordland è stato modellato dall'intensa erosione glaciale e dall'attività tettonica che hanno colpito le isole della Nuova Zelanda durante la loro lunga deriva post-Gondwana attraverso l'Oceano Pacifico.

Mentre il movimento delle lastre continua a sollevare scogliere e montagne di circa 1.3 cm l'anno, il clima diluviano si occupa degli ultimi ritocchi decorativi, con una chiara scommessa sui toni del verde più vivaci.

Con il passare di chilometri sempre più inospitali, si conferma che lo scenario si riempie di un caotico assortimento di cespugli che lasciano il posto a certi ruscelli. Sono ancora ricoperti da tappeti di muschio e felci splendenti, con tronchi verdi o marroni, alcuni rigidi, altri caduti e marcescenti ma sempre pieni di licheni. 

Foresta, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Foresta di muschio ai margini della Te Anau - Milford Sound Highway.

Passaggio attraverso The Chasm e la Majestic View of Milford Sound

Abbiamo rilevato questa composizione per intero, a soli 10 km da Milford Sound e dal Mar di Tasman, intorno a The Chasm dove il fiume Cleddau si schianta tra giganteschi massi levigati e scompare sul fondo di un abisso stretto, il tutto apprezzato su un ponte di legno che domina il Monte Tutoko, La vetta più alta di Fiordland.

The Chasm, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

La cascata scorre abbondantemente sopra la voragine nel Parco nazionale di Fiordland.

Il primo avvistamento di Milford Sound ci abbaglia due volte. Improvvisamente, i fiumi ribelli lasciano il posto a una lunga e tortuosa insenatura del Mar di Tasmania. Dai margini del suo letto blu scuro, enormi scogliere rocciose, quasi verticali, delimitate da un progetto verticale verde bosco.

Saliamo a bordo di una delle navi che svela quest'ultima frontiera del kiwi e, sotto il vento gelido, ci avviciniamo al dominio supremo di Mitre Peak (1692 m).

Autostrada da Te Anau a Milford Sound, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Il picco della neve si staglia sopra la Te Anau - Milford Sound Highway.

Cascate di pioggia, cascate di ghiaccio

Le cascate formano fili bianchi che si stagliano e si succedono in dimensioni e volumi regolati dallo scioglimento delle terre continentali e dalle precipitazioni.

Alcuni sono permanenti. È il caso di Stirling Falls, con un flusso ricco e danzante che regala a noi e agli altri passeggeri sul ponte una doccia rigenerante.

Traghetto, Stirling Falls, Milford Sound, Fiordland, Nuova Zelanda

Il traghetto si avvicina il più possibile alle Stirling Falls, una delle numerose cascate di Milford Sound.

La nave segue il suo corso in acque calme. Fino a quando il fiordo non si apre, rivela l'immensità del Mar di Tasman e si sottomette al disagio delle forti onde. Abbiamo esplorato un piccolo tratto delle pendici marittime di questo suono, abbiamo avvistato colonie di foche e alcuni pinguini.

I leoni marini, Milford Sound, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Leoni marini all'estremità del mare di Milford Sound.

Nel frattempo, la barca inverte le marce e torna a protezione della bocca, per la gioia dei passeggeri più vulnerabili che già cominciavano ad avere il mal di mare.

La storia coloniale dei suoni evasivi

I marinai al servizio dei primi scopritori ad andare in mare aperto, tra cui l'olandese Abel Tasman – che ha dato il nome al mare circostante — soffriva appena di questo male. Stranamente, ammiravano gli stessi panorami, ma ignoravano o ignoravano gli stretti ingressi che nascondevano i canali navigabili e davano un accesso avanzato all'interno.

Nel 1773, uno di questi marinai più famosi, di nome James Cook, stava tornando da un epico viaggio attraverso l'Oceano Antartico alla ricerca del grande continente meridionale quando rilevò una sostanziale rientranza nelle montagne.

Più cauto che curioso, scelse di non esplorarlo per paura che il vento accelerato attraverso la stretta gola impedisse il ritorno della nave in mare aperto. Ispirato da questo sospetto, lo battezzò con il nome che il vicino fiordo di Milford continua a portare: Dubbioso (dubbioso o sospettoso).

Gorge, Milford Sound, Fiordland, Nuova Zelanda

Una gola frastagliata di Milford Sound, a poche miglia dal Mar di Tasman.

Cook ancorerebbe la Resolution più a sud, nel porto di Pickersgill, un rifugio naturale da un altro enorme fiordo, Dusky Sound.

La difficoltà nel colonizzare queste terre selvagge e inospitali è perdurata nei secoli, tanto che Fiordland è la regione meno popolata della Nuova Zelanda: qui vivono solo 2000 dei suoi 4,1 milioni di abitanti.

D'altra parte, quando le descrizioni della purezza e della bellezza di questi scenari hanno cominciato a raggiungere i quattro angoli del pianeta, nuovi esploratori hanno cominciato ad affluire.

Stern Ferry, Milford Sound, Fiordland, Nuova Zelanda

La bandiera nautica della Nuova Zelanda sventola a poppa di un traghetto che attraversa Milford Sound.

Donald Sutherland: Il pioniere trasformato in conduttore

Tutto è iniziato quando Donald Sutherland, soldato, avventuriero, cacciatore di foche, cercatore d'oro e chissà cos'altro, ha dichiarato dopo aver avvistato Milford Sound: "Se mai getterò l'ancora, sarà qui".

Dodici anni dopo, nel 1878, la moglie Elisabeth approfittò dell'apertura della prima strada tra Te Anau e Milford e aprì una locanda per accogliere il asfaltatori, gente della città che è arrivata per apprezzare l'imponenza del paesaggio.

Pista di Milford. Milford Sound scoperto a piedi

Ogni anno, 400 viaggiatori da tutto il mondo si riversano nella regione, determinati a scoprirla, a qualunque costo. Alcuni pagano solo in contanti e vengono trasportati a tempo pieno via terra, mare e aria. Altri pagano anche con i loro corpi. Camminano e si arrampicano fino allo sfinimento.

La costruzione di strade a Fiordland si è limitata all'assolutamente necessario, o forse nemmeno a quello, dato che ce n'è solo uno. I sentieri pedonali, l'attività outdoor preferita dai neozelandesi, percorrono la regione senza cerimonie o vergogna, per un totale di quasi 500 chilometri che si snodano dal livello del mare alle vette più alte.

Uno di questi binari, il Milford Track, è diventato così famoso che le autorità del Fiordland National Park hanno dovuto "razionare" il numero annuale di permessi concessi, per evitare un traffico eccessivo nei mesi più caldi.

Con una lunghezza di 54 chilometri, che richiede circa quattro giorni per essere completata, e un percorso che conduce all'ingresso di Milford Sound attraverso foreste e valli bagnate, il Milford Track è etichettato come "facile".

Feto, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda

Un feto lussureggiante vicino alla voragine nel Parco Nazionale di Fiordland.

Altri, più o meno lunghi, salgono e scendono montagne con pendii così ripidi da richiedere abilità tecniche di arrampicata.

Secondo la mitologia Maori, i fiordi non furono scolpiti dai fiumi di ghiaccio che un tempo riempivano tutte le valli, ma da un dio armato di ascia, Tu-te-raki-whanoa, che scolpì la costa punita da enormi onde, per renderlo abitabile.

Il progetto urbanistico fallì miseramente, ma i Maori colsero l'occasione per scoprire la regione, per pescare, cacciare e raccogliere un tipo di giada che chiamavano tangiwai.

Alcuni gruppi tribali sconfitti nei conflitti interni, tuttavia, si stabilirono temporaneamente, vivendo in isolamento tra le foche e i pinguini - che i coloni europei in seguito quasi estinsero - fino al loro ritorno nell'interno.

Stern Ferry, Milford Sound, Fiordland, Nuova Zelanda

La bandiera nautica della Nuova Zelanda sventola a poppa di un traghetto che attraversa Milford Sound.

A quel tempo già soffrivano dei flebotomi che infestano questa zona della Nuova Zelanda, responsabili dell'unica critica negativa che qualcuno osa fare alla regione.

Esperti nella generazione della mitologia, i Maori hanno creato la leggenda di essere stati introdotti dalla Dea dell'Oscurità, Hine-nui-te-po, per evitare che l'uomo diventi inattivo di fronte alla bellezza accecante del paesaggio. Questa volta, i piani divini non fallirono. L'unico modo per non offrire loro del sangue è fermarsi il meno possibile.

Nelson a Wharariki, PN Abele Tasman, Nova Zelândia

La costa Maori dove gli europei hanno dato la costa

Abel Janszoon Tasman ha esplorato di più delle nuove mappe e dei mitici "Terra australis" quando un errore ha inasprito i contatti con i nativi di un'isola sconosciuta. L'episodio ha inaugurato la storia coloniale di Nova Zelândia. Oggi, sia la costa divina su cui è avvenuto l'episodio, sia i mari che la circondano, evocano il navigatore olandese.
Wanaka, Nova Zelândia

Quanto è buono nel Campo dos Antipodes

Se la Nuova Zelanda è nota per la sua tranquillità e intimità con la natura, Wanaka supera ogni immaginazione. Situato in un ambiente idilliaco tra il lago omonimo e il mistico Monte Aspirante, è diventato luogo di culto. Molti kiwi aspirano a cambiare la loro vita lì.
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
Penisola di Banks, Nova Zelândia

Il frammento della terra divina della penisola di Banks

Dall'alto, il rigonfiamento più evidente sulla costa orientale dell'Isola del Sud sembra essere imploso più e più volte. Vulcanica ma verdeggiante e bucolica, la Banks Peninsula racchiude nella sua geomorfologia quasi a ruota dentata l'essenza della vita sempre invidiabile della Nuova Zelanda.
napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30 - Tour del Calhambeque

In una città ricostruita in stile Art Déco e con un'atmosfera da "anni folli" e oltre, il mezzo di trasporto appropriato sono le eleganti auto d'epoca di quell'epoca. A Napier sono ovunque.
Christchurch, Nova Zelândia

Il maledetto stregone della Nuova Zelanda

Nonostante la sua notorietà agli antipodi, Ian Channell, lo stregone della Nuova Zelanda, non fu in grado di prevedere o prevenire diversi terremoti che colpirono Christchurch. A 88 anni, dopo 23 anni di contratto con il Comune, rilascia dichiarazioni troppo controverse e finisce per essere licenziato.
Mount Cook, Nova Zelândia

Nubi del Monte Fura

Aoraki/Mount Cook può essere molto al di sotto del tetto del mondo, ma è la montagna più imponente e più alta della Nuova Zelanda.
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Nova Zelândia  

Quando contare le pecore fa dormire

20 anni fa, la Nuova Zelanda aveva 18 pecore per ogni abitante. Per ragioni politiche ed economiche, la media si è dimezzata. Agli antipodi, molti allevatori sono preoccupati per il loro futuro.
Napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30

Devastato da un terremoto, Napier è stato ricostruito in un Art Deco quasi al piano terra e vive fingendo di essersi fermato negli anni Trenta. I suoi visitatori si arrendono all'atmosfera del Grande Gatsby che trasuda la città.
Baia delle Isole, Nova Zelândia

Nucleo di civiltà della Nuova Zelanda

Waitangi è il luogo chiave dell'indipendenza e della coesistenza di lunga data dei nativi Maori con i coloni britannici. Nella circostante Baia delle Isole si celebra l'idilliaca bellezza marina degli antipodi della Nuova Zelanda, ma anche la complessa e affascinante nazione kiwi.
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Safari
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 5° - Ngawal a BragaNepal

Verso Braga. I nepalesi.

Abbiamo trascorso un'altra mattinata di tempo glorioso alla scoperta di Ngawal. Segue un breve viaggio verso Manang, la città principale sulla strada per l'apice del circuito dell'Annapurna. Abbiamo soggiornato a Braga (Braka). Il borgo si sarebbe presto rivelato una delle sue tappe più indimenticabili.
Una città perduta e ritrovata
Architettura & Design
Machu Picchu, Perù

La città perduta nel mistero degli Incas

Mentre vaghiamo per Machu Picchu, troviamo un significato nelle spiegazioni più accettate per la sua fondazione e abbandono. Ma ogni volta che il complesso viene chiuso, le rovine sono lasciate ai loro enigmi.
Era Susi trainato da cane, Oulanka, Finlandia
Aventura
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
Induismo balinese, Lombok, Indonesia, tempio Batu Bolong, vulcano Agung sullo sfondo
Cerimonie e Feste
Chili, Indonesia

Lombok: l'induismo balinese su un'isola dell'Islam

La fondazione dell'Indonesia era basata sulla fede in un Dio. Questo principio ambiguo ha sempre generato polemiche tra nazionalisti e islamisti, ma a Lombok i balinesi prendono a cuore la libertà di culto.
Casario de Ushuaia, ultima delle città, Terra del Fuoco, Argentina
Città
Ushuaia, Argentina

L'ultima delle città del sud

Il capoluogo della Terra del Fuoco segna la soglia meridionale della civiltà. Da Ushuaia partono numerose incursioni nel continente ghiacciato. Nessuna di queste avventure mordi e fuggi è paragonabile alla vita nella città definitiva.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Garranos galoppa attraverso l'altopiano sopra Castro Laboreiro, PN Peneda-Gerês, Portogallo
Cultura
Castro Laboreiro, Portogallo  

Da Castro de Laboreiro a Raia da Serra Peneda – Gerês

Siamo arrivati ​​a (i) l'eminenza della Galizia, a 1000 m di altitudine e anche oltre. Castro Laboreiro e i paesi circostanti si stagliano contro la monumentalità granitica delle montagne e del Planalto da Peneda e Laboreiro. Così come le sue persone resilienti che, a volte affidate a Brandas a volte a Inverneiras, chiamano ancora casa questi paesaggi mozzafiato.
4 luglio Fireworks-Seward, Alaska, Stati Uniti
sportivo
Seward, Alaska

Il 4 luglio più lungo

L'indipendenza degli Stati Uniti viene celebrata a Seward, in Alaska, in modo modesto. Anche così, il 4 luglio e la sua celebrazione sembrano non avere fine.
Commercianti di frutta, Swarm, Mozambico
In viaggio
Enxame, Mozambico

Area di servizio in stile mozambicano

Si ripete in quasi tutte le tappe nei paesi di Mozambico degno di apparire sulle mappe. o tubo tubolare (autobus) si ferma ed è circondato da una folla di impazienti uomini d'affari. I prodotti offerti possono essere universali, come acqua o biscotti, oppure tipici della zona. In questa regione, a pochi chilometri da Nampula, le vendite di frutta sono state successive, sempre piuttosto intense.
piccolo soggetto
Etnico

Hampi, India

Alla Scoperta dell'Antico Regno de Bisnaga

Nel 1565, l'impero indù di Vijayanagar soccombette agli attacchi nemici. 45 anni prima era già stata vittima della portoghesi del suo nome da parte di due avventurieri portoghesi che lo rivelarono all'Occidente.

fotografia di luce solare, sole, luci
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 2)

Un Sole, Tante Luci

La maggior parte delle foto di viaggio vengono scattate alla luce del sole. La luce del sole e il tempo formano un'interazione capricciosa. Scopri come prevederlo, rilevarlo e utilizzarlo al meglio.
Moa su una spiaggia di Rapa Nui/Isola di Pasqua
Storia
isola di Pasqua, Cile

Il decollo e la caduta del culto dell'uomo uccello

Fino al XVI secolo, i nativi di isola di Pasqua scolpito e adorato enormi divinità di pietra. Da un momento all'altro, hanno cominciato a far cadere il loro moai. La venerazione di perizoma manu, un leader per metà umano e per metà sacro, messo in scena dopo una drammatica competizione per un uovo.
Porto Santo, vista a sud di Pico Branco
Isole
Sentiero Terra Chã e Pico Branco, Porto Santo

Pico Branco, Terra Chã e altri capricci di Ilha Dourada

Nel suo angolo nord-est, Porto Santo è qualcos'altro. Con le spalle rivolte a sud e verso la sua ampia spiaggia, scopriamo una costa montuosa, ripida e persino boscosa, piena di isolotti che punteggiano un Atlantico ancora più blu.
Controllo corrispondenza
bianco inverno
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
José Saramago a Lanzarote, Isole Canarie, Spagna, Glorieta de Saramago
Letteratura
Lanzarote, Isole Canarie, Spagna

La Zattera di Basalto di José Saramago

Nel 1993, frustrato dal disprezzo del governo portoghese per il suo lavoro “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, Saramago si trasferì con la moglie Pilar del Río a Lanzarote. Di ritorno in questa isola delle Canarie un po' extraterrestre, abbiamo ritrovato la nostra casa. E il rifugio dalla censura a cui lo scrittore si trovò condannato.
Kings Canyon, centro rosso, cuore, Australia
Natura
Red Center, Australia

Nel cuore spezzato dell'Australia

Il Red Centre ospita alcuni dei monumenti naturali imperdibili dell'Australia. Ci colpisce la grandiosità degli scenari ma anche la rinnovata incompatibilità delle sue due civiltà.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Scogliere sopra la Valle della Desolazione, vicino a Graaf Reinet, Sud Africa
Parchi Naturali
Graaf Reinet, Sud Africa

Una lancia boera in Sud Africa

All'inizio del periodo coloniale, esploratori e coloni olandesi erano terrorizzati dal Karoo, una regione di grande caldo, grande freddo, grandi inondazioni e grandi siccità. Fino a quando la Compagnia olandese delle Indie orientali non fondò lì Graaf-Reinet. Da allora, la quarta città più antica del nazione arcobaleno prosperò in un affascinante crocevia della sua storia.
Isola di São Miguel, Acores Splendida per natura
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
São Miguel, Azzorre

Isola di São Miguel: splendide Azzorre, per Natura

Una biosfera immacolata che le viscere della Terra modellano e riscaldano è esposta, a São Miguel, in formato panoramico. São Miguel è la più grande delle isole portoghesi. Ed è un'opera d'arte della Natura e dell'Uomo piantata nel mezzo del Nord Atlantico.
La maschera di Zorro in mostra durante una cena presso la Pousada Hacienda del Hidalgo, El Fuerte, Sinaloa, Messico
personaggi
El Fuerte, Sinaloa, Messico

La Culla di Zorro

El Fuerte è una città coloniale nello stato messicano di Sinaloa. Nella sua storia verrà ricordata la nascita di Don Diego de La Vega, si dice che in un palazzo del paese. Nella sua lotta contro le ingiustizie del giogo spagnolo, Don Diego si trasformò in un sfuggente uomo mascherato. A El Fuerte avrà sempre luogo il leggendario “El Zorro”.
Tarrafal, Santiago, Capo Verde, Baia di Tarrafal
Spiagge
Tarrafal, Santiago, Capo Verde

Il Tarrafal della Libertà e della Slow Life

Il villaggio di Tarrafal delimita un angolo privilegiato dell'isola di Santiago, con le sue poche spiagge di sabbia bianca. Chi ne rimane incantato trova ancora più difficile comprendere l'atrocità coloniale del vicino campo di prigionia.
Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
Una storia di trenino
Veicoli Ferroviari
Siliguri a Darjeeling, India

Il trenino himalayano funziona ancora seriamente

Né la forte pendenza di alcuni tratti né la modernità lo fermano. Da Siliguri, alle pendici tropicali della grande catena montuosa asiatica, a Darjeeling, con le sue cime in vista, il più famoso dei trenini indiani regala, giorno dopo giorno, un arduo viaggio da sogno. Percorrendo la zona, ci imbarchiamo e ci lasciamo incantare.
Graffiti della dea inquietante, Haight Ashbury, San Francisco, USA, Stati Uniti d'America
Società
L'Haight, San Francisco, EUA

Orfani dell'estate dell'amore

Anticonformismo e creatività sono ancora presenti nel vecchio quartiere Flower Power. Ma quasi 50 anni dopo, la generazione hippie ha lasciato il posto a giovani senzatetto, incontrollati e persino aggressivi.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Parco Nazionale Etosha Namibia, pioggia
Animali selvatici
PN Etosha, Namibia

La vita lussureggiante della Namibia bianca

Una vasta distesa salata squarcia il nord della Namibia. Il Parco Nazionale Etosha che lo circonda si rivela un habitat arido ma provvidenziale per innumerevoli specie selvatiche africane.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.