Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca


Seydisfjörður
Vista di Seydisfjordur incastonata in uno dei tanti fiordi sulla costa nord-orientale dell'Islanda
Chiesa II
Chiesa di Seydisfjordur, dove si prova il canto corale del villaggio.
terrazzo freddo
David Kristinsson e Philippe Clause sulla terrazza dell'Hotel Aldan.
Case
Case di città ai piedi delle montagne che costeggiano il fiordo.
Interno del caffè Aldan
Interno dell'Aldan Café, un tempo negozio di alimentari e video club.
vista sul fiordo
Panorama incorniciato dal 1° piano dell'hotel Aldan.
Tinna
Tinna Gudmundsdottir allo Skaftafell Arts Center.
Il Grillo
Un'insegna di un bar-caffetteria che porta il nome di una petroliera britannica affondata da un attacco aereo nazista a Seydisfjordur.
Chiesa
Chiesa di Seydisfjordur, dove si prova il canto corale del villaggio.
pronto
David Kristinsson alla scrivania del suo Hotel Aldan.
scommessa immobiliare
Interno di un'ex banca del villaggio, ora trasformata in una casa in stile "legno norvegese".
Tra mare e montagna
Banca occupata dalle vecchie case di Seydisfjordur.
Clausola Filippo
Philippe Clause, uno degli espatriati di Seydisfjordur nello studio dove produce sciarpe e sciarpe alla moda.
qualche decennio fa
Storica vetrina dell'Hotel Aldan.
Dock
Il molo dei pescatori di Seydisfjordur, un tempo pieno di pescherecci, ora è quasi vuoto.
Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.

La posizione pianeggiante di Egilsstadir, ai margini di uno dei tanti thalweg invasi dagli uccelli migratori dall'Islanda, non offre una panoramica di ciò che segue.

Dopo il bivio la strada risale la montagna, dapprima ricoperta di vegetazione secca che le conferisce toni ocra e brunastri ma che, con l'altitudine, cede presto il passo al bianco.

La neve aumenta visibilmente. Alla cresta del pendio, la strada si incunea tra alte pareti di ghiaccio. Campioni di valanghe cadono da entrambi i lati, seppellendo sempre di più l'asfalto già soffocato.

È la trazione integrale che ci salva da uno scricchiolio altrimenti garantito.

La discesa del crepuscolo a Seydisfjordur

Dopo aver conquistato la vetta dal fronte, inizia la discesa nelle profondità del fiordo.

Sono quasi le dieci, come si suol dire, di notte.

Il sole insiste a resistere in questa Islanda, nonostante lo scenario gelido, ormai ufficialmente primavera. La luce del tramonto subartico tinge di magenta le cime delle montagne davanti a noi, ma il pendio tortuoso viene meno mentre scendiamo verso le colline e il mare.

costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Vista di Seydisfjordur incastonata in uno dei tanti fiordi sulla costa nord-orientale dell'Islanda

abbiamo trascorso un caduta d'acqua gelata. Alcuni meandri di asfalto dopo, finalmente intravediamo il case diffuse. Seydisfjordur, la città islandese più lontana da Reykjavik, non tarda ad arrivare.

David Kristinsson ci incontra nel parcheggio accanto al suo Hotel Aldan. Abbiamo colpito nel segno della visita e ci siamo resi conto che si aspettava che conoscessimo in anticipo il fascino e la fama del luogo.

Non era ancora così.

La notte scende una volta per tutte. Su raccomandazione dell'ospite, abbiamo alloggiato nel vecchio edificio della banca, anch'esso restaurato da lui. Installati lì, ricarichiamo le batterie delle attrezzature di lavoro e, appena possibile, le nostre, quasi a zero dopo il lungo viaggio da Husavik.

Nuovo giorno tra le case di legno norvegesi di Seydisfjordur

La mattina e la colazione ridonano la nostra lucidità. Davide si diverte. Mostraci gli angoli pittoreschi di legno norvegese dall'Hotel Aldan, probabilmente portato sotto forma di a kit da Norvegia, un tempo negozio di alimentari, poi video club.

proprietario, hotel Aldan, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

David Kristinsson alla scrivania del suo Hotel Aldan.

Ci tiene compagnia Philippe Clause, un amico gallico della periferia di Parigi che vive in uno studio dall'altra parte della strada.

I pescatori norvegesi ripresero una precedente colonizzazione che si presume sia precedente all'VIII secolo.

Attratti dall'abbondanza di aringhe, costruirono i primi edifici in legno e vi stabilirono un avamposto di pesca, lo stesso del baleniere nordamericano Thomas Welcome Roys, ancora nel XIX secolo.

case, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Case di città ai piedi delle montagne che costeggiano il fiordo.

La seconda guerra mondiale e l'annientamento della flotta peschereccia locale

Quando scoppiò la seconda guerra mondiale, la popolazione si era già notevolmente sviluppata. Ospitava un precursore della funivia sottomarina che collegava l'Islanda all'Europa continentale e la stazione inaugurale dell'alta tensione del paese.

Gli strateghi britannici e americani hanno rilevato i vantaggi della sua posizione e hanno decretato che una base militare e una pista di atterraggio dovrebbero essere installate lì. Oggi quella traccia è disattivata.

chiesa, villaggio, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Chiesa di Seydisfjordur, dove si prova il canto corale del villaggio.

David riprende la storia più avanti: “fino a qualche tempo fa, da qui partiva una buona flotta peschereccia e un grande stabilimento per la lavorazione del pesce. A modo suo, il comune si è evoluto nel comune più prospero dell'Islanda orientale.

Fino a quando i potenti armatori di Reykjavik non acquistarono quasi tutte le barche. Seydisfjordur non aveva più posti di lavoro da offrire ed è stato abbandonato".

molo, barche, pesca, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Il molo dei pescatori di Seydisfjordur, un tempo pieno di pescherecci, ora è quasi vuoto.

Seydisfjordur e Dieter Roth: un passaggio creativo dalla pesca all'arte

È stato salvato dall'avvento del turismo, con mezzi non convenzionali, tra l'altro. I primi spettatori ne apprezzarono la bellezza ritirata e si stabilirono. Seguì una comunità di bohémien e creatori, attratti dall'accoglienza dei pionieri e dal sentimento di libertà.

Alcuni sono arrivati ​​da altre parti d'Europa.

Il più famoso, l'artista svizzero-tedesco Dieter Roth, vedeva Seydisfjordur come un luogo magico. Nell'ultimo decennio della sua vita fondò una delle numerose residenze stagionali del villaggio.

Vetrina hotel Aldan, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Storica vetrina dell'Hotel Aldan.

Roth morì nel 1998. Nello stesso anno, un gruppo di estimatori del suo lavoro, dell'arte in generale e del villaggio, fondò un Centro per le Arti Visive nella casa in cui visse Skaftfell.

Devozione e dedizione di David Kristinsson di Seydisfjordur

È lì che camminiamo con David, tra l'insenatura del mare che invade il fiordo e le case colorate ai piedi del pendio. Lungo la strada, il cicerone ci racconta un po' della sua vita: come è nato Akureyri, la capitale del nord.

Il periodo in cui si è trasferito a Copenaghen con la sua ragazza, dove, dopo tre anni, ha imparato un buon danese, nonostante una maestra d'asilo gli avesse detto che non ci sarebbe mai riuscito.

Ci racconta anche del suo ritorno a Reykjavik, dove anche lui aveva vissuto ma a cui non si era mai abituato.

E il suo trasferimento, nel 2011, a Seydisfjordur, con armi e bagagli, con idee e qualche soldo da investire nella comunità, come confessa, senza alcuna ossessione per il profitto.

interno, immobiliare, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Interno di una ex banca del villaggio, ora trasformata in abitazione in stile “bosco norvegese”.

Siamo arrivati ​​a Skaftafell.

Skaftafell e Dieter Roth: luogo per l'arte e la creatività

David ci presenta Tinna Gudmundsdottir che, a sua volta, ci introduce al centro con palese orgoglio. Al terzo piano ci mostra le stanze della residenza assegnate a studenti d'arte e altri passanti.

Centro artistico, Fiordo di Skaftafell, Seydisfjordur, Islanda

Tinna Gudmundsdottir allo Skaftafell Arts Center.

Nella seconda abbiamo apprezzato una serie di schizzi esposti alle pareti ed esaminato con stupore chimico la finestra di fast food con cui Dieter Roth, utilizzando innumerevoli batteri, ha espresso ancora una volta la sua irrequietezza sociale e creatività critica.

Questo tipo di opere biodegradabili era comune nell'artista che, per questo motivo, divenne noto anche come Dieter Roth.

Sperimentatore nato con inesauribile energia e dedizione, Roth ha prodotto numerosi taccuini, opere stampate e sculture di artisti. “Veniva a questo tavolo quando aveva più idee per un breakout. Ho creato schizzi e li ho accumulati qui intorno fino a quando, in seguito, li ho associati a libri o altri formati.

Ora invitiamo anche coloro che vengono qui a lasciare il segno”. Ce lo dice Tinna, poi ci conduce a uno scaffale pieno di altri libri del precedente proprietario e ci guida pagina dopo pagina.

Il disallineamento politico di Seydisfjordur

A un certo punto la conversazione cambia tono, quando il luccichio negli occhi azzurri della figlia di Gudmund, che protesta contro la situazione in Islanda, ci rassicura grazie ai loro governi di destra, sempre troppo preoccupati per i ritorni finanziari.

“Profitto, profitto e ancora profitto. È tutto ciò a cui pensano. Anche il nuovo supermercato che è stato installato lassù insiste a sfruttarci con prezzi ipergonfiati. Qui a Seydisfjordur, la maggior parte di noi lo evita.

paesaggio, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Banca occupata dalle vecchie case di Seydisfjordur.

Preferiamo fare i 60 km sopra la montagna e fare acquisti a Egilsstadir piuttosto che essere derubati”. Il dibattito politico-economico continua. Tinna è incuriosita e, per un attimo, disarmata quando le diciamo che in Portogallo c'è una forte idea che l'ultimo governo di sinistra abbia portato il Paese alla bancarotta.

Il tempo che avevamo per la città sta finendo.

Intorno al mare di Seydisfjordur

Abbiamo lasciato Skaftafell verso l'ora di pranzo. David ci accompagna a metà strada fino all'Hotel Aldan. Quando arriviamo a una stazione di servizio, ci dice l'ora della separazione: “beh, mi fermo qui. Il venerdì ci incontriamo tutti in quel ristorante. Il cibo è pessimo, la convivialità compensa”.

Da soli, abbiamo deciso di esplorare un po' di più il villaggio e il fiordo. In quasi due ore abbiamo trovato solo otto o nove anime delle quasi 700 che dovrebbero abitarlo.

chiesa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Chiesa di Seydisfjordur, dove si prova il canto corale del villaggio.

L'ufficio turistico funziona ma è vuoto, come il molo dove vediamo allineate solo poche barche, le poche rimaste dall'incursione commerciale perpetrata dalle compagnie di pesca della capitale.

E il lavoro a maglia artistico di Philippe Clause

Prima di partire, abbiamo ancora attraversato il La casa di Filippo che, nel comfort dello studio, mostra poca preoccupazione per quell'apparente stasi della civiltà.

sciarpe da studio, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Philippe Clause, uno degli espatriati di Seydisfjordur nello studio dove produce sciarpe e sciarpe alla moda.

Il lavoro a maglia è la sua arte e, su una tavola piena di coloratissime matasse di lana, l'espatriato francese si dedica a rifinire nuove sciarpe, scialli e sciarpe che promuove in una vetrina improvvisata alle pareti e, online, di cui è lui stesso il modello.

David ci ha detto che la sua attività alberghiera e la città erano più interessate ai visitatori che volevano trascorrervi diversi giorni godendosi la tranquillità e le dinamiche culturali, non tanto quelli che giravano per l'Islanda in sei o sette giorni.

 

vista dall'hotel Aldan, fiordo, Seydisfjordur, Islanda

Panorama incorniciato dal 1° piano dell'hotel Aldan.

Stavamo esplorando l'isola con alcuni più che solo. Tuttavia, appartenevamo all'ultima classe.

Siamo saliti in macchina e abbiamo salutato Seydisfjordur. Fino alla prossima volta.

Miami, EUA

Un capolavoro di riabilitazione urbana

All'inizio del 25° secolo, il quartiere di Wynwood era ancora pieno di fabbriche e magazzini abbandonati e pieni di graffiti. Tony Goldman, un astuto investitore immobiliare, acquistò oltre XNUMX proprietà e fondò un parco murale. Molto più che rendere omaggio ai graffiti lì, Goldman ha fondato il grande bastione della creatività di Miami.
PN Thingvellir, Islândia

Sulle origini della remota democrazia vichinga

Le basi del governo popolare che mi vengono in mente sono quelle elleniche. Ma quello che si ritiene essere il primo parlamento al mondo fu inaugurato a metà del X secolo, nella gelida campagna islandese.
Islândia

Il calore geotermico dell'isola di ghiaccio

La maggior parte dei visitatori apprezza i paesaggi vulcanici islandesi per la loro bellezza. Gli islandesi traggono anche da loro calore ed energia vitale che portano alle porte dell'Artico.
Laguna di Jokülsárlón, Islândia

La canzone e il ghiaccio

Creato dalle acque dell'Oceano Artico e dallo scioglimento del ghiacciaio più grande d'Europa, Jokülsárlón forma un dominio gelido e imponente. Gli islandesi la venerano e le rendono sorprendente omaggio.
Islândia

Isola di fuoco, ghiaccio, cascate e cascate

La cascata suprema d'Europa si precipita in Islanda. Ma non è l'unico. In quest'isola boreale, con pioggia o neve costante e nel mezzo della battaglia tra vulcani e ghiacciai, cadono infiniti torrenti.
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Laguna di Jökursarlon, Ghiacciaio Vatnajökull, Islândia

Il ghiacciaio King of Europe sta già vacillando

Solo in Groenlandia e in Antartide esistono ghiacciai paragonabili al Vatnajökull, il ghiacciaio supremo del vecchio continente. Eppure, anche questo colosso che dà più significato al termine terra di ghiaccio si sta arrendendo all'assedio inesorabile del riscaldamento globale.
Serengeti, Great Savanna Migration, Tanzania, gnu nel fiume
Safari
P.N. Serengeti, Tanzania

La grande migrazione della savana infinita

In queste praterie che dicono i Masai siringat (corri per sempre), milioni di gnu e altri erbivori inseguono le piogge. Per i predatori, il loro arrivo e quello del monsone sono la stessa salvezza.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Fogli da Bahia, Eternal Diamonds, Brasile
Architettura & Design
Lenzuola Bahia, Brasile

Lenzuola da Bahia: nemmeno i diamanti sono eterni

Nel XNUMX° secolo, Lençóis divenne il più grande fornitore mondiale di diamanti. Ma il commercio di gemme non è durato quanto previsto. Oggi, l'architettura coloniale che ha ereditato è il suo bene più prezioso.
Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia
Aventura
A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia

Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.
autoflagellazione, passione di cristo, filippine
Cerimonie e Feste
Marinduque, Filippine

La passione filippina di Cristo

Nessuna nazione circostante è cattolica, ma molti filippini non si lasciano intimidire. Durante la Settimana Santa si arrendono alla fede ereditata dai coloni spagnoli e l'autoflagellazione diventa una sanguinosa prova di fede.
panoramico, Saint Pierre, Martinica, Antille francesi
Città
Saint-Pierre, Martinique

La città che risorge dalle ceneri

Nel 1900, la capitale economica delle Antille era invidiata per la sua raffinatezza parigina, finché il vulcano Pelée non la carbonizzò e la seppellì. Più di un secolo dopo, Saint-Pierre si sta ancora rigenerando.
Distributori di bevande, Giappone
cibo
Giappone

L'impero delle macchine per bevande

Ci sono più di 5 milioni di scatole luminose ultra-tecnologiche sparse in tutto il paese e molte altre lattine e bottiglie esuberanti di bevande invitanti. I giapponesi hanno smesso da tempo di resistergli.
Djerbahood, Erriadh, Djerba, Specchio
Cultura
Erriadh, Djerba, Tunisia

Un Villaggio diventato Galleria d'Arte Fugace

Nel 2014, un antico insediamento di Djerbian ha ospitato 250 murales di 150 artisti provenienti da 34 paesi. I muri di calce, il sole intenso ei venti carichi di sabbia del Sahara erodono le opere d'arte. La metamorfosi di Erriadh in Djerbahood si rinnova e continua a stupire.
4 luglio Fireworks-Seward, Alaska, Stati Uniti
sportivo
Seward, Alaska

Il 4 luglio più lungo

L'indipendenza degli Stati Uniti viene celebrata a Seward, in Alaska, in modo modesto. Anche così, il 4 luglio e la sua celebrazione sembrano non avere fine.
Ross Bridge, Tasmania, Australia
In viaggio
alla Scoperta di Tassiè, Parte 3, Tasmania, Australia

Tasmania dall'alto al basso

Da tempo la vittima preferita degli aneddoti australiani, il Tasmania non ha mai perso l'orgoglio per strada aussie più rude essere. Tassie rimane avvolta nel mistero e nel misticismo in una sorta di retro degli antipodi. In questo articolo raccontiamo il peculiare viaggio da Hobart, la capitale situata nell'improbabile sud dell'isola, fino alla costa nord, la svolta verso il continente australiano.
sagome islamiche
Etnico

Istanbul, Turchia

Dove l'oriente incontra l'occidente, la Turchia cerca una via

Una metropoli emblematica e grandiosa, Istanbul vive a un bivio. Poiché la Turchia in generale, divisa tra laicità e islam, tradizione e modernità, non sa ancora che strada prendere

fotografia di luce solare, sole, luci
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 2)

Un Sole, Tante Luci

La maggior parte delle foto di viaggio vengono scattate alla luce del sole. La luce del sole e il tempo formano un'interazione capricciosa. Scopri come prevederlo, rilevarlo e utilizzarlo al meglio.
Salto Negao, Chapada Diamantina, Bahia Gemma, Brasile
Storia
Chapada Diamantina, Brasile

Bahía de Gema

Fino alla fine del sec. Nel XNUMX° secolo, Chapada Diamantina era una terra di prospezioni e ambizioni smisurate.Ora che i diamanti sono rari, gli estranei sono ansiosi di scoprirne gli altipiani e le gallerie sotterranee.
Il castello di Shuri a Naha, Okinawa, l'Impero del Sole, in Giappone
Isole
Okinawa, Giappone

Il piccolo impero del sole

Risorta dalla devastazione causata dalla seconda guerra mondiale, Okinawa ha riacquistato l'eredità della sua secolare civiltà Ryukyu. Oggi, questo arcipelago a sud di Kyushu ospita a Giappone sulla riva, circondato da un Oceano Pacifico turchese e ispirato a un peculiare tropicalismo giapponese.
Rompighiaccio Sampo, Kemi, Finlandia
bianco inverno
Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
Sulla corsia delitto e castigo, San Pietroburgo, Russia, Vladimirskaya
Letteratura
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di “Delitto e castigo”

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
Levada do Caldeirão Verde, Madeira, Portogallo, altopiani
Natura
Levada do Caldeirao Verde, Madeira, Portogallo

Acqua Sopra, Acqua Sotto

È solo uno degli oltre cento prodigiosi sistemi di canali che gli abitanti di Madeira costruirono per irrigare i raccolti. Il suo scenario verdeggiante, ripido e drammatico fa sì che i visitatori dell'isola scorrano continuamente lungo la levada di Caldeirão Verde.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Composizione ferroviaria Flam sotto una cascata, Norvegia
Parchi Naturali
nesbyen a Flamm, Norvegia

Ferrovia Flam: la Norvegia sublime dalla prima all'ultima stazione

Su strada ea bordo della Flam Railway, su una delle linee ferroviarie più ripide del mondo, raggiungiamo Flam e l'ingresso del Sognefjord, il più grande, il più profondo e il più venerato dei fiordi della Scandinavia. Dal punto di partenza all'ultima stazione, questa Norvegia che abbiamo svelato è monumentale.
Cattedrale di Santa Ana, Vegueta, Las Palmas, Gran Canaria
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Vegueta, Gran canaria, Isole Canarie

Intorno al cuore delle Canarie reali

L'antico e maestoso quartiere di Vegueta de Las Palmas spicca nella lunga e complessa ispanizzazione delle Isole Canarie. Dopo un lungo periodo di spedizioni signorili, vi iniziò la conquista finale di Gran Canaria e delle altre isole dell'arcipelago, sotto il comando dei monarchi di Castiglia e Aragona.
I sosia dei fratelli Earp e l'amico Doc Holliday a Tombstone, USA
personaggi
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
Funivia che collega Puerto Plata alla cima dell'Isabel de Torres PN
Spiagge
Puerto Plata, Repubblica Dominicana

Argento della casa domenicana

Puerto Plata è il risultato dell'abbandono di La Isabela, il secondo tentativo di una colonia ispanica nelle Americhe. Quasi mezzo millennio dopo lo sbarco di Colombo, inaugurò l'inesorabile fenomeno turistico della nazione. In un lampo attraverso la provincia, vediamo come il mare, le montagne, la gente e il sole dei Caraibi la fanno splendere.
La sposa entra in macchina, il matrimonio tradizionale, il tempio Meiji, Tokyo, Giappone
Religione
Tokyo, Giappone

Un santuario del matchmaking

Il Tempio Meiji di Tokyo è stato costruito per onorare gli spiriti divinizzati di una delle coppie più influenti della storia giapponese. Nel tempo si è specializzata nella celebrazione dei matrimoni tradizionali.
Treno della fine del mondo, Terra del Fuoco, Argentina
Veicoli Ferroviari
Ushuaia, Argentina

Ultima stagione: Fine del mondo

Fino al 1947 i Tren del Fin del Mundo fecero innumerevoli viaggi per far tagliare legna da ardere ai detenuti del carcere di Ushuaia. Oggi i passeggeri sono diversi ma nessun altro treno passa più a sud.
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Società
Campeche, Messico

Un Bingo così divertente che giochi con le bambole

Il venerdì sera, un gruppo di signore occupa i tavoli del Parque Independencia e scommette sulle sciocchezze. I piccoli premi escono in combinazioni di gatti, cuori, comete, maracas e altre icone.
Casario, città alta, Fianarantsoa, ​​​​Madagascar
Vita quotidiana
Fianarantsoa, Madagascar

La città malgascia della buona educazione

Fianarantsoa fu fondata nel 1831 da Ranavalona Iª, regina dell'allora predominante etnia Merina. Ranavalona I è stato visto dai contemporanei europei come isolazionista, tirannico e crudele. A parte la reputazione del monarca, quando entriamo, la sua antica capitale meridionale rimane il centro accademico, intellettuale e religioso del Madagascar.
Tombolo e Punta Catedral, Parco Nazionale Manuel Antonio, Costa Rica
Animali selvatici
PN Manuel Antonio, Costa Rica

Il Parco Nazionale Little-Big del Costa Rica

Le ragioni degli under 28 sono ben note. parchi nazionali I costaricani sono diventati i più popolari. La fauna e la flora di PN Manuel António proliferano in un minuscolo ed eccentrico pezzo di giungla. Come se non bastasse, si limita a quattro delle migliori spiagge tipiche.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.