Senglea, Malta

La città maltese con più Malta


La piccola grande Senglea
Le case di Senglea arroccate all'interno delle mura di La Guardiola.
Balconi più colorati
Tre luminosi balconi in legno abbelliscono un vicolo della vecchia Senglea.
conservazione ottimale
Porte discendenti del magazzino utilizzate dai proprietari di barche. Questi proprietari approfittano dello spazio libero sotto una strada in pendenza dalla Cottonera de Senglea.
La Guardiola
Il corpo di guardia centrale delle mura di La Guardiola, l'estremità delle mura di Senglea di fronte a La Valleta, in tempi cruciali per l'individuazione delle navi nemiche.
una partita sengleana
Gli amici giocano a calcio in una pista in erba sintetica che sfrutta tutto lo spazio tra la base delle pareti e il mare.
Una breve traversata
Un armatore si prepara ad attraversare l'insenatura tra Senglea e Vittoriosa.
Santi della Casa
Le statue religiose benedicono i balconi tradizionali delle Tre Città di Malta, disposti fianco a fianco in una strada angusta a Senglea.
Bastione San Michele
Il traffico scorre attraverso i portici del Bastião de São Miguel, eretto per rafforzare la resistenza di Senglea contro le invasioni nemiche.
Altare nelle alture
I pedoni attraversano uno dei portici del bastione di São Miguel sotto un altare cattolico che sfrutta la sommità della struttura a volta.
Little Big Senglea II
Veduta di Senglea dalle alture di La Valletta. La Valletta è la capitale più piccola d'Europa. Senglea è sostanzialmente più piccola di La Valletta.
6 piani
Dettaglio dei pulsanti del campanello di un vecchio edificio a Senglea.
La super frusta di Bram
L'autista di un furgone dei gelati che attira gli acquirenti maltesi sulle note di "Lily Marlene".
benedetto scarico
Il residente arriva con un carico di mobili davanti alla basilica di Senglea, dedicata alla Sig.
A cavallo del 8.000° secolo Senglea accoglieva 0.2 abitanti in 2 km3.000, un record europeo, oggi conta “solo” XNUMX cristiani di quartiere. È la più piccola, affollata e genuina delle città maltesi.

Le Tre Città dell'est di Malta si trovavano diversi secoli fa su piccole penisole ben evidenziate sulla mappa.

Questi tagli stravaganti significano che abbiamo la città vicina quasi sempre a distanza di uno stretto braccio di mare, ma con ciò siamo costretti ad andare in giro, a prima vista incomprensibile, per raggiungerla.

Little Big Senglea II

Veduta di Senglea dalle alture di La Valletta. La Valletta è la capitale più piccola d'Europa. Senglea è sostanzialmente più piccola di La Valletta.

Lasciamo Vittoriosa e le ombre del suo Palazzo dell'Inquisitore. Saliamo in macchina. Segnaliamo Senglea.

Avanziamo lungo il porticciolo ricco di barche a vela che le separa fino a raggiungerne il capolinea. Svoltiamo a destra ad una rotonda simbolica e poi su una nuova strada a senso unico.

Immediatamente ci colpisce la sensazione di essere entrati in un altro dominio.

Bastione San Michele

Il traffico scorre attraverso i portici del Bastião de São Miguel, eretto per rafforzare la resistenza di Senglea contro le invasioni nemiche.

Il breve viaggio tra Vittoriosa e Senglea

Arriviamo a Cottonera – la sponda opposta dello stesso porto turistico – ora con Vittoriosa davanti. La fine di questo lungomare termina a Senglea Point.

Rivela, dall'altro lato, il canale principale del Greater Porto e le sontuose case di La Valletta. Abbiamo ceduto all'ambizione di ammirarlo dall'alto. Sapevamo il nome del luogo da dove era possibile, dovevamo solo arrivarci.

Abbiamo chiesto indicazioni a un pescatore. L'uomo non ha le mezze misure: “Ora c'è un posto speciale. Vieni dietro a me, ti lascio all'ingresso”.

Una breve traversata

Un armatore si prepara ad attraversare l'insenatura tra Senglea e Vittoriosa.

La Guardiola, un Angolo Fortemente Panoramico a Senglea

Abbiamo risalito il versante opposto del promontorio, vinto un gancio al secondo tentativo e, al segnale della guida, ci siamo accorti di aver trovato La Guardiola.

Abbiamo attraversato il giardino locale e abbiamo trovato, in posizione centrale e sporgente, un elegante corpo di guardia in arenaria come la maggior parte degli edifici storici delle Tre Città e di Malta.

La Guardiola

Il corpo di guardia centrale delle mura di La Guardiola, l'estremità delle mura di Senglea di fronte a La Valleta, in tempi cruciali per l'individuazione delle navi nemiche.

Il tramonto arancione Valletta, Vittoriosa e Cospicua mentre piccole barche Dghajsa Tal-Midalji trasportare gli ultimi passeggeri della giornata.

Seguiamo il graduale susseguirsi delle ultime sfumature del crepuscolo.

È un torneo amichevole di calcio che si svolge in una sorta di anello in erba sintetica, incastonato con maestria geometrica tra il piede delle mura e il mare.

una partita sengleana

Gli amici giocano a calcio in una pista in erba sintetica che sfrutta tutto lo spazio tra la base delle pareti e il mare.

“Amici, scusate ma dovete andarvene. Chiudiamo il giardino». ci informa un anziano in compagnia della nipote. "Altrimenti chiudiamo questo posto di notte, i ragazzi vengono qui per bere e drogarsi".

Il maestro Claude de La Senglea e la resilienza di Senglea, il Civitas Invicta

Anche un po' seccati, ci arrendiamo alla sincerità e al laico istinto protettivo degli abitanti di quelle parti.

La punta dell'isola dove ci trovavamo era già urbanizzata da tempo quando, nel 1552, ospitò la costruzione del Bastião de São Miguel.

La città murata di Senglea – così chiamata in onore del grande maestro Claude de La Sengle – si sviluppò negli anni successivi.

Diventerebbe l'unico a resistere all'assedio di Malta imposto dall'Impero Ottomano ai Cavalieri Ospitalieri.

Jean Parisot de Valette, il maestro che ha dato origine al nome La Valletta, ha voluto onorare il coraggio del nuovo villaggio. gli ha dato il soprannome Civitas Invicta.

Nel corso del tempo, la città ha sviluppato una propria versione della pittoresca architettura di La Valletta.

Santi della Casa

Le statue religiose benedicono i balconi tradizionali delle Tre Città di Malta, disposti fianco a fianco in una strada angusta a Senglea.

La fortificazione de La Guardiola, questa, fu installata solo nel 1692, per garantire la vedetta e la distruzione delle navi nemiche provenienti dal Mediterraneo e per comunicare con le altre sentinelle del Porto Grande.

Abbiamo rilevato, nel suo corpo di guardia, l'iscrizione latina adatta Pluribus Arcibus Adstans ("di fronte a molte roccaforti"). Allo stesso modo, su ciascuno dei lati dell'esagono, i rilievi di un occhio, un orecchio e un pellicano.

I primi due segnalano il ruolo della vedetta.

Il pellicano – simbolo della Passione di Gesù Cristo – identifica la fede dei difensori e la cura che quel posto dedicherà agli abitanti della penisola e degli altri villaggi di Malta.

Nessuno ha accolto tante anime cristiane come Senglea.

benedetto scarico

Il residente arriva con un carico di mobili davanti alla basilica di Senglea, dedicata alla Sig.

Senglea, la città sovraffollata delle tre città

Nei primi anni del 8.000° secolo, c'erano più di 20 persone che vivevano su meno di XNUMX ettari.

A quel tempo, Senglea e Cospicua concentrarono l'élite finanziaria e gli intellettuali di Malta.

Ma durante la seconda guerra mondiale furono devastati dai bombardamenti dell'Asse che uccisero e cacciarono molti abitanti e provocarono un cambiamento radicale nella loro struttura sociale.

Dopo il conflitto, Senglea fu ricostruita e riabitata. Nel 2013 contava già quasi 3.000 abitanti, lontani dalla precedente densità di popolazione record ma ancora la più alta di Malta.

6 piani

Dettaglio dei pulsanti del campanello di un vecchio edificio a Senglea.

Dopo due giorni di ulteriore evasione, siamo tornati.

Mentre percorriamo gli stretti vicoli all'ombra delle case opprimenti, ci rendiamo conto che, anche nel pomeriggio, i parcheggi si sono moltiplicati e astutamente contesi.

Vendita Gelati con la Colonna Sonora Magica di “Giglio Marlene"

Durante questo viaggio, siamo incuriositi dalla melodia enigmatica, lontana e intermittente di un “Giglio Marlene” strumentale.

Quando meno ce lo aspettiamo, ci imbattiamo nel veicolo responsabile, un furgoncino dei gelati dal look Playmobil, guidato da un commesso non infastidito dalla storia dell'inclemenza tedesca nei confronti della sua città.

La super frusta di Bram

L'autista di un furgoncino dei gelati che attira gli acquirenti maltesi con le note di "Lily Marlene".

Entriamo nel Senglea Bocci Club e assistiamo brevemente a una vivace partita di Bocci, una curiosa versione maltese della bocce.

All'uscita, ci fermiamo all'interno di uno dei cupi portici del Bastião de São Miguel da dove possiamo vedere che tutti i pedoni e persino i conducenti si incrociano prima di attraversarli.

Non ci vuole molto per intravedere il motivo, installato vicino alla sommità della volta: un altare tanto inaspettato quanto composto, decorato con dipinti di Cristo e della Vergine Maria e altri dei soliti motivi cattolici.

Altare nelle alture

I pedoni attraversano uno dei portici del bastione di São Miguel sotto un altare cattolico che sfrutta la sommità della struttura a volta.

Circondati e attaccati più e più volte, i maltesi si sono abituati a ricorrere alla fede ma, come è evidente in tutta l'isola, hanno dovuto fare i propri miracoli.

È, in qualche modo ispirati dalla loro determinazione, che superiamo ostacoli su cui non avevamo contato.

L'allevamento storico de Il Macina

Un cancello marrone ci impedisce di accedere a un'area sopraelevata del lungomare che sospettavamo avesse viste privilegiate. Quando una signora ci apre la porta, spieghiamo le nostre intenzioni.

"Non preoccuparti!" rassicuraci Doris. “Ci siamo abituati.

Qualche tempo fa, c'è stato uno spettacolo pirotecnico ed eravamo pieni di persone che si sono presentate proprio come te. Nel caso non lo sapessi, sono attualmente sulla terrazza de Il Macina.

È una vecchia gru che l'ingegnere militare de La Sengle ha installato quando hanno fortificato la città, per consentire il rapido carico delle navi. È crollato ed è stato rinnovato alcune volte. Ora è un monumento ignorato”.

“C'era una volta un gatto maltese. Suonava il piano e parlava francese…” Preferiremmo ascoltare di nuovo il discorso piuttosto che la demistificazione con cui ci siamo trovati di fronte.

Mentre avanziamo lungo la terrazza murata, si osservano decine di felini domestici di numerose razze e colori, molti dei quali con evidenti problemi.

“Questi sono i nostri ragazzi”, spiega Doris, ora affiancata da tre assistenti. Abbiamo un istituto che recupera gatti abbandonati e randagi per darli in adozione.

Ma non sappiamo per quanto tempo rimarremo qui. Le autorità hanno finalmente capito il potenziale di questo luogo. Sembra che stiano progettando di costruire un bar-ristorante qui con una terrazza, o qualcosa del genere.

Cerchiamo un'altra base, ma Senglea è un po' stretto, come avrete notato". Non potevamo essere in disaccordo.

In soli due giorni, ci è sembrato ovvio che la maggior parte dei Sengleani doveva lottare per i minuscoli spazi del loro campione di città.

Little India, Singapore

Piccola India. La Singapore di Sari

Ci sono poche migliaia di abitanti invece degli 1.3 miliardi della madrepatria, ma Little India, un quartiere della minuscola Singapore, non manca di anima. Né soul né odore di curry e musica di Bollywood.
Little Havana, EUA

L'Avana degli anticonformisti

Nel corso dei decenni e fino ad oggi, migliaia di cubani hanno attraversato lo Stretto della Florida alla ricerca della terra della libertà e dell'opportunità. Con gli Stati Uniti a soli 145 km di distanza, molti non sono andati oltre. La sua Little Havana a Miami è oggi il quartiere più emblematico della diaspora cubana.
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Deserto Bianco, Egitto

La scorciatoia egiziana per Marte

In un momento in cui la conquista del vicino del sistema solare è diventata un'ossessione, una parte orientale del deserto del Sahara ospita un vasto paesaggio correlato. Invece dei 150-300 giorni stimati necessari per raggiungere Marte, decollamo dal Cairo e, in poco più di tre ore, facciamo i primi passi nell'Oasi di Bahariya. Intorno, quasi tutto ci fa sentire il tanto agognato Pianeta Rosso.
Mikonos, Grecia

L'isola greca dove il mondo festeggia l'estate

Durante il 1960° secolo, Mykonos era solo un'isola povera, ma intorno al XNUMX, i venti di cambiamento delle Cicladi l'hanno trasformata. In primo luogo, nel migliore rifugio per gay del Mediterraneo. Poi, nell'affollata, cosmopolita e bohémien vanity fair che troviamo quando visitiamo.
Iraklio, CretaGrecia

Da Minos a Meno

Arriviamo ad Iraklio e, per quanto riguarda le grandi città, la Grecia si ferma lì. Per quanto riguarda la storia e la mitologia, la capitale di Creta è infinitamente ramificata. Minosse, figlio di Europa, aveva sia il suo palazzo che il labirinto in cui era rinchiuso il minotauro. Gli arabi, i bizantini, i veneziani e gli ottomani passarono per Iraklio. I Greci che lo abitano non gli danno il dovuto.
male, Santorini, Grecia

Fira: tra le alture e le profondità di Atlantide

Intorno al 1500 aC, una devastante eruzione fece affondare gran parte dell'isola del vulcano Fira nel Mar Egeo e portò al crollo della civiltà minoica, chiamata più volte Atlantide. Qualunque sia il passato, 3500 anni dopo, Thira, l'omonima città, è tanto reale quanto mitica.
Nea Kameni, Santorini, Grecia

Il nucleo vulcanico di Santorini

Erano trascorsi circa tre millenni dall'eruzione minoica che disintegrava il più grande vulcano dell'isola dell'Egeo. Gli abitanti delle cime delle scogliere osservarono la terra emergere al centro della caldera allagata. Nasce Nea Kameni, il cuore ardente di Santorini.
Chania ad Elafonisi, Creta, Grecia

Gita in spiaggia in stile Creta

Alla scoperta dell'ovest del Cretan, lasciamo Chania, viaggiamo attraverso la gola di Topolia e attraverso gole meno marcate. Pochi chilometri dopo, raggiungiamo un angolo mediterraneo di acquarello e sogno, l'isola di Elafonisi e la sua laguna.
Gozo, Malta

Giornate mediterranee di puro godimento

L'isola di Gozo è un terzo delle dimensioni di Malta, ma solo trenta dei trecentomila abitanti della piccola nazione. In duo con la località balneare di Comino, ospita una versione più semplice e serena della sempre peculiare vita maltese.
Valletta, Malta

I capitelli non si misurano con i palmi

Al momento della sua fondazione, l'Ordine dei Cavalieri Ospitalieri lo soprannominò "il più umile". Nel corso dei secoli, il titolo cessò di servirlo. Nel 2018, La Valletta è stata la più piccola Capitale Europea della Cultura di sempre e una delle più ricche di storia e straordinarie che si ricordino.
Jaffa, Israele

Dove Tel Aviv si stabilisce sempre a festeggiare

Tel Aviv è famosa per la notte più intensa del Medio Oriente. Ma se i vostri ragazzi si divertono fino allo sfinimento nei locali della costa mediterranea, è sempre più nella vicina Vecchia Giaffa che si sposano.
Mdina, Malta

La città silenziosa e straordinaria di Malta

Mdina fu la capitale di Malta fino al 1530. Anche dopo che i Cavalieri Ospitalieri l'avevano retrocessa, fu attaccata e fortificata per adattarsi. Oggi è la costa e l'imponente Valletta a guidare i destini dell'isola. Mdina si adatta alla tranquillità della sua monumentalità.
Rabat, Malta

Un ex sobborgo nel cuore di Malta

Se Mdina divenne la capitale nobile dell'isola, i Cavalieri Ospitalieri decisero di sacrificare la fortificazione dell'odierna Rabat. La città fuori le mura si espanse. Sopravvive come contrappunto popolare e rurale all'attuale museo vivente di Medina.
Birgu, Malta

Alla conquista della Città Vittoriosa

Vittoriosa è la più antica delle Tre Città di Malta, sede dei Cavalieri Ospitalieri e, dal 1530 al 1571, sua capitale. La resistenza che offrì agli ottomani nel Grande Assedio di Malta mantenne l'isola cristiana. Anche se, in seguito, Valletta ha assunto il ruolo amministrativo e politico, la vecchia Birgu risplende di gloria storica.
Jabula Beach, Kwazulu Natal, Sud Africa
Safari
Santa Lucia, Sud Africa

Un'Africa selvaggia come Zulu

All'eminenza della costa del Mozambico, la provincia del KwaZulu-Natal ospita un inaspettato Sud Africa. Spiagge deserte costellate di dune, vasti estuari e colline ricoperte di nebbia riempiono questa terra selvaggia bagnata anche dall'Oceano Indiano. È condiviso dai sudditi della sempre orgogliosa nazione Zulu e da una delle faune più prolifiche e diversificate del continente africano.
Adoratori accendono candele, tempio della Grotta di Milarepa, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
Architettura & Design
napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30 – Tour del Calhambeque

In una città ricostruita in stile Art Déco e con un'atmosfera da "anni folli" e oltre, il mezzo di trasporto appropriato sono le eleganti auto d'epoca di quell'epoca. A Napier sono ovunque.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Aventura
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Saida Ksar Ouled Soltane, festa di ksour, tataouine, tunisia
Cerimonie e Feste
Tataouine, Tunisia

Festival of the Ksour: castelli di sabbia che non crollano

Gli ksour furono costruiti come fortificazioni dai berberi del Nord Africa. Hanno resistito alle invasioni arabe ea secoli di erosione. Il Festival Ksour rende loro un doveroso omaggio ogni anno.
Tesori, Las Vegas, Nevada, Città del peccato e del perdono
Città
Las Vegas, EUA

Dove il peccato perdona sempre

Proiettata dal deserto del Mojave come un miraggio al neon, la capitale nordamericana del gioco e dell'intrattenimento è vissuta come una scommessa al buio. Lussureggiante e avvincente, Vegas non impara né si pente.
Cibo della capitale asiatica di Singapore, Basmati Bismi
cibo
Singapore

La capitale asiatica del cibo

C'erano 4 gruppi etnici a Singapore, ognuno con la propria tradizione culinaria. A ciò si aggiunse l'influenza di migliaia di immigrati ed espatriati su un'isola grande la metà di Londra. Si è affermata come la nazione con la più grande diversità gastronomica d'Oriente.
Jingkieng Wahsurah, ponte delle radici del villaggio di Nongblai, Meghalaya, India
Cultura
Meghalaya, India

Ponti di popoli che mettono radici

L'imprevedibilità dei fiumi nella regione più umida della terra non ha mai scoraggiato Khasi e Jaintia. Di fronte all'abbondanza di alberi ficus elastico nelle loro valli queste etnie si abituavano a modellare rami e ceppi. Dalla loro tradizione perduta nel tempo, hanno lasciato in eredità centinaia di abbaglianti ponti di radici alle generazioni future.
Spettatore, Melbourne Cricket Ground-Regole di calcio, Melbourne, Australia
sportivo
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Isola di Streymoy, Isole Faroe, Tjornuvik, Gigante e Strega
In viaggio
Streymoy, Isole Faroe

Streymoy Sopra, Assaggiate l'Isola delle Correnti

Lasciamo la capitale Torshavn dirigendoci a nord. Abbiamo attraversato da Vestmanna alla costa orientale di Streymoy. Fino a quando non raggiungiamo l'estremità settentrionale di Tjornuvík, siamo ancora e ancora abbagliati dalla verdeggiante eccentricità della più grande isola faroese.
Incontro delle acque, Manaus, Amazonas, Brasile
Etnico
Manaus, Brasile

Al Meeting delle Acque

Il fenomeno non è unico, ma a Manaus ha una bellezza e una solennità speciali. Ad un certo punto i fiumi Negro e Solimões confluiscono nello stesso alveo dell'Amazzonia, ma invece di mescolarsi immediatamente, entrambi i flussi continuano fianco a fianco. Mentre esploriamo queste parti dell'Amazzonia, assistiamo all'insolito confronto dell'Incontro delle Acque.
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Vita fuori

Colonia del Sacramento, Uruguay
Storia
Colonia di Sacramento, Uruguay

Colonia del Sacramento: l'eredità uruguaiana di una navetta storica

La fondazione della Colónia do Sacramento da parte dei portoghesi ha generato conflitti ricorrenti con i rivali ispanici. Fino al 1828, questa piazza fortificata, oggi sedativa, cambiò lato innumerevoli volte.
aggie grey, samoa, pacifico meridionale, Marlon Brando Fale
Isole
Apia, Samoa Occidentali

La padrona di casa del Pacifico meridionale

venduto hamburger ai GI nella seconda guerra mondiale e ha aperto un hotel che ha accolto Marlon Brando e Gary Cooper. Aggie Grey è morta nel 2, ma la sua eredità di ospitalità sopravvive nel Pacifico meridionale.
Oulu Finlandia, il passaggio del tempo
bianco inverno
Oulu, Finlândia

Oulu: un'ode all'inverno

Situata nella parte nord-orientale del Golfo di Botnia, Oulu è una delle città più antiche della Finlandia e la sua capitale settentrionale. A soli 220 km dal Circolo Polare Artico, anche nei mesi più freddi offre una prodigiosa vita all'aria aperta.
José Saramago a Lanzarote, Isole Canarie, Spagna, Glorieta de Saramago
Letteratura
Lanzarote, Isole Canarie, Spagna

La Zattera di Basalto di José Saramago

Nel 1993, frustrato dal disprezzo del governo portoghese per il suo lavoro “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, Saramago si trasferì con la moglie Pilar del Río a Lanzarote. Di ritorno in questa isola delle Canarie un po' extraterrestre, abbiamo ritrovato la nostra casa. E il rifugio dalla censura a cui lo scrittore si trovò condannato.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Natura
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Serra Dourada, Cerrado, Goiás, Brasile
Parchi Naturali
Serra Dourada, Goiás, Brasile

Dove il Cerrado ondeggia Dorato

Uno dei tipi di savana del Sud America, il Cerrado si estende su più di un quinto del territorio brasiliano, che fornisce gran parte dell'acqua dolce. Situato nel cuore dell'altopiano centrale e dello stato di Goiás, il Parco statale della Serra Dourada brilla di doppio.
panchina improvvisata
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Isola di Ibo, Mozambico

Isola di un Mozambico scomparso

Fu fortificato nel 1791 dai portoghesi che cacciarono gli arabi dalle Quirimba e si impadronirono delle loro rotte commerciali. Divenne il 2° entrepot portoghese sulla costa orientale dell'Africa e, in seguito, capoluogo della provincia di Cabo Delgado, Mozambico. Con la fine della tratta degli schiavi all'inizio del XX secolo e il passaggio della capitale a Porto Amélia, l'isola di Ibo si è trovata nell'affascinante ristagno in cui si trova.
Era Susi trainato da cane, Oulanka, Finlandia
personaggi
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
conversazione al tramonto
Spiagge
Boracay, Filippine

La spiaggia filippina di tutti i sogni

È stato svelato dai viaggiatori zaino in spalla occidentali e dalla troupe cinematografica di "Heroes Are Born". Seguirono centinaia di resort e migliaia di vacanzieri orientali più bianchi della sabbia gessosa.
Escursionisti sull'Ice Lake Trail, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: 7° - Braga - Ice Lake, Nepal

Circuito dell'Annapurna - Il doloroso acclimatamento del lago di ghiaccio

Sulla salita al villaggio di Ghyaru, abbiamo avuto un primo e inaspettato assaggio di quanto possa essere esaltante il circuito dell'Annapurna. Nove chilometri dopo, a Braga, per la necessità di acclimatarsi, si sale dai 3.470 m di Braga ai 4.600 m del lago Kicho Tal. Sentiamo solo la stanchezza prevista e il gonfiore del fascino per la catena montuosa dell'Annapurna.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
In kimono con ascensore, Osaka, Giappone
Società
Osaka, Giappone

Alla compagnia di Mayu

La notte giapponese è un affare multimiliardario. Ad Osaka, un'enigmatica hostess che fa couchsurfing ci accoglie, a metà strada tra la geisha e l'escort di lusso.
Casario, città alta, Fianarantsoa, ​​​​Madagascar
Vita quotidiana
Fianarantsoa, Madagascar

La città malgascia della buona educazione

Fianarantsoa fu fondata nel 1831 da Ranavalona Iª, regina dell'allora predominante etnia Merina. Ranavalona I è stato visto dai contemporanei europei come isolazionista, tirannico e crudele. A parte la reputazione del monarca, quando entriamo, la sua antica capitale meridionale rimane il centro accademico, intellettuale e religioso del Madagascar.
Rottnest Island, Wadjemup, Australia, Quokka
Animali selvatici
Wadjemup, isola di Rottnest, Australia

Tra i Quokka e altri Spiriti Aborigeni

Nel XNUMX° secolo, un capitano olandese soprannominò quest'isola circondata da un turchese Oceano Indiano, “Rottnest, un nido di topi”. I quokka che gli sfuggivano erano, tuttavia, marsupiali, considerati sacri dagli aborigeni Whadjuk Noongar dell'Australia occidentale. Come l'isola edenica su cui i coloni britannici li martirizzarono.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.