Savuti, Botswana

L'elefante che mangia i leoni di Savuti


una comoda roulotte
Mandria di impala attraversa il giallo paesaggio della savana di Savuti, in perenne pericolo di vita.
Riparo e mimetizzazione
Gazelle si protegge da varie minacce tra l'erba più alta della savana
elefante sulla strada
Elephant cammina lungo una strada sterrata in un caldo pomeriggio a Savuti.
Avis struthius (grande passero)
Il grande struzzo si prepara ad allontanarsi.
il grande Kalahari
Una strada attraversa la distesa semiarida del deserto del Kalahari, uno dei più grandi dell'Africa meridionale.
safari in moto
I visitatori vagano per la savana di Savuti in modalità game drive.
in cerca di acqua
Un piccolo branco di gnu attraversa la savana nel caldo opprimente dell'Africa.
Fred il coraggioso Ranger
Fred, un ranger di Savuti, esplora la savana di Savuti alla ricerca dei suoi predatori più potenti.
re degli spazzini
Hyena osserva il paesaggio, alla ricerca di segni di animali vulnerabili o già morti.
Tipo di hamburger II
I ranger Savuti usano e abusano delle informazioni che gli impala, veloci ma fragili e abbondanti, sono gli hamburger della savana.
Pantera Leone
Leão avanza portentosamente attraverso la savana, in ore pomeridiane non adatte alla caccia.
Fine del giorno
Il sole tramonta a ovest del grande deserto del Kalahari.
segreteria della savana
I segretari sondano il terreno alla ricerca di serpenti e altri piccoli rettili.
cattivo camuffamento
L'elenco di una zebra, terribile come mimetizzazione tra l'erba alta e contro il verde della vegetazione.
gregge in convivialità
Il branco di elefanti raccolto in uno stagno è quasi completamente evaporato.
linea impala
Impala sparsi nella savana, sempre alla ricerca di predatori nelle vicinanze
Una parte del deserto del Kalahari si prosciuga o viene irrigata a seconda dei capricci tettonici della regione. A Savuti, i leoni si sono abituati a fare affidamento su se stessi e a depredare gli animali più grandi della savana.

Ci siamo spostati dalla cintura namibiana di Caprivi a sud-ovest del Chobe PN.

Nuovo giorno, nuovo lodge, con la possibilità di prendere la prima rotta da Cessna attraverso il deserto del Kalahari.

Ci aspetta il Savuti Safari Lodge, situato a 45 minuti di volo, all'estremità sud-ovest del PN Chobe.

La prospettiva ristretta dell'Africa permette di intravedere, su larga scala, la semiaridità del Kalahari. Il suo tono cambia e gli schemi del terreno e della vegetazione, a seconda della quantità di acqua nel sottosuolo, che aumenta vertiginosamente, verso sud, con il espansione del fiume Okavango nel suo vasto delta.

La diffusa devastazione di alberi bassi e cespugli, causata dal passaggio di branchi di elefanti.

E le infinite strade sabbiose, precarie e diritte come i confini africani tracciati alla Conferenza di Berlino.

Una strada attraversa la distesa semiarida del deserto del Kalahari, uno dei più grandi dell'Africa meridionale.

Atterraggio su una linea perduta nella vastità del deserto del Kalahari

Siamo atterrati su una piccola pista sterrata persa nella vastità del Botswana. Da lì, ci portano in jeep al Savuti Safari Lodge.

Abbiamo ricevuto un nuovo briefing. E nuovo avviso che gli animali sono entrati loggia e che dal tramonto potessimo muoverci solo tra gli edifici, accompagnati dai dipendenti.

Raccogliamo nelle stanze.

Qual è la sorpresa quando vedo che eravamo alloggiati a pochi metri da un insieme di pozzanghere occupate da elefanti.

Il branco di elefanti raccolto in uno stagno è quasi completamente evaporato.

Trovo anche che, in quelle stesse pozzanghere, siano state girate diverse scene dell'episodio 2 della serie "Pianeta Terra", dalla BBC, il documentario che ha fatto conoscere al mondo i leoni assassini di elefanti del Savuti.

savuti, botswana, leoni mangiatori di elefanti, tramonto

Il sole tramonta a ovest del grande deserto del Kalahari.

Scende la notte. La buona arte degli ospiti è in servizio su una spianata costruita in modo che possano seguire l'azione mentre bevono.

Non siamo fortunati. Gli elefanti svolgono rigorosamente il ruolo di zanne. I predatori, questi, perdono la chiamata.

La fatica causata dal viaggio e le successive mattine si fanno sentire.

Anche se i leoni avessero attaccato più tardi, non saremmo più stati lì a tenere il passo.

Safari mattutino in Africa selvaggia di Savuti

La mattina dopo siamo usciti unità di gioco.

Oltre agli innumerevoli hamburger della savana - gli impala -, di zebre, gnu e giraffe, troviamo praticamente tutte le specie sfuggenti dei Savuti e persino clan oziosi di leoni con cuccioli.

Hunts, non li vedo nemmeno.

Fred, un ranger di Savuti, esplora la savana di Savuti alla ricerca dei suoi predatori più potenti.

Forse per compensare, Fred, l'autista e guida locale che ci accompagna, decide di affrontare tre iene che si mettono sulla nostra strada. Ferma la Land Rover. scendere. Gattino verso di te.

Suscita la loro curiosità con strani suoni. Rimanemmo increduli sulla jeep.

Ad un certo punto mi chiede se voglio scendere anch'io. Da un momento all'altro, mi ritrovo a strisciare dietro di lui e a scattare foto.

La situazione è divertente ma allo stesso tempo preoccupante. Ad ogni spinta di Fred, le iene si allontanano di qualche passo. Non appena la guida si ferma, minacciano di investire ma si fermano.

Hyena osserva il paesaggio, alla ricerca di segni di animali vulnerabili o già morti.

Lo scontro si ripete, aggravato dai grugniti di Fred.

Più curioso delle iene di sapere che tipo di animale era, dopotutto, imitando, gli chiedo. Fred mi spiega eloquentemente e con la massima tranquillità: “Suo qualsiasi tipo di animale morente. Come sai, le iene sono spazzine, sono attratte da tutti i moribondi creature".

I ranger Savuti usano e abusano delle informazioni che gli impala, veloci ma fragili e abbondanti, sono gli hamburger della savana.

Era tutto ciò che avevo bisogno di sentire. Prima del prossimo assalto, avverto la guida che mi dimetto. Ritorno alla sicurezza Land Rover.

Capo Croce, Namibia

La più turbolenta delle colonie africane

Diogo Cão sbarcò su questo Capo d'Africa nel 1486, installò un modello e si voltò. La linea costiera immediata a nord ea sud era tedesca, sudafricana e, infine, namibiana. Indifferente ai successivi trasferimenti di nazionalità, una delle più grandi colonie di foche del mondo ha mantenuto la sua presa e ti rallegra con assordanti cortecce marine e infiniti capricci.
Parco Nazionale Gorongosa, Mozambico

Il cuore selvaggio del Mozambico mostra segni di vita

Gorongosa ospitava uno degli ecosistemi più esuberanti dell'Africa, ma dal 1980 al 1992 ha ceduto alla Guerra Civile tra FRELIMO e RENAMO. Greg Carr, il milionario inventore di Voice Mail, ha ricevuto un messaggio dall'ambasciatore mozambicano alle Nazioni Unite che lo sfidava a sostenere il Mozambico. Per il bene del paese e dell'umanità, Carr si impegna a far risorgere lo splendido parco nazionale che il governo coloniale portoghese vi aveva creato.
PN Hwange, Zimbabwe

L'eredità del defunto leone Cecil

Il 1 luglio 2015, Walter Palmer, dentista e cacciatore di trofei del Minnesota, ha ucciso Cecil, il leone più famoso dello Zimbabwe. Il massacro ha generato un'ondata virale di indignazione. Come abbiamo visto in PN Hwange, quasi due anni dopo, i discendenti di Cecil stanno prosperando.
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
Santa Lucia, Sud Africa

Un'Africa selvaggia come Zulu

All'eminenza della costa del Mozambico, la provincia del KwaZulu-Natal ospita un inaspettato Sud Africa. Spiagge deserte costellate di dune, vasti estuari e colline ricoperte di nebbia riempiono questa terra selvaggia bagnata anche dall'Oceano Indiano. È condiviso dai sudditi della sempre orgogliosa nazione Zulu e da una delle faune più prolifiche e diversificate del continente africano.
P.N. Amboseli, Kenia

Un regalo del Kilimangiaro

Il primo europeo ad avventurarsi in queste terre Masai rimase sbalordito da ciò che trovò. E ancora oggi grandi branchi di elefanti e altri erbivori vagano alla mercé dei pascoli innevati della più grande montagna africana.
PN Lago Manyara, Tanzania

L'Africa preferita di Hemingway

Situato all'estremità occidentale della Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara è uno dei più piccoli ma incantevoli e ricchi di animali selvatici dalla Tanzania. Nel 1933, tra caccia e discussioni letterarie, Ernest Hemingway le dedicò un mese della sua travagliata vita. Raccontati questi avventurosi giorni di safari in "Le verdi colline dell'Africa".
Esteros del Iberá, Argentina

Il Pantanal della Pampa

Sulla mappa del mondo, a sud di famosa zona umida brasiliana, emerge una regione allagata poco conosciuta ma quasi altrettanto vasta e ricca di biodiversità. L'espressione guaranì e sarà la definisce “acque splendenti”. L'aggettivo si adatta più della sua forte luminanza.
P.N. Serengeti, Tanzania

La grande migrazione della savana infinita

In queste praterie che dicono i Masai siringat (corri per sempre), milioni di gnu e altri erbivori inseguono le piogge. Per i predatori, il loro arrivo e quello del monsone sono la stessa salvezza.
Masai Mara, Kenia

Riserva del Masai Mara: Viaggio nella terra dei Masai

La savana di Mara divenne famosa per il confronto tra milioni di erbivori ei loro predatori. Ma, in una sconsiderata comunione con la fauna selvatica, sono gli umani Masai a distinguersi di più.
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
Victoria Falls, zimbabwe

Dono tonante di Livingstone

L'esploratore stava cercando una rotta per l'Oceano Indiano quando gli indigeni lo portarono a un salto del fiume Zambesi. Le cascate che trovò erano così maestose che decise di nominarle in onore della sua regina.
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Visitatori del Jameos del Agua, Lanzarote, Isole Canarie, Spagna
Architettura & Design
Lanzarote, isole Canarie

A César Manrique ciò che appartiene a César Manrique

Di per sé, Lanzarote sarebbe sempre una Canarie a sé stante, ma è quasi impossibile esplorarla senza scoprire il genio irrequieto e attivista di uno dei suoi figli prodighi. César Manrique è morto quasi trent'anni fa. La prolifica opera che ha lasciato in eredità risplende sulla lava dell'isola vulcanica dove è nato.
Il piccolo faro di Kallur, evidenziato nel capriccioso rilievo del nord dell'isola di Kalsoy.
Aventura
Kalsoy, Isole Faroe

Un faro alla fine del mondo faroese

Kalsoy è una delle isole più isolate dell'arcipelago delle Faroe. Detta anche “il flauto” per la sua forma longilinea e per i numerosi cunicoli che la servono, è abitata da soli 75 abitanti. Molto meno degli estranei che la visitano ogni anno, attratti dal bagliore boreale del suo faro di Kallur.
Scena di Natale, Shillong, Meghalaya, India
Cerimonie e Feste
Shillong, India

Selfie di Natale in una fortezza cristiana in India

Arriva dicembre. Con una popolazione in gran parte cristiana, lo stato di Meghalaya sincronizza la sua Natività con quella occidentale ed è in contrasto con il sovraffollato subcontinente indù e musulmano. Shillong, la capitale, brilla di fede, felicità, jingle bells e illuminazione brillante. Per l'abbagliamento dei vacanzieri indiani di altre parti e fedi.
Concorso del boscaiolo dell'Alaska, Ketchikan, Alaska, Stati Uniti
Città
Ketchkan, Alaska

Qui inizia l'Alaska

La realtà passa inosservata alla maggior parte del mondo, ma ce ne sono due Alaska. In termini urbanistici, lo Stato si inaugura a sud del suo nascosto cavo di padella, una striscia di terra separata dal resto EUA lungo la costa occidentale del Canada. Ketchikan, è la più meridionale delle città dell'Alaska, la sua capitale della pioggia e la capitale mondiale del salmone.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
Uno contro tutti, Monastero di Sera, Sacro Dibattito, Tibet
Cultura
Lhasa, Tibete

Sera, il Monastero del Sacro Dibattito

In pochi posti al mondo si usa un dialetto con la stessa veemenza del monastero di Sera. Lì, centinaia di monaci si impegnano in intensi e chiassosi dibattiti sugli insegnamenti del Buddha in tibetano.
sportivo
concorsi

L'uomo, una specie sempre in prova

È nei nostri geni. Per il piacere di partecipare, per titoli, onore o denaro, i concorsi danno un senso al mondo. Alcuni sono più eccentrici di altri.
In viaggio
Viaggi in barca

Per coloro che si stancano di navigare in rete

Sali a bordo e lasciati trasportare da imperdibili gite in barca come l'arcipelago filippino di Bacuit e il mare ghiacciato del Golfo di Botnia finlandese.
Cacao, Cioccolato, Sao Tome Principe, Fattoria Água Izé
Etnico
São Tome e Principe

Orti di cacao, Corallo e la Fabbrica di Cioccolato

All'inizio del sec Nel XNUMX° secolo, São Tomé e Príncipe hanno generato più cacao di qualsiasi altro territorio. Grazie alla dedizione di alcuni imprenditori, la produzione persiste ed entrambe le isole degustano il miglior cioccolato.
fotografia di luce solare, sole, luci
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 2)

Un Sole, Tante Luci

La maggior parte delle foto di viaggio vengono scattate alla luce del sole. La luce del sole e il tempo formano un'interazione capricciosa. Scopri come prevederlo, rilevarlo e utilizzarlo al meglio.
sul palco, Antigua, Guatemala
Storia
Antigua, Guatemala

Guatemala ispanico in stile antigua

Nel 1743, diversi terremoti devastarono una delle più affascinanti città coloniali pioniere delle Americhe. Antigua si è rigenerata ma conserva la religiosità e la drammaticità del suo passato epico-tragico.
Santo Antão, Capo Verde, Porto Novo a Ribeira Grande, Morro do Tubarão
Isole
Santo Antão, Capo Verde

Da Porto Novo a Ribeira Grande attraverso il Sentiero del Mare

Sbarcati e stabiliti a Porto Novo de Santo Antão, abbiamo subito trovato due strade per raggiungere il secondo villaggio più grande dell'isola. Già arresi al monumentale saliscendi dell'Estrada da Corda, siamo abbagliati dal dramma vulcanico e atlantico dell'alternativa costiera.
Era Susi trainato da cane, Oulanka, Finlandia
bianco inverno
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
Premio Kukenam
Letteratura
Monte Roraima, Venezuela

Viaggia nel tempo nel mondo perduto di Monte Roraima

In cima al Monte Roraima, ci sono scenari extraterrestri che hanno resistito a milioni di anni di erosione. Conan Doyle ha creato, in "The Lost World", una fiction ispirata al luogo ma non è mai riuscito a calpestarla.
Cascata Tamul, Aquismón, Huasteca Potosina, San Luis Potosi, Messico
Natura
Aquismon, San Luis Potosì, Messico

L'acqua che gli dei versano dai barattoli

Nessuna cascata a Huasteca Potosina è paragonabile a quella di Tamul, la terza più alta del Messico, alta 105 metri e, nella stagione delle piogge, larga quasi 300 metri. Visitando la regione, siamo partiti alla ricerca del salto del fiume che gli indigeni consideravano divino.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Parchi Naturali
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
Selfie, Grande Muraglia Cinese, Badaling, Cina
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Badaling, Cina

L'invasione cinese della Grande Muraglia cinese

Con l'arrivo delle giornate calde, orde di visitatori Han si impossessano della Grande Muraglia cinese, la più grande struttura creata dall'uomo. Risalgono all'era delle dinastie imperiali e celebrano il protagonismo appena conquistato della nazione.
La maschera di Zorro in mostra durante una cena presso la Pousada Hacienda del Hidalgo, El Fuerte, Sinaloa, Messico
personaggi
El Fuerte, Sinaloa, Messico

La Culla di Zorro

El Fuerte è una città coloniale nello stato messicano di Sinaloa. Nella sua storia verrà ricordata la nascita di Don Diego de La Vega, si dice che in un palazzo del paese. Nella sua lotta contro le ingiustizie del giogo spagnolo, Don Diego si trasformò in un sfuggente uomo mascherato. A El Fuerte avrà sempre luogo il leggendario “El Zorro”.
Barca e timoniere, Cayo Los Pájaros, Los Haitises, Repubblica Dominicana
Spiagge
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Percorso in conflitto
Religione
Gerusalemme, Israele

Per le strade deliziose della Via Dolorosa

A Gerusalemme, percorrendo la Via Dolorosa, i credenti più sensibili si rendono conto di quanto sia difficile raggiungere la pace del Signore nei vicoli più contesi della faccia della terra.
White pass yukon train, Skagway, Gold route, Alaska, USA
Veicoli Ferroviari
Skagway, Alaska

Una variante della corsa all'oro nel Klondike

L'ultima grande corsa all'oro americana è ormai lontana. Oggi, centinaia di navi da crociera riversano ogni estate migliaia di visitatori benestanti nelle strade piene di negozi di Skagway.
Festival di Kente Agotime, Ghana, oro
Società
Kumasi a Kpetoe, Gana

Una celebrazione del viaggio della moda tradizionale ghanese

Dopo qualche tempo nella grande capitale del Ghana Ashanti abbiamo attraversato il paese fino al confine con il Togo. Le ragioni di questo lungo viaggio sono state le alla città, un tessuto così venerato in Ghana che diversi capi tribù gli dedicano ogni anno un sontuoso festival.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Parco Nazionale Bwabwata, Namibia, giraffe
Animali selvatici
PN Bwabwata, Namibia

Un Parco Namibiano che Vale Tre

Una volta consolidata l'indipendenza della Namibia nel 1990, per semplificarne la gestione, le autorità raggrupparono un trio di parchi e riserve sulla striscia di Caprivi. Il risultante PN Bwabwata ospita una straordinaria immensità di ecosistemi e fauna selvatica, sulle rive dei fiumi Cubango (Okavango) e Cuando.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.