Little India, Singapore

Piccola India. La Singapore di Sari


passeggeri MRT
Una famiglia di Singapore di origine indù viaggia a bordo della MRT in rotta verso Sentosa.
amici
Jithra Charleston, un indo-singaporeano, abbraccia Kassandra Lee, un'amica sino-singaporeana, in Orchard Road a Singapore.
singapore di notte
Le auto lasciano fasci di luce in una tipica e colorata strada di Little India.
Cerimonia
I sacerdoti indù conducono una cerimonia in un tempio a Singapore
cinema in terrazza
Spettatori alla proiezione di un film all'aperto di Little India.
pomodoro a dito
I singaporiani di origine indiana acquistano verdure in una bancarella di strada a Little India.
acquisti dell'ultimo minuto
Gli indiani raccolgono con giudizio i pomodori in un chiosco di verdure a Little India.
Niente
Un passante ride al messaggio di un cartellone pubblicitario che promuove la soda Anything.
Jitra Charleston
Jithra Charleston, un'indo-singapore orgogliosa della sua genetica indiana, a suo agio su una sedia da strada nel mezzo di Orchard Road.
Origine indiana di Singapore
L'abitante di Singapore mostra la sua etnia indù con un sorriso sicuro e orgoglioso.
venditore di sari
Commesso all'ingresso di un negozio di sari di Little India.
Manichini Saris
Un dipendente di un negozio di abbigliamento e tessuti osserva l'azione nella strada adiacente.
Cerimonia indù
Cerimonia indù in uno dei templi indù di Singapore
Saris
Donne in sari vistosi parlano sulla riva di Clarke Quay.
Grattacieli di Singapore
Robertson, un visitatore indiano di Singapore, si fa fotografare davanti ai grattacieli di Singapore
Ci sono poche migliaia di abitanti invece degli 1.3 miliardi della madrepatria, ma Little India, un quartiere della minuscola Singapore, non manca di anima. Né soul né odore di curry e musica di Bollywood.

Come quasi tutti gli altri, il semaforo su Bukit Timah Rd consente ai pedoni di guadagnare il diritto al semaforo verde.

In forte accelerazione, diverse vetture disputano il rettilineo. La sua velocità non spaventa qualche decina di singaporiani di origine indiana che, invece di premere il pulsante, si precipitano sull'asfalto costringendo i conducenti a sbandare.

Siamo nella Little India di Singapore. La nozione singaporiana di fine, ordinato e intransigente va in pezzi qui in questo quartiere. A maggior ragione la domenica, quando si svolge il mercato rionale.

Appena sotto, su Orchard Rd, e in questa città-campagna, in generale, la tolleranza è netta.

Nessun indiano, cinese, malese o singaporiano di qualsiasi altra origine osa infrangere la legge.

La punizione per gli attraversamenti indisciplinati, o jaywalking – come vengono chiamati in inglese e nel suo unico – ammonta a migliaia di dollari di Singapore, una valuta che vale circa la metà dell'euro.

Singapore di Sari da Little India

Quando si tratta di Little India, le autorità si arrendono alle prove. Chiudono gli occhi, come se i delinquenti non fossero altro che bambini.

Nell'immagine di Mumbai, Calcutta o Nuova Delhi, da metà pomeriggio migliaia di indiani riempiono le strade di Little India. Sono quasi tutti uomini.

Arrivano da ogni parte, in casse di camion adattate al loro trasporto. E formano correnti umane che scorrono in direzioni opposte.

Verdure, Little India, Sari Singapore, Singapore

Gli indiani raccolgono con giudizio i pomodori in un chiosco di verdure a Little India.

Stretta tra i portici di edifici secolari. Si fermano, negli spazi, a comprare verdura e altri beni di prima necessità, nelle bancarelle di negozi che profumano di tutte le spezie dell'Asia.

O davanti ai negozi di dvd e vcd, affascinato dalle hit di Bollywood che si vedono sui grandi schermi televisivi.

Venditore Saris, Little India, Sari Singapore, Singapore

Commesso all'ingresso di un negozio di sari di Little India.

Little India: dalla prigione al grande quartiere Tamil di oggi

Le origini di Little India non erano affatto glamour. Secondo i documenti storici, il quartiere era formato da un carcere per prigionieri di etnia tamil, nel periodo in cui il fondatore e governatore Lotteria Stamfordford sviluppò Singapore al servizio della corona britannica.

Sari Singapore, Singapore

Robertson, un visitatore indiano di Singapore, si fa fotografare davanti ai grattacieli di Singapore

Superata la sua funzione penale, la località vicino al fiume Serangoon inizialmente stabilì diversi nuovi allevatori di bestiame.

Poiché la politica di segregazione etnica di Raffles ha sovraffollato l'area di Chulia Kampong, sempre più lavoratori tamil hanno trovato spazio disponibile per le loro attività.

Già all'inizio del 'XNUMX avevano costituito la base dell'attuale quartiere.

La multietnicità politica di Singapore

A partire dal 1959, gli insegnamenti di Raffles ispirarono il predominante People's Action Party (guidato da Sino-Singapores) a sviluppare una politica di armonia razziale che continuasse a compartimentalizzare il paese.

Al momento della stesura di questo testo, il PAP era ancora al potere. La popolazione indiana non ha dovuto assoggettarsi, come prima, ad aree di vita e di lavoro predefinite.

Saris, Little India, Sari Singapore, Singapore

Donne in sari vistosi parlano sulla riva di Clarke Quay.

Per quanto riguarda il patrimonio culturale, invece, le loro attività restano dove sono sempre state. Sono supportati da una vasta e fedele clientela di tamil, indiani di altre etnie, sino-singapore ed espatriati occidentali.

Oltre a questi, Little India beneficia anche del marketing esemplare del turismo di Singapore. Migliaia di stranieri curiosi la visitano, che ne approfittano per aggiungere un sapore indiano al tuo viaggio

Allo stesso tempo, a Little India, riescono a neutralizzare i sentimenti di sterilità e superficialità troppo spesso veicolati dalla città-stato.

Little India: The Frenzy of the Singapore-Adjusted Subcontinent

Serangoon Road è la principale arteria dello shopping del quartiere. Ospita il Tekka Centre, il The Verge Mall e i portici di Little India.

Sentieri di luce, Little India, Sari Singapore, Singapore

Le auto lasciano fasci di luce in una tipica e colorata strada di Little India.

I primi sono luoghi emblematici della multietnicità di Singapore

in particolare il Tekka Center che ospita un mercato alimentare e alimentare dove molti venditori cinesi parlano tamil e altri dialetti indiani. Indiae alcuni indiani parlano mandarino o cantonese.

Gli arcade sono un caso diverso. Lì predominano gli stabilimenti indiani, ancora in gran parte di origine tamil. Sono i classici negozi di alimentari riforniti di tutti i prodotti che consuma la comunità indiana.

Anything, Little India, Singapore di Sari, Singapore

Un passante ride al messaggio di un cartellone pubblicitario che promuove la soda Anything.

E in cui spiccano visivamente le confezioni della madrepatria con design già storici.

Molti sono anche i negozi di tessuti e prêt-à-porter, quasi sempre caratterizzati da manichini troppo bianchi per la clientela target. E bancarelle di fioristi che vendono ghirlande e petali di ogni tipo, indispensabili per i rituali dei templi indù circostanti.

I templi sono riconoscibili per la loro esuberante architettura e per l'eccentrica imposizione dei loro gopuram, torri piene di figure divine o semidivine che ne segnano gli ingressi.

Cerimonia indù, Little India, Sari Singapore, Singapore

I sacerdoti indù conducono una cerimonia in un tempio a Singapore

Singapore. Una nazione condivisa. Non sempre in armonia

Ma, in un territorio minuscolo come Singapore, condiviso da quattro diverse etnie e credenze, né la religione né la politica sono riuscite, fino ad oggi, a garantire una convivenza immacolata.

Più tardi, mentre chiacchieravamo con il direttore di origine cinese allo Scarlet Hotel – che si trova nel mezzo di Chinatown – in modo provocatorio, portiamo Little India e il Jaywalking su. La reazione è immediata: “Beh… quegli indiani… ci stiamo un po' stufando del loro caos…”.

Fidanzate, Little India, Sari's Singapore, Singapore

Jithra Charleston, un indo-singaporeano, abbraccia Kassandra Lee, un'amica sino-singaporeana, in Orchard Road a Singapore.

Tornati a Little India, abbiamo cercato di approfondire la questione. Abbiamo parlato con Ranveer Singh, a sikh carismatico che si giustifica con il dovuto orgoglio: “Noi abbiamo la nostra cultura, i “cinesi” hanno la loro.

Loro hanno il Primo Ministro, noi abbiamo il Presidente… Facciamo tutti parte di questo Paese. È vero che sono la maggioranza e che da tempo dettano le regole. Ma è tempo che si rendano conto che non possono pretendere da tutti i singaporiani lo stesso soffocante rigore in cui vivono…”

Come a sostenere la loro affermazione, su una spianata della porta accanto, un pubblico spontaneo come sono drink rilassati stanco e birra e scoppia a ridere dopo aver riso, estasiato dalle scene di un musical comico ambientato a Mumbai.

Il pavimento è sporco. Le sedie e i tavoli sono disposti senza alcuna preoccupazione estetica o geometrica.

Cinema con terrazza, Little India, Sari Singapore, Singapore

Spettatori alla proiezione di un film all'aperto di Little India.

Siamo a Little India. Il vicinato e gli indiani possono avere poca influenza sui destini della nazione.

Qui Singapore odora di spezie e indossa sari.

Little Havana, EUA

L'Avana degli anticonformisti

Nel corso dei decenni e fino ad oggi, migliaia di cubani hanno attraversato lo Stretto della Florida alla ricerca della terra della libertà e dell'opportunità. Con gli Stati Uniti a soli 145 km di distanza, molti non sono andati oltre. La sua Little Havana a Miami è oggi il quartiere più emblematico della diaspora cubana.
Singapore

La capitale asiatica del cibo

C'erano 4 gruppi etnici a Singapore, ognuno con la propria tradizione culinaria. A ciò si aggiunse l'influenza di migliaia di immigrati ed espatriati su un'isola grande la metà di Londra. Si è affermata come la nazione con la più grande diversità gastronomica d'Oriente.
Mercati

Un'economia di mercato

La legge della domanda e dell'offerta determina la loro proliferazione. Che siano generici o specifici, coperti o all'aperto, questi spazi dedicati alla compravendita e allo scambio sono espressioni di vita e di salute finanziaria.
Singapore

L'isola del successo e della monotonia

Abituata a pianificare e vincere, Singapore seduce e recluta persone ambiziose da tutto il mondo. Allo stesso tempo, sembra annoiare a morte alcuni dei suoi abitanti più creativi.
Sentosa, Singapore

L'evasione e il divertimento di Singapore

Era una roccaforte in cui i giapponesi uccisero prigionieri alleati e ospitarono truppe che inseguivano sabotatori indonesiani. Oggi l'isola di Sentosa combatte la monotonia che si è impadronita del paese.
Leone, elefanti, PN Hwange, Zimbabwe
Safari
PN Hwange, Zimbabwe

L'eredità del defunto leone Cecil

Il 1 luglio 2015, Walter Palmer, dentista e cacciatore di trofei del Minnesota, ha ucciso Cecil, il leone più famoso dello Zimbabwe. Il massacro ha generato un'ondata virale di indignazione. Come abbiamo visto in PN Hwange, quasi due anni dopo, i discendenti di Cecil stanno prosperando.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Scala del palazzo di Itamaraty, Brasilia, Utopia, Brasile
Architettura & Design
Brasilia, Brasile

Brasilia: dall'utopia all'arena politica e capitale del Brasile

Fin dai tempi del marchese di Pombal si parlava di trasferire la capitale nell'entroterra. Oggi, la città chimera continua a sembrare surreale ma detta le regole dello sviluppo brasiliano.
Il piccolo faro di Kallur, evidenziato nel capriccioso rilievo del nord dell'isola di Kalsoy.
Aventura
Kalsoy, Isole Faroe

Un faro alla fine del mondo faroese

Kalsoy è una delle isole più isolate dell'arcipelago delle Faroe. Detta anche “il flauto” per la sua forma longilinea e per i numerosi cunicoli che la servono, è abitata da soli 75 abitanti. Molto meno degli estranei che la visitano ogni anno, attratti dal bagliore boreale del suo faro di Kallur.
MassKara Festival, Bacolod City, Filippine
Cerimonie e Feste
Bacolod, Filippine

Un festival per ridere della tragedia

Intorno al 1980, il valore dello zucchero, importante fonte di ricchezza sull'isola filippina di Negros, crollò e il traghetto"Don Juan” che la serviva affondò e morirono più di 176 passeggeri, la maggior parte dei quali neri. La comunità locale ha deciso di reagire alla depressione generata da questi drammi. Nasce così MassKara, una festa impegnata a recuperare i sorrisi della popolazione.
Muro della fortezza di Novgorod e Cattedrale ortodossa di Santa Sofia, Russia
Città
Novgorod, Russia

La nonna vichinga di Madre Russia

Per quasi tutto il secolo scorso, le autorità dell'URSS hanno omesso parte delle origini del popolo russo. Ma la storia non lascia spazio a dubbi. Molto prima dell'ascesa e della supremazia degli zar e dei soviet, i primi coloni scandinavi fondarono la loro potente nazione a Novgorod.
cibo
Margilan, Uzbekistan

Un capofamiglia dell'Uzbekistan

In uno dei tanti panifici di Margilan, sfinito dal calore intenso del forno tandyr, il fornaio Maruf'Jon lavora a metà come i diversi pani tradizionali venduti in tutto l'Uzbekistan
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Cultura
Campeche, Messico

Un Bingo così divertente che giochi con le bambole

Il venerdì sera, un gruppo di signore occupa i tavoli del Parque Independencia e scommette sulle sciocchezze. I piccoli premi escono in combinazioni di gatti, cuori, comete, maracas e altre icone.
Spettatore, Melbourne Cricket Ground-Regole di calcio, Melbourne, Australia
sportivo
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Creel, Chihuahua, Carlos Venzor, collezionista, museo
In viaggio
Chihuahua a Creel, Chihuahua, Messico

Sulla via di Creel

Con Chihuahua all'indietro, indichiamo il sud-ovest e le terre ancora più alte nel nord del Messico. Accanto a Ciudad Cuauhtémoc, abbiamo visitato un anziano mennonita. Intorno a Creel, abbiamo vissuto per la prima volta con la comunità indigena Rarámuri della Serra de Tarahumara.
Assuan, Egitto, fiume Nilo incontra l'Africa Nera, Isola Elefantina
Etnico
Assuan, Egitto

Dove il Nilo accoglie l'Africa nera

1200 km a monte del suo delta, il Nilo non è più navigabile. L'ultima delle grandi città egiziane segna la fusione tra territorio arabo e nubiano. Fin dalla sua sorgente nel Lago Vittoria, il fiume ha dato vita a innumerevoli popoli africani dalla carnagione scura.
Tramonto, Viale dei Baobab, Madagascar
Portfolio fotografico Got2Globe

Giorni come tanti altri

, Messico, città dell'argento e dell'oro, case sui tunnel
Storia
Guanajuato, Messico

La Città che Brilla di Tutti i Colori

Durante il XNUMX° secolo, è stata la città che ha prodotto più argento al mondo e una delle più opulente del Messico e della Spagna coloniale. Molte delle sue miniere sono ancora attive, ma l'impressionante ricchezza di Guanuajuato risiede nell'eccentricità multicolore della sua storia e del suo patrimonio secolare.
Pecore ed escursionisti a Mykines, Isole Faroe
Isole
Mykines, Isole Faroe

Nell'estremo ovest delle Faroe

Mykines stabilisce il confine occidentale dell'arcipelago delle Faroe. Ospitò 179 persone ma la durezza del ritiro ebbe la meglio. Oggi, lì sopravvivono solo nove anime. Quando la visitiamo, troviamo l'isola dedita alle sue mille pecore e alle inquiete colonie di pulcinelle di mare.
Chiesa della Santa Trinità, Kazbegi, Georgia, Caucaso
bianco inverno
Kazbegi, Georgia

Dio nelle alture del Caucaso

Nel XIV secolo, i religiosi ortodossi si ispirarono a un eremo che un monaco aveva costruito a 4000 m di altitudine e arroccato una chiesa tra la vetta del monte Kazbek (5047 m) e il villaggio ai piedi. Sempre più visitatori affollano questi luoghi mistici ai margini della Russia. Come loro, per arrivarci ci sottomettiamo ai capricci della sconsiderata Georgia Military Road.
Ombra vs Luce
Letteratura
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Jeep attraversa Damaraland, Namibia
Natura
Damaraland, Namibia

Namibia sulle rocce

Centinaia di chilometri a nord di Swakopmund, molte altre delle iconiche dune di Swakopmund Sossuvlei, Damaraland ospita deserti intervallati da colline di roccia rossastra, la montagna più alta e l'antica arte rupestre della giovane nazione. i coloni sudafricani ha chiamato questa regione in onore dei Damara, uno dei gruppi etnici della Namibia. Solo questi e altri abitanti dimostrano che rimane sulla Terra.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
femmina e vitello, Grizzly Steps, Katmai National Park, Alaska
Parchi Naturali
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Giardino scultoreo, Edward James, Xilitla, Huasteca Potosina, San Luis Potosi, Messico, Cobra dos Pecados
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Xilitla, San Luis Potosì, Messico

Il Delirio Messicano di Edward James

Nella foresta pluviale di Xilitla, la mente irrequieta del poeta Edward James ha gemellato un eccentrico giardino domestico. Oggi, Xilitla è lodata come un Eden del surreale.
Controllo corrispondenza
personaggi
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Mahé Isole delle Seychelles, amiche della spiaggia
Spiagge
Mahé, Seychelles

La Grande Isola delle Piccole Seychelles

Mahé è la più grande delle isole del paese più piccolo dell'Africa. Ospita la capitale della nazione e quasi tutte le Seychelles. Ma non solo. Nella sua relativa piccolezza, nasconde uno splendido mondo tropicale, fatto di giungla montuosa che si fonde con l'Oceano Indiano in baie di tutte le sfumature del mare.
Armenia Culla Cristianesimo, Monte Aratat
Religione
Armenia

La culla del cristianesimo ufficiale

A soli 268 anni dalla morte di Gesù, una nazione sarà diventata la prima ad abbracciare la fede cristiana per decreto reale. Questa nazione conserva ancora la propria Chiesa Apostolica e alcuni dei più antichi templi cristiani del mondo. Viaggiando attraverso il Caucaso, li visitiamo sulle orme di Gregorio l'Illuminatore, il patriarca che ispira la vita spirituale dell'Armenia.
Una storia di trenino
Veicoli Ferroviari
Siliguri a Darjeeling, India

Il trenino himalayano funziona ancora seriamente

Né la forte pendenza di alcuni tratti né la modernità lo fermano. Da Siliguri, alle pendici tropicali della grande catena montuosa asiatica, a Darjeeling, con le sue cime in vista, il più famoso dei trenini indiani regala, giorno dopo giorno, un arduo viaggio da sogno. Percorrendo la zona, ci imbarchiamo e ci lasciamo incantare.
4 luglio Fireworks-Seward, Alaska, Stati Uniti
Società
Seward, Alaska

Il 4 luglio più lungo

L'indipendenza degli Stati Uniti viene celebrata a Seward, in Alaska, in modo modesto. Anche così, il 4 luglio e la sua celebrazione sembrano non avere fine.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Vita quotidiana
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Animali selvatici
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.