Samoa  

Alla ricerca del tempo perduto


Viaggio nel tempo
Un tipico autobus passa davanti all'antica cattedrale cattolica di Apia.
signore in bianco
Due donne camminano, al riparo dal sole, in un villaggio dell'interno di Savai'i.
immersioni nella giungla
Papapapaitai, una delle cascate più lussureggianti di Upolu.
Rugby sul fieno
I nativi si scontrano in un torneo di rugby giocato in un piccolo villaggio di Savai'i.
Missili di Alofaaga
Il proprietario di una parte della costa proietta noci di cocco da uno dei tanti soffioni di Samoa.
fine della massa
I fedeli lasciano una chiesa cattolica nel villaggio di Safotu, a Savai'i
motto stradale
La vita continua ad Apia, dall'inizio del 2012, sul lato opposto dell'International Date Line.
Stile samoano
Authority of Apia, combina l'uniforme convenzionale della polizia con l'abbigliamento tradizionale samoano.
cenni vegetali
Alberi stravaganti in una zona pianeggiante di Upolu.
amici in divisa
Gli studenti nelle loro uniformi scolastiche aspettano l'arrivo di un autobus.
Ritorno a Paradise Beach
Una baia idilliaca a Upolu, dove Gary Cooper ha recitato una volta ed è stata girata una delle serie "Survivor Pacific".
insegnamento uniforme
Due studenti mostrano i loro taccuini samoani.
M/0 – Licenza Samoa
Immatricolazione di un tipico autobus samoano.
Sulla strada per un nuovo giorno
Cala la notte sulla baia al largo della capitale delle Samoa occidentali, Apia.
Per 121 anni è stata l'ultima nazione sulla Terra a cambiare giorno. Ma Samoa si rese conto che le sue finanze erano in ritardo e, alla fine del 2012, decise di trasferirsi a ovest sulla LID - International Date Line.

Ci sono pochi orologi, tabelloni elettronici e monitor per partenze e arrivi, ma il semplice fatto che stavamo attraversando il piccolo aeroporto di Faleolo ad Apia, ci ha dimostrato che avevamo appena attraversato la International Data Line – LID verso est.

E volato indietro nel tempo.

Ieri eravamo in un misterioso tropicale. Dopo aver prenotato i biglietti e aver preso vari contatti con le autorità dell'isola, è stato il programma delle attività a Samoa a richiederci gli ultimi aggiustamenti cronologici, come avrebbero poi affermato ad ogni telefonata e contatto con il resto del mondo .

Anthony - il nostro ospite - ci rileva tra i nuovi arrivati ​​da Auckland, Nuova Zelanda.  salutaci con un talfa espressivo, simile a quello che avevamo trovato anche in Tonga.

Indossa abiti tradizionali composti da una lava-lava, una specie di gonna lunga, adatto ai samoani quasi sempre ingombranti, abbinato ad una camicia dal design floreale.

L'ora sempre speciale di Samoa

“Hai impostato gli orologi? Non dimenticare che non è solo il momento. Ritardaci di un giorno o ci cammineranno sempre davanti e questo creerà solo confusione". assicurateci con buona disposizione.

“Non ridere! Credi a quello che ti dico: per me ora è quasi meccanico ma quando ho iniziato a lavorare nel turismo ho fatto diversi viaggi ad Auckland e Sydney e mi sono stancato di mettermi nei guai a causa di questa dannata linea immaginaria.

Le Isole Samoa – comprese, all'epoca, le Samoa americane, ora territorio separato appartenente al EUA - è rimasto ad ovest del LID fino al 1892. In quell'anno i mercanti americani convinsero il re Malietoa Laupepa ad adottare la “Giornata americana”.

Miravano a che l'arcipelago fosse solo tre ore indietro rispetto alla California, qualcosa di vantaggioso per le transazioni commerciali dell'epoca.

Autobus ad Apia, Samoa occidentali, Sud Pacifico

La vita continua ad Apia, da inizio 2012, sul lato opposto della LID – International Data Line

La modifica avvenne attraverso la ripetizione del 4 luglio 1892, giorno dell'Indipendenza del Stati Uniti .

Sebbene le isole fossero amministrate dalla Gran Bretagna, EUA e Nova Zelândia e le Samoa occidentali divennero, nel 1962, la prima nazione del Pacifico a dichiarare l'indipendenza, il territorio rimase a est della linea di confine per 119 anni.

Il vecchio problema della mancata corrispondenza

Poche decine di chilometri intorno Upolu per capire perché un problema che si era già rivelato evidente per i grandi vicini “occidentali”. Australia e Nova Zelândia, solo molto più tardi suscitò l'intervento delle autorità samoane.

Attraversiamo piccoli villaggi costieri organizzati intorno alle loro fale (strutture polinesiane di rifugio a forma ovale o rotonda).

Ogni volta che la guida ci porta in un posto e ci lascia soli, Anthony ci dà un orario di riferimento per la riunione, ma fa notare che si tratta di "Tempo samoano” vale a dire che siamo a nostro agio e possiamo presentarci molto più tardi.

Abbiamo anche interpretato questo avvertimento come qualcosa del tipo: "se voi portoghesi e altri latini pensate di essere rilassati, abituatevi all'idea che noi samoani siamo dieci volte di più".

Il clima tropicale, quasi calmo, di Samoa

Puoi sentire il solito calore di queste parti tropicali del Pacifico meridionale. L'umidità soffoca.

Ci sono altre valide ragioni – oltre all'isolamento geografico e alla resistenza polinesiana al cambiamento – per cui la maggior parte dei nativi può riposare all'ombra degli alberi, nelle loro case semplici o nelle piccole attività domestiche.

signore in biancoL'impressione che si ha è che il tempo si sia fermato da queste parti.

Se la scienza esclude una simile conclusione, sappiamo che, a un certo punto, il suo passaggio “ritardo” ha quasi favorito solo le Samoa in termini di promozione turistica.

"L'ultimo paese sulla faccia della terra a vedere il tramonto" è stato un concetto ben esplorato dai responsabili delle campagne di marketing internazionale a Samoa, che hanno così colto l'occasione per attirare sposi novelli con potere d'acquisto principalmente dal Australia e Nova Zelândia ma anche dall'Europa, dagli Stati Uniti e persino dal Giappone.

Con il cambiamento, invece di scomparire, la briscola solare sarà ribaltata al "primo paese al mondo". mondo per vedere sorgere il sole”.

Inoltre, l'attività turistica guadagna due giorni in più di contatto. Così come l'operazione con le controparti kiwi e australiane, paesi con centinaia di migliaia di abitanti di origine samoana.

Samoa era 23 ore indietro rispetto al Nuova Zelanda. Adesso era 1 ora avanti. Il cambiamento ha portato vantaggi commerciali più del previsto.

cenni vegetali

Giorno dopo giorno, una polemica inevitabile

Come sempre accade in questi casi, è impossibile accontentare Greci e Troiani. Alcuni proprietari di resort si lamentano del fatto che il fascino dell'ultimo tramonto fosse molto più romantico di un'alba presto, anche se la prima del pianeta.

La sua insoddisfazione non ha scoraggiato il premier Tuila'epa Sailele Malielegaoi, che si è spesso lamentato della situazione attuale: “…quando è venerdì, qui, è sabato a Nova Zelândia e quando siamo in chiesa la domenica, stanno già facendo affari Sydney e Brisbane. In ogni settimana che passa si perdono due giorni di lavoro”.

Rico Tupai, uno degli uomini d'affari più influenti del Paese, ha completato il ragionamento in un altro comunicato alla stampa: “Il venerdì inviamo e-mail al Australia e Nova Zelândia con domande e non abbiamo mai risposte perché è già il fine settimana. Quando arrivano le risposte, siamo lontani dai computer, viviamo con le famiglie…”

In pratica, la decisione implicava un'opzione di ravvicinamento all'ambito di questi due paesi e dell'Asia, con cui le Samoa iniziarono ad avere rapporti prioritari.

A scapito della sfera nordamericana, compresa la sua “sorella” Samoa americane che, pur essendo situata a pochi chilometri a est, era indietro di 25 ore rispetto alle Samoa, mentre Los Angeles, distante quasi 8000 km, è ora indietro di 22 ore. dietro Apia, la capitale.

Finalmente un giorno avanti

Così, a mezzanotte ora locale del 29 dicembre (venerdì) Samoa è passata direttamente al 31. Lo ha fatto con la compagnia della piccola nazione vicina Tokelau che ha approfittato della corsa.

Per il suo contenuto storico, la mossa è stata ufficializzata da una piccola cerimonia presieduta dal Presidente del Consiglio, seguita da tè o caffè mattutini offerti a tutti coloro che ne avevano assistito.

Tuttavia, è stato celebrato solo da pochi abitanti. Sotto un cielo illuminato da fuochi d'artificio, i residenti aderenti giravano e suonavano il clacson intorno alla rotonda dell'antica torre dell'orologio bianca e gialla nel centro di Apia (la capitale),

La torre fu eretta in memoria di coloro che combatterono e morirono nella prima guerra mondiale, nel luogo dove c'era un palcoscenico dove i marinai già a terra facevano serenate ai loro compatrioti giunti sulle navi.

Autobus vicino alla torre dell'orologio, Apia, Samoa occidentali

L'autobus fa il giro della rotonda che circonda la torre dell'orologio ad Apia

Alla fine della guerra, uno degli uomini d'affari pionieri di Samoa, Olaf Frederick Nelson, gli fornì un orologio e campane. Li offrì in memoria del suo unico figlio Ta'isi, vittima di un'epidemia di influenza portata nelle isole dalla nave neozelandese SS Talune nel 1918.

La frenesia turistico-cronologica intorno alla linea del datario internazionale

Dopo 94 anni, in tempo di pace e salute, senza che nessuno se ne accorgesse, le lancette di questo orologio sono state costrette a fare due giri completi in avanti.

Quindi, diversi turisti benestanti hanno colto l'occasione per recarsi a Samoa. Lì hanno sperimentato l'attraversamento da una parte all'altra della LID e, in seguito, hanno vissuto uno dei primi capodanno sulla faccia della Terra.

Poi si sono recati nelle Samoa americane e hanno attraversato nuovamente la LID, per arrivare il 31 dicembre e festeggiare ancora, nell'ultimo territorio al mondo a raggiungere il 2012.

Coloro che avevano già prenotato in hotel e resort in Upolu e Savai'i – le due isole principali di Samoa – non hanno dovuto pagare il soggiorno il 30 dicembre. Ufficialmente quel giorno non esisteva.

Quanto a noi, la mattina dopo siamo tornati ad Auckland. Abbiamo attraversato di nuovo la linea della data internazionale.

Nel pomeriggio l'abbiamo riattraversata per il giorno precedente, in viaggio verso gli Stati Uniti.

E pochi mesi dopo, a ovest e il giorno successivo. Con il Cina come destinazione. 

Upolu, Samoa  

Nel cuore spezzato della Polinesia

L'immagine dell'idilliaco Sud Pacifico è indiscutibile a Samoa, ma la sua bellezza tropicale non paga i conti né per la nazione né per gli abitanti. Chiunque visiti questo arcipelago trova un popolo combattuto tra l'assoggettarsi alla tradizione e alla stasi finanziaria o lo sradicarsi in paesi con orizzonti più ampi.
Tonga, Samoa Occidentali, Polinesia

Pacifico XXL

Per secoli, gli indigeni delle isole polinesiane sono vissuti per terra e per mare. Fino all'intrusione delle potenze coloniali e alla successiva introduzione di grossi pezzi di carne, fast food e le bevande zuccherate hanno generato una piaga di diabete e obesità. Oggi, mentre gran parte del PIL nazionale di Tonga, Samoa Occidentali e i vicini si sprecano con questi “veleni occidentali”, i pescatori riescono a malapena a vendere il loro pesce.
Apia, Samoa Occidentali

Fia Fia - Folclore Polinesiano ad Alta Velocità

Dalla Nuova Zelanda all'Isola di Pasqua e da qui alle Hawaii, ci sono molte varianti di danze polinesiane. Le notti samoane di Fia Fia, in particolare, sono allietate da uno degli stili più frenetici.
Il giro del mondo - Parte 1

Viaggiare porta saggezza. Scopri come fare il giro del mondo.

La Terra ruota su se stessa ogni giorno. In questa serie di articoli troverai chiarimenti e consigli essenziali per chiunque voglia aggirarlo almeno una volta nella vita.
Tongatapu, Tonga

L'ultima monarchia polinesiana

Dalla Nuova Zelanda all'Isola di Pasqua e alle Hawaii, nessun'altra monarchia ha resistito all'arrivo degli scopritori e della modernità europei. Per Tonga, per diversi decenni, la sfida è stata quella di resistere alla monarchia.
Christchurch, Nova Zelândia

Il maledetto stregone della Nuova Zelanda

Nonostante la sua notorietà agli antipodi, Ian Channell, lo stregone della Nuova Zelanda, non fu in grado di prevedere o prevenire diversi terremoti che colpirono Christchurch. A 88 anni, dopo 23 anni di contratto con il Comune, rilascia dichiarazioni troppo controverse e finisce per essere licenziato.
Apia, Samoa Occidentali

La padrona di casa del Pacifico meridionale

venduto hamburger ai GI nella seconda guerra mondiale e ha aperto un hotel che ha accolto Marlon Brando e Gary Cooper. Aggie Grey è morta nel 2, ma la sua eredità di ospitalità sopravvive nel Pacifico meridionale.
Bora Bora, Raiatea, Huahine, Polinesia Francese

Un intrigante trio di società

Nel cuore idilliaco del vasto Oceano Pacifico, l'Arcipelago della Società, parte della Polinesia francese, abbellisce il pianeta come una creazione quasi perfetta della Natura. L'abbiamo esplorato per un po' di tempo da Tahiti. Gli ultimi giorni sono stati dedicati a Bora Bora, Huahine e Raiatea.
Moorea, Polinesia Francese

La sorella polinesiana che qualsiasi isola vorrebbe avere

A soli 17 km da Tahiti, Moorea non ha una sola città e ospita un decimo degli abitanti. I tahitiani osservano il tramonto da molto tempo e trasformano l'isola accanto in una sagoma nebbiosa, solo per restituirle, ore dopo, i suoi colori e le sue forme esuberanti. Per chi visita queste parti lontane del Pacifico, conoscere Moorea è un doppio privilegio.
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
Baia delle Isole, Nova Zelândia

Nucleo di civiltà della Nuova Zelanda

Waitangi è il luogo chiave dell'indipendenza e della coesistenza di lunga data dei nativi Maori con i coloni britannici. Nella circostante Baia delle Isole si celebra l'idilliaca bellezza marina degli antipodi della Nuova Zelanda, ma anche la complessa e affascinante nazione kiwi.
Savai'i, Samoa

Le Grandi Samoa

Upolu ospita la capitale e gran parte dell'attenzione turistica. Dall'altra parte dello stretto di Apolima, l'anch'essa vulcanica Savai'i è l'isola più grande e più alta dell'arcipelago delle Samoa e la sesta dell'immensa Polinesia. I samoani lodano così tanto la sua autenticità che la considerano l'anima della nazione.
Leone, elefanti, PN Hwange, Zimbabwe
Safari
PN Hwange, Zimbabwe

L'eredità del defunto leone Cecil

Il 1 luglio 2015, Walter Palmer, dentista e cacciatore di trofei del Minnesota, ha ucciso Cecil, il leone più famoso dello Zimbabwe. Il massacro ha generato un'ondata virale di indignazione. Come abbiamo visto in PN Hwange, quasi due anni dopo, i discendenti di Cecil stanno prosperando.
Muktinath a Kagbeni, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Kagbeni
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 14 ° - Muktinath a Kagbeni, Nepal

Dall'altro lato della gola

Dopo l'impegnativa traversata del Thorong La, ci ritroviamo nell'accogliente villaggio di Muktinath. La mattina dopo siamo scesi. Sulla strada per l'antico regno dell'Alto Mustang e il villaggio di Kagbeni che funge da porta di accesso.
Incisioni, Tempio di Karnak, Luxor, Egitto
Architettura & Design
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Alture tibetane, mal di montagna, trattamento per la prevenzione della montagna, viaggi
Aventura

Mal di montagna: non male. Fa schifo!

Quando si viaggia, a volte ci troviamo di fronte alla mancanza di tempo per esplorare un luogo tanto imperdibile quanto elevato. La medicina e le precedenti esperienze con la malattia da altitudine impongono di non rischiare di salire in fretta.
Celebrazione di Newar, Bhaktapur, Nepal
Cerimonie e Feste
Bhaktapur, Nepal

Le maschere della vita nepalesi

Gli indigeni Newar della valle di Kathmandu attribuiscono grande importanza alla religiosità indù e buddista che li unisce tra loro e con la Terra. Di conseguenza, benedice i loro riti di passaggio con danze Newar di uomini mascherati da divinità. Anche se ripetute a lungo dalla nascita alla reincarnazione, queste danze ancestrali non sfuggono alla modernità e iniziano a vedere una fine.
Oulu Finlandia, il passaggio del tempo
Città
Oulu, Finlândia

Oulu: un'ode all'inverno

Situata nella parte nord-orientale del Golfo di Botnia, Oulu è una delle città più antiche della Finlandia e la sua capitale settentrionale. A soli 220 km dal Circolo Polare Artico, anche nei mesi più freddi offre una prodigiosa vita all'aria aperta.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
Easter Seurassari, Helsinki, Finlandia, Marita Nordman
Cultura
Helsinki, Finlândia

La Pasqua Pagana di Seurasaari

Anche a Helsinki il Sabato Santo viene celebrato in modo gentile. Centinaia di famiglie si radunano su un'isola al largo della costa, attorno a falò accesi per spaventare gli spiriti maligni, le streghe e i troll.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
Cove, Big Sur, California, Stati Uniti
In viaggio
Big Sur, EUA

La costa di tutti i rifugiati

Lungo 150 km, la costa californiana è soggetta a una vastità di montagne, oceano e nebbia. In questa ambientazione epica, centinaia di anime tormentate seguono le orme di Jack Kerouac e Henri Miller.
ombra di successo
Etnico
Champoton, Messico

Rodeo sotto i sombreri

Champoton, a Campeche, ospita una fiera in onore della Virgén de La Concepción. o rodeo Il messicano sotto i sombreri locali rivela l'eleganza e l'esperienza dei cowboy della regione.
Portfolio, Got2Globe, migliori immagini, fotografia, immagini, Cleopatra, Dioscorides, Delos, Grecia
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il Mondano e il Celeste

Bark Europa, Canale di Beagle, Evolution, Darwin, Ushuaia nella Terra del Fuoco
Storia
Canale di Beagle, Argentina

Darwin e il Canale di Beagle: Sulla strada per l'evoluzione

Nel 1833 Charles Darwin salpò a bordo della "Beagle" attraverso i canali della Terra del Fuoco. Il suo passaggio attraverso questi confini meridionali ha plasmato la teoria rivoluzionaria da lui formulata della Terra e delle sue specie
avanti e indietro fluviale
Isole
Iriomote, Giappone

Iriomote, una piccola amazzone del Giappone tropicale

Le foreste pluviali e le impenetrabili mangrovie riempiono Iriomote sotto il clima di una pentola a pressione. Qui, i visitatori stranieri sono rari come il yamaneko, un'inafferrabile lince endemica.
Geotermico, calore islandese, terra di ghiaccio, geotermico, laguna blu
bianco inverno
Islândia

Il calore geotermico dell'isola di ghiaccio

La maggior parte dei visitatori apprezza i paesaggi vulcanici islandesi per la loro bellezza. Gli islandesi traggono anche da loro calore ed energia vitale che portano alle porte dell'Artico.
Almada Negreiros, Roça Saudade, Sao Tome
Letteratura
desiderio, São Tomé, São Tome e Principe

Almada Negreiros: da Saudade all'eternità

Almada Negreiros nasce nell'aprile del 1893 in una campagna di São Tomé. Alla scoperta delle sue origini, crediamo che l'esuberanza rigogliosa in cui ha iniziato a crescere abbia dato ossigeno alla sua feconda creatività.
Case in miniatura, Chã das Caldeiras, vulcano Fogo, Capo Verde
Natura
Chã das Caldeiras, Isola del fuoco Capo Verde

Un clan “francese” alla Misericordia del Fuoco

Nel 1870 si fermò un conte nato a Grenoble in viaggio verso l'esilio brasiliano Capo Verde dove le bellezze autoctone lo imprigionarono nell'isola di Fogo. Due dei suoi figli si stabilirono nel mezzo del cratere del vulcano e continuarono a creare prole lì. Nemmeno la distruzione causata dalle recenti eruzioni ha spostato i prolifici Montronds dalla “contea” da loro fondata a Chã das Caldeiras.    
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Soufriere e Pitons, Saint Luci
Parchi Naturali
Soufriere, Santa Lucia

Le Grandi Piramidi delle Antille

In piedi sopra una costa lussureggiante, le cime sorelle Chiodi sono il segno distintivo di Santa Lucia. Sono diventati così iconici che hanno un posto riservato nelle note di testa dei dollari dei Caraibi orientali. Accanto, i residenti dell'ex capitale Soufrière sanno quanto sia preziosa la loro vista.
Barca sul fiume Giallo, Gansu, Cina
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Bingling Sì, Cina

La gola dei mille Buddha

Per più di un millennio e almeno sette dinastie, i devoti cinesi hanno esaltato le loro credenze religiose con l'eredità di sculture in uno stretto stretto del fiume Giallo. Coloro che sbarcano alla Gola dei Mille Buddha, potrebbero non trovare tutte le sculture ma trovare uno splendido santuario buddista.
La maschera di Zorro in mostra durante una cena presso la Pousada Hacienda del Hidalgo, El Fuerte, Sinaloa, Messico
personaggi
El Fuerte, Sinaloa, Messico

La Culla di Zorro

El Fuerte è una città coloniale nello stato messicano di Sinaloa. Nella sua storia verrà ricordata la nascita di Don Diego de La Vega, si dice che in un palazzo del paese. Nella sua lotta contro le ingiustizie del giogo spagnolo, Don Diego si trasformò in un sfuggente uomo mascherato. A El Fuerte avrà sempre luogo il leggendario “El Zorro”.
Bagni insoliti
Spiagge

a sud di Belize

La strana vita nel sole nero dei Caraibi

Sulla strada per il Guatemala, vediamo come l'esistenza proscritta del popolo Garifuna, discendente degli schiavi africani e degli indiani Arawak, contrasti con quella di diverse roccaforti balneari molto più ariose.

Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
Società
Militare

Difensori delle loro terre d'origine

Anche in tempo di pace, rileviamo personale militare ovunque. In servizio nelle città, svolgono missioni di routine che richiedono rigore e pazienza.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Parco nazionale delle Everglades, Florida, Stati Uniti, volo sopra i canali delle Everglades
Animali selvatici
PN delle Everglades, Florida, EUA

Il Grande Fiume di Erba della Florida

Chiunque voli sopra il sud del 27° stato rimane stupito dalla vastità verde, liscia e fradicia che contrasta con i toni oceanici circostanti. Questo esclusivo ecosistema di praterie e paludi degli Stati Uniti ospita una fauna prolifica dominata da 200 degli 1.25 milioni di alligatori della Florida.
Napali Coast e Waimea Canyon, Kauai, rughe hawaiane
Voli panoramici
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.