Saba, Olanda

La misteriosa regina olandese di Saba


Lato sopravvento II
Scorcio di Windward Side visto dalla cima del Mount Scenery.
La Corona Ferrea di Saba
Antenna di comunicazione sopra Mount Scenery, il punto più alto di Saba e dei Paesi Bassi.
Un'Europa tropicale
Windward Side Mansions e St. Paul Conversion Church in primo piano.
Lato sopravvento I
Windward Side Houses, ai piedi del Mount Scenery, il punto più alto di Saba e dei Paesi Bassi.
Bestia Nera
Cabra dà vita a Windward Side, il secondo villaggio di Saba.
bianco-verde-rosso
Le tradizionali case bianco-verde-rosse di Saba.
Una discesa lussureggiante
Il bambino corre lungo la pista Mount Scenery sottostante.
Il fondo I
Il capoluogo di Saba The Bottom, in una delle valli più profonde dell'isola.
Well's Bay Beach
Well's Bay Beach, una spiaggia, di tanto in tanto priva di sabbia, come in foto.
il gioielliere
Il gioielliere Mark Johnson nel suo The Jewell Cottage sul lato sopravvento.
bizzarro
I partecipanti a un mercato di strada di Windward Side.
Chiesa del Sacro Cuore-Saba-Caraibi olandesi
La Chiesa del Sacro Cuore ai margini della capitale The Bottom.
Cappella del Sabato
Quadro della Chiesa del Sacro Cuore con volti reali degli abitanti di Saba.
S. Chiesa di conversione di Paul-Saba-Caraibi olandesi
a S. Pauls Conversion Church, la chiesa di Windward Side.
Il fondo II
Le case a forma circolare di The Bottom.
Saba vista dalla nave Dawn-Dutch Caribbean
Veduta di Saba dal ponte dell'"Alba", la barca che fornisce i collegamenti con S. Maarten.
Con soli 13 km2, Saba passa inosservata anche ai più viaggiatori. A poco a poco, su e giù per i suoi innumerevoli pendii, scopriamo questa lussureggiante Piccola Antille, confine tropicale, tetto montuoso e vulcanico. della nazione europea meno profonda.

Siamo decollati dall'aeroporto Princess Juliana di Sint Maarten, famoso per avere all'inizio della sua pista il piccolo Spiaggia di Mahō, per il motivo che lo fanno gli aerei e i bagnanti pochi istanti prima di atterrare.

E perché lì è diventato popolare il divertimento di provare la potenza dei jet dei più grandi modelli Boeing e Airbus. L'aereo con cui siamo volati a Saba aveva poco a che fare con questi.

Saba è visibile dal Maho Beach. Così come Anguilla, Saint Barthelemy, Saint Eustatius e Saint Kitts & Nevis, lungo gran parte della costa e delle cime di Sint Maarten. Non sorprende che, un quarto d'ora dopo la partenza, siamo atterrati sulla pista dell'aeroporto Juancho E. Yrausquin, una delle più corte al mondo.

Dopo l'immigrazione, i nostri bagagli sono stati ritirati, abbiamo incontrato Dona, un taxista di convenienza di St. Thomas, nelle Isole Vergini americane ma che da vent'anni si era trasferito stabilmente a Saba, l'isola della nonna.

È con l'auto di Dona che facciamo il primo viaggio per Saba, come i successivi, tipici delle montagne russe.

Sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Olanda

Windward Side Houses, ai piedi del Mount Scenery, il punto più alto di Saba e dei Paesi Bassi.

Dal Vento di Saba

Sempre a questi, risaliamo il ripido pendio della collina di Zion fino al secondo villaggio dell'isola, Windward Side. Lì troviamo un villaggio pieno di case bianche, con recinzioni bianche e tetti di lamiera rossa da cui pendono ornamenti vittoriani. rifinitura di pan di zenzero e finestre con persiane verdi.

Non sarà estranea a questa armonia architettonica e visiva, un insieme di leggi vigenti, create per evitare deformità e aberrazioni.

Saba potrebbe anche essere olandese. È, infatti, il più piccolo comune olandese. Queste case, molte delle quali secolari, sono un prodotto dell'intricata storia dell'isola.

Tipiche case-sopravvento-Saba-Holanda

Le tradizionali case tricolori di Saba.

I gioielli creativi di Mark Johnson

Dona ci porta alla presenza di Mark Johnson, uno dei figli prodighi, ricchi e creativi di Saba. Ti abbiamo trovato nel tuo soggiorno. La casetta dei gioielli, uno chalet di 150 anni adattato a una vetrina di gioielli di lusso in cui Mark trascorre parte del suo tempo dietro il suo laptop, filtrando ordini e altri messaggi importanti nella sua casella di posta.

Oltre ad essere un designer e commerciante di gioielli, Mark è un collezionista d'arte e un viaggiatore serio, appassionato della storia e della realtà dei luoghi che ha il privilegio di visitare, a volte alla ricerca di nuove gemme esotiche di qualità superiore, oppure alla ricerca di dipinti, sculture e simili degni del tuo investimento.

Mark Johnson Windward SideSabaCaríbas Ho HolandasHolanda

Mark Johnson al suo The Jewell Cottage sul lato sopravvento.

Qualunque sia il luogo o l'argomento di cui parliamo, Mark non solo è consapevole, ma ci sorprende anche con riparazioni, analisi, storie ed esperienze, alcune più preziose di altre, che plasmano in noi un'inevitabile meraviglia.

Mark ci conduce a Villa Compass, una delle affascinanti ville tradizionali della sua lista immobiliare Saba. Mostraci la casa e dacci un po' di tempo per sistemarci. Successivamente, siamo usciti a pranzo.

Con i giorni a Saba contati e il pomeriggio che avanza, lo facciamo un po' di fretta. “Se hai davvero il coraggio, vattene perché hai ancora tempo. Si sappia che è tirato".

Marco stava commentando la salita al Monte Scenery (887 m), la vetta più alta dell'isola e la Regno d'Olanda. Eravamo consapevoli che avremmo sofferto. Abituati a queste sanzioni, non ci commuoviamo per l'avvertimento del padrone di casa.

Alla Conquista del Tetto di Saba. e da Olanda.

Abbiamo trovato il sentiero ben segnalato sul lato della strada, appena sotto la casa di Mark e il centro di Windward Side.

A poco a poco, pendio dopo pendio, passo dopo passo, abbiamo visto il percorso verso lo zenit olandese diventare più ripido e rigoglioso, fiancheggiato da prolifiche colonie di grandi felci, alcune arboree, palme, banani, orecchie di elefante e alberi fradici e tappezzato da bromelie , muschi e licheni.

Bambino, sentiero Mount Scenery, Saba, Caraibi olandesi, Paesi Bassi

Il bambino corre lungo la pista Mount Scenery sottostante.

Più salivamo in alto, più il pendio diventava umido e ventoso, di tanto in tanto, colpito da raffiche che trascinavano un'interminabile carovana di nubi da sud-est.

Infine, raggiungiamo la zona pianeggiante della vetta. Il sentiero si divide in direzione di due soglie distinte, entrambe su strapiombi vertiginosi. Sia l'uno che l'altro zigzagano attraverso una fitta foresta di alberi e sottobosco.

Evitiamo un serpente nero. Continuiamo verso il bordo meridionale di quella cima. Evitiamo il precipizio mascherato da nuvole e saliamo un'ultima rampa rocciosa che ci porta al punto di osservazione rivolto verso il Windward Side.

Non appena ci siamo aggrappati a un palo di comunicazione per evitare che le raffiche ci mandassero in volo, abbiamo individuato il villaggio sottostante, illuminato da una debole luce solare che era riuscita in qualche modo a sfuggire alla nebbia fluttuante.

Scenario del Monte, Saba, Olanda

Antenna di comunicazione sopra Mount Scenery, il punto più alto di Saba e dei Paesi Bassi.

Alla Misericordia dell'Infinita Nuvolosità

Il momento si è rivelato eccezionale. Da quel momento in poi, per una buona mezz'ora, il massimo che potemmo riuscire fu di intravedere di nuovo il villaggio in due o tre salti tra le nuvole.

Sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Olanda

Scorcio di Windward Side visto dalla cima del Mount Scenery.

Nell'attesa, ci siamo accorti di avere la compagnia di un gallo testardo, immaginavamo proveniente dalle terre sottostanti. Per qualche tempo è rimasto alla base della roccia, osservando i nostri movimenti, ma quando ci ha visto aprire due barrette energetiche, l'ha scalata in tre gradini e non si è arreso finché non ha ottenuto la sua porzione.

Convinti che il tempo capriccioso avrebbe vinto, abbiamo inaugurato il toccante ritorno a Windward Side.

Prezioso benvenuto al The Jewel Cottage

Quella sera, addolorati ma soddisfatti del piccolo traguardo, abbiamo cenato con Mark Johnson e Glenn Holm – responsabile della promozione del turismo a Saba – al La casetta dei gioielli da Marco. Ci scambiamo storie di viaggi e avventure. Varie sulle peregrinazioni di Marco e sul mondo delle gemme.

Molti altri sulla genesi di Saba e sulla vita dei suoi circa XNUMX abitanti, la maggior parte dei quali dominicani, venezuelani e altri immigrati che arrivano attratti dai salari e dalle condizioni gratificanti e finiscono per stabilirsi e allevare o portare famiglie.

Le piccole dimensioni dell'isola significavano che le famiglie storiche erano poche, con una mezza dozzina di soprannomi predominanti, in particolare Hassell e Johnson. La maggior parte di loro ha origini miste olandesi, inglesi, scozzesi e africane.

Mercato di strada, lato sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Paesi Bassi

I partecipanti a un mercato di strada di Windward Side.

Alcuni condividono persino i geni dell'esilio irlandese, nel 1625, da Carlo I, quando il re appena nominato cercò di risolvere le ribellioni che lui stesso generò assegnando terre ribelli a un gruppo di nobili scozzesi che lo sostenevano.

La corsa sulle montagne russe a Saba

La mattina presto partiamo con Glenn Holm che ci guida dal lato sopravento intorno all'isola. Ci sono così tanti sali e scendi, le colline e le valli che, a volte, sembra impossibile per Saba misurare solo i suoi 13 km2 funzionari.

Siamo passati per Saint Johns. Poco dopo questo picco relativo, abbiamo individuato The Bottom, la corruzione inglese dell'olandese antico de Botte (La tazza).

The BottomSabaCaribbean HolandesHolland

Le case a forma circolare di The Bottom.

La Botte, o meglio The Bottom

Come suggerisce il nome attuale, il capoluogo Saba appare in una profonda vallata, circondata da montagne su tutti i lati.

Glenn spiega con orgoglio che lì si trova la Saba University School of Medicine, un'istituzione rispettabile che attrae centinaia di studenti da Stati Uniti determinati a conseguire il loro MD (Laurea in Medicina) in un ambiente esotico ma che, senza vita notturna o simili fughe, li mantiene stimolati e concentrati.

Abbiamo pranzato al The Bottom. Poco dopo, Glenn ci sfida a dare un'occhiata all'interno della chiesa del Sacro Cuore, costruita in un già remoto anno 1935. Apriamo la porta. Abbiamo trovato il tempio deserto. Siamo attratti dai colori accesi che circondano l'altare.

Pittura, Chiesa del Sacro Cuore-The Bottom, Saba, Caraibi olandesi, Olanda

Quadro della Chiesa del Sacro Cuore con volti reali degli abitanti di Saba.

Capiamo in tre fasi, perché gli abitanti ben disposti dell'isola la chiamano "La Cappella Sistina di Saba”. Il responsabile è Helen Cornet, un'artista locale che ha dipinto quell'angolo della nave con dettagli incredibili e, così ci informa Glenn Holm, ha illustrato i volti dei suoi determinati connazionali.

La spiaggia ormai senza sabbia di Well's Bay

Da The Bottom, scendiamo un altro ripido pendio verso Well's Bay. La baia tondeggiante ora è priva della sabbia bianca – o addirittura nera – caratteristica di quasi tutte le isole caraibiche.

Come Well's Bay manca, Saba manca di sabbia in generale, la cosa più vicina ad essa è la spiaggia di grossi ciottoli levigati e tondi che vediamo davanti a noi. Saba non sminuisce per questo.

Well's Bay Beach, Saba, Caraibi olandesi, Paesi Bassi

Una delle poche spiagge di Saba, a volte priva di sabbia, come in foto.

“Vedi quelle boe colorate che galleggiano vicino alla roccia? Devono essere subacquei. Ci siamo affermati come una delle migliori destinazioni subacquee al mondo. La maggior parte dei visitatori che riceviamo viene qui per la natura e, in particolare, per le incredibili immersioni che trovano qui”.

sono caratteristici di Parco Nazionale Marino di Saba, grotte e tunnel sottomarini e guglie vulcaniche sottomarine fino a 30 metri dal fondale, ricoperte da sane e rigogliose barriere coralline, spugne e altri invertebrati.

In questo tipo di ecosistema sempre più raro, i subacquei possono facilmente trovare pesci pappagallo, barracuda, squali, razze, polpi, tartarughe e aragoste, tra molte altre creature marine.

Per un lungo periodo della storia di Saba, Well's Bay e altri dintorni dell'isola hanno ospitato altri esemplari molto più temuti dalle potenze coloniali.

Case, lato sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Olanda

Windward Side Mansions e St. Paul Conversion Church in primo piano.

La lotteria coloniale vinta dai Paesi Bassi

Saba era abitata dagli indigeni Arawak all'epoca in cui si crede che Cristoforo Colombo fosse salpato al largo dell'isola, non entusiasta di sbarcare su di essa a causa della costa frastagliata e rocciosa. Solo 140 anni dopo Saba avrebbe accolto i visitatori europei, un gruppo di naufraghi inglesi senza altra alternativa che cercare di arrivarci.

Altri tre anni dopo, un francese alla deriva nei Caraibi rivendicò Saba come re Luigi XIII. Ignorando completamente questa pretesa, il governatore olandese della vicina isola di Sant'Eustazio – che abbiamo in programma di visitare in una futura incursione nelle Antille – incaricò famiglie olandesi di occuparla.

Dopo altri ventiquattro anni, Saba era già stata dominata da governatori giamaicani apirati, i temuti Edward, Thomas e Henry Morgan.

Il regno di questo trio e la fama di Saba come rifugio dei pirati durò fino a quando, nel 1816, l'Olanda la prese per sempre e, utilizzando schiavi portati dall'Africa, vi sviluppò la produzione di zucchero, indaco e rum.

Case, lato sopravvento, Saba, Caraibi olandesi, Olanda

Windward Side Mansions e St. Paul Conversion Church in primo piano.

Il comune più piccolo dei Paesi Bassi

In tempi più recenti Saba è entrata a far parte delle Antille olandesi, ma quando, nell'ottobre 2010, questo territorio autonomo è stato sciolto, Saba è diventata un comune speciale all'interno dei Paesi Bassi.

Era dotato di uno specifico status costituzionale simile a quello di Saint Eustatius e Bonaire, uno status che consente agli abitanti di queste isole di votare per l'elezione dei membri della Camera dei rappresentanti olandese.

La mattina dopo, molto presto, siamo saliti a bordo della “The Dawn”, la nave che fornisce collegamenti marittimi tra Saba e Sint Maarten. Il Mar dei Caraibi era ancora infuriato e ci ha condannato a un'ora e mezza di salti su e giù per onde spaventose. Niente di nuovo, in quei luoghi remoti.

Saba, Caraibi olandesi, Paesi Bassi

Veduta di Saba dal ponte dell'"Alba", il battello che fornisce collegamenti con St. Maarten.

Tre giorni dopo il volo per Saba, siamo tornati Sint Maarten, metà delle altre Piccole Antille (il restante territorio è francese), costituendo il Regno d'Olanda.

Lì siamo tornati impegnati a riprendere l'itinerario nord-sud attraverso il trampolino di lancio delle Antille. Più delle sue isole abbiamo visitato, più siamo rimasti incantati dalle innumerevoli eccentricità caraibiche.

Puerto Plata, Repubblica Dominicana

Argento della casa domenicana

Puerto Plata è il risultato dell'abbandono di La Isabela, il secondo tentativo di una colonia ispanica nelle Americhe. Quasi mezzo millennio dopo lo sbarco di Colombo, inaugurò l'inesorabile fenomeno turistico della nazione. In un lampo attraverso la provincia, vediamo come il mare, le montagne, la gente e il sole dei Caraibi la fanno splendere.
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Laguna de Oviedo, Repubblica Dominicana

Il (Nulla) Mar Morto della Repubblica Dominicana

L'ipersalinità della Laguna de Oviedo varia a seconda dell'evaporazione e dell'acqua fornita dalla pioggia e scorre dalla vicina catena montuosa del Bahoruco. Gli indigeni della regione stimano che, di regola, abbia un livello di sale marino tre volte superiore. Lì scopriamo prolifiche colonie di fenicotteri e iguane, tra le molte altre specie che compongono questo uno degli ecosistemi più esuberanti dell'isola di Hispaniola.
Virgin Gorda, Ilhas Virgens Britânica

I "Caraibi" divini di Virgin Gorda

Alla scoperta delle Isole Vergini, sbarchiamo su un seducente mare tropicale punteggiato da enormi rocce granitiche. I bagni sembrano usciti dal Seychelles ma sono uno degli ambienti marini più esuberanti dei Caraibi.
Maho Beach, Sint Maarten

La spiaggia caraibica a propulsione a reazione

A prima vista, l'aeroporto internazionale Princess Juliana sembra essere solo un altro dei vasti Caraibi. I successivi atterraggi poco profondi sulla spiaggia di Maho che ne precede la pista, i decolli di jet che distorcono i volti dei bagnanti e li proiettano in mare, ne fanno un caso speciale.
Guadalupe, Antille Francesi

Guadalupa: un delizioso Caraibi, in Butterfly Counter-Effetto

La Guadalupa ha la forma di una falena. Basta un giro delle Antille per capire perché la popolazione è guidata dal motto Pas Ni Problem e alza il numero minimo di onde, nonostante le tante battute d'arresto.
Fort-de-France, Martinique

Libertà, Bipolarità e Tropicalità

Nella capitale della Martinica si conferma un'affascinante estensione caraibica del territorio francese. Lì, i rapporti tra i coloni ei discendenti indigeni degli schiavi danno ancora origine a piccole rivoluzioni.
Saint-Pierre, Martinique

La città che risorge dalle ceneri

Nel 1900, la capitale economica delle Antille era invidiata per la sua raffinatezza parigina, finché il vulcano Pelée non la carbonizzò e la seppellì. Più di un secolo dopo, Saint-Pierre si sta ancora rigenerando.
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
Martinique, Antille Francesi

Baguette caraibiche sotto il braccio

Vaghiamo per la Martinica con la stessa libertà dell'Euro e le bandiere tricolori sventolano sovrane. Ma questo pezzo di Francia è vulcanico e lussureggiante. Appare nel cuore insulare delle Americhe e ha un delizioso sapore d'Africa.
Soufriere, Santa Lucia

Le Grandi Piramidi delle Antille

In piedi sopra una costa lussureggiante, le cime sorelle Chiodi sono il segno distintivo di Santa Lucia. Sono diventati così iconici che hanno un posto riservato nelle note di testa dei dollari dei Caraibi orientali. Accanto, i residenti dell'ex capitale Soufrière sanno quanto sia preziosa la loro vista.
Amsterdam, Olanda

Di canale in canale, in un'Olanda surreale

Liberale quando si tratta di droga e sesso, Amsterdam ospita una folla di estranei. Tra canali, biciclette, caffetterie e finestre di bordelli, cerchiamo invano il suo lato più tranquillo.
savuti, botswana, leoni mangiatori di elefanti
Safari
Savuti, Botswana

L'elefante che mangia i leoni di Savuti

Una parte del deserto del Kalahari si prosciuga o viene irrigata a seconda dei capricci tettonici della regione. A Savuti, i leoni si sono abituati a fare affidamento su se stessi e a depredare gli animali più grandi della savana.
Muktinath a Kagbeni, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Kagbeni
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 14 ° - Muktinath a Kagbeni, Nepal

Dall'altro lato della gola

Dopo l'impegnativa traversata del Thorong La, ci ritroviamo nell'accogliente villaggio di Muktinath. La mattina dopo siamo scesi. Sulla strada per l'antico regno dell'Alto Mustang e il villaggio di Kagbeni che funge da porta di accesso.
pianura santa, Bagan, Myanmar
Architettura & Design
Bagan, Myanmar

La piana delle pagode, dei templi e delle redenzioni celesti

La religiosità birmana si è sempre basata sull'impegno per la redenzione. A Bagan, credenti ricchi e timorosi continuano a costruire pagode nella speranza di ottenere il favore degli dei.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Aventura
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.
Salto in avanti, Naghol di Pentecoste, Bungee Jumping, Vanuatu
Cerimonie e Feste
Pentecoste, Vanuatu

Pentecoste Naghol: Bungee Jumping per uomini seri

Nel 1995, il popolo di Pentecoste minacciò di citare in giudizio le società di sport estremi per aver rubato loro il rituale di Naghol. In termini di audacia, l'imitazione elastica è molto inferiore all'originale.
gerusalemme dio, israele, città d'oro
Città
Gerusalemme, Israele

Più vicino a Dio

Tremila anni di una storia tanto mistica quanto travagliata prendono vita a Gerusalemme. Venerata da cristiani, ebrei e musulmani, questa città irradia polemiche ma attira credenti da tutto il mondo.
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
cibo
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
Uno contro tutti, Monastero di Sera, Sacro Dibattito, Tibet
Cultura
Lhasa, Tibete

Sera, il Monastero del Sacro Dibattito

In pochi posti al mondo si usa un dialetto con la stessa veemenza del monastero di Sera. Lì, centinaia di monaci si impegnano in intensi e chiassosi dibattiti sugli insegnamenti del Buddha in tibetano.
Spettatore, Melbourne Cricket Ground-Regole di calcio, Melbourne, Australia
sportivo
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Ross Bridge, Tasmania, Australia
In viaggio
alla Scoperta di Tassiè, Parte 3, Tasmania, Australia

Tasmania dall'alto al basso

Da tempo la vittima preferita degli aneddoti australiani, il Tasmania non ha mai perso l'orgoglio per strada aussie più rude essere. Tassie rimane avvolta nel mistero e nel misticismo in una sorta di retro degli antipodi. In questo articolo raccontiamo il peculiare viaggio da Hobart, la capitale situata nell'improbabile sud dell'isola, fino alla costa nord, la svolta verso il continente australiano.
batteria e tatuaggi
Etnico
Tahiti, Polinesia Francese

Tahiti oltre il cliché

Le vicine Bora Bora e Maupiti hanno uno scenario eccezionale, ma Tahiti è stata a lungo conosciuta come il paradiso e c'è di più da vivere sull'isola più grande e popolosa della Polinesia francese, il suo millenario cuore culturale.
Veduta dell'isola di Fa, Tonga, ultima monarchia polinesiana
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Segni esotici di vita

Figura a Praia do Curral, Ilhabela, Brasile
Storia
Ilhabela, Brasile

Ilhabela: Dopo l'orrore, la bellezza atlantica

Il novanta per cento della foresta atlantica preservata, cascate idilliache e spiagge dolci e selvagge sono all'altezza del suo nome. Ma, se andiamo indietro nel tempo, sveliamo anche l'orribile aspetto storico di Ilhabela.
Dominica, Soufrière e Scotts Head, sullo sfondo dell'isola
Isole
Soufrière e Scotts Head, Dominica

La Vita che Pende dall'Isola Caraibica della Natura

Ha la reputazione di essere l'isola più selvaggia dei Caraibi e, avendo raggiunto il suo fondo, continuiamo a confermarlo. Da Soufriére al confine meridionale abitato di Scotts Head, Dominica rimane estrema e difficile da domare.
Aurora boreale, Laponia, Rovaniemi, Finlandia, Fire Fox
bianco inverno
Lapponia, Finlândia

Alla ricerca della volpe di fuoco

L'aurora boreale o australis, fenomeni luminosi generati dai brillamenti solari, sono unici per le altezze della Terra. Voi sami nativo dalla Lapponia si credeva fosse una volpe infuocata che diffondeva scintillii nel cielo. Qualunque cosa siano, nemmeno i quasi 30 gradi sotto zero che si sono fatti sentire nell'estremo nord della Finlandia non hanno potuto impedirci di ammirarli.
Premio Kukenam
Letteratura
Monte Roraima, Venezuela

Viaggia nel tempo nel mondo perduto di Monte Roraima

In cima al Monte Roraima, ci sono scenari extraterrestri che hanno resistito a milioni di anni di erosione. Conan Doyle ha creato, in "The Lost World", una fiction ispirata al luogo ma non è mai riuscito a calpestarla.
Fajãzinha, isola di Flores, Confine delle Azzorre e Portogallo
Natura
Isola di Flores, Azzorre

I confini atlantici delle Azzorre e del Portogallo

Laddove, a ovest, anche sulla mappa le Americhe sembrano remote, Ilha das Flores ospita l'ultimo idilliaco-drammatico dominio delle Azzorre e quasi quattromila Florian si sono arresi all'abbagliante fine del mondo che li ha accolti.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Parco nazionale di Gorongosa, Mozambico, fauna selvatica, leoni
Parchi Naturali
Parco Nazionale Gorongosa, Mozambico

Il cuore selvaggio del Mozambico mostra segni di vita

Gorongosa ospitava uno degli ecosistemi più esuberanti dell'Africa, ma dal 1980 al 1992 ha ceduto alla Guerra Civile tra FRELIMO e RENAMO. Greg Carr, il milionario inventore di Voice Mail, ha ricevuto un messaggio dall'ambasciatore mozambicano alle Nazioni Unite che lo sfidava a sostenere il Mozambico. Per il bene del paese e dell'umanità, Carr si impegna a far risorgere lo splendido parco nazionale che il governo coloniale portoghese vi aveva creato.
lagune e fumarole, vulcani, PN tongaro, nuova zelanda
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Controllo corrispondenza
personaggi
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Barche con fondo di vetro, Kabira Bay, Ishigaki
Spiagge
Ishigaki, Giappone

Tropici giapponesi insoliti

Ishigaki è una delle ultime isole del trampolino di lancio che si estende tra Honshu e Taiwan. Ishigakijima ospita alcune delle spiagge e dei paesaggi costieri più incredibili di queste parti dell'Oceano Pacifico. I sempre più giapponesi che li visitano si divertono a fare il bagno poco o meno.
Particolare del tempio di Kamakhya a Guwahati, Assam, India
Religione
Guwahati, India

La città che adora Kamakhya e la fertilità

Guwahati è la città più grande dello stato dell'Assam e dell'India nord-orientale. È anche uno dei più veloci al mondo. Per gli indù e i devoti credenti nel Tantra, non sarà un caso che Kamakhya, la dea madre della creazione, sia adorata lì.
Chepe Express, Ferrovia Chihuahua Al Pacifico
Veicoli Ferroviari
Cantra a Los Mochis, Messico

Barrancas de Cobre, Ferrovia

Il rilievo della Sierra Madre Occidental ha trasformato il sogno in un incubo di costruzione durato sei decenni. Nel 1961, finalmente, il prodigioso Ferrovia Chihuahua al Pacifico era aperto. I suoi 643 km attraversano alcuni dei paesaggi più spettacolari del Messico.
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Società
Campeche, Messico

Un Bingo così divertente che giochi con le bambole

Il venerdì sera, un gruppo di signore occupa i tavoli del Parque Independencia e scommette sulle sciocchezze. I piccoli premi escono in combinazioni di gatti, cuori, comete, maracas e altre icone.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Vita quotidiana
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Animali selvatici
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.