Bergen, Norvegia

Il grande porto anseatico della Norvegia


Il trio di Gamle Bergen
Extra nello scenario ricostruito del Museo Gamle Bergen,
Un deco-trionfo
Il cervo dorato decora le facciate di uno degli edifici di Bryggen.
Bryggen all'aperto
La Bryggen Esplanade è piena di commensali desiderosi del raro sole di Bergen.
Cornice Bryggen
Prospettiva incorniciata delle vecchie case di Bryggen.
lupi di mare
Un lato del monumento del marinaio di Bergen.
Benedizione della Chiesa della Croce
La coppia cammina in un vicolo che si affaccia sulla Chiesa della Croce a Bergen.
architettura norvegese
Vendita al dettaglio della parte storica di Bergen, costruita con i profitti del commercio della Norvegia settentrionale con il resto d'Europa.
signora di Bergen
Un extra del Museo Gamle Bergen contempla una finestra.
Vita dipinta
Un murale di una donna con in mano un grande merluzzo si staglia su una parete laterale a Bergen.
Un allegato
Particolare di un annesso indipendente in legno di un edificio in pietra a Bryggen.
L'arte della griglia
L'artista portoghese Jorge Maciel griglia pesce e frutti di mare al mercato del pesce di Bergen.
Bryggen
Vista panoramica degli edifici Bryggen, visti dal lato opposto del porto di Vagen.
venature del legno
Vicolo di legno nel cuore del quartiere anseatico di Bryggen.
boscaiolo
La scultura di un costruttore in legno decora la facciata di uno degli edifici di Bryggen.
case di Bergen
Le case di Bergen occupano la base del pendio dietro il Museo del Pesce della città.
Storia della pedalata
Extra del Museo Gamle Bergen su una vecchia bicicletta con ruota panoramica.
Monumento al marinaio
I passanti attraversano una piazza, davanti al Monumento al Marinaio di Bergen.
Troll ciclista
Grande murale di un troll norvegese sulla parete laterale di un edificio a Bergen.
case di Bergen
Le case di Bergen occupano la base del pendio dietro il Museo del Pesce della città.
giro da solista
Passante prudente per la solita pioggia di Bergen, in un vicolo a Bryggen.
Già popolata all'inizio dell'XI secolo, Bergen divenne la capitale, monopolizzò il commercio della Norvegia settentrionale e, fino al 1830, rimase una delle città più grandi della Scandinavia. In data odierna, Oslo guida la nazione. Bergen continua a distinguersi per la sua esuberanza architettonica, urbana e storica.

Ha dettato la sequenza del viaggio che siamo sbarcati a Bergen proprio come i pescatori ei mercanti che, per oltre mezzo millennio, hanno contribuito alla sua ricchezza e opulenza.

Abbiamo lasciato la lontana Balestrand alle cinque del pomeriggio. Per quattro lunghe ore, abbiamo navigato attraverso il Sognefiordo e dai fiordi che da essa si diramavano a sud, fino al braccio aperto del mare del Nord in cui fu installata la grande città di Vestland.

Verso le nove di una notte subartica tutt'altro che tale, fummo circondati da una casa costiera più densa e moderna di quanto non fosse stato fino a quel momento.

Il traghetto virò a sud-est. Pochi istanti dopo, le case quasi lego di Bryggen apparvero alla vista, ben visibili sulla riva orientale del porto di Vagen, il più trafficato della Norvegia.

Panoramica, Bryggen, Bergen, Norvegia

Vista panoramica degli edifici Bryggen, visti dal lato opposto del porto di Vagen.

Lo pseudo-sbarco notturno a Bryggen

Alla fine della giornata, abbiamo fatto quello che facevano sempre pescatori e mercanti dopo i loro viaggi nel Mare del Nord: cercavamo in città il rifugio che meritavamo e recuperavamo le energie.

L'alba ha svelato una giornata identica a quella che poi avremmo passato a Bergen: nuvolosa, grigia, gelida e umida in modo penetrante che, nonostante il capospalla che indossavamo, sembrava arrivare alle nostre ossa.

Fresca sulla costa, situata ai margini del Mare del Nord, Bergen è uno dei luoghi più umidi d'Europa, con piogge abbondanti in media di 231 giorni all'anno. Fino ad allora, non potevamo lamentarci.

Abbiamo dormito a poche centinaia di metri da Bryggen. Consapevoli del fascino e della particolarità di quel quartiere laico, ci siamo precipitati lì.

Come tante altre tappe in Norvegia, Bergen riceve crociere dopo crociere, circa 300 all'anno, per un totale di mezzo milione di outsider.

Terrazza, Bryggen, Bergen, Norvegia

La Bryggen Esplanade è piena di commensali desiderosi del raro sole di Bergen.

Lo sforzo mattutino doveva ricompensarci evitando l'inondazione di visitatori mattutini. Non ci è voluto molto per renderci conto di quanto fosse vano.

Percorriamo la via marginale sospesi nella nebbia e nella bellezza anacronistica dei dintorni. Quando vediamo davanti a noi la confraternita di edifici colorati e appuntiti, scendiamo in uno dei vicoli tra di loro, desiderosi di approfondire la scoperta di Bryggen, o Tyskebryggen, come viene anche chiamato, traducibile dal norvegese come Darsena tedesca.

Il vecchio quartiere anseatico di Bryggen

Lì ci dedichiamo ad un incuriosito vagare tra travi, assi, travi, gradini, tegole e altro, dipinti quasi sempre in toni basici e opachi: gialli, rossi, arancioni, grigi, che formano strade e vicoli fiabeschi che i secoli e gli sbalzi di temperatura e il terreno ripariale era irregolare e deformato.

In questi giorni, sono occupati da attività redditizie. Negozi di abbigliamento tradizionale norvegese, souvenir e bigiotteria creativi e costosi, nonché musei, gallerie d'arte e ristoranti con prezzi scandalosi anche per i consueti standard scandinavi.

Collegando i tre o quattro piani di ogni edificio e collegandoli tra loro, ogni vicolo ha una o due scale interne e un camminamento esterno che lo attraversa.

Passanti, Bryggen, Bergen, Norvegia

Passante prudente per la solita pioggia di Bergen, in un vicolo a Bryggen.

In origine, gli edifici erano ancora eretti dai mercanti norvegesi più ricchi. A quel tempo, sulla base dei profitti e del potere dei loro mercanti, una serie di città ora tedesche si dichiararono libere e ottennero la convalida dall'imperatore del Sacro Romano Impero al quale giurarono fedeltà e alleanza.

L'ascesa e il monopolio della Lega Anseatica a Bergen

Parte di una catena di assimilazioni, a Bergen, queste città hanno rilevato l'attività di acquisto ed esportazione di pesce salato dalla Norvegia settentrionale e cereali portati da diverse parti d'Europa.

Nel 1350 il primo avamposto della Lega Anseatica (crediti) è emersa come sede della sua schiacciante attività in Norvegia. Come risultato dell'intensificazione di questo commercio, le banchine furono ampliate e migliorate. Con loro, anche i magazzini utilizzati per stoccare i prodotti, gli stessi che abbiamo setacciato per scoprire.

Tetti, Bryggen, Bergen, Norvegia

Prospettiva dei tetti e dei tetti delle case a Bryggen.

Incontriamo il Museo Anseatico e Schotstuene. Lì troviamo le stanze e le sale riunioni dove, per 400 anni, i mercanti tedeschi hanno vissuto e vissuto insieme bevendo birra e dove si sono radunati a tutti gli effetti, dal semplice trascorrere del tempo alle decisioni cruciali.

L'inevitabile destino della combustione di Bryggen

Data la predominanza del legno a Bryggen e nei dintorni di Bergen, ci si aspetterebbero problemi con una facile combustione. I responsabili erano consapevoli del rischio. Tanto che a Bryggen era vietato l'uso del fuoco, fatta eccezione per l'edificio Schotstuene dove veniva preparato tutto il cibo.

Alley, BryggenBergen-Norvegia

Vicolo di legno nel cuore del quartiere anseatico di Bryggen.

Anche così, gli incendi si sono verificati, si sono ripetuti e sono rimasti nella storia della città. Gli atti narrano che, nel 1702, un grande incendio si estese e distrusse magazzini, stanze e uffici. Oggi solo un quarto degli edifici anseatici risale a quell'anno.

Gli incendi furono spenti e gli edifici demoliti o ricostruiti e il contesto post-calamità impose che, mezzo secolo dopo, passassero tutti in possesso dei norvegesi. In quello stesso periodo la presenza della Lega Anseatica a Bergen divenne insipida. Il Kontor locale è stato chiuso.

Vetro antico, Lega Anseatica e Museo Schotstuene, Bryggen, Bergen, Norvegia

Un vetro antico e raro nel Museo della Lega Anseatica di Bergen.

La storia di Bryggen ha resistito al fuoco. Come quella della città di Bergen, che continuò ad espandersi attraverso la pianura attorno al braccio di mare che accoglieva Vagen e le sovrastanti pendici circostanti. Oggi le sue case formano uno dei complessi abitativi più armoniosi del nord Europa.

Siamo passati dietro Bryggen da Rosenkrantzgaten.

In un tratto di questa strada pieno di giardino, tra gli alberi, ci dilettiamo nella visione della comunità di cime e tetti che coronano il vecchio quartiere.

Tetti, Bryggen, Bergen, Norvegia

Prospettiva incorniciata delle vecchie case di Bryggen.

La vista panoramica ma gelida dalla cima di Floyen

Vederlo proiettato sul Mare del Nord e galleggiare nelle sue acque ghiacciate è qualcosa che nessun estraneo osa perdere. Il punto di partenza per le alture panoramiche di Floyen era a pochi minuti a piedi dalla soglia di Bryggen, quindi ci siamo diretti lì con passi frettolosi ed eccitati che ci hanno tenuto al caldo.

Saliamo Vetrlidsallmenningen dalla soglia del mercato del pesce fino all'ingresso della funivia di Floibanen. A quell'ora era già presente la folla sbarcata dalle crociere.

In buon modo norvegese, la linea scorre veloce e ordinata. A colpo d'occhio, ci troviamo a camminare nel tunnel alla base della linea della funivia e vediamo davanti ai nostri occhi la città dispiegarsi, fino alle estremità della stretta e profonda U sul prolungamento di Tyskebryggen, punto di ancoraggio per due grandi crociere da cui è arrivata la maggior parte dei passeggeri della funivia.

Bergen nel Mare del Nord, Norvegia

Case di Bergen organizzate attorno al braccio del Mare del Nord occupato dal porto di Vagen.

Usciamo in una specie di grande anfiteatro e ci esponiamo a una gelida brezza marina. Ci aggiustiamo i cappotti e ci avviciniamo al balcone.

Da lì, ci siamo goduti lo splendido scenario davanti a noi: Bergen, la seconda città più grande della Norvegia, che ospita quasi 300.000 abitanti, ma meno della metà del capitale Oslo.

Scattiamo le nostre foto, contempliamo ancora un po'. Puniti dalla frigidità inaspettata, abbiamo abbreviato il ritorno in pianura del centro storico della città. Siamo tornati a Vetrlidsallmenningen.

La frenesia commerciale e gastronomica dei mercati ittici di Bergen

Quando scendiamo, notiamo un murale che occupa un'intera parete laterale di un edificio storico sottostante. Raffigura una donna, un pescivendolo o un cliente, che tiene in mano un pesce enorme. L'opera servì da preambolo artistico a ciò che sarebbe seguito.

Murale su un edificio, Bergen, Norvegia

Un murale di una donna con in mano un grande merluzzo si staglia su una parete laterale a Bergen.

Vetrlidsallmenningen ci porta sullo stretto fondo rettangolare del porto di Vagen. Lo occupano barche a vela e altre piccole imbarcazioni.

Estendendo questo fondo, troviamo l'estensione delle tende del Mercato del Pesce e dei Fiori di Bergen, poco al di sotto del Mercato del Pesce ufficiale, il chiuso, climatizzato e molto più raffinato al di sotto del quasi così vasto Turismo di Bergen.

Lo abbiamo trovato in una frenesia di assaggiare offerte, vendite e acquisti e servire pasti fumanti che hanno deliziato e confortato ospiti da tutto il mondo.

Lì vediamo il miglior salmone norvegese in mostra, enormi aragoste, granchi reali e ricci di mare, caviale, fette lunghe e fresche di tork, il merluzzo nordatlantico.

Sbirciamo altre due o tre tende. Come previsto, abbiamo rilevato il tork anche nella modalità della salina di cui il Portogallo è diventato il più grande cliente della Norvegia e la cui importazione ha fatto la ricchezza di innumerevoli pescatori e distributori in queste parti d'Europa.

Un incontro confortante con un contadino impegnato

Ma non è tutto. In un'altra bancarella più vicina all'altro lato di Vagen, veniamo colpiti da un cuoco impegnato con pesce alla griglia e frutti di mare serviti, che serve dopo aver servito a ospiti desiderosi.

Abbiamo notato i suoi lunghi e particolari baffi, ben abbinati al voluminoso basco verde che indossava. Avevamo già visto che quasi tutti i dipendenti di quel mercato erano stranieri, molti dei quali dediti ad accogliere e soddisfare le masse di clienti che arrivavano dai loro paesi.

Jorge Maciel, Mercato del Pesce, Bergen, Norvegia

L'artista portoghese Jorge Maciel griglia pesce e frutti di mare al mercato del pesce di Bergen.

Abbiamo scoperto che era un connazionale. Non sorprende che abbiamo stabilito e alimentato una conversazione troppo coinvolgente ed estesa per la difficile situazione culinaria in cui – come veniva chiamata – è stata vista. “Qui non è male”, ci assicura, “…se si esclude la mancanza di sole, il bel tempo a cui siamo abituati, ovviamente. Vivo qui con mia moglie da qualche anno. Sono un artista, ma quello che mi ha dato soldi è questo tipo di lavoro”.

Un viaggio nautico attraverso Vagen, il porto di Bergen

Mentre passeggiavamo, siamo saliti a bordo di una pittoresca barca che ci ha assicurato un itinerario attraverso i luoghi chiave dell'estensione di Vagen: il Museo norvegese della pesca.

Exit Extras, Gamle Bergen, Norvegia

Extra nello scenario ricostruito del Museo Gamle Bergen,

E, immerso in un rigoglioso giardino, il Museo della Vecchia Bergen, animato da un cast di comparse che, nella cornice autentica di Gamle Bergen, hanno rievocato aspetti della vita cittadina del XIX e XX secolo, tra cui avventurose giostre su un antico bicicletta di ruota panoramica difficile da domare.

Extra sulla vecchia bicicletta, Gamle Bergen, Norvegia

Extra del Museo Gamle Bergen su una vecchia bicicletta con ruota panoramica.

Di fronte all'orario di chiusura e all'ansia delle comparse di sbarazzarsi di fatti e carte storiche, anche noi siamo tornati nella Bergen contemporanea, avendo rifiutato il ritorno della barca all'ancoraggio, a bordo di un sofisticato autobus.

L'ultimo giro intorno a Bergen

Di nuovo a piedi, percorriamo i vicoli secolari tra la parte posteriore di Vagen e il quartiere già nell'entroterra di Vagsbunnen, intorno all'imponente chiesa di Korsk, ovvero la Santa Croce.

Korskkirken, Bergen, Norvegia

La coppia cammina in un vicolo che si affaccia sulla Chiesa della Croce a Bergen.

Proseguimmo verso il sud della città fino ad arrivare alla piazza aperta di Torgallmenningen, dove spiccava il Monumento al Marinaio di Bergen, che fungeva da sede per stanchi passanti e musicisti immigrati dall'Europa dell'Est.

Monumento al marinaio, Bergen, Norvegia

Un lato del monumento del marinaio di Bergen.

A poca distanza entriamo nel dominio erboso e boscoso di Byparken, luogo scelto dalla città per onorare il carattere e l'eterna opera di Edvard Grieg, il più famoso pianista e compositore norvegese, conosciuto nel mondo – anche se inconsciamente – per le sue capacità contagiose melodia. in "Nella Grotta del Re della Montagna".

Bergen aveva ancora molto della sua ricca e complessa roccaforte scandinava da scoprire, ma a quel punto ci aspettava un altro porto emblematico della Norvegia: Stavanger.

Oslo, Norvegia

A (sopra) Capitale Capitalizzato

Uno dei problemi della Norvegia è stato decidere come investire i miliardi di euro nel suo fondo sovrano da record. Ma nemmeno le risorse eccessive salvano Oslo dalle sue incongruenze sociali.
nesbyen a Flamm, Norvegia

Ferrovia Flam: la Norvegia sublime dalla prima all'ultima stazione

Su strada ea bordo della Flam Railway, su una delle linee ferroviarie più ripide del mondo, raggiungiamo Flam e l'ingresso del Sognefjord, il più grande, il più profondo e il più venerato dei fiordi della Scandinavia. Dal punto di partenza all'ultima stazione, questa Norvegia che abbiamo svelato è monumentale.
Flamm a Balestrand, Norvegia

Dove le montagne cedono ai fiordi

La stazione finale della Ferrovia Flam segna la fine della vertiginosa discesa ferroviaria dagli altopiani di Hallingskarvet alle pianure di Flam. In questo villaggio troppo piccolo per la sua fama, lasciamo il treno e navighiamo lungo il fiordo di Aurland verso il prodigioso Balestrand.
Magma Geoparco, Norvegia

Un qualcosa di lunare Norvegia

Se tornassimo ai confini geologici del tempo, troveremmo la Norvegia sudoccidentale piena di enormi montagne e un magma fiammeggiante che i ghiacciai successivi avrebbero plasmato. Gli scienziati hanno scoperto che il minerale predominante è più comune sulla Luna che sulla Terra. Molti degli scenari che abbiamo esplorato nel vasto Magma Geopark della regione sembrano presi dal nostro grande satellite naturale.
Stavanger, Norvegia

Motor City della Norvegia

L'abbondanza di petrolio e gas naturale offshore e le sedi delle società incaricate di esplorarli hanno promosso Stavanger da capitale della riserva a capitale energetica norvegese. Questa città non era conforme. Con una prolifica eredità storica, alle porte di un maestoso fiordo, il cosmopolita Stavanger ha a lungo spinto la Terra del Sole di Mezzanotte.
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
PN Thingvellir, Islândia

Sulle origini della remota democrazia vichinga

Le basi del governo popolare che mi vengono in mente sono quelle elleniche. Ma quello che si ritiene essere il primo parlamento al mondo fu inaugurato a metà del X secolo, nella gelida campagna islandese.
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Balestrand, Norvegia

Balestrand: una vita tra i fiordi

I villaggi sulle pendici dei canyon in Norvegia sono comuni. Balestrand è all'ingresso delle tre. Le sue ambientazioni si distinguono dal resto in modo tale da aver attratto pittori famosi e continuano a sedurre viaggiatori incuriositi.
Preikestolen - Pulpito Rock, Norvegia

Pellegrinaggio al pulpito di roccia in Norvegia

Non mancano scenari grandiosi negli infiniti fiordi della Norvegia. Al centro del fiordo di Lyse, la cima distaccata, liscia e quasi squadrata di una scogliera di oltre 600 metri forma un inaspettato pulpito roccioso. Salire sulle sue vette, sbirciare i precipizi e godersi i panorami circostanti è molto rivelatore.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Safari
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
Bandiere di preghiera a Ghyaru, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 4° – Upper Pisang a Ngawal, Nepal

Da incubo a Dazzle

A nostra insaputa, siamo di fronte a un'ascesa che ci porta alla disperazione. Abbiamo spinto le nostre forze al limite e abbiamo raggiunto Ghyaru dove ci siamo sentiti più vicini che mai all'Annapurna. Il resto della strada per Ngawal sembrava una sorta di estensione della ricompensa.
Incisioni, Tempio di Karnak, Luxor, Egitto
Architettura & Design
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Mushing completo del cane
Aventura
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.
cowboy dell'Oceania, Rodeo, El Caballo, Perth, Australia
Cerimonie e Feste
Perth, Australia

Cowboy dell'Oceania

Il Texas è dall'altra parte del mondo, ma nel paese dei koala e dei canguri non mancano i cowboy. I rodei dell'entroterra ricreano la versione originale e 8 secondi durano non meno nell'Australia occidentale.
Cattedrale di St Paul, Vigan, Asia Hispanica, Filippine
Città
Vigan, Filippine

Vigan, il più ispanico dell'Asia

I coloni spagnoli se ne andarono ma le loro dimore sono intatte e le kalesas circolano. Quando Oliver Stone stava cercando i set messicani per "Born on the 4th of July" li ha trovati in questa ciudad fernandina
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
cibo
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
Intersezione trafficata di Tokyo, Giappone
Cultura
Tokyo, Giappone

La notte infinita della capitale del Sol Levante

Dillo Tokyo non dormire è dire poco. In una delle città più grandi e sofisticate sulla faccia della Terra, il crepuscolo segna solo il rinnovamento della frenetica vita quotidiana. E ci sono milioni delle loro anime che o non trovano posto al sole, o hanno più senso nei cambiamenti "oscuri" e oscuri che seguono.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
metodi di pagamento in viaggio, shopping all'estero
In viaggio
Viaggiare non costa

Il prossimo viaggio, non far volare i tuoi soldi

Non solo il periodo dell'anno e l'anticipo con cui prenotiamo voli, soggiorni, ecc. influiscono sul costo di un viaggio. I metodi di pagamento che utilizziamo in tutte le destinazioni possono fare una grande differenza.
Mattina presto sul lago
Etnico

Nantou, Taiwan

Nel cuore dell'altra Cina

Nantou è l'unica provincia di Taiwan isolata dall'Oceano Pacifico. Chiunque oggi scopra il cuore montuoso di questa regione tende ad essere d'accordo con i navigatori portoghesi che hanno battezzato Taiwan Formosa.

portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Missioni, San Ignacio Mini, Argentina
Storia
San Ignacio Mini, Argentina

Le Impossibili Missioni dei Gesuiti di San Ignacio Mini

nel secolo Nel XNUMX° secolo, i Gesuiti ampliarono un dominio religioso nel cuore del Sud America in cui convertirono gli indiani Guarani in missioni dei Gesuiti. Ma le Corone Iberiche hanno rovinato l'utopia tropicale della Compagnia di Gesù.
Veduta dell'isola di Fa, Tonga, ultima monarchia polinesiana
Isole
Tongatapu, Tonga

L'ultima monarchia polinesiana

Dalla Nuova Zelanda all'Isola di Pasqua e alle Hawaii, nessun'altra monarchia ha resistito all'arrivo degli scopritori e della modernità europei. Per Tonga, per diversi decenni, la sfida è stata quella di resistere alla monarchia.
Rompighiaccio Sampo, Kemi, Finlandia
bianco inverno
Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
Lago Manyara, Parco Nazionale, Ernest Hemingway, Giraffe
Letteratura
PN Lago Manyara, Tanzania

L'Africa preferita di Hemingway

Situato all'estremità occidentale della Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara è uno dei più piccoli ma incantevoli e ricchi di animali selvatici dalla Tanzania. Nel 1933, tra caccia e discussioni letterarie, Ernest Hemingway le dedicò un mese della sua travagliata vita. Raccontati questi avventurosi giorni di safari in "Le verdi colline dell'Africa".
Chiesa della Santa Trinità, Kazbegi, Georgia, Caucaso
Natura
Kazbegi, Georgia

Dio nelle alture del Caucaso

Nel XIV secolo, i religiosi ortodossi si ispirarono a un eremo che un monaco aveva costruito a 4000 m di altitudine e arroccato una chiesa tra la vetta del monte Kazbek (5047 m) e il villaggio ai piedi. Sempre più visitatori affollano questi luoghi mistici ai margini della Russia. Come loro, per arrivarci ci sottomettiamo ai capricci della sconsiderata Georgia Military Road.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Parchi Naturali
Vulcani

montagne di fuoco

Rotture più o meno evidenti nella crosta terrestre, i vulcani possono rivelarsi tanto esuberanti quanto capricciosi. Alcune delle sue eruzioni sono delicate, altre si rivelano annientanti.
Struzzo, Capo di Buona Speranza, Sud Africa
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Capo di Buona Speranza - Capo di Buona Speranza NP, Sud Africa

Ai confini della vecchia fine del mondo

Arrivammo dove la grande Africa cedette ai domini del “Mostrengo” Adamastor ei navigatori portoghesi tremarono come bastoni. Là, dove la Terra era, dopotutto, tutt'altro che finita, le speranze dei marinai di capovolgere il tenebroso Capo furono sfidate dalle stesse tempeste che continuano a imperversare lì.
Visitatori della casa di Ernest Hemingway, Key West, Florida, Stati Uniti
personaggi
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
Magnifiche giornate atlantiche
Spiagge
Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Religione
Lhasa, Tibete

Quando il Buddismo si stanca della meditazione

Non solo con il silenzio e il ritiro spirituale si cerca il Nirvana. Al Monastero di Sera, i giovani monaci perfezionano la loro conoscenza buddista con accesi confronti dialettici e applausi scoppiettanti.
Treno Kuranda, Cairns, Queensland, Australia
Veicoli Ferroviari
Cairns-Kuranda, Australia

Treno per il mezzo della giungla

Costruita a Cairns per salvare i minatori isolati nella foresta pluviale dalla fame a causa delle inondazioni, nel tempo la ferrovia del Kuranda è diventata il pane quotidiano di centinaia di australiani alternativi.
Australia Day, Perth, bandiera australiana
Società
Perth, Australia

Giornata dell'Australia: in onore della Mourning Invasion Foundation

26/1 è una data controversa in Australia. Mentre i coloni britannici lo celebrano con barbecue e tanta birra, gli aborigeni celebrano il fatto di non essere stati completamente spazzati via.
Saksun, Isole Faroe, Streymoy, avviso
Vita quotidiana
Saksun, StreymoyIsole Faroe

Il villaggio faroese che non vuole essere Disneyland

Saksun è uno dei tanti splendidi piccoli villaggi delle Isole Faroe che sempre più estranei visitano. Si distingue per l'avversione ai turisti del suo principale proprietario rurale, autore di ripetute antipatie e attacchi contro gli invasori della sua terra.
femmina e vitello, Grizzly Steps, Katmai National Park, Alaska
Animali selvatici
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.