San Ignacio Mini, Argentina

Le Impossibili Missioni dei Gesuiti di San Ignacio Mini


missioni verdi
Veduta del Mini giardino di San Ignacio.
Lavora nella giungla di Misiones
Caposquadra di una fattoria nella giungla intorno a El Soberbio.
cadute infinite
Sequenza delle cascate superiori sul lato argentino delle cascate dell'Iguazú, dove operavano anche i missionari gesuiti.
cielo di mattoni
La finestra rivela il cielo blu sopra la provincia argentina di Misiones
Illustrazione di vecchie missioni
La pittura recupera com'era la vita nella missione San Ignacio Mini
Lezione di storia
Il gruppo apprende la storia della missione di San Ignacio Mini all'ombra di un albero.
Stelo e capitale
Colonna di una chiesa in rovina di San Ignacio Mini. albero e capitello
compagno di tempo
Un nativo di Misiones beve il tè mate.
Contadino & Capra
Campones de Misiones guida un carro.
facciate
Facciata danneggiata di uno dei più grandi edifici di San Ignacio Mini.
San Ignacio Mini
La figura di San Ignacio, mentore dell'ordine dei Gesuiti, all'ingresso delle rovine intitolate in suo onore.
Frontone
Il frontone di uno degli edifici di San Ignacio Mini. gesuita barocco
nel secolo Nel XNUMX° secolo, i Gesuiti ampliarono un dominio religioso nel cuore del Sud America in cui convertirono gli indiani Guarani in missioni dei Gesuiti. Ma le Corone Iberiche hanno rovinato l'utopia tropicale della Compagnia di Gesù.

Camminiamo attraverso la regione tra i fiumi Paraná e Uruguay, che, in affinità con il duo fluviale della Mezzaluna Fertile, i coloni battezzarono Mesopotamia Argentina.

Stanco di aspettare l'autobus che non si fa più vedere. A disagio a causa del freddo invernale che ha invaso il Cono Meridionale del Sud America, abbiamo preso un altro autobus e ci siamo diretti verso la prossima stazione degli autobus. Lì, siamo tornati a comprare i biglietti per un viaggio che aveva tutto per durare un po'.

Si scurisce visibilmente. Ci siamo rifugiati nell'unico caffè aperto. Abbiamo ordinato una cioccolata calda o qualcosa per farci sentire a nostro agio. “Scusa ma stiamo già chiudendo. Puoi sederti un po' più a lungo, ma non abbiamo niente di tutto questo". garantisce il proprietario, consegnato alle pulizie.

In preda alla disperazione, abbiamo chiesto se ci avrebbero servito il tè mate, che stavamo provando ad assaggiare da tempo. "Non ho più acqua bollente." Rispondici senza vergogna. "volere io terer?? Abbiamo dimenticato la necessità di riscaldare. Invece, abbiamo ceduto alla sfida di un altro degli inevitabili drink da quelle parti.

Tè Nate, Argentina

Un nativo di Misiones beve il tè mate.

Rituale Stimolante Yerba Mate

Come i bambini che provano la birra per la prima volta, siamo delusi dal retrogusto amaro, dalle grandi foglie fluttuanti e dalla temperatura debole della bevanda.

Sappiamo però che stiamo assaporando parte della storia e della cultura della regione. Siamo incoraggiati a insistere. Per qualche ragione, ci sarebbero così tanti argentini e uruguaiani, tra gli altri, che viaggiano con condizioni sotto il braccio e guampa (bombe) Intorno al mondo.

Questo, quando l'infusione non è stata nemmeno creata dai tuoi antenati del Vecchio Mondo.

Si ritiene che gli indiani Guarani consumassero la yerba mate già molto prima dell'arrivo dei primi conquistatori e missionari nei loro territori. Gli indiani hanno presentato il ka'a ai Gesuiti. Questi riconobbero subito il miracolo di forza e vigore concesso dalla caffeina presente nelle foglie.

Era solo uno dei tanti insegnamenti che gli indigeni trasmisero loro. Secondo quanto era normale all'epoca, i religiosi avrebbero presto assunto una posizione di primato in quello che si sarebbe rivelato un lungo e fruttuoso scambio culturale.

Illustrazione, Mini Missioni di San Ignacio, Argentina

La pittura recupera com'era la vita nella missione San Ignacio Mini

La conversione dei Guarani nelle Missioni dei Gesuiti

Intorno al XVII secolo, la Compagnia di Gesù perfezionò una strategia per controllare le popolazioni autoctone benedette dal re Filippo III di Spagna. Il metodo prevedeva di riunire gli indigeni in missione per annullare le loro abitudini nomadi e la loro struttura politica.

In questo modo, a volte sotto l'egida degli stessi cacicchi, si semplificava la loro evangelizzazione, amministrazione e tassazione.

Il metodo iniziò ad essere implementato nell'area dell'attuale Paraguay. È stato esteso alle aree della Bolivia, del Brasile e dello stesso estremo nord-est dell'Argentina che stavamo esplorando.

Sorge quando lasciamo il trasporto alternativo alle porte di San Ignacio Mini, una delle 16 congregazioni che, dal 1607, i Gesuiti fondarono intorno all'Alto Paraná argentino.

L'arrivo anticipato a San Ignacio Mini

Un edificio moderno adatta la struttura della navata di una chiesa, benedetta dalla figura di San Ignacio de Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, che sembra vigilare sulle intenzioni dei visitatori da un'alta nicchia sopra il centro della facciata.

Immagine di San Ignacio Mini, Argentina

La figura di San Ignacio, mentore dell'ordine dei Gesuiti, all'ingresso delle rovine intitolate in suo onore.

All'interno troviamo in esposizione dipinti che recuperano quelli che devono essere stati episodi della vita della congregazione, con indigeni accanto quasi a cattedrali. E i gesuiti in compagnia dei militari.

All'esterno ci imbattiamo in un ampio prato salvato dalla giungla. Presenta le rovine ocra sopravvissute nel tempo, attorno ai resti di un'enorme chiesa.

Mini Missioni di San Ignacio, Argentina

Facciata danneggiata di uno dei più grandi edifici di San Ignacio Mini.

Il vasto Complesso delle Rovine Guarani

Nessun tetto degli edifici eretti in guarani barocco può resistere. Molte delle stanze sono state ricostruite e hanno facciate e frontoni a vista con un aspetto eccentrico di ceramica ecclesiastica.

In uno di essi, il trigramma cristologico de Ihejus pubblicato nel XIV secolo dal predicatore São Bernardino de Sena, il simbolo IHS che Inácio de Loyola ammirò e recuperò per l'ordine.

Frontone San Ignacio Mini Missioni, Argentina

Il frontone di uno degli edifici di San Ignacio Mini. gesuita barocco

Sul lato ovest della chiesa è ancora presente una sequenza di colonne. Uno di loro è stato inghiottito da un fico d'India. Apprendiamo che lo chiamano l'albero dal cuore di pietra.

È più o meno ciò che pensavano i missionari gesuiti degli arcirivali che li attaccavano dall'Oriente, dalle terre costiere dell'Impero portoghese.

Roland Joffe, un regista franco-britannico, è stato uno dei tanti interessati a questo affascinante contesto storico. Negli anni '80 ha creato un'epopea della Palma d'Oro, premiata con l'Oscar per la migliore fotografia e con un posto di rilievo nella memoria cinematografica.

Più tardi, già a Posadas, veniamo interrogati da due fratelli ben disposti e curiosi delle nostre origini. “Oh, sono portoghesi?? Eri tu i cattivi, ricordi? L'approccio ci intriga.

"The Mission": la settima epopea artistica che narra l'epopea delle missioni

"Non ricordo"La missione" ?, di Rodrigo Mendoza?" (nda: personaggio rappresentato da Robert de Niro). Siete stati voi a venire qui per rapire i poveri indigeni.

Come se non bastasse, hanno anche distrutto le riduzioni!” continuano a fare satira con una disinvoltura che mette in imbarazzo la madre al suo fianco ma ci diverte.

Cascate di Iguacu, Argentina

Sequenza delle cascate superiori sul lato argentino delle cascate dell'Iguazú, dove operavano anche i missionari gesuiti.

Secondo la trama girata intorno al Cascate dell'Iguazú, i Gesuiti avevano già convertito gli indigeni e continuarono a formarli in una serie di virtuosismi del Vecchio Mondo come maestria musicale e doti vocali, in grandi cori religiosi.

Con sede a San Paolo, i bandeirantes disdegnavano questi progressi. Rimasero ossessionati dai profitti che gli schiavi garantivano loro e approfittarono del fatto che alcune missioni occupavano territori portoghesi o dubbi per continuare i loro attacchi.

I gesuiti reagirono. Hanno spostato alcune congregazioni nelle terre ispaniche. Con il permesso della corona spagnola e il contributo degli indiani Guarani, crearono milizie di difesa che sconfissero i bandeirantes.

Una volta stabilizzata la sicurezza, le missioni svilupparono un'impressionante organizzazione sociale, del lavoro e militare che garantiva l'autosussistenza e le produzioni di bestiame e yerba mate che i gesuiti trasformavano in reddito.

I loro eserciti divennero potenti. Al punto da vanificare le pretese espansionistiche delle forze portoghesi e gli attacchi dei belligeranti indigeni. Hanno anche sostenuto la corona ispanica contro le prime intenzioni indipendentiste della regione.

Missioni, San Ignacio Mini, Argentina

Il gruppo apprende la storia della missione di San Ignacio Mini all'ombra di un albero.

Il lungo Take There dà qui delle corone portoghesi e spagnole

Nonostante l'utilità strategica delle Missioni, Fernando VI considerava prioritario pacificare il conflitto con i rivali iberici. accettato di cambiare il Piazza Colonia del Sacramento (che aveva cambiato schieramento più volte dalla sua fondazione e che i Guarani l'avevano precedentemente aiutata a conquistare) per circa 500.000 km² tenuti dalla Compagnia di Gesù nel bacino dell'Alto Uruguay.

Nel 1750, il Trattato di Madrid ufficializzò questo scambio. Costrinse sette missioni, ranch appartenenti ad altri cinque e quasi 30.000 Guarani ad accettare la sovranità portoghese oa spostarsi a ovest del fiume.

Colonna delle Missioni di San Ignacio Mini, Argentina

Colonna di una chiesa in rovina di San Ignacio Mini. albero e capitello

Ha anche dato origine alla guerra guaranitica (1754-56) che ha opposto i gesuiti e le forze indigene a portoghesi e spagnoli.

Noi, come naturalmente i fratelli di Posadas, abbiamo ancora ricordato le scene epiche de “La Missione” che mostravano il pentito padre Mendoza, convertito nel capo della resistenza indigena.

Legato a una croce e, precipitato in una delle cascate dell'Iguaçu, al termine di una battaglia che accelerò la più che probabile vittoria delle potenze coloniali.

Recuperiamo facilmente anche la grandiosa colonna sonora che Ennio Morricone creò per mettere in musica quelle immagini.

E la tragica fine delle missioni dei gesuiti

Nel 1759, il marchese di Pombal decise di rimuovere gli ostacoli al suo assolutismo ed espulse la Compagnia di Gesù dal Portogallo.

Otto anni dopo, il re Carlo III promulgò la Pragmática Sanción che ne decretò l'espulsione dai territori spagnoli e decretò la fine del progetto missionario in Sud America.

Missioni San Ignacio Mini, Argentina

La finestra rivela il cielo blu sopra la provincia argentina di Misiones

A quel punto il governatore ispanico di Montevideo sarebbe entrato nella Missione di San Miguel – una delle congregazioni che non conosceva – ed esclamò con furia: “E questo è uno dei popoli che ci ha ordinato di arrenderci ai portoghesi? Questa gente di Madrid deve essere matta!”.

Colonia di Sacramento non fu mai ceduto agli spagnoli. Nel 1761, durante la Guerra dei Sette Anni che seguì, il Trattato di Madrid fu annullato dal Trattato di El Pardo.

Esteros del Iberá, Argentina

Il Pantanal della Pampa

Sulla mappa del mondo, a sud di famosa zona umida brasiliana, emerge una regione allagata poco conosciuta ma quasi altrettanto vasta e ricca di biodiversità. L'espressione guaranì e sarà la definisce “acque splendenti”. L'aggettivo si adatta più della sua forte luminanza.
Colonia Pellegrini, Argentina

Quando la carne è debole

Il sapore inconfondibile della carne argentina è noto. Ma questa ricchezza è più vulnerabile di quanto si possa pensare. La minaccia dell'afta epizootica, in particolare, infiamma le autorità ei produttori.
Colonia di Sacramento, Uruguay

Colonia del Sacramento: l'eredità uruguaiana di una navetta storica

La fondazione della Colónia do Sacramento da parte dei portoghesi ha generato conflitti ricorrenti con i rivali ispanici. Fino al 1828, questa piazza fortificata, oggi sedativa, cambiò lato innumerevoli volte.
Salta e Jujuy, Argentina

Attraverso le Highlands dell'Argentina Deep

Un tour delle province di Salta e Jujuy ci porta alla scoperta di un paese senza segni di pampa. Immerse nella vastità andina, anche queste estremità dell'Argentina nord-occidentale furono perse nel tempo.
Cascate dell'Iguazù/Iguazù, Brasile/Argentina

Il tuono della grande acqua

Dopo un lungo viaggio tropicale, il fiume Iguaçu fa il grande passo. Lì, al confine tra Brasile e Argentina, si formano le cascate più grandi e imponenti sulla faccia della Terra.
Ushuaia, Argentina

L'ultima delle città del sud

Il capoluogo della Terra del Fuoco segna la soglia meridionale della civiltà. Da Ushuaia partono numerose incursioni nel continente ghiacciato. Nessuna di queste avventure mordi e fuggi è paragonabile alla vita nella città definitiva.
Terra di Fuoco, Argentina

Una fattoria alla fine del mondo

Nel 1886 Thomas Bridges, un orfano inglese portato dalla sua famiglia di missionari adottivi negli angoli più remoti dell'emisfero meridionale, fondò l'antica fattoria della Terra del Fuoco. Bridges e i suoi discendenti si sono arresi alla fine del mondo. Oggi, il tuo Estancia harberton è un abbagliante monumento argentino alla determinazione e alla resilienza umana.
Grande Zimbabwe

Grande Zimbabwe, mistero infinito

Tra l'XI e il XIV secolo, i popoli bantu costruirono quella che divenne la più grande città medievale dell'Africa subsahariana. Dal 1500 in poi, con il passaggio dei primi esploratori portoghesi provenienti da Mozambico, la città era già in declino. Le sue rovine, che hanno ispirato il nome dell'attuale nazione dello Zimbabwe, hanno molte domande senza risposta.  
Tulum, Messico

Le rovine Maya più caraibiche

Costruita in riva al mare come un eccezionale avamposto decisivo per la prosperità della nazione Maya, Tulum fu una delle ultime città a soccombere all'occupazione ispanica. Alla fine del XNUMX° secolo, i suoi abitanti l'abbandonarono al tempo ea una costa impeccabile della penisola dello Yucatan.
PN Tayrona, Colombia

Chi protegge i guardiani del mondo?

Gli indigeni della Sierra Nevada de Santa Marta credono che la loro missione sia salvare il Cosmo dai “Fratelli Minori”, che siamo noi. Ma la vera domanda sembra essere: "Chi li protegge?"
Mendoza, Argentina

Viaggio attraverso Mendoza, la grande provincia vinicola argentina

I missionari spagnoli si resero conto, nel XVI secolo, che l'area era destinata alla produzione del “sangue di Cristo”. Oggi la provincia di Mendoza è al centro della più grande regione vinicola dell'America Latina.
El Calafate, Argentina

I Nuovi Gaucho della Patagonia

Intorno a El Calafate, al posto dei soliti pastori a cavallo, incontriamo allevatori equestri gauchos e altri che esibiscono, per la gioia dei visitatori, la vita tradizionale della pampa dorata.
Canale di Beagle, Argentina

Darwin e il Canale di Beagle: Sulla strada per l'evoluzione

Nel 1833 Charles Darwin salpò a bordo della "Beagle" attraverso i canali della Terra del Fuoco. Il suo passaggio attraverso questi confini meridionali ha plasmato la teoria rivoluzionaria da lui formulata della Terra e delle sue specie
Ushuaia, Argentina

Ultima stagione: Fine del mondo

Fino al 1947 i Tren del Fin del Mundo fecero innumerevoli viaggi per far tagliare legna da ardere ai detenuti del carcere di Ushuaia. Oggi i passeggeri sono diversi ma nessun altro treno passa più a sud.
Perito Moreno, Argentina

Il ghiacciaio che resiste

Il riscaldamento dovrebbe essere globale, ma non va dappertutto. In Patagonia alcuni fiumi di ghiaccio resistono, di tanto in tanto l'avanzata del Perito Moreno provoca frane che bloccano l'Argentina
El Chalten, Argentina

L'appello del granito della Patagonia

Due montagne rocciose hanno innescato una disputa sul confine tra Argentina e Cile. Ma questi paesi non sono gli unici contendenti: i monti Fitz Roy e Torre hanno attratto a lungo scalatori irriducibili.
Mendoza, Argentina

Da un lato all'altro delle Ande

Lasciando la città di Mendoza, la strada N7 si perde tra i vigneti, sale ai piedi del monte Aconcagua e attraversa le Ande verso il Cile. Pochi tratti transfrontalieri rivelano l'imponenza di questa salita forzata
Delta dell'Okavango, Non tutti i fiumi raggiungono il mare, Mokoros
Safari
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
Monte Lamjung Kailas Himal, Nepal, Mal di montagna, Mountain Prevent Treat, Viaggi
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Visitatori del Jameos del Agua, Lanzarote, Isole Canarie, Spagna
Architettura & Design
Lanzarote, isole Canarie

A César Manrique ciò che appartiene a César Manrique

Di per sé, Lanzarote sarebbe sempre una Canarie a sé stante, ma è quasi impossibile esplorarla senza scoprire il genio irrequieto e attivista di uno dei suoi figli prodighi. César Manrique è morto quasi trent'anni fa. La prolifica opera che ha lasciato in eredità risplende sulla lava dell'isola vulcanica dove è nato.
Aventura
Viaggi in barca

Per coloro che si stancano di navigare in rete

Sali a bordo e lasciati trasportare da imperdibili gite in barca come l'arcipelago filippino di Bacuit e il mare ghiacciato del Golfo di Botnia finlandese.
Percorso in conflitto
Cerimonie e Feste
Gerusalemme, Israele

Per le strade deliziose della Via Dolorosa

A Gerusalemme, percorrendo la Via Dolorosa, i credenti più sensibili si rendono conto di quanto sia difficile raggiungere la pace del Signore nei vicoli più contesi della faccia della terra.
MALE(E)dive
Città
maschio, Maldive

Le Maldive per davvero

Dall'alto, Malé, la capitale delle Maldive, sembra poco più che un campione di un'isola angusta. Chi lo visita non troverà palme da cocco sdraiate, spiagge da sogno, SPA o piscine a sfioro. Lasciati abbagliare dalla genuina vita quotidiana maldiviana che gli opuscoli turistici omettono.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Efate, Vanuatu, trasferimento a "Congoola/Lady of the Seas"
Cultura
Efate, Vanuatu

L'isola sopravvissuta "Survivor"

Gran parte di Vanuatu vive in uno stato benedetto post-selvaggio. Forse per questo, Reality show in cui competono aspiranti candidati Robinson Crusoe si stabilirono uno dopo l'altro sulla loro isola più accessibile e famigerata. Già un po' stordita dal fenomeno del turismo convenzionale, anche Efate ha dovuto resistergli.
sportivo
concorsi

L'uomo, una specie sempre in prova

È nei nostri geni. Per il piacere di partecipare, per titoli, onore o denaro, i concorsi danno un senso al mondo. Alcuni sono più eccentrici di altri.
Da Chiang Khong a Luang Prabang, Laos, lungo il Mekong
In viaggio
Chiang Hong - Luang Prabang, Laos

Barca lenta, fiume Mekong sotto

La bellezza e il basso costo del Laos sono buoni motivi per navigare tra Chiang Khong e Luang Prabang. Ma questa lunga discesa del fiume Mekong può essere estenuante quanto pittoresca.
Coba, Viaggio alle rovine Maya, Pac Chen, ora Maya
Etnico
Coba a Pac Chen, Messico

Dalle rovine ai Lares Maya

Nella penisola dello Yucatan, la storia del secondo popolo indigeno messicano più grande si intreccia con la loro vita quotidiana e si fonde con la modernità. A Cobá siamo passati dalla cima di una delle sue antiche piramidi al cuore di un villaggio dei nostri tempi.
tunnel di ghiaccio, percorso dell'oro nero, Valdez, Alaska, USA
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Sensazioni vs Impressioni

mar morto, superficie dell'acqua, luogo più basso della terra, israele, riposo
Storia
Mar Morto, Israele

Sopra l'acqua, nelle profondità della Terra

È il luogo più basso della superficie del pianeta e teatro di numerosi racconti biblici. Ma il Mar Morto è speciale anche per la concentrazione di sale che rende la vita impossibile ma sostiene chi vi si bagna.
Vista da Pico Verde a Praia Grande, São Vicente, Capo Verde
Isole
São Vicente, Capo Verde

L'arido bagliore vulcanico di Soncente

Un ritorno a São Vicente rivela un'aridità tanto abbagliante quanto inospitale. Chi la visita rimane sorpreso dalla grandiosità e dall'eccentricità geologica della quarta isola più piccola di Capo Verde.
Corsa di renne, Kings Cup, Inari, Finlandia
bianco inverno
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
Ombra vs Luce
Letteratura
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Levada do Caldeirão Verde, Madeira, Portogallo, altopiani
Natura
Levada do Caldeirao Verde, Madeira, Portogallo

Acqua Sopra, Acqua Sotto

È solo uno degli oltre cento prodigiosi sistemi di canali che gli abitanti di Madeira costruirono per irrigare i raccolti. Il suo scenario verdeggiante, ripido e drammatico fa sì che i visitatori dell'isola scorrano continuamente lungo la levada di Caldeirão Verde.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Isola Principe, São Tomé e Principe
Parchi Naturali
Príncipe, São Tome e Principe

Viaggio al Retiro Nobre sull'Isola del Principe

150 km di solitudine a nord della matriarca São Tomé, l'isola di Príncipe sorge dal profondo Atlantico in un paesaggio brusco e vulcanico di una montagna ricoperta di giungla. A lungo chiusa nella sua natura tropicale mozzafiato e in un passato luso-coloniale contenuto ma commovente, questa piccola isola africana ospita ancora più storie da raccontare che visitatori da ascoltare.
Cattedrale di St Paul, Vigan, Asia Hispanica, Filippine
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Vigan, Filippine

Vigan, il più ispanico dell'Asia

I coloni spagnoli se ne andarono ma le loro dimore sono intatte e le kalesas circolano. Quando Oliver Stone stava cercando i set messicani per "Born on the 4th of July" li ha trovati in questa ciudad fernandina
Ooty, Tamil Nadu, Scenario di Bollywood, Look da rubacuori
personaggi
Ooty, India

Nella cornice quasi ideale di Bollywood

Il conflitto con il Pakistan e la minaccia del terrorismo hanno reso le riprese in Kashmir e Uttar Pradesh un dramma. In Ooty, possiamo vedere come questa ex stazione coloniale britannica abbia assunto il ruolo di primo piano.
Barca e timoniere, Cayo Los Pájaros, Los Haitises, Repubblica Dominicana
Spiagge
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Incisioni, Tempio di Karnak, Luxor, Egitto
Religione
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
mini snorkeling
Società
Isole Phi Phi, Thailandia

Torna a Danny Boyle Beach

Sono passati 15 anni dal debutto del classico autostoppista tratto dal romanzo di Alex Garland. Il film ha reso popolari i luoghi in cui è stato girato. Poco dopo, alcuni di loro scomparvero temporaneamente ma letteralmente dalla mappa, ma oggi la loro controversa fama rimane intatta.
il proiezionista
Vita quotidiana
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
femmina e vitello, Grizzly Steps, Katmai National Park, Alaska
Animali selvatici
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.