Merida, Messico

Il più esuberante di Meridas


passatempi
I conducenti di carrozze si intrattengono mentre aspettano i passeggeri.
maya
Venditori Maya carichi di artigianato che cercano di vendere ai turisti che incontrano a Merida.
Agente Mia
Guardia in servizio nell'edificio storico del cabildo di Mérida.
Yucatec Vaqueria
Momento di ballo di uno spettacolo tradizionale che si tiene nei fine settimana a Mérida.
Notte di Merida
Il traffico costeggia la piazza centrale di Mérida mentre la notte si fa più intensa sulla penisola dello Yucatan.
Merida di tutti i colori
Luminoso edificio coloniale contro il cielo blu dello Yucatan settentrionale.
Vita benedetta
Residenti a Merida di fronte all'imponente cattedrale della città.
Cattedrale sopra Loureiros
Cattedrale di Mérida sopra la "foresta" di alloro della piazza centrale di Mérida.
Colleghi di buon tono
I musicisti riposano nella piazza centrale di Mérida prima di entrare in servizio.
Pittura Mariachi
Il proprietario del negozio rinnova il dipinto della bambola mariachi all'ingresso.
Gelateria mobile
Un residente di Mérida, accanto al carretto dei gelati che rifornisce i passanti in Plaza de Independencia.
La vita sotto i portici
I residenti di Merida camminano all'ombra dei numerosi portici intorno a Plaza de la Independencia.
Merida, città coloniale
Traffico limitato su una delle strade che costeggiano Plaza de la Independencia.
Cattedrale incorniciata
La cattedrale di Mérida vista da un balcone del cabildo, sopra la "foresta" di allori nella piazza centrale di Mérida.
La vita della Garrid di Merida
Polizia e ciclista vicino a una delle lussureggianti mura della città di Merida.
Di seguito la storia di Merida
Cittadino di Merida scende i gradini di un edificio coloniale.
La notte vicina di Merida
Il traffico aggiunge ancora più colore a una strada dall'architettura coloniale a Mérida.
Monumento alla Patria II
Fronte indigeno del Monumento della Patria Messicana.
Monumento alla Patria
Il taxi fa il giro di uno dei monumenti più emblematici di Mérida, quello della Patria Messicana.
Passeggia nella Storia
I passanti passano sotto le vecchie finestre di Merida.
Nel 25 aC i romani fondarono Emerita Augusta, capitale della Lusitania. L'espansione spagnola ha generato altre tre Mérida nel mondo. Delle quattro, la capitale dello Yucatan è la più colorata e vivace, risplendente dell'eredità coloniale ispanica e della vita multietnica.

Provenendo dal Mar dei Caraibi, il fronte freddo che aveva visitato quello strano rigonfiamento messicano cominciava a indebolirsi.

Il proprietario di un negozio saluti da Plaza Grande sapeva benissimo che quando il sole avesse cominciato a entrare attraverso macchie di azzurro cielo non ci sarebbe voluto molto per rivendicare il suo dominio tropicale.

D'accordo, scontento di alcuni segni di invecchiamento precoce della bambola mariachi sulla porta del suo negozio, si armò di barattoli di vernice e pennelli e lo ritoccò alla perfezione.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, pittura mariachi

Il proprietario del negozio rinnova il dipinto della bambola mariachi all'ingresso.

Generata e radicata nel centro-ovest del paese, la tradizione mariachi poco o nulla a che vedere con Mérida o l'isolata penisola dello Yucatan in generale, a parte il fatto che, in termini ufficiali, siamo anche in Messico.

Cancun e il Riviera Maya solo quattro ore di strada.

La maggior parte dei gringo che atterrano nei loro aeroporti e sui lettini di numerosi resort non sanno abbastanza del Messico per rilevare l'incongruenza.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, musicisti

I musicisti riposano nella piazza centrale di Mérida prima di entrare in servizio.

Pochi sono coloro che lasciano la raffinatezza dei bagni di plastica degli hotel e resort dei Caraibi dello Yucatec determinati ad arrivare fino a Merida.

Di norma, il limite della tua esplorazione all'interno dello Yucatan è nel famoso complesso archeologico di Chichén Itzá, ex centro politico ed economico della civiltà Maya, uno dei numerosi gruppi etnici indigeni che compongono la nazione messicana.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Monumento alla Patria

Il taxi fa il giro di uno dei monumenti più emblematici di Mérida, quello della Patria Messicana.

Come Chichén Itzá, il luogo in cui si diffonde oggi Mérida era già un'importante città Maya secoli prima dell'arrivo del conquistatore spagnolo Francisco de Montejo y León (El Mozo) e dei suoi uomini.

La sovrapposizione dei conquistatori spagnoli sui popoli indigeni

Fu nel 1542 che conquistarono T'Hó, una città piena di piramidi da cui i coloni rimossero le pietre accuratamente scolpite dagli indigeni e con loro eressero i propri edifici.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Monumento alla Patria

Fronte indigeno del Monumento della Patria Messicana.

Alcuni storici considerano la messicana Merida la città occupata ininterrottamente più lunga delle Americhe, molto più lunga della villaggio omonimo nel vicino Venezuela, e ce ne sono molti di più delle Filippine.

Preoccupati per le frequenti rivolte degli indiani Maya, i residenti peninsulari e meticci mantennero murate la Merida della penisola dello Yucatan.

Le mura calcaree, i difensori e il vaiolo e altre epidemie portate dal Vecchio Mondo annientano le pretese di riconquista degli indigeni.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Cabildo e transito

Il traffico costeggia la piazza centrale di Mérida mentre la notte si fa più intensa sulla penisola dello Yucatan.

Molti degli edifici coloniali costruiti fino al XIX secolo rimangono intatti nel centro storico, intorno al verdeggiante parco rettangolare di Plaza Grande.

Nell'ora di punta, troppo infernale per il fascino di questo scientifico meritato, un traffico pieno di vecchi Maggiolini rumorosi, gli gira intorno.

Al culmine del caldo, solo pochi veicoli lo attraversano.

Penisola dello Yucatan, città di Merida, Messico, architettura coloniale

Traffico limitato su una delle strade che costeggiano Plaza de la Independencia.

La presenza e la vita Maya nella città coloniale di Mérida

"Signori, non voglio hamacas? “Ci chiede una donna Maya, di statura molto bassa – come quasi tutte – che indossa un abito bianco con bordi ricamati, all'ombra di un albero secolare e in compagnia di alcuni residenti meticci.

Abbiamo dato un'occhiata al suo mucchio multicolore di amache aggrovigliate. Il prodotto non ci seduce. Il venditore scommette sul posticipo della vendita: “Forse più tardi?"

Penisola dello Yucatan, Merida City, Messico, Cabildo, fornitori Maya

Venditori Maya carichi di artigianato che cercano di vendere ai turisti che incontrano a Merida.

Come le sue controparti spagnole, venezuelano e filippina, questa Merida ha una forte origine ispanica ma, dopo gli scontri storici, nessun'altra grande città messicana ospita così tante abitanti Maya come capitale dello stato dello Yucatan (circa il 60% della sua popolazione).

È evidente che, a seguito del lungo primato dei coloni, le attività commerciali stabilite nei principali edifici della città sono cedute al creoli (Abitanti già nati in Messico ma di origine ispanica).

La maggior parte delle donne Maya resta con qualche bancarella nell'enorme mercato locale o pattuglia i luoghi turistici della città con un occhio alle autorità che non sempre perdonano loro le multe dovute per l'illegalità della vendita ambulante.

Il Cabildo Monumentale di Mérida e la vista libera dai suoi balconi

Queste e altre leggi emanano dal cabildo, insediato in un altro elegante edificio secolare sorretto da arcate a volta e da cui sporge un supremo campanile dell'orologio.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, porticato

I residenti di Merida camminano all'ombra dei numerosi portici intorno a Plaza de la Independencia.

Usciamo dall'ombra del giardino, attraversiamo un camminamento giallo e saliamo una scala interna che svela diversi ambienti con sontuosi decori antichi.

Nessuno mette in dubbio la nostra incursione, motivo per cui ci fermiamo solo sul parapetto del lungo balcone dell'edificio.

Da lì, ci siamo goduti la Plaza de la Independencia (nome ufficiale di Plaza Grande).

Lo vediamo sopra il soffitto formato dalle cime di grandi alberi di alloro, trafitto dalla bandiera messicana al centro, dal frontone e dalle torri della Cattedrale e dalle cime di altri edifici quasi altrettanto alti.

Penisola dello Yucatan, città di Merida, Messico, cattedrale

Cattedrale di Mérida sopra la "foresta" di alloro della piazza centrale di Mérida.

Mentre lo facciamo, una troupe in abiti artistici attraversa lo stesso passaggio pedonale che avevamo attraversato e sale al cabildo.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Tour storico

I passanti passano sotto le vecchie finestre di Merida.

L'orgoglio di Meridenho dell'agente di polizia J. Mian

Prima di rientrare al piano terra della città, dall'interno dell'edificio compare l'agente di polizia J. Mian con la missione di controllare la legittimità dell'inaspettato raduno.

Conversazione, conversazione, conversazione, abbiamo finito per includerlo nel nostro servizio fotografico.

Le telecamere non solo non lo intimidiscono né lo preoccupano – cosa rara quando si tratta di un braccio della legge – ma lo rendono visibilmente orgoglioso, posando con le braccia dietro la schiena e i lineamenti induriti.

"Vedere vedere...." ci prega di poter sbirciare il piccolo monitor con l'avidità di un Narciso in uniforme e fuori di sé. "Molto bene, molto bene, io sono l'agente Mian. "

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Agente Mian

Guardia in servizio nell'edificio storico del cabildo di Mérida.

Il trambusto commerciale di Mérida e un nucleo gastronomico previdente

Ad un certo punto il sole era al culmine, il caldo e l'umidità si intensificavano e aggravavano l'inquinamento dei residenti nelle strade intasate di venditori di un po' di tutto.

Siamo passati per un susseguirsi di negozi di scarpe e negozi di abbigliamento, lontani lasciti della rinascita economica degli anni '80 e '90, quando innumerevoli maquiladoras (fabbriche tessili) della zona producevano e vendevano, con ingenti profitti, una vasta gamma di capi di abbigliamento.

Abbiamo girato diversi negozi pieni di ninnoli cinesi e la facciata del mercato municipale di Lucas de Galvez.

Successivamente, saliamo una scalinata e, sul retro, troviamo una terrazza intermedia occupata dagli immancabili mangiatori (piccoli ristoranti) che quasi sempre completano i mercati. Era quello che stavamo cercando.

Penisola dello Yucatan, Merida City, Messico, scala

Cittadino di Merida scende i gradini di un edificio coloniale.

In un lampo, nove o dieci proprietari di piccole imprese hanno lanciato una corsa frenetica per attirare la nostra attenzione ei pesos messicani e ci hanno costretto a scegliere gli otto o nove che avremmo rifiutato. Non abbiamo avuto la pazienza e nemmeno l'energia per confrontare i menu.

Su una parete, un pannello con una piramide e altri motivi Maya dipinti in un kitsch macchiato dal tempo pubblicizzava gli affari di Carmita La Mesticita!

Ecco dove ci sediamo, istigati dalla morbidezza dell'appello del titolare: “Benvenuto signori. Cosa posso servire?” e gustare un rinvigorente pranzo tradizionale meticcio, mentre aspettiamo che il caldo prenda il sopravvento.

Un tassista che chiacchiera con noi è interessato al cibo e alla salute. Testimonia senza alcun timore che i pasti tradizionali yucatechi sono a metà strada verso una lunga vita: “finché non mangi le cazzate che i gringos hanno portato qui, hai tutto per vivere a lungo e bene.

Mio padre ora ha 90 anni. Mia madre ha 80 anni. E due dei miei nonni vivono con più di 100 anni".

Avrai ragione.

La Grande Cattedrale di Mérida e la vita meticcia di Mérida intorno

Al tramonto ci incamminiamo verso Praça de Santa Lucia, palcoscenico di spettacoli musicali e di danza a cui non volevamo mancare.

Lungo la strada, diamo un'occhiata più da vicino alla Cattedrale di Mérida.

Penisola dello Yucatan, città di Merida, Messico, cattedrale

Residenti a Merida di fronte all'imponente cattedrale della città.

A destra della sua porta meridionale, c'è un dipinto di Tutul Xiú, un capo Maya alleato di Francisco de Montejo. Insieme, Montejo e Xiú sconfissero i Cocomes Maya.

Quindi Xiú si convertì a Cristianesimo.

I suoi discendenti vivono ancora a Merida.

Sul lato opposto della strada, scopriamo un'altra scena degna dei tempi dei signori e dei loro vassalli, sebbene ambientata ai nostri giorni.

Il proprietario di una piccola flotta di carrozze colloqui turistici al cellulare, sdraiati sul sedile di uno di loro.

Penisola dello Yucatan, città di Merida, Messico, calesa

I conducenti di carrozze si intrattengono mentre aspettano i passeggeri.

Cinque direttori e assistenti, tutti ugualmente sotto i cappelli dei vaqueros, fanno di lui un'evidente compagnia subordinata seduta nei posti rimanenti e intorno.

Aspettano le istruzioni o l'arrivo dei passeggeri in ritardo e sorridono di gioia quando siamo ossessionati dalla scena pittoresca.

La Vaqueria dello Yucatan

Continuiamo ad allontanarci da Plaza Grande verso Santa Lucia, tra sempre più facciate di grandi case padronali adattate a musei, istituzioni statali o private o attività commerciali eleganti.

Penisola dello Yucatan, Merida City, Messico, edificio coloniale

Luminoso edificio coloniale contro il cielo blu dello Yucatan settentrionale.

Quando siamo arrivati, abbiamo notato il lassismo della puntualità messicana.

Non vediamo alcun segno dello spettacolo che doveva iniziare. Un venditore ambulante installa persino un chiosco di snack.

Due giovani fratelli ci vendono braccialetti e cucchiai artigianali. Poco dopo arrivano i tecnici preposti alla messa a punto del suono e i primi fan del cowboy Yucateca – così si chiama lo spettacolo regolare – determinata a ottenere un posto in prima fila.

Dopo un'ora, il pubblico è composto.

Un presentatore ottantenne ma in ottima forma appare in abiti tipici, in a guayabera, pantaloni bianchi Yucatec ed espadrillas.

Inaugura lo spettacolo e una serie di battute nell'intervallo di ogni esibizione che, popolari e veramente sessiste, provocano risate isteriche tra il pubblico femminile. "Le donne sono come la yerbabuena. Arriba tienen la yerba y abajo la cosa buono“...

Particolarmente importanti erano gli artisti argentini che avevamo incontrato nel cabildo e per le strade della città. Nel mezzo, c'è la declamazione poetica.

Prima della chiusura, si svolgono gli atti che gli spettatori sono più che stanchi di guardare, ma che comunque preferiscono.

Penisola dello Yucatan, Città di Merida, Messico, Cabildo, Yucateca Vaqueria

Momento di ballo di uno spettacolo tradizionale che si tiene nei fine settimana a Mérida.

Conosciamo il folclore regionale frenetico e diversificato dello stato dello Yucatan che è convenzionalmente chiamato cowboy yucatec.

Moda che ha le sue origini nelle feste popolari che i grandi allevatori di bestiame di quelle parti delle Americhe organizzavano, soprattutto prima che i cavalli venissero calzati.

Il compito che ha comportato uno sforzo enorme. Meritava una discreta ricompensa.

Campeche, Messico

200 anni di gioco con la fortuna

Alla fine del XNUMX° secolo, Campechanos si arrese a un gioco introdotto per raffreddare la febbre per i bancomat. Oggi, giocato quasi solo da Abuelitas, un lotteria il posto è poco più che intrattenimento.
izamal, Messico

La città messicana, Babbo Natale, Bela e Amarela

Fino all'arrivo dei conquistatori spagnoli, Izamal era un centro di culto del supremo dio Maya Itzamná e Kinich Kakmó, il sole. A poco a poco, gli invasori hanno raso al suolo le varie piramidi dei nativi. Al suo posto costruirono un grande convento francescano e una prolifica casa coloniale, con lo stesso tono solare in cui risplende la città ora cattolica.
Yucatan, Messico

La legge siderale di Murphy che condannava i dinosauri

Gli scienziati che studiano il cratere causato dall'impatto di un meteorite 66 milioni di anni fa sono giunti a una conclusione radicale: si è verificato esattamente su una sezione del 13% della superficie terrestre soggetta a tale devastazione. È una zona di confine della penisola messicana dello Yucatan che un capriccio dell'evoluzione della specie ci ha permesso di visitare.
Merida, Venezuela

Mérida a Los Nevados: nei confini andini del Venezuela

Negli anni '40 e '50, il Venezuela attirò 400 portoghesi, ma solo la metà rimase a Caracas. A Mérida troviamo luoghi più simili alle origini e all'eccentrica gelateria di un portoportista immigrato.
Merida, Venezuela

La vertiginosa ristrutturazione della funivia più alta del mondo

A partire dal 2010, la ricostruzione della funivia di Mérida è stata eseguita nella Sierra Nevada da intrepidi lavoratori che hanno subito l'entità del lavoro sulla propria pelle.
Pueblos del Sur, Venezuela

I Pauliteiros de Mérida, le loro danze e Co.

Dall'inizio del XVII secolo, con i coloni ispanici e, più recentemente, con gli emigranti portoghesi, usi e costumi ben noti nella penisola iberica e, in particolare, nel nord del Portogallo si sono consolidati nei Pueblos del Sur.
San Cristobal de las Casas a Campeche, Messico

Una staffetta di fede

Equivalente cattolico della sig. di Fatima, Nostra Signora di Guadalupe si muove e muove il Messico. I suoi fedeli si incrociano sulle strade del Paese, determinati a portare la prova della loro fede alla patrona delle Americhe.
Campeche, Messico

Campeche A proposito di Can Pech

Come accadde in tutto il Messico, arrivarono, videro e conquistarono i conquistadores. Can Pech, la città Maya, contava quasi 40 abitanti, palazzi, piramidi e un'architettura urbana esuberante, ma nel 1540 sopravvissero meno di 6 indigeni. Sulle rovine gli spagnoli costruirono Campeche, una delle città coloniali più imponenti delle Americhe.
Tulum, Messico

Le rovine Maya più caraibiche

Costruita in riva al mare come un eccezionale avamposto decisivo per la prosperità della nazione Maya, Tulum fu una delle ultime città a soccombere all'occupazione ispanica. Alla fine del XNUMX° secolo, i suoi abitanti l'abbandonarono al tempo ea una costa impeccabile della penisola dello Yucatan.
Coba a Pac Chen, Messico

Dalle rovine ai Lares Maya

Nella penisola dello Yucatan, la storia del secondo popolo indigeno messicano più grande si intreccia con la loro vita quotidiana e si fonde con la modernità. A Cobá siamo passati dalla cima di una delle sue antiche piramidi al cuore di un villaggio dei nostri tempi.
San Cristobal de Las Casas, Messico

La dolce casa della coscienza sociale messicana

Maya, di razza mista e ispanica, zapatista e turistica, rurale e cosmopolita, San Cristobal ha le mani piene. In esso, i visitatori zaino in spalla e gli attivisti politici messicani ed espatriati condividono la stessa richiesta ideologica.

Città del Messico, Messico

anima messicana

Con oltre 20 milioni di abitanti in una vasta area metropolitana, questa megalopoli segna, dal suo nucleo zocalo, il polso spirituale di una nazione da sempre vulnerabile e drammatica.

Campeche, Messico

Un Bingo così divertente che giochi con le bambole

Il venerdì sera, un gruppo di signore occupa i tavoli del Parque Independencia e scommette sulle sciocchezze. I piccoli premi escono in combinazioni di gatti, cuori, comete, maracas e altre icone.
Champoton, Messico

Rodeo sotto i sombreri

Champoton, a Campeche, ospita una fiera in onore della Virgén de La Concepción. o rodeo Il messicano sotto i sombreri locali rivela l'eleganza e l'esperienza dei cowboy della regione.
Yucatan, Messico

La fine della fine del mondo

Il giorno annunciato passò ma la fine del mondo insistette per non arrivare. In America Centrale, i Maya di oggi osservavano e sopportavano increduli tutta l'isteria attorno al loro calendario.
Uxmal, Yucatan, Messico

La capitale Maya che si è accumulata fino al collasso

Il termine Uxmal significa costruito tre volte. Nella lunga epoca preispanica della disputa nel mondo Maya, la città ebbe il suo apogeo, corrispondente alla sommità della Piramide dell'Indovina nel suo cuore. Sarà stato abbandonato prima della conquista spagnola dello Yucatan. Le sue rovine sono tra le più intatte della penisola dello Yucatan.
Copper Canyon, Chihuahua, Messico

Il profondo Messico delle Barrancas del Cobre

Senza preavviso, gli altopiani del Chihuahua lasciano il posto a infiniti burroni. Sessanta milioni di anni geologici li hanno scavati e li hanno resi inospitali. Gli indigeni Rarámuri continuano a chiamarli a casa.
Cantra a Los Mochis, Messico

Barrancas de Cobre, Ferrovia

Il rilievo della Sierra Madre Occidental ha trasformato il sogno in un incubo di costruzione durato sei decenni. Nel 1961, finalmente, il prodigioso Ferrovia Chihuahua al Pacifico era aperto. I suoi 643 km attraversano alcuni dei paesaggi più spettacolari del Messico.
chihuahua, Messico

Oh Chihuahua!

I messicani adattarono l'espressione come una delle loro espressioni preferite di sorpresa. Quando scopriamo la capitale dell'omonimo stato del Nordovest, lo esclamiamo spesso.
Chichen Itza, Yucatan, Messico

Ai margini del Cenote, nel cuore della civiltà Maya

Tra il IX e il XIII secolo d.C., Chichen Itza si distinse come la città più importante della penisola dello Yucatan e del vasto impero Maya. Se la conquista spagnola ne ha accelerato il declino e l'abbandono, la storia moderna ha consacrato le sue rovine a Patrimonio dell'Umanità e Meraviglia del Mondo.
Delta dell'Okavango, Non tutti i fiumi raggiungono il mare, Mokoros
Safari
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
Aurora illumina la Pisang Valley, Nepal.
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 3°- Upper Pisang, Nepal

Un'inaspettata alba nevosa

Ai primi accenni di luce, la vista del manto bianco che aveva ricoperto durante la notte il paese ci abbaglia. Con una delle escursioni più dure sul circuito dell'Annapurna in vista, abbiamo posticipato la partenza il più a lungo possibile. Infastiditi, abbiamo lasciato Upper Pisang per Ngawal quando l'ultima neve se n'era andata.
Giardino scultoreo, Edward James, Xilitla, Huasteca Potosina, San Luis Potosi, Messico, Cobra dos Pecados
Architettura & Design
Xilitla, San Luis Potosì, Messico

Il Delirio Messicano di Edward James

Nella foresta pluviale di Xilitla, la mente irrequieta del poeta Edward James ha gemellato un eccentrico giardino domestico. Oggi, Xilitla è lodata come un Eden del surreale.
Alture tibetane, mal di montagna, trattamento per la prevenzione della montagna, viaggi
Aventura

Mal di montagna: non male. Fa schifo!

Quando si viaggia, a volte ci troviamo di fronte alla mancanza di tempo per esplorare un luogo tanto imperdibile quanto elevato. La medicina e le precedenti esperienze con la malattia da altitudine impongono di non rischiare di salire in fretta.
Isola di Miyajima, Shintoismo e Buddismo, Giappone, Porta dell'Isola Santa
Cerimonie e Feste
Miyajima, Giappone

Shintoismo e buddismo al gusto delle maree

I visitatori del tori di Itsukushima ammirano una delle tre ambientazioni più venerate del Giappone. Nell'isola di Miyajima, la religiosità giapponese si fonde con la Natura e si rinnova con il flusso del Mare Interno di Seto.
Patriota marzo
Città
Taiwan

Bello ma non sicuro

I navigatori portoghesi non potevano immaginare l'imbroglio riservato a Formosa. Quasi 500 anni dopo, anche se non è sicura del suo futuro, Taiwan è fiorente. Da qualche parte tra indipendenza e integrazione nella grande Cina.
Cibo della capitale asiatica di Singapore, Basmati Bismi
cibo
Singapore

La capitale asiatica del cibo

C'erano 4 gruppi etnici a Singapore, ognuno con la propria tradizione culinaria. A ciò si aggiunse l'influenza di migliaia di immigrati ed espatriati su un'isola grande la metà di Londra. Si è affermata come la nazione con la più grande diversità gastronomica d'Oriente.
Obeso residente a Tupola Tapaau, una piccola isola delle Samoa occidentali.
Cultura
Tonga, Samoa Occidentali, Polinesia

Pacifico XXL

Per secoli, gli indigeni delle isole polinesiane sono vissuti per terra e per mare. Fino all'intrusione delle potenze coloniali e alla successiva introduzione di grossi pezzi di carne, fast food e le bevande zuccherate hanno generato una piaga di diabete e obesità. Oggi, mentre gran parte del PIL nazionale di Tonga, Samoa Occidentali e i vicini si sprecano con questi “veleni occidentali”, i pescatori riescono a malapena a vendere il loro pesce.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
Devils Marbles, da Alice Springs a Darwin, Stuart hwy, Top End Way
In viaggio
Alice Springs a Darwin, Australia

Stuart Road, sulla strada per il Top End australiano

Do Red Center fino al tropicale Top End, la Stuart Highway corre per oltre 1.500 chilometri solitari attraverso l'Australia. Lungo il percorso, il Territorio del Nord cambia radicalmente aspetto ma rimane fedele alla sua anima ruvida.
Passage, Tanna, Vanuatu in Occidente, Meet the Natives
Etnico
Tanna, Vanuatu

Da qui Vanuatu è stato portato in Occidente

Lo show televisivo "Soddisfare , il nativi” ha portato i rappresentanti tribali di Tanna a visitare la Gran Bretagna e gli Stati Uniti Visitando la loro isola, ci siamo resi conto del perché niente li entusiasmava di più del tornare a casa.
arcobaleno nel Grand Canyon, un esempio di luce fotografica prodigiosa
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 1)

E c'era Luce sulla Terra. Sapere come usarlo.

Il tema della luce in fotografia è inesauribile. In questo articolo, ti diamo alcune nozioni di base sul suo comportamento, per cominciare, solo e solo in termini di geolocalizzazione, ora del giorno e anno.
Chania Creta Grecia, porto veneziano
Storia
Chania, Creta, Grecia

Chania: dal tramonto della storia di Creta

Chania era minoica, romana, bizantina, araba, veneziana e ottomana. È arrivata nell'attuale nazione ellenica come la città più seducente di Creta.
Vanuatu, crociera a Wala
Isole
Wala, Vanuatu

Cruzeiro à Vista, la Fiera Settles Arraiais

In gran parte di Vanuatu, i giorni dei "nobili selvaggi" del popolo sono alle spalle. In tempi incompresi e trascurati, il denaro ha guadagnato valore. E quando le grandi navi con i turisti arrivano al largo di Malekuka, i nativi si concentrano su Wala e sulla fatturazione.
Chiesa della Santa Trinità, Kazbegi, Georgia, Caucaso
bianco inverno
Kazbegi, Georgia

Dio nelle alture del Caucaso

Nel XIV secolo, i religiosi ortodossi si ispirarono a un eremo che un monaco aveva costruito a 4000 m di altitudine e arroccato una chiesa tra la vetta del monte Kazbek (5047 m) e il villaggio ai piedi. Sempre più visitatori affollano questi luoghi mistici ai margini della Russia. Come loro, per arrivarci ci sottomettiamo ai capricci della sconsiderata Georgia Military Road.
Baie d'Oro, Ile des Pins, Nuova Caledonia
Letteratura
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
Cilaos, Isola della Riunione, Casario Piton des Neiges
Natura
Cilaos, Reunion Island

Rifugio sotto il tetto dell'Oceano Indiano

Cilaos appare in una delle antiche caldere verdi dell'isola della Riunione. Inizialmente era abitato da schiavi fuggiaschi che credevano che sarebbero stati al sicuro a quell'estremità del mondo. Una volta reso accessibile, né la posizione remota del cratere impediva il rifugio di un villaggio ora peculiare e lusingato.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Terrazze di Sistelo, Serra do Soajo, Arcos de Valdevez, Minho, Portogallo
Parchi Naturali
Sistelo, Peneda-Gerês, Portogallo

Dal “Piccolo Tibet portoghese” alle Fortezze di Mais

Lasciamo le scogliere di Srª da Peneda, ci dirigiamo ad Arcos de ValdeVez e ai villaggi che un erroneo immaginario ha chiamato Piccolo Tibet portoghese. Da questi villaggi terrazzati si passa ad altri famosi per custodire, come tesori d'oro e sacri, le spighe che raccolgono. Il percorso stravagante rivela la natura splendente e la fertilità verde di queste terre di Peneda-Gerês.
Angel Falls, fiume che cade dal cielo, Angel Falls, PN Canaima, Venezuela
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
P.N. Canaima, Venezuela

Kerepakupai, Angel Jump: Il fiume che cade dal cielo

Nel 1937, Jimmy Angel fece atterrare un aereo su un altopiano sperduto nella giungla venezuelana. L'avventuriero americano non trovò l'oro ma conquistò il battesimo della cascata più lunga sulla faccia della Terra
Coppia in visita a Mikhaylovskoe, il villaggio dove lo scrittore Alexander Pushkin aveva una casa
personaggi
San Pietroburgo e Michaylovskoe, Russia

Lo scrittore che ha ceduto alla sua stessa trama

Alexander Pushkin è lodato da molti come il più grande poeta russo e il fondatore della moderna letteratura russa. Ma Pushkin ha anche dettato un epilogo quasi tragicomico alla sua vita prolifica.
Lancio netto, isola di Ouvéa-Ilhas Lealdade, Nuova Caledonia
Spiagge
Ouvea, Nuova Caledonia

Tra lealtà e libertà

La Nuova Caledonia ha sempre messo in discussione l'integrazione nella lontana Francia. Sull'isola di Ouvéa, arcipelago di Lealdade, troviamo una storia di resistenza ma anche nativi che prediligono la cittadinanza e i privilegi francofoni.
Processione ortodossa
Religione
Suzdal, Russia

Secoli di devozione a un devoto monaco

Eutimio era un asceta russo del XIV secolo che si diede anima e corpo a Dio. La sua fede ha ispirato la religiosità di Suzdal. I fedeli della città lo venerano come il santo che è diventato.
Composizione ferroviaria Flam sotto una cascata, Norvegia
Veicoli Ferroviari
nesbyen a Flamm, Norvegia

Ferrovia Flam: la Norvegia sublime dalla prima all'ultima stazione

Su strada ea bordo della Flam Railway, su una delle linee ferroviarie più ripide del mondo, raggiungiamo Flam e l'ingresso del Sognefjord, il più grande, il più profondo e il più venerato dei fiordi della Scandinavia. Dal punto di partenza all'ultima stazione, questa Norvegia che abbiamo svelato è monumentale.
Società
Professioni Ardue

Il pane impastato dal diavolo

Il lavoro è essenziale per la maggior parte delle vite. Ma alcuni lavori impongono un livello di sforzo, monotonia o pericolo di cui solo pochi eletti sono capaci.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Leone, elefanti, PN Hwange, Zimbabwe
Animali selvatici
PN Hwange, Zimbabwe

L'eredità del defunto leone Cecil

Il 1 luglio 2015, Walter Palmer, dentista e cacciatore di trofei del Minnesota, ha ucciso Cecil, il leone più famoso dello Zimbabwe. Il massacro ha generato un'ondata virale di indignazione. Come abbiamo visto in PN Hwange, quasi due anni dopo, i discendenti di Cecil stanno prosperando.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.