Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista


il proiezionista
Gerard Pierre tiene un animale domestico felino Sainte-Luce.
baia di pesca
Tradizionali barche da pesca nella tranquilla baia di fronte al villaggio.
Gesù di bambù
Adesivo di una bevanda stimolante sessuale accanto a un'iscrizione religiosa, sul lungomare di Sainte-Luce.
politica
Un residente partecipa a un dibattito con l'ex presidente francese Nicholas Sarkozy.
stella del giorno
Il nome pomposo di una delle barchette ormeggiate a Sainte-Luce.
Famiglia felice
Louisy Belina, madre nativa, Ayleen, la sua vera figlia e la sua bambina bambola.
Caraibi di tutti i colori
Coloratissimi pescherecci allineati nella baia di Sainte-Luce.
ricovero auto
Gerard Pierre al volante della sua Mercedes 190 D.
al gusto delle onde
Coppia su una terrazza quasi in acqua.
Biere Lorena
Una pila di casse di birra aggiunge ancora più colore alla già sgargiante baia di Sainte-Luce
Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.

Percorriamo le tortuose strade secondarie della Martinica.

Sulla costa meridionale, abbiamo deciso di fare una deviazione e di dare un'occhiata a un villaggio di pescatori chiamato Sainte-Luce.

La giornata è rimasta grigia, quasi piovosa. Quando ci siamo imbattuti nella baia, abbiamo notato che i dipinti allegri dei pescherecci e le baracche dei magazzini del paese le davano una vivacità inaspettata.

Gérard Pierre rimane colpito quando ci vede in attesa su un balcone con un'auto semiaperta nelle immediate vicinanze. Senza nient'altro da fare, il nativo lascia il rifugio solitario della sua Mercedes 190D e si avvicina a noi. “Hai anche problemi meccanici? Ho usato questo solo per un po' per sedermi e riposare. Devi andare in officina ma mi chiedono 50 euro in anticipo… con il mio pensionamento non potrò averlo a breve”.

Gli abbiamo chiesto cosa stesse facendo. Ci dice che aveva da poco smesso di lavorare sugli impianti elettrici. Bastano pochi istanti per renderci conto di quanto sia stato difficile per lui dimenticare un passato più lontano del suo cinefilo. “Ho disegnato i più grandi attori del mondo lì nella stanza di Rivière Pilote.

il proiezionista

Gerard Pierre tiene un animale domestico felino Sainte-Luce.

Gerárd Pierre: da Sconosciuto a Enciclopedia del cinema

Se Jacques Conrad – abbiamo scoperto in seguito che era un ricco uomo d'affari della vicina isola di Guadalupa – non l'avesse trasformato in un misero parcheggio, forse lo farebbe ancora oggi.

Non puoi immaginare la quantità di film che ho passato lì. Conosco a memoria le canzoni di quasi tutti, e ricordo ancora molti dei dialoghi” si sfoga con disgusto, e poi annuncia numerosi nomi francesi dei classici lì mostrati, anche dei suoi protagonisti.

La conversazione porta alla conversazione, Gérard riassume anche l'evoluzione dell'era dello schermo quadrato, dai film in bianco e nero con audio dal vivo al Technicolor panoramico che usava in abbondanza mentre era attivo.

Presto, inizia a mettere in sequenza più titoli francesi di film piratati ma anche di western, romanzi, lungometraggi di guerra e spionaggio, commedie e drammi, con o senza sequel: “La Filibustière des Antilles” (“La regina dei pirati”), “Sinbad, Le Marin” (“Sinbad il marinaio”), “Le Massacre de Fort Apache” (“Fort Apache”), “L'Homme des Vallées Perdues” (“Shane”).

E così via. L'elenco è tanto meccanico e malinconico quanto infinito.

Ogni volta che gli facciamo una domanda, Gérard non vede l'ora di tornare alla lista dei film. Per aver recuperato alcuni dei suoi protagonisti e momenti. osiamo ancora una volta rompere lo stallo.

Una testimonianza inesauribile dell'età del cinema classico

In una di queste rare occasioni, Gérard ci racconta di aver lavorato in tre sessioni: a mezzogiorno, alle 6 e alle 9. “comunque le stanze erano sempre piene e non proprio silenziose”.

Cogli l'occasione per ridere dei caotici vecchi tempi del tuo cinema. E continua a ricordarlo, guidato dalle domande che gli poniamo.

“Le persone non solo hanno parlato, ma hanno applaudito le scene più emozionanti dei film. Era davvero eccitato. Comprarono la Coca-Cola e la bevvero con arachidi e pistacchi serviti in cannucce di carta. L'alcol era proibito. Quando la sessione era finita, il pavimento era quasi sempre sporco. Avevamo bisogno di pulire tutto più e più volte".

Una volta completata la rievocazione del suo piacevole passato, lo splendore de "Le Train Sifflerá Trois Fois" ("Il bip del treno tre volte") invade la mente dell'ex proiezionista, un'epopea Occidentale con Gary Cooper e Grace Kelly.

La canzone di questo lungometraggio da cowboy aveva sempre commosso Gérard. Ed è con piacere, evidenti difetti di tono e oltre l'emissione Martinica della sua autoradio che ci canta”Se anche tu te ne sei andato, mi hai abbandonato”, il tema francofono del generico.

ricovero auto

Gerard Pierre al volante della sua Mercedes 190 D.

I testi gli rinfrescano ancora una volta la memoria. Non appena finisce di cantare, ripete il motto introduttivo che "a quel tempo c'erano tanti film". Recupera poi “Rio Bravo”, con John Wayne e altri successi hollywoodiani con il duo Lone Ranger e Tonto, tra gli altri.

Proiezioni mancanti e vecchi successi di Hollywood

Gli abbiamo chiesto se seguisse i film più moderni. Gérard quasi esce dal finestrino della vecchia Mercedes. “Se proprio vuoi saperlo, da quando ho smesso di lavorare e sono scomparsi i vecchi teatri, il cinema non mi ha detto più niente.

Per fortuna nel frattempo dal Metropolis arriveranno due miei compagni. Mi hanno detto che avevano filmato tutti questi film che erano stati proiettati qui prima. Vieni a trovarmi uno di questi giorni. Mi passeranno accanto".

Questa prospettiva serve anche come pretesto per qualche minuto in più per elencare i titoli che sperava di ricevere da amici e recensire. Cessa solo quando lo interroghiamo sulla sua attività post-proiezionista, di elettricista.

baia di pesca

Tradizionali barche da pesca nella tranquilla baia di fronte al villaggio.

Il sole fa capolino tra le nuvole per la prima volta dall'alba. Dobbiamo porre fine alla socializzazione per dare un'attenzione fotografica alla colorata baia di Sainte-Luce, niente a che fare con l'isola di Santa Lucia, un vicino meridionale della Martinica.

Di fronte all'imminenza dell'addio, Gérard reagisce e riprende il suo discorso cinematografico.

Facciamo fatica ad abbandonarlo alla solitudine automobilistica e nostalgica a cui sembrava destinato.

Invece, gli abbiamo detto che, in Portogallo, abbiamo ancora guardato questi classici più vecchi di tanto in tanto, alla Cinemateca de Lisboa, ma che non è stato molto spesso a causa della profusione di nuovi film a cui ora abbiamo accesso, anche a quelli di Bollywood rivale indiano.

E il già molto vecchio overlay TV, ovviamente.

stella del giorno

Il nome pomposo di una delle barchette ormeggiate a Sainte-Luce.

Alla scoperta della Sainte Luce dei nostri giorni

Vi ringraziamo per la vostra gentilezza e vi lasciamo con un sincero arrivederci a presto. Non pensavamo nemmeno di rimanere a lungo nella parte umile del villaggio sottostante, anche se Gérard sarebbe uscito di lì così presto.

Nella baia principale di Sainte-Luce, gironzoliamo sul lungomare tra le bancarelle di un mercato del pesce chiuso, o i mini-bar che vendono rum planteur e altre specialità martinicane più popolari.

politica

Un residente partecipa a un dibattito con l'ex presidente francese Nicholas Sarkozy.

Più avanti, all'interno di un caffè insolito, tre o quattro residenti guardano un'intervista televisiva con l'allora pomposo presidente Nicholas Sarkozy.

Abbiamo guardato un po' della trasmissione attraverso la finestra. E anche le reazioni di quei clienti antillesi ai suoi ultimi demagoghi.

Non ci è voluto molto per abbandonare la politica.

Nelle vicinanze, giriamo intorno a una baracca dipinta di giallo e rosso, anch'essa decorata con un adesivo sfacciato di una bevanda promossa nella regione come sessualmente stimolante, il "Bambù".

Nella pubblicità indossata dal sole, una donna caraibica in bikini reggeva un bastone verde della pianta.

Gesù di bambù

Adesivo di una bevanda stimolante sessuale accanto a un'iscrizione religiosa, sul lungomare di Sainte-Luce.

Dall'altro lato della struttura, Louisy Belina, una madre nativa, gioca con Ayleen, la sua vera figlia e la sua bambola-figlia che interpreta il suo piccolo. Ci fermiamo per qualche minuto a parlare con loro due.

Inaspettatamente, prima di lasciare Sainte-Luce siamo ancora dotati di un'immagine degna del settimo art.

Al riparo nella privacy di una spianata deserta e senza pretese, nascosta sotto alberi di cocco sdraiati e altre tettoie tropicali, una coppia discute e si scambia pacifiche carezze, mentre il Mar dei Caraibi avanza dolcemente e si ritira sulla sabbia vulcanica e quasi accarezza i loro piedi.

al gusto delle onde

Coppia su una terrazza quasi in acqua.

Siamo tornati alla macchina volendo descriverla a Gérard, per chiedergli se pensava che fosse degna di essere proiettata.

Contrariamente a quanto ci aspettavamo, quando siamo saliti al belvedere dove avevamo vissuto con lui, la Mercedes 190D è rimasta nello stesso posto. Gérard aveva lasciato la scena.

Ooty, India

Nella cornice quasi ideale di Bollywood

Il conflitto con il Pakistan e la minaccia del terrorismo hanno reso le riprese in Kashmir e Uttar Pradesh un dramma. In Ooty, possiamo vedere come questa ex stazione coloniale britannica abbia assunto il ruolo di primo piano.
Spettacoli

Il mondo in scena

In tutto il mondo, ogni nazione, regione o città e persino quartiere ha la sua cultura. Quando si viaggia, niente è più gratificante che ammirarli, dal vivo e in loco, che li rende unici.
Monument Valley, EUA

Indiani o Cowboy?

I produttori iconici di western come John Ford hanno immortalato quello che è il più grande territorio dei nativi americani negli Stati Uniti. Oggi, nella Navajo Nation, i Navajo vivono anche nei panni di vecchi nemici.
Isola Robinson Crusoe, Cile

Alexander Selkirk: Nella pelle del vero Robinson Crusoe

L'isola principale dell'arcipelago Juan Fernández ospitava pirati e tesori. La sua storia era fatta di avventure come quella di Alexander Selkirk, il marinaio abbandonato che ha ispirato il romanzo di Dafoe.
Guadalupe, Antille Francesi

Guadalupa: un delizioso Caraibi, in Butterfly Counter-Effetto

La Guadalupa ha la forma di una falena. Basta un giro delle Antille per capire perché la popolazione è guidata dal motto Pas Ni Problem e alza il numero minimo di onde, nonostante le tante battute d'arresto.
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Ogimashi, Giappone

Un Giappone storico-virtuale

"Higurashi no Naku Koro ni” è stata una serie di giochi per computer e di animazione giapponese di enorme successo. A Ogimashi, villaggio di Shirakawa-Go, viviamo con un gruppo di kigurumi dei loro personaggi.
Saint-Pierre, Martinique

La città che risorge dalle ceneri

Nel 1900, la capitale economica delle Antille era invidiata per la sua raffinatezza parigina, finché il vulcano Pelée non la carbonizzò e la seppellì. Più di un secolo dopo, Saint-Pierre si sta ancora rigenerando.
Fort-de-France, Martinique

Libertà, Bipolarità e Tropicalità

Nella capitale della Martinica si conferma un'affascinante estensione caraibica del territorio francese. Lì, i rapporti tra i coloni ei discendenti indigeni degli schiavi danno ancora origine a piccole rivoluzioni.
Martinique, Antille Francesi

Baguette caraibiche sotto il braccio

Vaghiamo per la Martinica con la stessa libertà dell'Euro e le bandiere tricolori sventolano sovrane. Ma questo pezzo di Francia è vulcanico e lussureggiante. Appare nel cuore insulare delle Americhe e ha un delizioso sapore d'Africa.
Jabula Beach, Kwazulu Natal, Sud Africa
Safari
Santa Lucia, Sud Africa

Un'Africa selvaggia come Zulu

All'eminenza della costa del Mozambico, la provincia del KwaZulu-Natal ospita un inaspettato Sud Africa. Spiagge deserte costellate di dune, vasti estuari e colline ricoperte di nebbia riempiono questa terra selvaggia bagnata anche dall'Oceano Indiano. È condiviso dai sudditi della sempre orgogliosa nazione Zulu e da una delle faune più prolifiche e diversificate del continente africano.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Architettura & Design
Fortezze

Il mondo da difendere – Castelli e fortezze che resistono

Sotto la minaccia dei nemici dalla fine dei tempi, i capi dei villaggi e delle nazioni hanno costruito castelli e fortezze. Un po' ovunque, monumenti militari come questi continuano a resistere.
Totem, villaggio di Botko, Malekula, Vanuatu
Aventura
Malekula, Vanuatu

Cannibalismo di carne e ossa

Fino all'inizio del XX secolo, i mangiatori di uomini banchettavano ancora nell'arcipelago di Vanuatu. Nel villaggio di Botko scopriamo perché i coloni europei avevano così paura dell'isola di Malekula.
Controllo corrispondenza
Cerimonie e Feste
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Matrimoni a Jaffa, Israele,
Città
Jaffa, Israele

Dove Tel Aviv si stabilisce sempre a festeggiare

Tel Aviv è famosa per la notte più intensa del Medio Oriente. Ma se i vostri ragazzi si divertono fino allo sfinimento nei locali della costa mediterranea, è sempre più nella vicina Vecchia Giaffa che si sposano.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Indiano incoronato
Cultura
Pueblos del Sur, Venezuela

Per alcuni Trás-os-Montes in Venezuela in Fiesta

Nel 1619, le autorità di Mérida dettarono l'insediamento del territorio circostante. Dall'ordine sono derivati ​​19 villaggi remoti, che abbiamo trovato dediti a celebrazioni con caretos e pauliteiros locali.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Las Cuevas, Mendoza, attraverso le Ande, Argentina
In viaggio
Mendoza, Argentina

Da un lato all'altro delle Ande

Lasciando la città di Mendoza, la strada N7 si perde tra i vigneti, sale ai piedi del monte Aconcagua e attraversa le Ande verso il Cile. Pochi tratti transfrontalieri rivelano l'imponenza di questa salita forzata
Residente a Dali, Yunnan, Cina
Etnico
Dali, Cina

La Cina surrealista di Dalì

Immersa in una magica cornice lacustre, l'antica capitale del popolo Bai è rimasta, fino a qualche tempo fa, un rifugio per la comunità di viaggiatori zaino in spalla. I cambiamenti sociali ed economici di Cina ha incoraggiato l'invasione dei cinesi per scoprire l'angolo sud-ovest della nazione.
Tramonto, Viale dei Baobab, Madagascar
Portfolio fotografico Got2Globe

Giorni come tanti altri

Frederikstad-Saint-Croix-America-Vergine-Isole-Libertà
Storia
Frederiksted, Saint Croix, Isole Vergini Americane

La città dell'emancipazione delle Indie occidentali danesi

Se Christiansted si affermò come capitale e principale centro commerciale dell'isola di Saint Croix, la “sorella” della parte sottovento, Frederiksted ebbe il suo apogeo di civiltà quando ci fu la rivolta e la successiva liberazione degli schiavi che assicurarono la prosperità della colonia.
Roça Bombaim, Roça Monte Café, isola di São Tomé, bandiera
Isole
Centro São Tomé, São Tome e Principe

Da Roça a Roça, verso il Cuore Tropicale di São Tomé

Sulla strada tra Trindade e Santa Clara, ci imbattiamo nel terrificante passato coloniale di Batepá. Passando per i campi Bombaim e Monte Café, la storia dell'isola sembra essersi diluita nel tempo e nell'atmosfera intrisa di clorofilla della giungla santomea.
Cavalli sotto bufera di neve, Islanda Fuoco senza fine dell'isola di neve
bianco inverno
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Letteratura
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Natura
ghiacciai

Pianeta blu-ghiacciato

Si formano ad alte latitudini e/o altitudini. In Alaska o in Nuova Zelanda, in Argentina o in Cile, i fiumi di ghiaccio sono sempre impressionanti visioni di una Terra tanto gelida quanto inospitale.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Van a Jossingfjord, Magma Geopark, Norvegia
Parchi Naturali
Magma Geoparco, Norvegia

Un qualcosa di lunare Norvegia

Se tornassimo ai confini geologici del tempo, troveremmo la Norvegia sudoccidentale piena di enormi montagne e un magma fiammeggiante che i ghiacciai successivi avrebbero plasmato. Gli scienziati hanno scoperto che il minerale predominante è più comune sulla Luna che sulla Terra. Molti degli scenari che abbiamo esplorato nel vasto Magma Geopark della regione sembrano presi dal nostro grande satellite naturale.
New Orleans Louisiana, prima linea
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
New Orleans, Louisiana, EUA

La Musa del Grande Sud Americano

New Orleans si distingue dal contesto conservatore americano come difensore di tutti i diritti, talenti e irriverenza. Un tempo francese, francesizzata per sempre, la città del jazz ispira nuovi ritmi contagiosi, la fusione di etnie, culture, stili e sapori.
Monumento a Heroes Acre, Zimbabwe
personaggi
Harare, zimbabwe

L'ultimo sonaglio del surreale Mugabué

Nel 2015, la first lady dello Zimbabwe Grace Mugabe disse che il presidente, allora 91enne, avrebbe governato fino all'età di 100 anni, su una sedia a rotelle speciale. Poco dopo, iniziò a insinuarsi nella sua successione. Ma nei giorni scorsi i generali hanno finalmente accelerato la rimozione di Robert Mugabe che hanno sostituito con l'ex vicepresidente Emmerson Mnangagwa.
Vista aerea di Moorea
Spiagge
Moorea, Polinesia Francese

La sorella polinesiana che qualsiasi isola vorrebbe avere

A soli 17 km da Tahiti, Moorea non ha una sola città e ospita un decimo degli abitanti. I tahitiani osservano il tramonto da molto tempo e trasformano l'isola accanto in una sagoma nebbiosa, solo per restituirle, ore dopo, i suoi colori e le sue forme esuberanti. Per chi visita queste parti lontane del Pacifico, conoscere Moorea è un doppio privilegio.
Promettere?
Religione
Goa, India

A Goa, Veloce e Forte

Un'improvvisa voglia di eredità tropicale indo-portoghese ci fa viaggiare con vari mezzi di trasporto ma quasi senza soste, da Lisbona alla famosa spiaggia di Anjuna. Solo lì, a caro prezzo, potremmo riposare.
Treno Kuranda, Cairns, Queensland, Australia
Veicoli Ferroviari
Cairns-Kuranda, Australia

Treno per il mezzo della giungla

Costruita a Cairns per salvare i minatori isolati nella foresta pluviale dalla fame a causa delle inondazioni, nel tempo la ferrovia del Kuranda è diventata il pane quotidiano di centinaia di australiani alternativi.
In kimono con ascensore, Osaka, Giappone
Società
Osaka, Giappone

Alla compagnia di Mayu

La notte giapponese è un affare multimiliardario. Ad Osaka, un'enigmatica hostess che fa couchsurfing ci accoglie, a metà strada tra la geisha e l'escort di lusso.
Intersezione trafficata di Tokyo, Giappone
Vita quotidiana
Tokyo, Giappone

La notte infinita della capitale del Sol Levante

Dillo Tokyo non dormire è dire poco. In una delle città più grandi e sofisticate sulla faccia della Terra, il crepuscolo segna solo il rinnovamento della frenetica vita quotidiana. E ci sono milioni delle loro anime che o non trovano posto al sole, o hanno più senso nei cambiamenti "oscuri" e oscuri che seguono.
Il fiume Zambesi, PN Mana Pools
Animali selvatici
Kanga Pan, Mana Pools NP, Zimbabwe

Una fonte perenne di fauna selvatica

Una depressione situata 15 km a sud-est del fiume Zambesi trattiene acqua e minerali durante la stagione secca dello Zimbabwe. Kanga Pan, come è noto, nutre uno degli ecosistemi più prolifici nell'immenso e meraviglioso Parco Nazionale di Mana Pools.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.