PN Manuel Antonio, Costa Rica

Il Parco Nazionale Little-Big del Costa Rica


atterraggio surreale
Uno dei numerosi aerei installati intorno al Manuel António PN per fungere da alloggio o bar.
Tombolo e Punta Cattedrale
Il tombolo istmo che collega la costa a Ponta Catedral.
Playa Manuel Antonio
La sempre lussureggiante Playa Manuel António.
parco giochi dei cetacei
La balena si immerge di nuovo, al largo del Manuel António PN.
coppia alla festa
I passeggeri su un catamarano ammirano l'Oceano Pacifico al largo della PN Manuel António.
fregate
Le fregate condividono la cima di un isolotto al largo di Playa Espadilla.
Guida in azione
La guida NP Manuel António si concentra su uno dei tanti animali del parco.
pigra alba
Preguiça si muove lungo un albero in PN Manuel António.
Volo dei pellicani
I pellicani volano in alta quota, sopra PN Manuel António.
Isolotto di Espadilla
I bagnanti si divertono vicino a un isolotto al largo di Playa Espadilla Sur.
scimmia cappuccino
La scimmia dalla faccia bianca vive con i bagnanti a Playa Manuel António.
passi rischiosi
Un bagnante cammina sulla scogliera della spiaggia di Praia Manuel António.
Momento della lettura
Un bagnante legge sulla spiaggia sabbiosa di Playa Espadilla Sur.
Cala vicino a Punta Catedral
Insenatura nel proseguimento di Playa Manuel António.
Tramonto sull'Oceano Pacifico
I passeggeri del catamarano ammirano il tramonto lontano sull'Oceano Pacifico.
Atterraggio dei pellicani
I pellicani condividono un albero su una scogliera a Playa Espadilla Sur.
Angolo di Playa Espadilla
Bagnanti all'ombra di un angolo di Playa Espadilla, la più lunga del PN Manuel António.
Tris di punti di vista
Gli amici si godono la vista da un punto di vista su Praia Manuel António.
barca al tramonto
Il motoscafo torna a Quepos, dirigendosi tra Ocaso e Oriente.
Le ragioni degli under 28 sono ben note. parchi nazionali I costaricani sono diventati i più popolari. La fauna e la flora di PN Manuel António proliferano in un minuscolo ed eccentrico pezzo di giungla. Come se non bastasse, si limita a quattro delle migliori spiagge tipiche.

Erano trascorsi due decenni dalla prima volta che ci siamo recati in Costa Rica.

“Guarda, non è come qui” ci assicurano Glen e Rose Marie, una coppia americana che vive parte dell'anno a Montezuma, dove li abbiamo conosciuti. “Cerchiamo una casa lì da molto tempo. Era tutto troppo costoso. Inoltre, più guardavamo, più ci rendevamo conto di quanto si stesse sviluppando e urbanizzando".

Al momento del nostro viaggio inaugurale attraverso le terre tica, il PN Manuel António si è rivelato la destinazione inevitabile ma discutibile che è oggi.

Da Quepos – la città che funge da porta d'ingresso, alla penisola a forma di coda di balena perché il parco si estende – una miriade di lodge, resort, bar, agenzie turistiche e altre attività quasi tutte dedite ad accogliere e servire le orde di visitatori che arrivano soprattutto dal Nord America e dall'Europa.

Tra i Natale e il capodanno 2020, per la ragione più ovvia della pandemia di Covid 19, gli stranieri sono stati molto mancati.

In compenso, in quei giorni, i Ticos accorrevano a frotte nel parco e nelle spiagge circostanti.

Alle porte del Parco Nazionale Semper Concorrido Manuel António

Ci siamo installati mezze mura con il parco. Ogni volta che ci alziamo troviamo una linea crescente, che inizia dal portico e si estende a destra del La Posada e la giungla che ci ha accolto.

Anche se erano controllati dal SINAC, il Sistema Nazionale delle Aree di Conservazione del Costa Rica, i successivi posti esauriti hanno imposto il rinvio dell'ammissione.

Pertanto, diamo la priorità alla palude di mangrovie piena di animali che circonda l'isola di Damas, nel mezzo dell'estuario del fiume Cotos. E passeggiamo lungo le spiagge esterne, in particolare la lunga e frequentata Espadilla, piena di vacanzieri determinati a rendere memorabile l'ultima vacanza dell'anno.

Consegnati ai picnic balneari, alle vivaci conversazioni e alle diverse attività radicali e marine che gli operatori locali impongono loro.

Tombolo e Punta Catedral, Parco Nazionale Manuel Antonio, Costa Rica

Il tombolo istmo che collega la costa a Ponta Catedral.

Alla sua punta sud-orientale, la spiaggia di Espadilla confina con il tombolo di queste parti.

È una lingua di sabbia formata dall'accumulo di correnti. Oltre alla giungla, è racchiuso da un forte naturale roccioso, una piccola laguna alimentata da un ruscello e una scoraggiante barriera di vegetazione tropicale.

In questo angolo verde e ombroso, troviamo in disparte una comunità che gode, allo stesso tempo, di un isolamento privilegiato e dell'energia corroborante del luogo.

Negli spazi, siamo visitati da venditori di granite e spuntini.

In cima al surf, alcuni curiosi avventurieri si arrampicano sulle rocce sopra, sperando di passare all'estensione meridionale di Playa Espadilla, già parte integrante del Manuel António PN e, come tale, presumibilmente al sicuro da tali intrusioni.

Siamo arrivati ​​lunedì, giorno di chiusura del parco per riposo naturalistico e lavori di manutenzione e recupero dei sentieri e delle infrastrutture.

Infine, Entrata nell'esuberante giungla del PN Manuel António

Già stanchi di aspettare, martedì, appena abbiamo potuto, abbiamo fatto l'ingresso.

In pochi istanti, ci meravigliamo di ciò che rende PN Manuel António degno nonostante l'eccessiva civiltà che lo circonda.

Ci fu chiesto di unirci al gruppo guidato da Sylvia van Baekel, una donna olandese che viveva in Costa Rica da sedici anni.

Nella frenesia dell'accesso, ci confondiamo e ci uniamo a quella di un'altra guida. Non importava. Le guide di PN Manuel António hanno la buona abitudine di condividere le loro scoperte tra loro.

D'accordo, quando, finalmente, Sylvia ci vede passare e ci rivendica per il suo nucleo di seguaci, in poche centinaia di metri di sentiero, abbiamo già visto e apprezzato due bradipi, una lucertola basilisco e uno sfuggente stormo di scimmie urlatrici.

Bradipo, Parco Nazionale Manuel Antonio, Costa Rica

Preguiça si muove lungo un albero in PN Manuel António.

Stavamo appena iniziando.

Il PN Manuel António è infatti minuscolo. Copre una superficie di 16 km2, mentre il Corcovado PN, che esploreremo qualche giorno dopo, copre 425 km2.

PN Manuel Antonio. Piccolo ma lussureggiante e pieno di animali

Nella sua apparente insignificanza, Manuel António concentra buona parte delle specie selvatiche caratteristiche del Costa Rica:

tre specie di scimmie, la scimmia urlatrice, la scimmia cappuccina e la scimmia ragno e, su un totale di 109 specie di mammiferi, accoglie anche coati, pecari, armadilli e, al largo, delfini e balene.

Tra le 184 specie di uccelli troviamo tucani, picchi, parrocchetti, diversi falchi e avvoltoi testarossa. Rettili, abbiamo visto iguane e serpenti.

La fine del percorso veicolare El Perezoso passa attraverso un bar/ristorante con terrazza. Proprio lì, mentre ci sedevamo per compensare la già problematica mancanza di colazione, abbiamo individuato due bradipi tra le cime degli alberi sopra.

Da lì, verso il mare, il sentiero conduce all'ingresso della tombolo ben segnalato da una bandiera costaricana sventolante e da una torre di osservazione che domina la giungla.

La comunità delle guide del parco è abituata a rilasciare i propri gruppi lì e recuperare conversazioni sulla fauna trovata e altri argomenti in voga.

Chi riceve l'ordine di scarcerazione si ritrova rapidamente in una specie di Eden costaricano.

Pochi passi ci portano dall'ombra afosa della giungla alla sabbia bianca e curva di Playa Manuel António a est.

Accessibile anche solo attraverso il parco, con un biglietto che può essere considerato costoso, questa caletta dalla vegetazione lussureggiante e dal mare dolce accoglie anche più persone di quanto ci aspettassimo.

Nemmeno il relativo sovraffollamento sminuisce la sua verdeggiante bellezza, ancor più preziosa, se si tiene conto che il PN Manuel António è stato istituito nel 1972 dal governo come soluzione a un conflitto duraturo.

La controversia che ha dato origine alla costituzione del PN Manuel António

La controversia è sorta quando, sotto la United Fruit Company e le sue piantagioni di banane, Noel Thomas Langham ha acquisito l'area tra le spiagge di Espadilla Sur e Manuel António e ha deciso di installare lì un cancello che impedisse l'accesso alle sabbie che, a quel tempo, i visitatori del la capitale San José si era abituata a frequentare.

Intimidito dall'inaspettata opposizione, Langham vendette la proprietà ad Arthur Aimé Bergeron, un franco-canadese naturalizzato americano. Quest'ultimo, ha riguadagnato la posizione di Langham, in modo ancora più intransigente.

Ai visitatori di San José si sono uniti i giovani di Quepos, che amavano anche le spiagge contese, uniti in un gruppo di protesta e giustizia sociale, nel frattempo chiamato Grupo Pro-Parque, secondo l'idea appena sbocciata che quella costa dovesse diventare un parco statale.

Arthur Aimé Bergeron sognava di creare lì un centro turistico che lo arricchisse. Di conseguenza, ha recintato le terre e le ha difese con cani aggressivi.

Insoddisfatti, i giovani di Quepos hanno distrutto tutto ciò che impediva loro di passare. Per questo crimine alcuni di loro furono incarcerati.

Ora, si sa che il leader del movimento di protesta si chiamava Manuel António Ramirez Muñoz (1940-1998) meglio conosciuto come Balu, discendente di una delle famiglie pioniere dell'area del parco, arrivato nel 1948, in piena forza del Regno Azienda frutticola.

Se stessa comune de Quepos ha ratificato il ruolo di Baloo. Lo ha onorato con un busto.

Tuttavia, le autorità erano sensibili alle ragioni del Ticos da Quepos e San José. UN

Qualche tempo dopo, quando Bergeron rifiutò un incontro di mediazione, decisero di espropriare la proprietà e trasformarla nel desiderato parco nazionale.

Dall'insolito Tombolo alla Cattedrale di Ponta

Continuiamo a costeggiarlo, costeggiando il mare, fino all'estremità sinistra della coda della balena che racchiude il cadere

Da quelle parti, una coppia si intrattiene con selfie e ancora selfie realizzati in fragile equilibrio sulla sommità di uno scoglio isolato.

Altri bagnanti si dirigono verso la scalinata che, in un periodo di normalità, inizia il sentiero per Ponta Catedral, millenni fa, isola insabbiata che si univa alla penisola antistante.

Ma è stato subito dopo la stagione delle piogge in Costa Rica.

Come in gran parte dell'America centrale, l'uragano ETA ha causato danni a diverse aree della costa del Pacifico, inclusi sentieri, punti panoramici e passerelle, che erano quasi obbligatori in questa sezione del parco.

Al momento della nostra visita, quegli stessi gradini di legno erano lasciati per il belvedere di apertura del percorso.

Alla sua base, una banda di scimmie cappuccine, le più toste del Costa Rica, si è avvicinata ai bagnanti in cerca di offerte.

Foto questa, foto quella, un membro della tua banda vede uno zaino incustodito.

In un lampo, sparisci con esso tra i rami di un albero. Lo butta giù solo di nuovo, dopo aver cercato l'interno e aver concluso che non conteneva prelibatezze umane.

Dal belvedere, possiamo vedere la baia ad est del tombolo e la densità della foresta tropicale che fa da sfondo.

Tornando alla spiaggia, attraversiamo il cuore della giungla fino alla spiaggia più aperta, lunga e libera della spiaggia di Espadilla Sur.

Con vista sull'Espadilla principale, sulla foresta adiacente e sulla civiltà che la punteggia, sollevata dalla fama estrapolata, più che giustificata, del Parco Nazionale Manuel António.

Tramonto sul Pacifico, Parco Nazionale Manuel Antonio, Costa Rica

I passeggeri del catamarano ammirano il tramonto lontano sull'Oceano Pacifico.

Articolo realizzato con il supporto di:

AUTO JUMBO COSTA RICA

https://en.jumbocar-costarica.com/?utm_source=got2globe

Codice JUMBCOSTARICA = -10% su tutte le prenotazioni, fino al 31-12-2022

LA POSADA e LA GIUNGLA

http://laposadajungle.com

Gandoca-Manzanillo (rifugio della fauna selvatica), Costa Rica

Il Rifugio Caraibico di Gandoca-Manzanillo

In fondo alla sua costa sud-orientale, alla periferia di Panama, la nazione “Tica” protegge un lembo di giungla, paludi e il Mar dei Caraibi. Oltre a un provvidenziale rifugio per la fauna selvatica, Gandoca-Manzanillo è uno splendido Eden tropicale.
P.N. Tortuguero, Costa Rica

Tortuguero: dalla giungla allagata al Mar dei Caraibi

Dopo due giorni di stallo a causa di piogge torrenziali, siamo partiti alla scoperta del Parco Nazionale del Tortuguero. Canale dopo canale, ammiriamo la ricchezza naturale e l'esuberanza di questo ecosistema fluviale in Costa Rica.
P.N. Tortuguero, Costa Rica

Costa Rica e Tortuguero allagati

Il Mar dei Caraibi e i bacini di numerosi fiumi bagnano il nord-est della nazione tica, una delle zone più umide e ricche di fauna e flora dell'America centrale. Così chiamato perché nelle sue sabbie nere nidificano le tartarughe verdi, Tortuguero si estende, da lì nell'entroterra, per 312 km.2 della splendida giungla acquatica.
Miravalle, Costa Rica

Il vulcano che Miravalles

A 2023 metri, Miravalles si staglia nel nord del Costa Rica, in alto sopra una catena montuosa che comprende La Giganta, Tenório, Espiritu Santo, Santa Maria, Rincón de La Vieja e Orosi. Inattivo quando si tratta di eruzioni, alimenta un prolifico campo geotermico che riscalda la vita dei costaricani alla sua ombra.
Santa Marta e PN Tayrona, Colombia

Il paradiso da cui partì Simón Bolívar

Alle porte di PN Tayrona, Santa Marta è la più antica città ispanica abitata continua in Colombia. In esso, Simón Bolívar iniziò a diventare l'unica figura del continente venerata quasi quanto Gesù Cristo e la Vergine Maria.
Cartagena delle Indie, Colombia

La città desiderata

Molti tesori sono passati da Cartagena prima della consegna alla corona spagnola, più dei pirati che hanno cercato di depredarli. Oggi le mura proteggono una città maestosa sempre pronta a "rumbe".
PN Tayrona, Colombia

Chi protegge i guardiani del mondo?

Gli indigeni della Sierra Nevada de Santa Marta credono che la loro missione sia salvare il Cosmo dai “Fratelli Minori”, che siamo noi. Ma la vera domanda sembra essere: "Chi li protegge?"
Soufriere, Santa Lucia

Le Grandi Piramidi delle Antille

In piedi sopra una costa lussureggiante, le cime sorelle Chiodi sono il segno distintivo di Santa Lucia. Sono diventati così iconici che hanno un posto riservato nelle note di testa dei dollari dei Caraibi orientali. Accanto, i residenti dell'ex capitale Soufrière sanno quanto sia preziosa la loro vista.
Martinique, Antille Francesi

Baguette caraibiche sotto il braccio

Vaghiamo per la Martinica con la stessa libertà dell'Euro e le bandiere tricolori sventolano sovrane. Ma questo pezzo di Francia è vulcanico e lussureggiante. Appare nel cuore insulare delle Americhe e ha un delizioso sapore d'Africa.
Fort-de-France, Martinique

Libertà, Bipolarità e Tropicalità

Nella capitale della Martinica si conferma un'affascinante estensione caraibica del territorio francese. Lì, i rapporti tra i coloni ei discendenti indigeni degli schiavi danno ancora origine a piccole rivoluzioni.
P.N. Canaima, Venezuela

Kerepakupai, Angel Jump: Il fiume che cade dal cielo

Nel 1937, Jimmy Angel fece atterrare un aereo su un altopiano sperduto nella giungla venezuelana. L'avventuriero americano non trovò l'oro ma conquistò il battesimo della cascata più lunga sulla faccia della Terra
P.N. Henri Pittier, Venezuela

PN Henri Pittier: tra il Mar dei Caraibi e la Catena Costiera

Nel 1917, il botanico Henri Pittier si appassiona alla giungla delle montagne sottomarine del Venezuela. I visitatori del parco nazionale che questo svizzero vi ha creato sono oggi più di quanti ne avesse mai desiderati.
Cahuita, Costa Rica

Un Costarica di Rasta

Viaggiando attraverso l'America Centrale, abbiamo esplorato una costa del Costa Rica che è afro come i Caraibi. In Cahuita, Pura Vida è ispirata da un'eccentrica fede in Jah e da un'esasperante devozione alla cannabis.
Caño Negro , Costa Rica

Una vita di pesca tra la fauna selvatica

Una delle zone umide più importanti del Costa Rica e del mondo, Caño Negro abbaglia con il suo esuberante ecosistema. Non solo. Remoti, isolati da fiumi, paludi e strade dissestate, i suoi abitanti hanno trovato nella pesca a bordo una via per rafforzare i legami della loro comunità.
Montezuma, Costa Rica

Di nuovo nelle braccia tropicali di Montezuma

Sono passati 18 anni da quando siamo stati abbagliati da questa delle coste benedette del Costa Rica. Solo due mesi fa, l'abbiamo ritrovato. Accogliente come lo conoscevamo.
Monteverde, Costa Rica

Il Rifugio Ecologico che i Quaccheri lasciarono in eredità al mondo

Disilluso dalla propensione militare statunitense, un gruppo di 44 quaccheri emigrò in Costa Rica, una nazione che aveva abolito l'esercito. Agricoltori, allevatori, sono diventati ambientalisti. Hanno reso possibile una delle roccaforti naturali più venerate dell'America centrale.
P.N. Tortuguero, Costa Rica

Una notte all'asilo nido Tortuguero

Il nome della regione del Tortuguero ha una ragione evidente e antica. Le tartarughe marine dell'Atlantico e dei Caraibi si sono riversate a lungo sulle spiagge di sabbia nera della sua stretta costa per deporre le uova. In una delle notti trascorse a Tortuguero, abbiamo assistito alle loro nascite frenetiche.
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Cahuita, Costa Rica

Un ritorno adulto a Cahuita

Durante un tour con lo zaino in spalla in Costa Rica nel 2003, ci siamo dilettati nel calore caraibico di Cahuita. Nel 2021, dopo 18 anni, siamo tornati. Oltre a una prevista ma misurata modernizzazione e ispanizzazione del persone, poco altro era cambiato.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Safari
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
Escursionisti sull'Ice Lake Trail, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 7° - Braga - Ice Lake, Nepal

Circuito dell'Annapurna - Il doloroso acclimatamento del lago di ghiaccio

Sulla salita al villaggio di Ghyaru, abbiamo avuto un primo e inaspettato assaggio di quanto possa essere esaltante il circuito dell'Annapurna. Nove chilometri dopo, a Braga, per la necessità di acclimatarsi, si sale dai 3.470 m di Braga ai 4.600 m del lago Kicho Tal. Sentiamo solo la stanchezza prevista e il gonfiore del fascino per la catena montuosa dell'Annapurna.
Ombra vs Luce
Architettura & Design
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia
Aventura
A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia

Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.
Controllo corrispondenza
Cerimonie e Feste
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Bonaire, isola, Antille olandesi, ABC, Caraibi, Rincon
Città
Rincon, Bonaire

Il Pioneer Nook delle Antille olandesi

Poco dopo l'arrivo di Colombo nelle Americhe, i castigliani scoprirono un'isola caraibica che chiamarono Brasile. Temendo la minaccia dei pirati, nascosero il primo insediamento in una valle. Dopo un secolo, gli olandesi presero possesso di quell'isola e la ribattezzarono Bonaire. Non hanno cancellato il nome senza pretese della colonia precursore: Rincon.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
Cultura
Cimiteri

L'ultima dimora

Dalle grandiose tombe di Novodevichy, a Mosca, alle ossa Maya inscatolate di Pomuch, nella provincia messicana di Campeche, ogni popolo vanta il suo modo di vivere. Anche nella morte.
sportivo
concorsi

L'uomo, una specie sempre in prova

È nei nostri geni. Per il piacere di partecipare, per titoli, onore o denaro, i concorsi danno un senso al mondo. Alcuni sono più eccentrici di altri.
murale extraterrestre, Wycliffe Wells, Australia
In viaggio
Wycliff Wells, Australia

I piccoli file segreti di Wycliffe Wells

Residenti, esperti di UFO e visitatori sono stati testimoni di avvistamenti intorno a Wycliffe Wells per decenni. Qui Roswell non ha mai dato l'esempio e ogni nuovo fenomeno viene comunicato al mondo.
Cacao, Cioccolato, Sao Tome Principe, Fattoria Água Izé
Etnico
São Tome e Principe

Orti di cacao, Corallo e la Fabbrica di Cioccolato

All'inizio del sec Nel XNUMX° secolo, São Tomé e Príncipe hanno generato più cacao di qualsiasi altro territorio. Grazie alla dedizione di alcuni imprenditori, la produzione persiste ed entrambe le isole degustano il miglior cioccolato.
Veduta dell'isola di Fa, Tonga, ultima monarchia polinesiana
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Segni esotici di vita

Matrimoni a Jaffa, Israele,
Storia
Jaffa, Israele

Dove Tel Aviv si stabilisce sempre a festeggiare

Tel Aviv è famosa per la notte più intensa del Medio Oriente. Ma se i vostri ragazzi si divertono fino allo sfinimento nei locali della costa mediterranea, è sempre più nella vicina Vecchia Giaffa che si sposano.
Elafonisi, Creta, Grecia
Isole
Chania ad Elafonisi, Creta, Grecia

Gita in spiaggia in stile Creta

Alla scoperta dell'ovest del Cretan, lasciamo Chania, viaggiamo attraverso la gola di Topolia e attraverso gole meno marcate. Pochi chilometri dopo, raggiungiamo un angolo mediterraneo di acquarello e sogno, l'isola di Elafonisi e la sua laguna.
Aurora boreale, Laponia, Rovaniemi, Finlandia, Fire Fox
bianco inverno
Lapponia, Finlândia

Alla ricerca della volpe di fuoco

L'aurora boreale o australis, fenomeni luminosi generati dai brillamenti solari, sono unici per le altezze della Terra. Voi sami nativo dalla Lapponia si credeva fosse una volpe infuocata che diffondeva scintillii nel cielo. Qualunque cosa siano, nemmeno i quasi 30 gradi sotto zero che si sono fatti sentire nell'estremo nord della Finlandia non hanno potuto impedirci di ammirarli.
Baie d'Oro, Ile des Pins, Nuova Caledonia
Letteratura
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
Cahuita National Park, Costa Rica, Caraibi, Punta Cahuita vista aerea
Natura
Cahuita, Costa Rica

Un Costarica di Rasta

Viaggiando attraverso l'America Centrale, abbiamo esplorato una costa del Costa Rica che è afro come i Caraibi. In Cahuita, Pura Vida è ispirata da un'eccentrica fede in Jah e da un'esasperante devozione alla cannabis.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Parchi Naturali
Vulcani

montagne di fuoco

Rotture più o meno evidenti nella crosta terrestre, i vulcani possono rivelarsi tanto esuberanti quanto capricciosi. Alcune delle sue eruzioni sono delicate, altre si rivelano annientanti.
Thira, Santorini, Grecia
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
male, Santorini, Grecia

Fira: tra le alture e le profondità di Atlantide

Intorno al 1500 aC, una devastante eruzione fece affondare gran parte dell'isola del vulcano Fira nel Mar Egeo e portò al crollo della civiltà minoica, chiamata più volte Atlantide. Qualunque sia il passato, 3500 anni dopo, Thira, l'omonima città, è tanto reale quanto mitica.
ora dall'alto della scala, mago della nuova zelanda, christchurch, nuova zelanda
personaggi
Christchurch, Nova Zelândia

Il maledetto stregone della Nuova Zelanda

Nonostante la sua notorietà agli antipodi, Ian Channell, lo stregone della Nuova Zelanda, non fu in grado di prevedere o prevenire diversi terremoti che colpirono Christchurch. A 88 anni, dopo 23 anni di contratto con il Comune, rilascia dichiarazioni troppo controverse e finisce per essere licenziato.
Nuovo Galles del Sud Australia, passeggiata sulla spiaggia
Spiagge
Da Batemans Bay a Jervis Bay, Australia

Il Nuovo Galles del Sud, di baia in baia

Lasciata Sydney alle spalle, ci siamo abbandonati alla “South Coast” australiana. Lungo 150km, in compagnia di pellicani, canguri e altre peculiari creature aussie, ci lasciamo perdere su una costa tagliata tra splendide spiagge e infiniti boschetti di eucalipti.
Palazzi Gangtok, Sikkim, India
Religione
Gangtok, India

Una vita a mezza china

Gangtok è la capitale del Sikkim, un antico regno nella sezione himalayana della Via della Seta, divenuta provincia indiana nel 1975. La città è in equilibrio su un pendio, di fronte al Kanchenjunga, la terza elevazione più alta del mondo che molti indigeni ritengono sia casa in una valle paradisiaca dell'immortalità. La loro ripida e faticosa esistenza buddista mira, lì o altrove, a raggiungerlo.
Una storia di trenino
Veicoli Ferroviari
Siliguri a Darjeeling, India

Il trenino himalayano funziona ancora seriamente

Né la forte pendenza di alcuni tratti né la modernità lo fermano. Da Siliguri, alle pendici tropicali della grande catena montuosa asiatica, a Darjeeling, con le sue cime in vista, il più famoso dei trenini indiani regala, giorno dopo giorno, un arduo viaggio da sogno. Percorrendo la zona, ci imbarchiamo e ci lasciamo incantare.
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Società
Campeche, Messico

200 anni di gioco con la fortuna

Alla fine del XNUMX° secolo, Campechanos si arrese a un gioco introdotto per raffreddare la febbre per i bancomat. Oggi, giocato quasi solo da Abuelitas, un lotteria il posto è poco più che intrattenimento.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Vita quotidiana
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
Transpantaneira pantanal del Mato Grosso, capibara
Animali selvatici
Pantanal de Mato Grosso, Brasile

Transpantaneira, Pantanal e Confins del Mato Grosso

Partiamo dal cuore sudamericano di Cuiabá verso sud-ovest e verso la Bolivia. Ad un certo punto la MT060 asfaltata passa sotto un pittoresco portale e la Transpantaneira. In un attimo lo stato brasiliano del Mato Grosso è allagato. Diventa un enorme Pantanal.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.