Barahona, Repubblica Dominicana

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona


Il Mar dei Caraibi da San Rafael
Vista molto tropicale della spiaggia di San Rafael.
Fai un'escursione sotto gli alberi di cocco
Un residente cammina lungo il lungomare nella zona di San Rafael.
Pesce e frutti di mare
I proprietari del ristorante Balneario San Rafael riposano all'ombra.
Ricchezza di Tostones
I cuochi hanno appena preparato dei tostones in uno dei tanti ristoranti del resort di San Rafael.
fede nel wifi
Il cliente si versa una birra presidenziale dominicana in un bar di San Rafael.
bagni fluviali
I bagnanti si rinfrescano nell'acqua del fiume terrazzato San Rafael.
Discorso presidenziale
Gli amici condividono una grande birra presidenziale al bancone di un bar nel resort di San Rafael.
Salto al conosciuto
I bagnanti si concedono acrobazie e conversazioni nel resort di Los Patos.
Cocco caraibico
Piccola foresta di palme da cocco proprio ai margini del Mar dei Caraibi.
Terme di Los Patos
La località di Los Patos è piena di bagnanti provenienti da questa parte della provincia di Barahona.
Trio Los Patós
Tre giovani bagnanti posano per una fotografia nell'acqua color smeraldo del resort di Los Patos.
La Cueva de Los Indios
Vasi di cigni adornano una parete indicativa di La Cueva de los Índios, a Los Patos.
bagno
Un delizioso bagno nel tardo pomeriggio nelle fresche acque del resort Los Patos.
Fumo alla griglia
Un impiegato del ristorante controlla la cottura alla griglia in una cucina fumosa e improvvisata.
Los Patos a colori
Passeggeri in eccesso su una moto che accelera davanti al cartello introduttivo per Los Patos.
Patos de los Patos
Un bambino dà il pane alle anatre che nuotano sempre a Los Patos.
Ragazzo inzuppato di moto
Un sorridente giovane bagnante si prepara a lasciare il resort di Los Patos ancora bagnato.
tempo di rollio
Residenti della provincia di Barahona nel bel mezzo di una sessione di parrucchiere a casa.
Un quasi buffet
Una fila di bancarelle di snack dominicani serve i bagnanti del resort di San Rafael.
cocco molto grattugiato
Un cuoco grattugia noci di cocco vicino a uno dei ristoranti del resort di San Rafael.
Sabato dopo sabato, l'angolo sud-ovest della Repubblica Dominicana entra in modalità di decompressione. A poco a poco, le sue seducenti spiagge e lagune accolgono una marea di persone euforiche che si arrendono a un peculiare partito anfibio.

Ecco a cosa avevano portato le circostanze. In particolare, la rivalità interna della Repubblica Dominicana in termini di promozione del turismo nelle sue regioni.

Nei giorni che hanno preceduto la scoperta della metà orientale della vecchia Hispaniola, siamo passati Puerto Plata, una città del nord, pioniera del turismo dominicano e che portava il soprannome di “Nuovo dall'Atlantico".

Perché, in questa storia d'amore e di mari e oceani, i dominicani, come i loro vicini Borrico, va detto, non giocano. Se l'Atlantico apparteneva già a Puerto Plata, la regione di Barahona si impadronì dei Caraibi.

Barahona si è intitolato “La Novia dei Caraibi”. Con evidente legittimità.

Repubblica Dominicana Balnear de Barahona, parrucchiere fatto in casa

Residenti della provincia di Barahona nel bel mezzo di una sessione di parrucchiere a casa.

Mentre il nord di Puerto Plata si affacciava sul fondo del trampolino di lancio delle Piccole Antille e dell'Atlantico, Barahona appare al centro di una specie di penisola quasi triangolare che si getta nel Mar dei Caraibi.

E che l'isola di Alto Velo è l'estremità meridionale della nazione.

Oltre ad essere caraibiche, le terre che stavamo esplorando in quel momento si sono rivelate una deliziosa Repubblica Dominicana in disparte. Per giorni e centinaia di miglia, non abbiamo visto un solo resort o spiaggia privata.

La nostra base di esplorazione era Casa Bonita, un ecolodge familiare situato sulle rive del fiume Cacao.

E ai piedi della Sierra de Bahoruco, una lussureggiante catena montuosa parte della Riserva della Biosfera dell'UNESCO Jaragua-Bahoruco-Enriquillo che ci circondava.

In questi giorni, alba dopo alba, lasciamo il lodge per la Carretera 44 Barahona-Paraíso.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, alba tra palme da cocco

La sera dice addio alla provincia di Barahona e al Mar dei Caraibi.

Questa era la strada principale della provincia, umile, ma le successive curve e pendii, soggetta al capriccioso rilievo dei monti e del mare, la rendevano avventurosa, panoramica.

Splendido da abbinare.

Per Barahona Caribe Fora, in direzione Haiti

In quei giorni, il Señor Carlos, l'autista del lodge, originario della regione, ci guida, l'autista e la guida a nostra disposizione.

Buono, paziente, colloquiale, Carlos conosceva gli angoli della casa come pochi altri. Capì a colpo d'occhio il tipo di scenari e scene a cui volevamo dedicarci.

La simbiosi che abbiamo formato con lui e il suo ruolo di cicerone ha contribuito notevolmente alla facilità produttiva in cui ci siamo trovati ben presto.

Alba dopo alba, siamo scesi dalla rampa sterrata dalla cima che occupava Casa Bonita. Mentre passavamo davanti alla piccola tana del lodge, uno stormo di anatre quasi residenti cinguettava mentre passavamo. Carlos salutò la guardia e gli uccelli. Le anatre schiamazzarono di rimando.

“Sono sempre qui. Fanno già parte della vita di chi è in servizio lì. Come parte del mio. E guarda come sono attaccati a noi più di tante persone!”

La rampa entra nel strada. Alla nostra destra c'è un campo da baseball erboso. Il campo si estende fino alla sponda del fiume Cacau, che attraversiamo, nel frattempo, per attraversare il persone fratelli di Baoruco Arriba e Baoruco Abajo.

Continuiamo verso ovest, passando per Fudeco, Haiti, Bella Vista e La Ciénaga.

La Repubblica Dominicana Balneare Barahona, palmeto di San Rafael

Piccola foresta di palme da cocco proprio ai margini del Mar dei Caraibi.

Dopo questo tratto urbanizzato, ci spostiamo attraverso il fondo boscoso della montagna, a volte immerso nella vegetazione tropicale, a volte in comunione con le acque bluastre del Mar dei Caraibi.

Abbiamo attraversato un altro ponte, questo in stile campagna, quello de La Cienaga-San Rafael.

Proseguiamo sopra una costa che un inaspettato promontorio rende più brusco. Dall'altro lato di questo mantello, sveliamo una baia liscia e traslucida.

A poco a poco si ritorna nell'imminenza del mare, separato dal verde delle montagne da una sottile striscia di sabbia corallina.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona

Vista molto tropicale della spiaggia di San Rafael.

Nel frattempo, contando il tempo del viaggio e il tempo delle varie soste, avevamo iniziato sul serio la mattinata.

Dapprima, quasi deserta, la strada iniziò ad accogliere sempre più auto e furgoni, pick-up e anche qualche bus. Inaspettato, il traffico ci intriga. “Calmati, vedrai dove stanno andando tutti! Ci siamo quasi” assicura Carlos.

Dopo poche centinaia di metri siamo costretti a fermarci.

Il Rifugio Fluviale Popolare a Balneario San Rafael

La strada si era ristretta. Indifferenti, diversi pick up improvvisarono parcheggi. Un minibus stava compiendo un'irriverente inversione a U.

Carlos conosceva bene quel caos. “Amici miei, questo non potrà che peggiorare. Se non possiamo batterli, ci uniamo a loro. Facciamo una cosa: te ne vai proprio qui e vai avanti. Parcheggio il più vicino possibile".

Eravamo all'ingresso del resort di San Rafael. Il posto è considerato speciale. È venerato al massimo grado da un'intera folla che adora la spiaggia, il sole, le acque termali e, nel caso questi pretesti non servissero, la famosa rumba dominicana.

Nel tempo, la località di San Rafael e le sue abbuffate semi-acquatiche sono diventate popolari.

Così famosi che gli autobus pieni di gente della capitale Santo Domingo hanno iniziato ad affluire lì, desiderosi di liberare la mente dallo stress lavorativo della settimana.

Senza impegni o piani rivali, ci uniamo alla pandega.

Repubblica Dominicana Balneare Barahona, tavoli a San Rafael

Gli ospiti condividono tavoli di plastica al resort di San Rafael.

Proprio sotto la strada, la parte più ansiosa della gente colonizzò la sabbia tondeggiante e spessa, quasi sassosa, della spiaggia. Alcuni ospiti hanno bevuto birre.

Altri si erano tuffati in acqua. Hanno assaporato la dolce e calda ondata del Mar dei Caraibi.

Più avanti, la squadra di veicoli appena sbarcata si era già sparpagliata su una scena completamente diversa.

La piacevole vita sulle terrazze del fiume San Rafael

Proprio lì scorreva uno dei tanti fiumi che scendevano dalle montagne, il São Rafael. Nei suoi ultimi metri scorreva come una cascata.

Da una lunga sequenza di terrazze, ognuna, la sua piscina di acque fresche e cristalline.

Vi furono allestite decine di bar e ristoranti e una serie di bancarelle e bancarelle complementari.

Queste attività prolifiche servono qualsiasi cosa, dalle semplici bevande agli snack dominicani più popolari.

La Repubblica Dominicana Bathing Barahona, alla griglia

Un impiegato del ristorante controlla la cottura alla griglia in una cucina fumosa e improvvisata.

Passeggiando per le terrazze sulle sponde del fiume, gustiamo e sperimentiamo un po' di tutto, dal punto di vista dei clienti balneari e dal punto di vista delle famiglie di mercanti impegnate in una miriade di attività culinarie.

All'ingresso, una signora grattugia noci di cocco dopo le noci di cocco, raschiandole su una grande vecchia grattugia di metallo.

La Repubblica Dominicana Bathing Barahona, cocco grattugiato

Un cuoco grattugia noci di cocco vicino a uno dei ristoranti del resort di San Rafael.

Ben presto abbiamo invaso una cucina adattata a quattro pareti ruvide, ricoperta da un tetto di bambù oscurato dal fumo grasso.

Il trambusto che incontriamo lì non fa che accelerare il processo.

Birra, rum e innumerevoli snack dominicani

Due giovani donne friggono tostones (fette di banana).

Si passano nei vassoi, per accompagnare il fritto di pesce che stanno per servire.

Repubblica Dominicana Balneazione Barahona, tostones

I cuochi hanno appena preparato dei tostones in uno dei tanti ristoranti del resort di San Rafael.

Ci siamo trasferiti in un altro stabilimento in muratura.

Questa, tanto per cambiare, è occupata solo dagli uomini, che sono intenti a tagliare le fette di lime ea prepararle pesce a cui gli agrumi dovrebbero dare sapore.

Oltre ai ristoranti, c'è un'altra linea gastronomica avanzata, dotata di empanadas, quipos e una serie di pasta più o meno salato e piccante.

Repubblica Dominicana Bathing Barahona, bancarelle di snack

Una fila di bancarelle di snack dominicani serve i bagnanti del resort di San Rafael.

La rumba e, soprattutto, la reggaeton che suona bene intrattenere i clienti sparsi lungo il corso del fiume.

E ai tavoli coperti da cappelli da capanna, sacrificabili, vista l'ombra fornita dagli alberi frondosi sopra.

Tra tuffi, schizzi e altre acrobazie, in mezzo a battute frenetiche e infinite battute, i bonari clienti dominicani si affollano, fanno scorta e alimentano l'inarrestabile dinamica festosa del fine settimana.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, bagnanti fluviali

I bagnanti si rinfrescano nell'acqua del fiume terrazzato San Rafael.

Un'affascinante incursione fotografica

Vaghiamo, osserviamo. Facciamo casino con i dominicani, non importa quanto ci proviamo, come il corpo estraneo alla festa che siamo.

Uno dopo l'altro, gruppi di ospiti si accorgono delle telecamere, ci sfidano a fare arte.

Abbiamo superato due amiche che condividevano una birra Presidenziale quelli di grandi dimensioni, addossati ad una sbarra che faceva da controfinestra a telaio.

Repubblica Dominicana Bathing Barahona, birra

Gli amici condividono una grande birra presidenziale al bancone di un bar nel resort di San Rafael.

La sicurezza e i sorrisi di entrambi ci attraggono. E ci stupisce l'eccentricità del pizzo da spiaggia che hanno utilizzato, in una trasparenza quasi assoluta, sui loro bikini sgargianti.

Alexandra e Carina li reclutano. Assumono pose sexy da calendario che fanno ridere a crepapelle il proprietario del bar.

Colpo dopo colpo, punta dopo punta, contribuiamo alla sua promozione tra la folla di spettatori che si forma.

Allo stesso tempo, produciamo ricordi peculiari di quel luogo unico a Barahona.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, la fede nel Wifi

Il cliente si versa una birra presidenziale dominicana in un bar di San Rafael.

Senza che ce ne accorgessimo, eravamo al Balneario San Rafael da ore.

Da Balneario de San Rafael, alla ricerca di altre terme

Ricordiamo l'itinerario che il Sig. Carlos ci aveva mostrato. Sentiamo l'urgenza di riprenderlo.

Da San Rafael abbiamo ripreso la direzione dell'Ovest, dall'affascinante Laguna de Oviedo e la vicina Haiti.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, tour tropicale

Un residente cammina lungo il lungomare nella zona di San Rafael.

Tornati sulla strada, ci siamo fermati davanti a enormi lettere multicolori che annunciavano e classificavano la città più vicina e la vista costiera della giungla e della spiaggia di seguito: "PARAISO".

Altri, simili, sarebbero seguiti.

La Repubblica Dominicana Bathing Barahona, biker inzuppato

Un sorridente giovane bagnante si prepara a lasciare il resort di Los Patos ancora bagnato.

Come abbiamo visto, la provincia di Barahona era, infatti, un eden di felicità e genuinità domenicana. Abbiamo deciso di affrontarlo fino ad esaurimento.

Carlos ci porta in un'altra tappa che ci ha assicurato fosse degno.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, Los Patos colores

Passeggeri in eccesso su una moto che accelera davanti al cartello introduttivo per Los Patos.

Los Patos: Resort prodigioso e uno dei fiumi più corti del mondo

Ci siamo imbattuti in Los Patos, persone e terme in concorrenza con quella di San Rafael, anche se più contenuta, a immagine dell'omonimo fiume.

La Repubblica Dominicana Balneazione Barahona, Anatre di Los Patos

Un bambino dà il pane alle anatre che nuotano sempre a Los Patos.

Con soli 61 metri, Los Patos è il più corto della Repubblica Dominicana. E uno dei più piccoli al mondo.

Quando siamo arrivati ​​al ponte sul fiume e abbiamo iniziato a girare, abbiamo scatenato un'intera esibizione di salti acrobatici nella laguna traslucida.

Repubblica Dominicana Fare il bagno a Barahona, immersioni

I bagnanti si concedono acrobazie e conversazioni nel resort di Los Patos.

Mentre scattiamo, gli adolescenti si sentono motivati ​​a superare le immersioni precedenti. Li rendono più elaborati e rischiosi.

I gruppi di bagnanti sparsi nel verde smeraldo sottostante sono fradici, alcuni in piedi, altri galleggianti su camere d'aria, boe e sgargianti materassini gonfiabili.

La Repubblica Dominicana Balneario de Barahona, Balneario Los Patos

La località di Los Patos è piena di bagnanti provenienti da questa parte della provincia di Barahona.

Invece di irritarli, le acrobazie esibizionistiche dei giovani risvegliano i loro occhi sull'interesse che mostriamo a Los Patos, alla sua località, alla sua gente.

A volte, come un festival musicale, al ritmo di reggaeton, i bagnanti agitano le mani avanti e indietro.

Così, costituiscono un incredibile tributo fotografico e coreografico all'autentica Repubblica Dominicana e ai Caraibi che pochi visitatori hanno il privilegio di conoscere.

La Repubblica Dominicana Bathing Barahona, silhouette in trio

Tre amici si godono gli ultimi raggi di sole al resort Los Patos.

Puerto Plata, Repubblica Dominicana

Argento della casa domenicana

Puerto Plata è il risultato dell'abbandono di La Isabela, il secondo tentativo di una colonia ispanica nelle Americhe. Quasi mezzo millennio dopo lo sbarco di Colombo, inaugurò l'inesorabile fenomeno turistico della nazione. In un lampo attraverso la provincia, vediamo come il mare, le montagne, la gente e il sole dei Caraibi la fanno splendere.
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Laguna de Oviedo, Repubblica Dominicana

Il (Nulla) Mar Morto della Repubblica Dominicana

L'ipersalinità della Laguna de Oviedo varia a seconda dell'evaporazione e dell'acqua fornita dalla pioggia e scorre dalla vicina catena montuosa del Bahoruco. Gli indigeni della regione stimano che, di regola, abbia un livello di sale marino tre volte superiore. Lì scopriamo prolifiche colonie di fenicotteri e iguane, tra le molte altre specie che compongono questo uno degli ecosistemi più esuberanti dell'isola di Hispaniola.
Isola Margherita ao PN Mochima, Venezuela

Dall'isola di Margarita al Parco Nazionale di Mochima: un Caraibi molto caraibico

L'esplorazione della costa venezuelana giustifica una grande festa nautica. Ma queste soste rivelano anche la vita nelle foreste di cactus e nelle acque verdi come la giungla tropicale di Mochima.
Virgin Gorda, Ilhas Virgens Britânica

I "Caraibi" divini di Virgin Gorda

Alla scoperta delle Isole Vergini, sbarchiamo su un seducente mare tropicale punteggiato da enormi rocce granitiche. I bagni sembrano usciti dal Seychelles ma sono uno degli ambienti marini più esuberanti dei Caraibi.
Soufriere, Santa Lucia

Le Grandi Piramidi delle Antille

In piedi sopra una costa lussureggiante, le cime sorelle Chiodi sono il segno distintivo di Santa Lucia. Sono diventati così iconici che hanno un posto riservato nelle note di testa dei dollari dei Caraibi orientali. Accanto, i residenti dell'ex capitale Soufrière sanno quanto sia preziosa la loro vista.
Saba, Olanda

La misteriosa regina olandese di Saba

Con soli 13 km2, Saba passa inosservata anche ai più viaggiatori. A poco a poco, su e giù per i suoi innumerevoli pendii, scopriamo questa lussureggiante Piccola Antille, confine tropicale, tetto montuoso e vulcanico. della nazione europea meno profonda.
Key West, EUA

Il selvaggio West tropicale degli Stati Uniti

Siamo giunti alla fine della Overseas Highway e all'ultima ridotta della propaganda Florida Keys. Il Stati Uniti continentali qui si arrendono a un'abbagliante vastità marina color smeraldo-turchese. E un sogno ad occhi aperti del sud alimentato da una sorta di incantesimo caraibico.
Florida Keys, EUA

Il trampolino di lancio dei Caraibi degli Stati Uniti

Os Stati Uniti i continenti sembrano finire, a sud, nella sua capricciosa penisola della Florida. Non si fermano qui. Più di cento isole di corallo, sabbia e mangrovie formano un'eccentrica distesa tropicale che ha sedotto a lungo i vacanzieri nordamericani.
Guadalupe, Antille Francesi

Guadalupa: un delizioso Caraibi, in Butterfly Counter-Effetto

La Guadalupa ha la forma di una falena. Basta un giro delle Antille per capire perché la popolazione è guidata dal motto Pas Ni Problem e alza il numero minimo di onde, nonostante le tante battute d'arresto.
Martinique, Antille Francesi

Baguette caraibiche sotto il braccio

Vaghiamo per la Martinica con la stessa libertà dell'Euro e le bandiere tricolori sventolano sovrane. Ma questo pezzo di Francia è vulcanico e lussureggiante. Appare nel cuore insulare delle Americhe e ha un delizioso sapore d'Africa.
Cartagena delle Indie, Colombia

La città desiderata

Molti tesori sono passati da Cartagena prima della consegna alla corona spagnola, più dei pirati che hanno cercato di depredarli. Oggi le mura proteggono una città maestosa sempre pronta a "rumbe".
Laguna di Oviedo a Bahia de las Águilas, Repubblica Dominicana

Alla ricerca della spiaggia dominicana immacolata

Contro ogni previsione, una delle coste dominicane più incontaminate è anche una delle più remote. Alla scoperta della provincia di Pedernales, ammiriamo il Parco Nazionale semidesertico di Jaragua e la purezza caraibica di Bahia de las Águilas.
Lago Enrico, Repubblica Dominicana

Enriquillo: il Grande Lago delle Antille

Con tra 300 e 400 km2, situato a 44 metri sotto il livello del mare, l'Enriquillo è il lago supremo delle Antille. Anche ipersalina e soffocata da temperature atroci, continua ad aumentare. Gli scienziati hanno difficoltà a spiegare perché.
Santo Domingo, Repubblica Dominicana

L'antico coloniale più longevo delle Americhe

Santo Domingo è la colonia abitata più lunga del Nuovo Mondo. Fondata nel 1498 da Bartolomeo Colombo, la capitale della Repubblica Dominicana conserva intatto un vero tesoro di resilienza storica.
Isola di Saona, Repubblica Dominicana

Una Savona nelle Antille

Durante il suo secondo viaggio nelle Americhe, Colombo sbarcò su un'incantevole isola esotica. La chiamò Savona, in onore di Michele da Cuneo, marinaio sabaudo che la vedeva come un elemento di spicco della maggiore Hispaniola. Oggi chiamata Saona, quest'isola è uno degli amati eden tropicali della Repubblica Dominicana.

Montana Redonda e Rancho Salto Yanigua, Repubblica Dominicana

Da Montaña Redonda al Rancho Salto Yanigua

Alla scoperta del nord-ovest dominicano, saliamo alla Montaña Redonda de Miches, recentemente trasformata in un insolito picco di fuga. Dalla cima indichiamo Bahia de Samaná e Los Haitises, passando per il pittoresco ranch Salto Yanigua.
savuti, botswana, leoni mangiatori di elefanti
Safari
Savuti, Botswana

L'elefante che mangia i leoni di Savuti

Una parte del deserto del Kalahari si prosciuga o viene irrigata a seconda dei capricci tettonici della regione. A Savuti, i leoni si sono abituati a fare affidamento su se stessi e a depredare gli animali più grandi della savana.
Thorong La, Circuito dell'Annapurna, Nepal, foto per i posteri
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 13 - High Camp a Thorong La a Muktinath, Nepal

Al culmine del circuito dell'Annapurnas

A 5416 m di altitudine, il Thorong La Gorge è la grande sfida e la principale causa di ansia dell'itinerario. Dopo aver ucciso 2014 alpinisti nell'ottobre 29, attraversarlo in sicurezza genera un sollievo degno di doppia celebrazione.
Little Big Senglea II
Architettura & Design
Senglea, Malta

La città maltese con più Malta

A cavallo del 8.000° secolo Senglea accoglieva 0.2 abitanti in 2 km3.000, un record europeo, oggi conta “solo” XNUMX cristiani di quartiere. È la più piccola, affollata e genuina delle città maltesi.
Alture tibetane, mal di montagna, trattamento per la prevenzione della montagna, viaggi
Aventura

Mal di montagna: non male. Fa schifo!

Quando si viaggia, a volte ci troviamo di fronte alla mancanza di tempo per esplorare un luogo tanto imperdibile quanto elevato. La medicina e le precedenti esperienze con la malattia da altitudine impongono di non rischiare di salire in fretta.
Induismo balinese, Lombok, Indonesia, tempio Batu Bolong, vulcano Agung sullo sfondo
Cerimonie e Feste
Chili, Indonesia

Lombok: l'induismo balinese su un'isola dell'Islam

La fondazione dell'Indonesia era basata sulla fede in un Dio. Questo principio ambiguo ha sempre generato polemiche tra nazionalisti e islamisti, ma a Lombok i balinesi prendono a cuore la libertà di culto.
Celebrazione nahuatl
Città

Città del Messico, Messico

anima messicana

Con oltre 20 milioni di abitanti in una vasta area metropolitana, questa megalopoli segna, dal suo nucleo zocalo, il polso spirituale di una nazione da sempre vulnerabile e drammatica.

cibo
Margilan, Uzbekistan

Un capofamiglia dell'Uzbekistan

In uno dei tanti panifici di Margilan, sfinito dal calore intenso del forno tandyr, il fornaio Maruf'Jon lavora a metà come i diversi pani tradizionali venduti in tutto l'Uzbekistan
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Cultura
Campeche, Messico

Un Bingo così divertente che giochi con le bambole

Il venerdì sera, un gruppo di signore occupa i tavoli del Parque Independencia e scommette sulle sciocchezze. I piccoli premi escono in combinazioni di gatti, cuori, comete, maracas e altre icone.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Monte Lamjung Kailas Himal, Nepal, Mal di montagna, Mountain Prevent Treat, Viaggi
In viaggio
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Tabatô, Guinea Bissau, tabanca Mandingo musicisti. Baidi
Etnico
Tabato, Guinea Bissau

La Tabanca dei Mandinga Poeti Musicisti

Nel 1870, una comunità di musicisti mandingo itineranti si stabilì vicino all'attuale città di Bafatá. Dai Tabatô che hanno fondato, la loro cultura e, in particolare, i loro prodigiosi balafonisti, abbagliano il mondo.
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Vita fuori

Christiansted, Saint Croix, Isole Vergini Americane, Steeple Building
Storia
Christiansted, St. Croix, Isole Vergini Americane

La capitale delle Antille afro-danesi-americane

Nel 1733, la Danimarca acquistò l'isola di Saint Croix dalla Francia, la annesse alle Indie occidentali dove, con sede a Christiansted, trasse profitto dal lavoro degli schiavi portati dalla Gold Coast. L'abolizione della schiavitù rese le colonie impraticabili. E un patto storico-tropicale che gli Stati Uniti conservano.
Maui, Hawaii, Polinesia,
Isole
Maui, Havai

Maui: le divine Hawaii che hanno ceduto al fuoco

Maui è un ex capo ed eroe delle immagini religiose e tradizionali hawaiane. Nella mitologia di questo arcipelago, il semidio prende al laccio il sole, alza il cielo ed esegue una serie di altre imprese per conto degli umani. L'isola omonima, che i nativi credono di aver creato nel Pacifico settentrionale, è essa stessa prodigiosa.
Cavalli sotto bufera di neve, Islanda Fuoco senza fine dell'isola di neve
bianco inverno
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Cove, Big Sur, California, Stati Uniti
Letteratura
Big Sur, EUA

La costa di tutti i rifugiati

Lungo 150 km, la costa californiana è soggetta a una vastità di montagne, oceano e nebbia. In questa ambientazione epica, centinaia di anime tormentate seguono le orme di Jack Kerouac e Henri Miller.
Punto di vista del punto di vista, Alexander Selkirk, a Pele Robinson Crusoe, Cile
Natura
Isola Robinson Crusoe, Cile

Alexander Selkirk: Nella pelle del vero Robinson Crusoe

L'isola principale dell'arcipelago Juan Fernández ospitava pirati e tesori. La sua storia era fatta di avventure come quella di Alexander Selkirk, il marinaio abbandonato che ha ispirato il romanzo di Dafoe.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Machangulo, Mozambico, tramonto
Parchi Naturali
Machangulo, Mozambico

La penisola d'oro di Machangulo

Ad un certo punto, un braccio di mare divide in due la lunga striscia sabbiosa ricca di dune iperboliche che delimita la baia di Maputo. Machangulo, come viene chiamata la parte inferiore, ospita una delle coste più magnifiche del Mozambico.
Delta dell'Okavango, Non tutti i fiumi raggiungono il mare, Mokoros
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
I sosia dei fratelli Earp e l'amico Doc Holliday a Tombstone, USA
personaggi
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
Cahuita, Costa Rica, Caraibi, spiaggia
Spiagge
Cahuita, Costa Rica

Un ritorno adulto a Cahuita

Durante un tour con lo zaino in spalla in Costa Rica nel 2003, ci siamo dilettati nel calore caraibico di Cahuita. Nel 2021, dopo 18 anni, siamo tornati. Oltre a una prevista ma misurata modernizzazione e ispanizzazione del persone, poco altro era cambiato.
La sposa entra in macchina, il matrimonio tradizionale, il tempio Meiji, Tokyo, Giappone
Religione
Tokyo, Giappone

Un santuario del matchmaking

Il Tempio Meiji di Tokyo è stato costruito per onorare gli spiriti divinizzati di una delle coppie più influenti della storia giapponese. Nel tempo si è specializzata nella celebrazione dei matrimoni tradizionali.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
Fedeli cristiani che lasciano una chiesa, Upolu, Samoa occidentali
Società
Upolu, Samoa  

Nel cuore spezzato della Polinesia

L'immagine dell'idilliaco Sud Pacifico è indiscutibile a Samoa, ma la sua bellezza tropicale non paga i conti né per la nazione né per gli abitanti. Chiunque visiti questo arcipelago trova un popolo combattuto tra l'assoggettarsi alla tradizione e alla stasi finanziaria o lo sradicarsi in paesi con orizzonti più ampi.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Vita quotidiana
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
tunnel di ghiaccio, percorso dell'oro nero, Valdez, Alaska, USA
Animali selvatici
Valdez, Alaska

Sulla rotta dell'oro nero

Nel 1989 la petroliera Exxon Valdez provocò un enorme disastro ambientale. La nave ha smesso di solcare i mari, ma la città vittimizzata che le ha dato il nome continua sulla rotta del greggio dell'Oceano Artico.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.