Lanzarote, Isole Canarie, Spagna

La Zattera di Basalto di José Saramago


La Gloria di Saramago
Monumento alla vita di José Saramago in una rotonda accanto alla sua casa a Lanzarote.
foto di Sebastiano Salgado
Foto di Saramago e Pilar scattata dal fotografo brasiliano Sebastião Salgado.
Visitatori del cortile
I visitatori attraversano il cortile di Casa de Saramago e Pilar.
Figurina in lettura
Mini-scultura di José Saramago in modalità lettura.
Cratere El Cuervo
Sentiero nel cratere del vulcano preferito di José Saramago.
Saramago su Lava
Foto di José Saramago a braccia aperte all'isola di Lanzarote.
Pittura sui libri
Saramago in pittura, sui libri della sua grande biblioteca della Casa.
Sulla strada per El Cuervo
Casal segue un sentiero verso il vulcano El Cuervo.
Bush allegro
Pianta rustica nel cuore del vulcano El Cuervo.
In revisione
Saramago è apparso in un articolo di una rivista.
la Montaña Blanca
Il neon di una pista di kart contrasta con l'oscurità della Montagna Bianca.
Nel 1993, frustrato dal disprezzo del governo portoghese per il suo lavoro “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, Saramago si trasferì con la moglie Pilar del Río a Lanzarote. Di ritorno in questa isola delle Canarie un po' extraterrestre, abbiamo ritrovato la nostra casa. E il rifugio dalla censura a cui lo scrittore si trovò condannato.

L'approccio a Tías, il luogo che accolse José Saramago, Pilar del Río e la loro Casa, inizia rivelandoci il monumento di rotatoria eretto in onore dello scrittore.

Sulla ghiaia lavica della rotonda, affacciata sull'Atlantico e fiancheggiata da palme, si erge un ulivo d'acciaio nella stessa tonalità ocra del terreno.

A cinque metri di altezza, l'albero della pace è stato creato da Ester Fernández Viña sulla base delle iniziali J e S dello scrittore. Si basa su una delle tante citazioni con cui Saramago ha elogiato la sua accoglienza canaria: “Lanzarote non è mi tierra, ma è tierra mia."

Chi sbarca per la prima volta nella grande isola dell'arcipelago più vicino al Portogallo è tentato di pensare che la Lanzarote marziana, con la sua superficie ocra ricoperta di crateri, caldere e fumarole, difficilmente potrebbe dare conforto a nessun terrestre.

La realtà e le case bersaglio rivelate dall'avvicinarsi dell'aeroporto, annientano rapidamente questa impressione. Lanzarote ospita da tempo oltre XNUMX abitanti.

Chi arriva con il tempo per sentirne l'anima insulare, si rivela abbagliante. A riprova, il numero annuo di visitatori e stranieri che vi si trasferiscono è in aumento da tempo.

Un canarino nato e cresciuto a Lanzarote ha ottenuto un riconoscimento mondiale paragonabile a quello di Saramago. Ci riferiamo a César Manrique, artista poliedrico le cui opere sono sparse in tutta l'isola e in altre Canarie.

In effetti, Manrique prende il nome dall'aeroporto internazionale di Lanzarote. Quella in cui Saramago, come noi, ha sentito per la prima volta il respiro africano dell'isola, nel nostro caso la carezza soffocante della Calima dal Sahara che così spesso lo circonda.

La casa piena di libri di José Saramago e Pilar del Río

Chiudiamo il servizio fotografico del Gloria di Saramago. Qualche istante dopo, arriviamo a A Casa che José Saramago e Pilar del Río hanno costruito a Tías.

L'addetto alla biglietteria ci chiede la nazionalità. Quando rispondiamo, ci chiede quale libro di Saramago ci è piaciuto di più.

Noi rispondiamo "Il Vangelo secondo Gesù Cristo” perché era la pura e dura realtà, per l'audacia tematica e la creatività nella sua genesi, non per averlo condannato all'esilio e alla polemica che lo spinsero a lasciare il Portogallo o per aver contribuito in modo determinante alla conquista del Nobel Premio in Letteratura nel 1998.

Il dipendente ci chiede anche se alcuni libri di Saramago fossero obbligatori nell'istruzione scolastica. Abbiamo confessato che non ne eravamo a conoscenza. Procediamo nell'entroterra.

La Perspicace Biblioteca di Casa de Saramago

Non a caso, più che una casa e un museo, A Casa si rivela un'enorme biblioteca, piena di titoli che la coppia ha letto e che hanno ispirato la scrittura insolita e talentuosa di Saramago. Saramago, stimiamo che con l'intervento di Pilar abbia organizzato i libri.

Per temi. E secondo i paesi degli autori. Nel caso di titoli scritti da donne, in una sezione separata, ordinati in ordine alfabetico. Saramago e/o Pilar avevano lì le loro ragioni.

Abbiamo anche girovagato per i reparti residenziali di A Casa, l'ufficio addossato anche a uno scaffale dove una foto di Pilar, sorridente, sfida la dittatura dei libri, munita di una scrivania su cui poggiava un pc già obsoleto.

Ci siamo diretti verso il soggiorno, dotato di grandi divani in pelle, dove la coppia ha ricevuto familiari e amici, molti dei quali rinomati autori. E da una tv che, secondo noi, Saramago usava per tenersi al passo con le notizie, la realtà del villaggio portoghese.

Il cortile con vista sull'Atlantico, di Saramago e Pilar

Siamo andati nel cortile sul retro, uno spazio con vista sull'oceano e sul terreno ancora più feroce di quello sul rotatoria del monumento. Poco dopo aver scelto il luogo dove costruire A Casa, Saramago e Pilar si sono dedicati a piantare alberi e piante, alcune con simbolismo importante per entrambi.

Olivi come quelli che proliferavano nella natia Ribatejo, Azinhaga, Golegã, in compagnia di palme e pini delle Canarie, una fusione vegetale analoga all'esperienza che lo scrittore stava per inaugurare.

Hanno anche piantato alberi di mele cotogne, celebrazioni fruttuose del regista Victor Erice e del pittore António López.

In un piano più basso, il verde piegato sulla terra ferrosa, diversi tipi di cactus, tra cui un cactus sferico a botte d'oro, la bola d'ouro, detta anche sede della suocera.

La censura e il disprezzo del governo di Cavaco Silva che ha portato al trasferimento a Lanzarote

Torniamo al 1991.

Sulla scia di una contestazione e di un tentativo di svalutare sistematicamente le opere critiche del cristianesimo di Saramago, il governo conservatore di Cavaco Silva, nella persona del vicesegretario di Stato alla Cultura, Sousa Lara, ha posto il veto"Il Vangelo secondo Gesù Cristo” della candidatura al Premio Letterario Europeo (PLE).

Comunista convinto, strenuo denunciatore delle contraddizioni della fede cristiana e della censura in tutte le sue espressioni, Saramago si sentì discriminato.

Vergognandosi dei governanti che il Portogallo aveva eletto, decise, con Pilar del Río, di salvaguardarsi dalla rabbia e dalla frustrazione a Lanzarote.

Na isola di molti vulcani, Saramago sentì subito Lanzaroteño. Lo scrittore divenne un ammiratore incondizionato di César Manrique, al quale riconobbe l'amore con cui lasciò gli alti circoli artistici mondiali e, invece, si dedicò ad abbellire e umanizzare la Lanzarote dove era nato.

La passione di Saramago per Lanzarote e l'ammirazione per il figlio dell'isola César Manrique

Di norma, i viaggi in cui Saramago e Pilar guidavano i loro visitatori – Baptista Bastos, Eduardo Galeano, Susan Sontag, José Luis Sanpedro, tra gli altri – iniziavano a Tahíche, dove si trovava la fondazione Manrique.

Nook della Fondazione César Manrique, Lanzarote, Isole Canarie, Spagna

Angolo creativo della Fondazione César Manrique, decorato con elementi visivi dell'isola.

Si dice addirittura che Saramago e Manrique avessero organizzato un incontro al telefono, per un po' di tempo dopo.

Ciò fu impedito, il 25 settembre 1992, dalla tragica morte di César Manrique, vittima di un incidente stradale nello stesso paese. Manrique avrebbe potuto (o meno) essere stato il compagno perfetto di Saramago.

Così come lo era, per la coppia, la natura cruda e aspra di Lanzarote, gli eccentrici paesaggi vulcanici in cui amavano passeggiare, che Saramago sentiva come "un inizio e una fine del mondo".

La relazione intima con la natura vulcanica di Lanzarote

Tra l'ovest dell'isola e la capitale Arrecife, siamo passati più volte, a fine giornata, da un neon incastonato tra le palme che predicava un inaspettato”Vai al kart".

Dietro questo neon, con la sua vetta acuminata, si ergeva, a 600 metri di quota, una delle montagne più decantate da Saramago e Pilar. Saramago la vide, giorno dopo giorno, dalla loro casa.

Aveva già 70 anni quando conquistò la cima del suo cono.

In uno dei suoi post sul blog del 2009, ha confessato che "se avessi le gambe di allora, lascerei ciò che stavo scrivendo a quel punto in cui è per risalire e contemplare l'isola, tutto questo..."

Scrisse anche che non aveva mai avuto intenzione di scalare il vicino monte Tesa (504 m) ma che, quando ne raggiunse i piedi, non poté resistere.

Il Volcán del Cuervo era un altro capolavoro geologico di Lanzarote che Saramago e Pilar del Río amavano esplorare.

Durante la passeggiata che abbiamo fatto per incontrarli, oltre alla venerazione della coppia per il vulcano, ci siamo imbattuti nel luogo in cui Sebastião Salgado li ha fotografati.

All'interno del cratere crollato, con entrambi che camminano mano nella mano, facendo uno sforzo concertato contro una tempesta furiosa.

Le Opere Successive Realizzate da Saramago a Lanzarote fino alla sua morte nel 2010

Saramago visse per diciassette anni a Casa de Tías ea Lanzarote.

In quel momento scrisse “Il racconto dell'isola sconosciuta","La Grotta”, “Saggio sulla Lucidità","L'uomo duplicato” tra tante altre opere.

Il ritiro di Lanzarote ha dato a Saramago un'intima connessione con la natura più sensoriale che avesse mai sperimentato.

E la lucidità mentale che lo ha portato a creare"Ensaio su Cegueira”, una delle sue opere più apprezzate, se non altro per l'adattamento cinematografico che meritava.

"Ensaio su Cegueira” evolve come denuncia di una cecità epidemica - cecità del semplice non vedere, ma anche dell'incapacità della specie umana di rilevare, di assumere le incongruenze e le ingiustizie che Saramago ha cercato di evidenziare, le stesse contraddizioni che lo hanno coinvolto in polemiche.

Soprattutto il suo ateismo inveterato e il comunismo anticristiano.

Ma anche le sue scuse latenti in “La zattera di pietra” che il Portogallo dovrebbe guadagnare solo se si unisse alla Spagna.

Nell'ottobre 2009, durante un colloquio con Tolentino de Mendonça, teologo cattolico, a differenza degli altri, aperto al dialogo e al dissenso religioso, Saramago ha colto l'occasione per riferire gli ascoltatori all'epoca più oscura e annientante della Chiesa cattolica: «A me, cosa mi interessa, mio ​​caro Tolentino, che a São Domingos non ci siano più falò».

Diciassette anni dopo essersi trasferito a Lanzarote, Saramago rimase fedele al suo auto-dichiarato esilio.

Il 18 giugno 2010, a meno di un anno dal colloquio con Tolentino de Mendonça, all'età di 87 anni, José Saramago è morto, con la moglie, nella loro casa di Tías, sull'isola canaria e spagnola dei vulcani, del magma e dei suoi supporto solidificato.

San Pietroburgo e Michaylovskoe, Russia

Lo scrittore che ha ceduto alla sua stessa trama

Alexander Pushkin è lodato da molti come il più grande poeta russo e il fondatore della moderna letteratura russa. Ma Pushkin ha anche dettato un epilogo quasi tragicomico alla sua vita prolifica.
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di "Delitto e castigo"

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
PN Timanfaya, Lanzarote, Isole Canarie

PN Timanfaya e le montagne di fuoco di Lanzarote

Tra il 1730 e il 1736, dal nulla, decine di vulcani a Lanzarote eruttarono in successione. L'enorme quantità di lava che rilasciarono seppellì diversi villaggi e costrinse quasi la metà degli abitanti ad emigrare. L'eredità di questo cataclisma è l'attuale scenario marziano dell'esuberante PN Timanfaya.
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
Lanzarote, isole Canarie

A César Manrique ciò che appartiene a César Manrique

Di per sé, Lanzarote sarebbe sempre una Canarie a sé stante, ma è quasi impossibile esplorarla senza scoprire il genio irrequieto e attivista di uno dei suoi figli prodighi. César Manrique è morto quasi trent'anni fa. La prolifica opera che ha lasciato in eredità risplende sulla lava dell'isola vulcanica dove è nato.
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Big Sur, EUA

La costa di tutti i rifugiati

Lungo 150 km, la costa californiana è soggetta a una vastità di montagne, oceano e nebbia. In questa ambientazione epica, centinaia di anime tormentate seguono le orme di Jack Kerouac e Henri Miller.
La Graciosa, isole Canarie

La più graziosa delle Isole Canarie

Fino al 2018, la più piccola delle Canarie abitate non contava nell'arcipelago. Sbarcati a La Graciosa, scopriamo il fascino insulare dell'ormai ottava isola.
Fuerteventura, Isole Canarie

Fuerteventura - Isole Canarie e Time Raft

Una breve traversata in traghetto e sbarchiamo a Corralejo, nell'angolo nord-est di Fuerteventura. Con Marocco e Africa a soli 100 km di distanza, ci perdiamo nella meraviglia di scenari desertici, vulcanici e postcoloniali unici.
Fuerteventura, isole Canarie, Spagna

La (a) Atlantic Ventura de Fuerteventura

I romani conoscevano le Canarie come le isole fortunate. Fuerteventura, conserva molti degli attributi di quel tempo. Le sue spiagge perfette per il windsurf e kitesurf o semplicemente per fare il bagno giustificano successive “invasioni” dei popoli affamati di sole del nord. Nell'interno vulcanico e aspro, resiste il bastione delle culture indigene e coloniali dell'isola. Abbiamo iniziato a svelarlo lungo la sua lunga lunghezza meridionale.
El Hierro, Isole Canarie

L'orlo vulcanico delle Canarie e il Vecchio Mondo

Fino all'arrivo di Colombo nelle Americhe, El Hierro era visto come la soglia del mondo conosciuto e, per un certo periodo, il meridiano che lo delimitava. Mezzo millennio dopo, l'ultima isola occidentale delle Canarie ribolle di esuberante vulcanismo.

Da Valencia a Xativa, Spagna

Dall'altra parte dell'Iberia

Lasciando da parte la modernità di Valencia, esploriamo gli ambienti naturali e storici che la "comunidad" condivide con il Mediterraneo. Più viaggiamo, più siamo sedotti dalla sua vita sfarzosa.

Matarraña ad Alcanar, Spagna

Una Spagna medievale

Percorrendo le terre di Aragona e Valencia, incontriamo torri e merli sottolineati da case che riempiono i pendii. Miglio dopo miglio, questi luoghi si stanno rivelando tanto anacronistici quanto affascinanti.

La Palma, Isole CanarieSpagna

Il più mediatico dei cataclismi che accadrà

La BBC ha riferito che il crollo di un pendio vulcanico sull'isola della Palma potrebbe generare un mega tsunami. Ogni volta che l'attività vulcanica nell'area aumenta, i media colgono l'occasione per spaventare il mondo.
Tenerife, Isole Canarie

Il vulcano che infesta l'Atlantico

A 3718 m, El Teide è il tetto delle Canarie e della Spagna. Non solo. Se misurato dal fondo dell'oceano (7500 m), solo due montagne sono più pronunciate. Gli indigeni Guanche la consideravano la dimora di Guayota, il loro diavolo. Chiunque viaggi a Tenerife sa che il vecchio Teide è ovunque.
La Palma, Isole Canarie

L'Isla Bonita delle Canarie

Nel 1986, Madonna Louise Ciccone pubblicò un successo che rese popolare l'attrazione esercitata da a isola immaginario. Ambergris Caye, Belize, ha raccolto benefici. Da questa parte dell'Atlantico, il Palmeros ecco come vedono la loro vera e abbagliante Canaria.
Vegueta, Gran canaria, Isole Canarie

Intorno al cuore delle Canarie reali

L'antico e maestoso quartiere di Vegueta de Las Palmas spicca nella lunga e complessa ispanizzazione delle Isole Canarie. Dopo un lungo periodo di spedizioni signorili, vi iniziò la conquista finale di Gran Canaria e delle altre isole dell'arcipelago, sotto il comando dei monarchi di Castiglia e Aragona.
Tenerife, Isole Canarie

A est dell'isola di White Mountain

La quasi triangolare Tenerife ha il suo centro dominato dal maestoso vulcano Teide. Alla sua estremità orientale, c'è un altro aspro dominio, tuttavia, sede della capitale dell'isola e di altre città inevitabili, foreste misteriose e incredibili coste scoscese.
Gran canaria, Isole Canarie

Gran (diosa) Canaria (s)

È solo la terza isola più grande dell'arcipelago. Ha impressionato così tanto i navigatori e i coloni europei che si sono abituati a considerarlo supremo.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Safari
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
Muktinath a Kagbeni, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Kagbeni
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 14 ° - Muktinath a Kagbeni, Nepal

Dall'altro lato della gola

Dopo l'impegnativa traversata del Thorong La, ci ritroviamo nell'accogliente villaggio di Muktinath. La mattina dopo siamo scesi. Sulla strada per l'antico regno dell'Alto Mustang e il villaggio di Kagbeni che funge da porta di accesso.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
Architettura & Design
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Alture tibetane, mal di montagna, trattamento per la prevenzione della montagna, viaggi
Aventura

Mal di montagna: non male. Fa schifo!

Quando si viaggia, a volte ci troviamo di fronte alla mancanza di tempo per esplorare un luogo tanto imperdibile quanto elevato. La medicina e le precedenti esperienze con la malattia da altitudine impongono di non rischiare di salire in fretta.
autoflagellazione, passione di cristo, filippine
Cerimonie e Feste
Marinduque, Filippine

La passione filippina di Cristo

Nessuna nazione circostante è cattolica, ma molti filippini non si lasciano intimidire. Durante la Settimana Santa si arrendono alla fede ereditata dai coloni spagnoli e l'autoflagellazione diventa una sanguinosa prova di fede.
Statue di elefanti dal fiume Li, la collina della proboscide dell'elefante, Guilin, Cina
Città
Guilin, Cina

La porta del regno di pietra cinese

L'immensità delle aspre colline calcaree che lo circondano è così maestosa che le autorità di Pechino stampalo sul retro di banconote da 20 yuan. Chi lo esplora passa quasi sempre per Guilin. E anche se questa città nella provincia del Guangxi è diversa dalla natura esuberante che la circonda, abbiamo anche trovato il suo fascino.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
Cultura
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
Corsa di renne, Kings Cup, Inari, Finlandia
sportivo
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
In viaggio
Circuito dell'Annapurna: 5° - Ngawal a BragaNepal

Verso Braga. I nepalesi.

Abbiamo trascorso un'altra mattinata di tempo glorioso alla scoperta di Ngawal. Segue un breve viaggio verso Manang, la città principale sulla strada per l'apice del circuito dell'Annapurna. Abbiamo soggiornato a Braga (Braka). Il borgo si sarebbe presto rivelato una delle sue tappe più indimenticabili.
Contadino, Majuli, Assam, India
Etnico
Majuli, India

Un conto alla rovescia dell'isola

Majuli è la più grande isola fluviale dell'India e sarebbe ancora una delle più grandi sulla faccia della terra se non fosse per l'erosione del fiume Brahmaputra che lo ha ridotto per secoli. Se, come si teme, più di un'isola verrà sommersa entro vent'anni, una roccaforte culturale e paesaggistica davvero mistica del Subcontinente scomparirà.
Tramonto, Viale dei Baobab, Madagascar
Portfolio fotografico Got2Globe

Giorni come tanti altri

Funivia di Sanahin, Armenia
Storia
Alaverdi, Armenia

Una funivia chiamata Ensejo

La parte superiore della gola del fiume Debed nasconde i monasteri armeni di Sanahin e Haghpat e condomini sovietici a schiera. Il suo fondo ospita la miniera di rame e la fonderia che sostiene la città. A collegare questi due mondi è una provvidenziale cabina sospesa in cui gli alaverdi si aspettano di viaggiare in compagnia di Dio.
Isola del nord, Nuova Zelanda, Maori, Meteo surf
Isole
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
Rompighiaccio Sampo, Kemi, Finlandia
bianco inverno
Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
Baie d'Oro, Ile des Pins, Nuova Caledonia
Letteratura
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
mar morto, superficie dell'acqua, luogo più basso della terra, israele, riposo
Natura
Mar Morto, Israele

Sopra l'acqua, nelle profondità della Terra

È il luogo più basso della superficie del pianeta e teatro di numerosi racconti biblici. Ma il Mar Morto è speciale anche per la concentrazione di sale che rende la vita impossibile ma sostiene chi vi si bagna.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Lago Tinquilco in PN Huerquehue, Pucón, La Araucania, Cile
Parchi Naturali
Pucón, Cile

Tra gli alberi di Araucaria di La Araucania

Ad una certa latitudine del Cile longitudinale, entriamo nell'Araucanía. Questo è un Cile aspro, pieno di vulcani, laghi, fiumi, cascate e foreste di conifere che hanno dato il nome alla regione. Ed è il cuore del pinolo della più grande etnia indigena del Paese: i Mapuche.
Alla fine del pomeriggio
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Isola del Mozambico, Mozambico  

L'isola di Ali Musa Bin Bique. Scusa, dal Mozambico

Con l'arrivo di Vasco da Gama nell'estremo sud-est dell'Africa, i portoghesi si impossessarono di un'isola precedentemente governata da un emiro arabo, di cui finirono per alterare il nome. L'emiro perse territorio e ufficio. Il Mozambico - il nome sagomato - sopravvive sull'isola splendente dove tutto ebbe inizio e diede anche il nome alla nazione che finì per formare la colonizzazione portoghese.
I sosia dei fratelli Earp e l'amico Doc Holliday a Tombstone, USA
personaggi
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
conversazione al tramonto
Spiagge
Boracay, Filippine

La spiaggia filippina di tutti i sogni

È stato svelato dai viaggiatori zaino in spalla occidentali e dalla troupe cinematografica di "Heroes Are Born". Seguirono centinaia di resort e migliaia di vacanzieri orientali più bianchi della sabbia gessosa.
Bagnanti alla fine del mondo - Cenote de Cuzamá, Mérida, Messico
Religione
Yucatan, Messico

La fine della fine del mondo

Il giorno annunciato passò ma la fine del mondo insistette per non arrivare. In America Centrale, i Maya di oggi osservavano e sopportavano increduli tutta l'isteria attorno al loro calendario.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
cabina affollata
Società
Saariselka, Finlândia

Il delizioso caldo artico

Si dice che i finlandesi abbiano creato SMS in modo da non dover parlare. L'immaginazione dei freddi nordici si perde nella nebbia delle loro amate saune, vere e proprie sedute di terapia fisica e sociale.
Restituzione nella stessa valuta
Vita quotidiana
Dawki, India

Dawki, Dawki, Bangladesh in vista

Scendiamo dalle terre alte e montuose di Meghalaya alla pianura a sud e in basso. Lì, il flusso traslucido e verde del Dawki forma il confine tra India e Bangladesh. Sotto un caldo umido che non sentivamo da molto tempo, il fiume attira anche centinaia di indiani e bengalesi dediti a una pittoresca fuga.
Maria Jacarés, Pantanal Brasile
Animali selvatici
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.