A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia


Contrasto finlandese
Nook avvolto nella neve e nel ghiaccio nel porto di Marjaniemie
bacino freddo
Barche nel porto ghiacciato di Marjaniemi.
Salva vite
Boa strategicamente posizionata per situazioni di emergenza, durante l'estate e il periodo insidioso del disgelo.
Stazione di servizio contro Hailuoto
Pompe del carburante perse e inattive a Marjaniemi.
scia curva
Sentieri lasciati da una motoslitta, sulla spiaggia ghiacciata dell'isola di Hailuoto.
Fai il pesce
Fai spettacoli uno dei tanti pesci che cattura ogni mattina.
Iliris in Volvo
Iiris aspetta il tramonto nella sua macchina a Marjaniemi.
La moto del trucco
Make e un vicino cercano di liberare la motoslitta che il primo ha seppellito in un fosso nascosto.
pontone sotto copertura
Molo perso nel paesaggio di ghiaccio dell'isola a Marjaniemi, nell'isola di Hailuoto.
Hailuo Rosada
La giornata si conclude esuberante sulla gelida isola di Hailuoto
Una fontana di pesci
Buco nel gelido golfo di Botnia e protezione dal forte vento che rende il compito ancora più doloroso.
Hailuoto Rosada II
Un mulino di legno si staglia sullo scenario crepuscolare di Hailuoto.
Pranzo di Hailuo
Pesce appena pescato, purea di verdure, un pasto semplice ma nutriente della locanda-ristorante Kievari.
sci di fondo
Sampo Marjaniemi scia lungo una strada sull'isola di Hailuoto.
La rete
Sampo srotola il filo che permetterà di tirare la rete sotto il ghiaccio.
coppia di pescatori
Sampo e Iiris raccolgono il pesce pescato nelle gelide acque del Golfo di Botnia.
Mani sul pesce
Le mani nude di Sampo tirano fuori il pesce dalla rete stesa sotto la superficie ghiacciata.
I passi di Sampo
Sampo si prepara a scavare la buca che gli permetterà di togliere il pesce dalla lunga rete.
Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.

Non abbiamo potuto fare a meno di inghiottire l'ultima frase di Iris: “l'uomo non voleva farmi passare, ma lì era convinto.

Ci riproviamo ora ma dubito che domani sarà ancora possibile tornare qui. Vedi quelle crepe e pozzanghere ai bordi? Significano che la superficie sta diventando troppo fragile. Ecco perché stanno per chiuderlo".

Attraversamento su strada per l'isola di Hailuoto a Thaw

Abbiamo percorso la strada di ghiaccio ufficiale più lunga della Finlandia che, durante il lungo inverno, collega la terraferma all'isola di Hailuoto sulle acque leggermente salate del Golfo di Botnia che il freddo intenso di questa latitudine solidifica con relativa facilità.

Abbiamo chiesto al pilota se, con tutta la tecnologia nordica, non avessero inventato qualche sistema per correggere quei difetti e garantire l'uso della strada più a lungo. La risposta ci porta nel cuore dell'anima alternativa e contraddittoria di Hailuoto. “No, non esiste una macchina del genere.

Tutto dipende dal tempo. C'è, tuttavia, una discussione che va avanti da diversi anni sulla costruzione di un ponte. Molte persone sull'isola sono contrarie.

Vogliono tenerlo isolato e tranquillo. Ma poche centinaia di persone lavorano a Oulu. Se vai in traghetto, ci vuole 1h30. Ci vogliono 3 ore al giorno per viaggiare ed è allora che non devi aspettare perché il traghetto prende solo 6 auto.

Molo ghiacciato, isola di Hailuoto, Finlandia

Molo perso nel paesaggio di ghiaccio dell'isola a Marjaniemi, nell'isola di Hailuoto.

Ci chiediamo perché queste persone non si trasferiscono a Oulu. Iiris assicura che non lavora più a Oulu ma che non ci sarebbe comunque tornato e continua spiegando una serie di vantaggi della sua nuova vita sull'isola, con enfasi su maggiore sicurezza, tranquillità e autonomia.

Siamo stati con lei dalla colazione in hotel a Oulu. Sappiamo che un'altra ragione del cuore ha influito sul ritiro.

Il Dio Sampo e il Sampo dell'Isola di Hailuoto e Liris

“Hai fatto il viaggio “Sampo?”  Ho anche il mio Sampo. Si divertiranno a conoscerti".

Secondo la mitologia finlandese, il sampo era un artefatto magico difficile da qualificare ma che portava fortuna al suo possessore. Era stato costruito da Seppo Ilmarinen, una specie di ragazzo dio, fabbro, martello eterno della mitologia finlandese.

Più a nord, a Kemi, "Sampo” era anche il nome dato a un rompighiaccio che ha cessato di essere utile per aprire la strada a navi sempre più grandi che solcano il Golfo di Botnia e, quindi, adattato da una compagnia per piccole rotte turistiche, dimostrando la sua forza di frammentazione e la bellezza del paesaggio marino ghiacciato.

Magazzini, isola di Hailuoto, Finlandia

Nook avvolto nella neve e nel ghiaccio nel porto di Marjaniemi.

Siamo entrati nell'isola di Hailuoto. Tra foreste di conifere spolverate di neve e terreni agricoli ghiacciati, siamo arrivati ​​alla piccola fattoria della coppia. Iiris entra in casa. Poco dopo, torna accompagnata dal suo rompighiaccio. Sampo non è all'altezza dell'analogia.

Una battuta di pesca nello stile dell'isola di Hailuoto e dell'Artico

Comincia ad essere intimidito dalla presenza di questi stranieri del sud e dice poco mentre raccoglie ciò che gli occorre per la mattinata di pesca con la rete che stavamo per accompagnarci. Il tempo nella regione è sempre rimasto subartico. Presto, a modo suo, l'ospite ci avrebbe riservato un trattamento molto più caloroso.

Noi quattro salimmo sul furgone Volvo della coppia, anch'esso carico di attrezzi agricoli e peli di animali. Un breve viaggio ci riporta sulla costa ghiacciata.

Iiris prepara un fuoco per svegliarci da una certa inerzia mattutina con caffè e biscotti.

Nel frattempo, Sampo torna a casa per recuperare qualcosa che si era dimenticato e aspettiamo Make Valimaki, un amico di famiglia e uno dei veri pescatori professionisti dell'isola.

Sampo richiede tempo. Make, invece, si avvicina a grande velocità sulla sua motoslitta, sulla superficie dura ma innevata del golfo.

Sampo Marjaniemi pesca, isola di Hailuoto, Finlandia

Sampo srotola il filo che permetterà di tirare la rete sotto il ghiaccio.

Gli abbiamo voltato le spalle per un momento per rispondere a qualsiasi sfida di Iiris. Quando meno ce lo aspettiamo, sentiamo scricchiolare i tronchi e i rami di una siepe naturale.

Make's Bumpy Arrival

Eccitato dalla sensazione di libertà suggerita dalla leggerezza e dal bianco infinito, l'avventuriero aveva deciso di addentrarsi nell'entroterra attraverso un'apertura parallela al percorso normale.

Per sua sfortuna, la neve accumulata ha camuffato un fosso. Quella era l'ultima fermata per la motoslitta, che era bloccata tra alberi giovani.

Make andò in stato di shock. Come chiunque altro, ha cercato di rammendarsi la mano prima che l'incidente attirasse troppa attenzione, ma nonostante la sua enorme statura, si è subito reso conto che avrebbe avuto bisogno di aiuto.

Ci uniamo ai tuoi sforzi ingloriosi. Per diversi minuti abbiamo scavato enormi blocchi di neve dal fosso per aprire una via di fuga per la bici. Tutto invano.

Sampo finalmente appare con alcune pale. E un vicino di casa sulla cinquantina, con una forza erculea, completa la squadra di soccorso. Mentre manipola il volante e l'acceleratore della bici, Make si insulta e maledice la sua mancanza di giudizio.

Incidente in motoslitta, isola di Hailuoto, Finlandia

Make e un vicino cercano di liberare la motoslitta che il primo ha seppellito in un fosso nascosto.

Prima del previsto, il gruppo lo libera da quell'insolita umiliazione per una foto commemorativa e per la battuta di pesca tanto attesa.

Infine, Under Ice Fishing dell'isola di Hailuoto

Grato, sulla motoslitta, anche lui illeso, il finlandese organizza poi una navetta che ci salva da faticose passeggiate con la neve fino alle ginocchia, fino al luogo dove Sampo teneva le sue amache.

Quando arriviamo, il nativo installa una rudimentale tenda da sole che lo protegge dal vento pungente, scava una buca rotonda e scopre un'estremità della lunga maglia tesa sotto il ghiaccio.

Sampo Marjaniemi e Liris Poukkanem pescano, isola di Hailuoto, Finlandia

Sampo e Iiris raccolgono il pesce pescato nelle gelide acque del Golfo di Botnia.

Sampo indossa una tipica camicia da pesca dell'isola di Hailuoto che termina con guanti dello stesso tono beige con dita tagliate.

Senza traccia di pignoleria, immerge le mani nell'acqua gelida e inizia a tirare la rete, tirando fuori il pesce aggrovigliato in essa.

Sampo Marjaniemi pesca a mano, isola di Hailuoto, Finlandia

Le mani nude di Sampo tirano fuori il pesce dalla rete stesa sotto la superficie ghiacciata.

La vita alternativa dell'isola di Hailuoto

Make conosce il mestiere a memoria. “Per 15 anni sono stato ingegnere in Nokia. Ma nel 2012 mi sono stufato dei viaggi infiniti e di tutta l'instabilità".

La rottura fu tale che, pur consapevole delle sue qualifiche e del generoso stipendio, scelse di ritirarsi con la moglie thailandese nell'isola di Hailuoto, che, come Sampo e Iiris, considerava molto più genuina e onesta della società sottomissione prevalente nelle più grandi città finlandesi. Anche sull'isola trovò una via di sussistenza.

I ristoranti a Oulu e dintorni da tempo pagano bene il pesce fresco. Make non è stato per mezze misure.

Comprò 1 km di reti e iniziò a vendere le centinaia di esemplari che raccoglieva ogni mattina, purché il tempo lo permettesse.

Make Valimaki mostra pesce, isola di Hailuoto, Finlandia

Fai spettacoli uno dei tanti pesci che cattura ogni mattina.

Abbiamo iniziato il pomeriggio assaggiando la prelibatezza a un tavolo a Kievari, un'accogliente locanda-ristorante di Hailuoto. Durante il pasto compaiono un paio di vicini e amici che si recavano spesso a Goa. "Qual è di nuovo il tuo soprannome?" Chiedi. "Pereira?" Eh si, mi ricordo. Quello è lui. Lo usano ancora molto! Ci torneremo ad aprile".

Piatto di purea di pesce, isola di Hailuoto, Finlandia

Pesce appena pescato, purea di verdure, un pasto semplice ma nutriente della locanda-ristorante Kievari.

Un periplo gelido nell'inverno dell'isola di Hailuoto

Dopo pranzo, Sampo e Make tornano alle loro faccende. Iiris ci porta a Marjaniemi, una penisola portuale dell'isola che, nonostante lo scenario gelido e inospitale, la padrona di casa ci assicura che d'estate è una spiaggia divina.

Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia

Barche nel porto ghiacciato di Marjaniemi.

Il sole cala all'orizzonte. Scalda leggermente i toni ghiacciati del molo dei pescherecci e un altro stelo di vegetazione che resiste all'inverno implacabile.

"Questi stivali mi stanno deludendo." confessaci. “Devo andare a casa e cambiarli. I miei piedi sono fradici".

Lungo la strada, il crepuscolo si fa strada e tinge il cielo di magenta. Passiamo davanti ad alcuni vecchi mulini di legno e, decorati da loro, il paesaggio ci incanta due volte. Abbiamo chiesto all'autista di lasciarci sul ciglio della strada e di recuperarci quando il problema con le scarpe è stato risolto.

Mulino tradizionale, isola di Hailuoto, Finlandia

Un mulino di legno si staglia sullo scenario crepuscolare di Hailuoto.

In quel tempo, ancora senza ciaspole, abbiamo resistito a una camminata crudele con la neve quasi alla vita, giusto per avvicinarci alle strutture.

Il gradito ritorno alla casa rurale

Quando Iiris ci salva dalla banchina, siamo all'erta. Il ritorno a casa e la socializzazione rilassata nel recinto compartimentato dove lei, Sampo e sua figlia Elli allevano maiali, pecore, capre, galline e altre specie meno usuali, appare come una ricompensa e ci fa perdere due traghetti sulla via del ritorno.

La coppia ci invita anche al comfort della loro casa e ci brinda con corroboranti tazze di tè. Si fa tardi e la stanchezza incalza ma si parla al limite dell'isola e dei suoi progetti di ecoturismo.

Iiris richiede l'ultima energia e ci porta alla barca successiva ea Oulu. Approfitta del viaggio per raccontare altre avventure nella vita di coppia ad Hailuoto.

Liris Poukkanen, isola di Hailuoto, Finlandia

Iiris aspetta il tramonto nella sua macchina a Marjaniemi.

La sua disinibizione sembra ancora una volta molto più latina che nordica. Suona, tuttavia, con il ritmo calmo e piacevole con cui i finlandesi imparano a parlare e ci ipnotizza.

"Sai che quando ho incontrato Sampo, ero sempre preoccupato per la consanguineità qui sull'isola. Come puoi immaginare, queste strade e questi traghetti non esistevano prima. Isolata nell'isola di Hailuoto, era sempre inevitabile che, in un modo o nell'altro, tutto fosse più o meno in famiglia.

Ci siamo messi subito in gioco, ma l'ultima cosa che volevo era avere figli con problemi. Finché non mi ha detto che sua madre era della terraferma. Era tutto ciò che avevo bisogno di sentire. Ora abbiamo la vita che vogliamo.

Cielo rosa, isola di Hailuoto, Finlandia

La giornata si conclude esuberante sulla gelida isola di Hailuoto

Con tutte le bollette e i canoni mensili che si accumulano, certo non è facile, ma almeno litighiamo a modo nostro e, pur vivendo a una certa distanza, ci piace molto mostrare l'isola ai visitatori".

Iiris guida l'auto a bordo del traghetto. La nave salpa per l'algida immensità del Golfo di Botnia. Tre ultime ore e questo neo convertito nell'isola di Hailuoto sarà di nuovo al sicuro dalle luci eccessive di Oulu e dalle difficoltà sociali della cinica e competitiva Finlandia.

Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
Inari, Finlândia

Il Parlamento di Babele della Nazione Sami

La nazione Sami comprende quattro paesi che interferiscono nella vita della loro gente. Nel parlamento di Inari, in vari dialetti, i Sami si governano come meglio possono.
Lapponia, Finlândia

Alla ricerca della volpe di fuoco

L'aurora boreale o australis, fenomeni luminosi generati dai brillamenti solari, sono unici per le altezze della Terra. Voi sami nativo dalla Lapponia si credeva fosse una volpe infuocata che diffondeva scintillii nel cielo. Qualunque cosa siano, nemmeno i quasi 30 gradi sotto zero che si sono fatti sentire nell'estremo nord della Finlandia non hanno potuto impedirci di ammirarli.
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
Helsinki, Finlândia

La Pasqua Pagana di Seurasaari

Anche a Helsinki il Sabato Santo viene celebrato in modo gentile. Centinaia di famiglie si radunano su un'isola al largo della costa, attorno a falò accesi per spaventare gli spiriti maligni, le streghe e i troll.
Isola di Hailuoto, Finlândia

La Pesca del Vero Pesce Fresco

Al riparo da pressioni sociali indesiderate, gli isolani di A forma di squalo sanno come sostenersi. Sotto il mare ghiacciato della Bothnia, catturano ingredienti preziosi per i ristoranti di Oulu, nella Finlandia continentale.
Kuusamo ao P.N. Oulanka, Finlândia

Sotto il freddo incantesimo dell'Artico

Siamo al 66º nord e alle porte della Lapponia. Da queste parti il ​​paesaggio bianco è di tutti e di nessuno come gli alberi innevati, il freddo atroce e la notte senza fine.
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Saariselka, Finlândia

Il delizioso caldo artico

Si dice che i finlandesi abbiano creato SMS in modo da non dover parlare. L'immaginazione dei freddi nordici si perde nella nebbia delle loro amate saune, vere e proprie sedute di terapia fisica e sociale.
Helsinki, Finlândia

Il design che è venuto dal freddo

Con gran parte del territorio sopra il Circolo Polare Artico, i finlandesi rispondono al clima con soluzioni efficienti e un'ossessione per l'arte, l'estetica e il modernismo ispirati dalla vicina Scandinavia.
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
Helsinki, Finlândia

La fortezza della Finlandia in tempi svedesi

Distaccata in un piccolo arcipelago all'ingresso di Helsinki, Suomenlinna è stata costruita su progetti politico-militari del regno svedese. Da più di un secolo, il Russia l'ha fermata. Dal 1917 i Suomi l'hanno venerata come il bastione storico della loro spinosa indipendenza.
Helsinki, Finlândia

Una Via Crucis gelida e accademica

Quando arriva la Settimana Santa, Helsinki mostra la sua fede. Nonostante il freddo gelido, attori mal vestiti mettono in scena una sofisticata rievocazione della Via Crucis attraverso strade piene di spettatori.
Inari, Finlândia

I Guardiani del Nord Europa

A lungo discriminato dai coloni scandinavi, finlandesi e russi, il popolo Sami riacquista la propria autonomia ed è orgoglioso della propria nazionalità.
Porvoo, Finlândia

Una Finlandia medievale e invernale

Uno degli insediamenti più antichi della nazione Suomi, all'inizio del XIV secolo, Porvoo era un trafficato posto lungo il fiume e la sua terza città. Nel tempo, Porvoo ha perso importanza commerciale. In cambio, è diventata una delle venerate roccaforti storiche della Finlandia.  
Oulu, Finlândia

Oulu: un'ode all'inverno

Situata nella parte nord-orientale del Golfo di Botnia, Oulu è una delle città più antiche della Finlandia e la sua capitale settentrionale. A soli 220 km dal Circolo Polare Artico, anche nei mesi più freddi offre una prodigiosa vita all'aria aperta.
Helsinki, Finlândia

La Figlia Suomi del Bático

Diverse città crebbero, si emanciparono e prosperarono sulle rive di questo mare interno settentrionale. Helsinki si è distinta come la monumentale capitale della giovane nazione finlandese.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Safari
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
Braga o Braka o Brakra in Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 6° – Braga, Nepal

In un Nepal più antico del Monastero di Braga

Quattro giorni di cammino dopo, abbiamo dormito a 3.519 metri a Braga (Braka). All'arrivo, solo il nome ci è familiare. Di fronte al fascino mistico della città, che si articola intorno a uno dei più antichi e venerati monasteri buddisti del circuito dell'Annapurna, acclimatamento con salita all'Ice Lake (4620m).
Architettura & Design
Fortezze

Il mondo da difendere – Castelli e fortezze che resistono

Sotto la minaccia dei nemici dalla fine dei tempi, i capi dei villaggi e delle nazioni hanno costruito castelli e fortezze. Un po' ovunque, monumenti militari come questi continuano a resistere.
Angel Falls, fiume che cade dal cielo, Angel Falls, PN Canaima, Venezuela
Aventura
P.N. Canaima, Venezuela

Kerepakupai, Angel Jump: Il fiume che cade dal cielo

Nel 1937, Jimmy Angel fece atterrare un aereo su un altopiano sperduto nella giungla venezuelana. L'avventuriero americano non trovò l'oro ma conquistò il battesimo della cascata più lunga sulla faccia della Terra
Cerimonie e Feste
Pentecoste, Vanuatu

Naghol: Bungee Jumping senza modernità

A Pentecoste, nella tarda adolescenza, i giovani si lanciano da una torre con solo viti attaccate alle caviglie. Le corde elastiche e le imbracature sono pignoleria che non si addice a un'iniziazione all'età adulta.
Viaggio nella storia di Santa Cruz de La Palma, Isole Canarie, Balconi Avenida Marítima
Città
Santa Cruz La Palma, Isole Canarie

Un viaggio nella storia di Santa Cruz de La Palma

Iniziò come una semplice Villa del Apurón. Secolo è arrivato. Nel XVI secolo, la città non solo aveva superato le sue difficoltà, ma era già la terza città portuale più grande d'Europa. Erede di questa benedetta prosperità, Santa Cruz de La Palma è diventata una delle capitali più eleganti delle Isole Canarie.
cibo
Mercati

Un'economia di mercato

La legge della domanda e dell'offerta determina la loro proliferazione. Che siano generici o specifici, coperti o all'aperto, questi spazi dedicati alla compravendita e allo scambio sono espressioni di vita e di salute finanziaria.
Contadino, Majuli, Assam, India
Cultura
Majuli, India

Un conto alla rovescia dell'isola

Majuli è la più grande isola fluviale dell'India e sarebbe ancora una delle più grandi sulla faccia della terra se non fosse per l'erosione del fiume Brahmaputra che lo ha ridotto per secoli. Se, come si teme, più di un'isola verrà sommersa entro vent'anni, una roccaforte culturale e paesaggistica davvero mistica del Subcontinente scomparirà.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
In viaggio
Moçamedes a PN Iona, Namibe, Angola

Grande ingresso all'Angola das Dunas

Sempre partendo da Moçâmedes, abbiamo viaggiato alla ricerca delle sabbie del Parco Nazionale di Namibe e Iona. La meteorologia del cacimbo impedisce la continuazione tra l'Atlantico e le dune dello splendido sud di Baía dos Tigres. Sarà solo questione di tempo.
casco capillare
Etnico
Viti Levu, Fiji

Cannibalismo e capelli, vecchi passatempi di Viti Levu, Isole Fiji

Per 2500 anni, l'antropofagia ha fatto parte della vita quotidiana alle Fiji. Nei secoli più recenti, la pratica è stata adornata da un affascinante culto dei capelli. Per fortuna rimangono solo le vestigia dell'ultima moda.
Portfolio, Got2Globe, migliori immagini, fotografia, immagini, Cleopatra, Dioscorides, Delos, Grecia
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il Mondano e il Celeste

La maschera di Zorro in mostra durante una cena presso la Pousada Hacienda del Hidalgo, El Fuerte, Sinaloa, Messico
Storia
El Fuerte, Sinaloa, Messico

La Culla di Zorro

El Fuerte è una città coloniale nello stato messicano di Sinaloa. Nella sua storia verrà ricordata la nascita di Don Diego de La Vega, si dice che in un palazzo del paese. Nella sua lotta contro le ingiustizie del giogo spagnolo, Don Diego si trasformò in un sfuggente uomo mascherato. A El Fuerte avrà sempre luogo il leggendario “El Zorro”.
Isola di Saona, Repubblica Dominicana, Piscina di Playa Palmilla
Isole
Isola di Saona, Repubblica Dominicana

Una Savona nelle Antille

Durante il suo secondo viaggio nelle Americhe, Colombo sbarcò su un'incantevole isola esotica. La chiamò Savona, in onore di Michele da Cuneo, marinaio sabaudo che la vedeva come un elemento di spicco della maggiore Hispaniola. Oggi chiamata Saona, quest'isola è uno degli amati eden tropicali della Repubblica Dominicana.

costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda
bianco inverno
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
Baie d'Oro, Ile des Pins, Nuova Caledonia
Letteratura
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
femmina e vitello, Grizzly Steps, Katmai National Park, Alaska
Natura
P.N.Katmai, Alaska

Sulle tracce dell'uomo grizzly

Timothy Treadwell ha trascorso le estati con gli orsi di Katmai. Viaggiando attraverso l'Alaska, abbiamo seguito alcuni dei suoi sentieri ma, a differenza del selvaggio protettore della specie, non siamo mai andati troppo lontano.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Delta dell'Okavango, Non tutti i fiumi raggiungono il mare, Mokoros
Parchi Naturali
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
Kirkjubour, Streymoy, Isole Faroe
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
kirkjubor, Streymoy, Isole Faroe

Dove il cristianesimo faroese ha dato la costa

Ad appena un anno dall'inizio del primo millennio, un missionario vichingo di nome Sigmundur Brestisson portò la fede cristiana nelle Isole Faroe. Kirkjubour, divenne il rifugio e la sede episcopale della nuova religione.
personaggi
Sosia, Attori e Comparse

Stelle finte

Protagonisti di eventi o sono imprenditori di strada. Incarnano personaggi inevitabili, rappresentano classi sociali o periodi. Anche a miglia di distanza da Hollywood, senza di loro, il mondo sarebbe più noioso.
El Nido, Palawan l'ultima frontiera filippina
Spiagge
El Nido, Filippine

El Nido, Palawan: l'ultima frontiera filippina

Uno dei paesaggi marini più affascinanti del mondo, i vasti e aspri isolotti di Bacuit nascondono sgargianti barriere coralline, piccole spiagge e lagune idilliache. Per scoprirlo, basta bangka.
Funivia di Sanahin, Armenia
Religione
Alaverdi, Armenia

Una funivia chiamata Ensejo

La parte superiore della gola del fiume Debed nasconde i monasteri armeni di Sanahin e Haghpat e condomini sovietici a schiera. Il suo fondo ospita la miniera di rame e la fonderia che sostiene la città. A collegare questi due mondi è una provvidenziale cabina sospesa in cui gli alaverdi si aspettano di viaggiare in compagnia di Dio.
I dirigenti dormono sedile della metropolitana, dormono, dormono, metropolitana, treno, Tokyo, Giappone
Veicoli Ferroviari
Tokyo, Giappone

Gli ipno-passeggeri di Tokyo

Il Giappone è servito da milioni di dirigenti massacrati con ritmi di lavoro infernali e vacanze scarse. Ogni minuto di tregua sulla strada per andare al lavoro oa casa serve al loro scopo. inemuri, dormire in pubblico.
Pachinko Hall, Dipendenza da video, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Pachinko: Il video – Dipendenza che deprime il Giappone

All'inizio era un giocattolo, ma l'appetito di profitto del Giappone ha rapidamente trasformato il pachinko in un'ossessione nazionale. Oggi, 30 milioni di giapponesi si sono arresi a queste macchine da gioco alienanti.
Commercianti di frutta, Swarm, Mozambico
Vita quotidiana
Enxame, Mozambico

Area di servizio in stile mozambicano

Si ripete in quasi tutte le tappe nei paesi di Mozambico degno di apparire sulle mappe. o tubo tubolare (autobus) si ferma ed è circondato da una folla di impazienti uomini d'affari. I prodotti offerti possono essere universali, come acqua o biscotti, oppure tipici della zona. In questa regione, a pochi chilometri da Nampula, le vendite di frutta sono state successive, sempre piuttosto intense.
Lago Manyara, Parco Nazionale, Ernest Hemingway, Giraffe
Animali selvatici
PN Lago Manyara, Tanzania

L'Africa preferita di Hemingway

Situato all'estremità occidentale della Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara è uno dei più piccoli ma incantevoli e ricchi di animali selvatici dalla Tanzania. Nel 1933, tra caccia e discussioni letterarie, Ernest Hemingway le dedicò un mese della sua travagliata vita. Raccontati questi avventurosi giorni di safari in "Le verdi colline dell'Africa".
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.