Istanbul, Turchia

Dove l'oriente incontra l'occidente, la Turchia cerca una via


sagome islamiche
Cupole d'ombra e minareti della Moschea di Solimano si stagliano nel crepuscolo.
Basilica, moschea, ancora basilica
Grandiosa e peculiare struttura della Basilica di Santa Sofia con uno dei minareti aggiunti dagli Ottomani dopo la conquista di Costantinopoli.
grande bazaar,
Venditori e clienti si incrociano nel Grand Bazaar di Istanbul, uno dei più grandi mercati coperti del mondo.
amici di pesca
Due dei tanti pescatori tentano la fortuna nelle acque del Corno d'Oro, dal ponte di Galata.
vortici umani
Ballerini dervisci volteggiano sotto lo sguardo guida della figura di Kemal Ataturk, il fondatore della patria turca.
Diritto alla sciarpa
Giovani donne turche in chador ammirano una mostra in una galleria della cisterna di Yerebatan.
Hagia Sophia
La grande basilica di Santa Sofia, costruita dall'imperatore Giustiniano per essere il monumento più grande del mondo, successivamente adattata dagli ottomani a moschea.
Tappeti & Co.
I venditori di tappeti drappeggiavano il prodotto di punta del loro negozio nel Grand Bazaar di Istanbul.
Spuntino sul Bosforo
Il venditore di pesce alla griglia attende più clienti con la Torre di Galata sullo sfondo.
Grande moschea
Una vista insolita della moschea di Suleiman, una delle più grandi delle quasi 3000 di Istanbul.

Una metropoli emblematica e grandiosa, Istanbul vive a un bivio. Poiché la Turchia in generale, divisa tra laicità e islam, tradizione e modernità, non sa ancora che strada prendere

Fa così freddo intorno allo stretto del Bosforo che non saremmo sorpresi se avessimo ancora in dono una Istanbul completamente innevata come avevamo visto solo su poster e cartoline.

Indifferenti al vento gelido, convivono decine di pescatori appoggiati al ponte di Galata e attenti alle lenze immerse nel Corno d'Oro.

Senza che ce lo aspettiamo, innumerevoli muezzin attivano le loro voci sacre e creano un diffuso appello alla nuova preghiera che è tutt'altro che gradito a tutti gli istanbuliani, musulmani e non. La più attenta stampa internazionale ha persino riferito che la dissonanza di alcuni dei cantanti religiosi era tale che alcuni residenti si sono abituati all'uso dei tappi per le orecchie e hanno sporto denuncia alle autorità religiose competenti. Questi, hanno avviato un apposito programma di messa a punto dei responsabili che ha mitigato il problema.

Come la Turchia, e grazie alla forza ideologica delle riforme del fondatore Kemal Atatürk, Istanbul è ancora ufficialmente laica. Anche se a stragrande maggioranza musulmana, la sua enorme popolazione urbana – rivaleggia con Londra per il titolo di più grande d'Europa – ha molti credenti di altre fedi, oltre che atei e agnostici. Sullo spettro politico, è principalmente diviso tra kemalisti – i seguaci delle riforme di Atatürk – e islamisti. 

Una buona parte dei primi non nuocerebbe se non nuocesse all'abolizione dei richiami che sentiamo echeggiare cinque volte al giorno dagli innumerevoli minareti della città.

Ma Tayyip Erdogan, l'ex sindaco di Istanbul, ora aspramente contestato ma ancora onnipotente presidente della Turchia, è un sunnita schietto e sostenitore del ruolo guida dell'Islam nella vita della nazione, cosa che anche l'esercito si è opposto.

Tra gli altri reati, Erdogan è stato accusato di antisemitismo, corruzione, manipolazione elettorale, dispotismo e censura dei media. Tra i vari tentativi di soffocare la libertà di comunicazione e di stampa, è prevalso il recente caso del social network Twitter, che ha prevalso perché Google ha offerto ai turchi un server DNS gratuito, il cui codice 8.8.8.8 è stato graffiato sui muri della città da residenti arrabbiati con l'arroganza del Presidente.

Dall'altra parte del ponte e dello stretto, abbiamo sentito una guida locale lodare i meriti di Istanbul a un gruppo spagnolo: "Amici miei, perdonatemi se sono stato così audace, so bene che l'Iberia ha una civiltà incredibile e città incredibili, ma non prendetemi mi sento male se vi confesso che non c'è città in Europa grande come questa”. Nella loro etichetta del visitatore, gli spagnoli tacciono, acconsentono e si dirigono verso la penisola ricca di monumenti e di storia da cui veniamo.

Crepuscolo tra tre volte. Su consiglio di Ari, collega tanto orgoglioso o ancor più che ci ha sostenuto nel nostro peregrinare, abbiamo indicato il quartiere di Galata. Saliamo ripide stradine e scale ed entriamo nell'omonima torre, dove ci era stato assicurato un pasto divino, animato da uno spettacolo di varietà tradizionali turche.

Viene inaugurato da energici batteristi, ma il pubblico va in fiamme solo quando una danzatrice del ventre che è molto più nuda, seducente e contagiosa della maggior parte dei giovani islamisti che, come il presidente Erdogan, continuano a cercare di aggirare il divieto costituzionale all'uso del turco di chador. Coerentemente con le sue posizioni conservatrici, Erdogan ha dichiarato di recente in una conferenza femminista a Istanbul che le donne non possono mai essere trattate come uomini. E ha accusato la maggior parte del pubblico di rifiutare la maternità. 

La struttura più alta della città quando fu edificata dai genovesi, nel 1348, la torre di Galata iniziò ad essere utilizzata dagli ottomani, dalla metà del XNUMX° secolo, per rilevare incendi tra le case sottostanti. Come tutti coloro che accedono alla cima conica, non usciamo senza goderci le luci che punteggiano Istanbul e il suo riflesso nelle acque oscure del Corno d'Oro e del Bosforo.

Il giorno successivo sorge con un tempo più piacevole. Cogliamo l'occasione per esplorare l'area tra i quartieri di Topkapi, Unkapani e Yenikapi che concentra il più sontuoso patrimonio storico e culturale della città. 

Nel mezzo dell'ippodromo, stiamo cercando di decifrare qualcosa dei geroglifici scolpiti sull'obelisco di Teodosio che un tempo adornava il tempio egizio di Karnak. Ci siamo convertiti alla grigia grandezza della moschea e anche a quella di un altro sultano, Ahmed.

Dall'alto di questa moschea blu, siamo lieti di vedere la basilica di Hagia Sophia, che l'imperatore bizantino Giustiniano aspirava ad essere il monumento più eccezionale del mondo, che dovrebbe superare il Tempio di Salomone a Gerusalemme. 

Con l'ingresso accanto, ci perdiamo tra le colonne corinzie della cisterna sotterranea di Yerebatan e guardiamo negli occhi le teste di Medusa che ne sorreggono due, senza, come sostiene il mito, trasformarci in pietra. 

Nel Palazzo Topkapi, percorriamo gran parte della storia della dinastia ottomana, dominando vasti territori in tre diversi continenti per 600 anni.

Non manca un'altra delle usanze di chi sta scoprendo Istanbul: la visita alla fortezza bizantina di Rumeli, seguita dall'attraversamento stradale del Ponte Mehmet che collega l'Europa all'Asia. 

Lungo il percorso, a bordo di un minibus carico di passeggeri di diverse nazionalità, nessuno se la cava sfoggiando una canzone tradizionale del proprio paese. Con il Vecchio Mondo alle spalle e un po' di tranquillità, ci colpisce l'analogia con cui Erdogan e, che tu sia d'accordo o meno, i turchi in generale, hanno anche abbandonato l'opportunità di entrare a far parte della famiglia dell'Unione Europea, a seconda delle politiche e dei rigidi ideologie dell'attuale leader.

Nel 2010 le autorità turche hanno chiuso i loro porti alle navi cipriote. Hanno mancato di rispetto ai diritti civili fondamentali come la libertà nei modi più diversi. Sono lenti ad agire sulla discriminazione contro gli omosessuali, la tortura nelle carceri, i matrimoni forzati e la violenza contro le donne, tra le altre questioni su cui nemmeno gli eurocrati più aperti si sarebbero mai arresi a quella che, a stragrande maggioranza musulmana, passerebbe per essere la terza più grande popolazione nell'Unione.

Tornato nella Istanbul europea e ora in compagnia di Ari, è ancora impegnato a sorprenderci con la ricchezza della cultura turca. Siamo saliti in metropolitana e, dopo essere tornati in superficie, abbiamo camminato per alcuni minuti fino a un appartato edificio storico. "Ora, vediamo cosa ne pensi."

Entriamo e troviamo una sala da ballo occupata da una troupe esoterica in abiti mistici bianchi. "Hai sentito parlare dei dervisci o no?" Ce lo chiede ancora Ari, lieto di fornirci l'esperienza.

Le luci si affievoliscono. Subito dopo, una colonna sonora orientale che combina semplici percussioni, archi, strumenti a fiato e voci cerimoniali prende il sopravvento nella sala. Stabilisce il tono perché, in una trance crescente, i ballerini sufi sviluppano le loro innumerevoli rotazioni meditative.

Come gli altri spettatori, ci lasciamo ipnotizzare dalla sottile bellezza di quei vortici bianchi. Finché la tempesta spirituale non finirà e torneremo al ghiaccio notturno della multiforme Istanbul.

Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Gerusalemme, Israele

Per le strade deliziose della Via Dolorosa

A Gerusalemme, percorrendo la Via Dolorosa, i credenti più sensibili si rendono conto di quanto sia difficile raggiungere la pace del Signore nei vicoli più contesi della faccia della terra.
Gerusalemme, Israele

Festa al Muro del Pianto

Non solo le preghiere e le preghiere rispondono al luogo più sacro dell'ebraismo. Le sue antiche pietre sono state per decenni testimoni del giuramento di nuove reclute dell'IDF e hanno fatto eco alle grida euforiche che ne sono seguite.
Monte Sinai, Egitto

Forza nelle gambe e fede in Dio

Mosè ricevette i Dieci Comandamenti sulla vetta del monte Sinai e li rivelò al popolo di Israele. Oggi centinaia di pellegrini conquistano, ogni notte, i 4000 passi di quella dolorosa ma mistica ascesa.
Serengeti, Great Savanna Migration, Tanzania, gnu nel fiume
Safari
P.N. Serengeti, Tanzania

La grande migrazione della savana infinita

In queste praterie che dicono i Masai siringat (corri per sempre), milioni di gnu e altri erbivori inseguono le piogge. Per i predatori, il loro arrivo e quello del monsone sono la stessa salvezza.
Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
dall'ombra
Architettura & Design
Miami, EUA

Un capolavoro di riabilitazione urbana

All'inizio del 25° secolo, il quartiere di Wynwood era ancora pieno di fabbriche e magazzini abbandonati e pieni di graffiti. Tony Goldman, un astuto investitore immobiliare, acquistò oltre XNUMX proprietà e fondò un parco murale. Molto più che rendere omaggio ai graffiti lì, Goldman ha fondato il grande bastione della creatività di Miami.
lagune e fumarole, vulcani, PN tongaro, nuova zelanda
Aventura
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Bertie a Jalopy, Napier, Nuova Zelanda
Cerimonie e Feste
Napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30

Devastato da un terremoto, Napier è stato ricostruito in un Art Deco quasi al piano terra e vive fingendo di essersi fermato negli anni Trenta. I suoi visitatori si arrendono all'atmosfera del Grande Gatsby che trasuda la città.
Porto e città di Fremantle nell'Australia occidentale, amiche in posa
Città
Fremantle, Australia

Il porto boemo dell'Australia occidentale

Una volta che la destinazione principale per i detenuti britannici banditi in Australia, Fremantle si è sviluppata nel grande porto occidentale della grande isola. E allo stesso tempo, un paradiso per gli artisti Australiani ed espatriati in cerca di vite fuori dagli schemi.
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
cibo
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
Casa Menezes Braganca, Chandor, Goa, India
Cultura
Chandor, Goa, India

Una casa goano-portoghese, di sicuro

Un palazzo con influenze architettoniche portoghesi, Casa Menezes Bragança si distingue dalle case di Chandor, a Goa. Forma l'eredità di una delle famiglie più potenti dell'ex provincia. Sia dalla sua ascesa in un'alleanza strategica con l'amministrazione portoghese sia dal successivo nazionalismo di Goa.
Spettatore, Melbourne Cricket Ground-Regole di calcio, Melbourne, Australia
sportivo
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Crociera Princess Yasawa, Maldive
In viaggio
Maldive

Crociera alle Maldive tra isole e atolli

Portata dalle Fiji per navigare alle Maldive, la principessa Yasawa si è adattata bene ai nuovi mari. Di norma bastano uno o due giorni di itinerario per far emergere l'autenticità e il piacere della vita a bordo.
Tabatô, Guinea Bissau, tabanca Mandingo musicisti. Baidi
Etnico
Tabato, Guinea Bissau

La Tabanca dei Mandinga Poeti Musicisti

Nel 1870, una comunità di musicisti mandingo itineranti si stabilì vicino all'attuale città di Bafatá. Dai Tabatô che hanno fondato, la loro cultura e, in particolare, i loro prodigiosi balafonisti, abbagliano il mondo.
portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Table Mountain vista da Waterfront, Cape Town, Sud Africa
Storia
Montagna della Tavola, Sud Africa

Al tavolo di Adamastore

Dai tempi primordiali delle Scoperte fino ai giorni nostri, Table Mountain si è sempre distinta al di sopra dell'immensità sudafricano e gli oceani che lo circondano. Passarono i secoli e Città del Capo sdraiato ai suoi piedi. Sia il capetoniani poiché gli estranei in visita si sono abituati a contemplare, salire e venerare questo imponente e mitico altopiano.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Isole
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Oulu Finlandia, il passaggio del tempo
bianco inverno
Oulu, Finlândia

Oulu: un'ode all'inverno

Situata nella parte nord-orientale del Golfo di Botnia, Oulu è una delle città più antiche della Finlandia e la sua capitale settentrionale. A soli 220 km dal Circolo Polare Artico, anche nei mesi più freddi offre una prodigiosa vita all'aria aperta.
Almada Negreiros, Roça Saudade, Sao Tome
Letteratura
desiderio, São Tomé, São Tome e Principe

Almada Negreiros: da Saudade all'eternità

Almada Negreiros nasce nell'aprile del 1893 in una campagna di São Tomé. Alla scoperta delle sue origini, crediamo che l'esuberanza rigogliosa in cui ha iniziato a crescere abbia dato ossigeno alla sua feconda creatività.
Maori haka, Waitangi Treaty Grounds, Nuova Zelanda
Natura
Baia delle Isole, Nova Zelândia

Nucleo di civiltà della Nuova Zelanda

Waitangi è il luogo chiave dell'indipendenza e della coesistenza di lunga data dei nativi Maori con i coloni britannici. Nella circostante Baia delle Isole si celebra l'idilliaca bellezza marina degli antipodi della Nuova Zelanda, ma anche la complessa e affascinante nazione kiwi.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Namibe, Angola, Grotta, Parco Iona
Parchi Naturali
Namibe, Angola

Incursione nel Namibe angolano

Alla scoperta del sud dell'Angola, lasciamo Moçâmedes per l'interno della provincia desertica. Per migliaia di chilometri su terra e sabbia, l'asprezza del paesaggio non fa che rafforzare lo stupore della sua vastità.
Uno contro tutti, Monastero di Sera, Sacro Dibattito, Tibet
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Lhasa, Tibete

Sera, il Monastero del Sacro Dibattito

In pochi posti al mondo si usa un dialetto con la stessa veemenza del monastero di Sera. Lì, centinaia di monaci si impegnano in intensi e chiassosi dibattiti sugli insegnamenti del Buddha in tibetano.
Monumento a Heroes Acre, Zimbabwe
personaggi
Harare, zimbabwe

L'ultimo sonaglio del surreale Mugabué

Nel 2015, la first lady dello Zimbabwe Grace Mugabe disse che il presidente, allora 91enne, avrebbe governato fino all'età di 100 anni, su una sedia a rotelle speciale. Poco dopo, iniziò a insinuarsi nella sua successione. Ma nei giorni scorsi i generali hanno finalmente accelerato la rimozione di Robert Mugabe che hanno sostituito con l'ex vicepresidente Emmerson Mnangagwa.
Barche con fondo di vetro, Kabira Bay, Ishigaki
Spiagge
Ishigaki, Giappone

Tropici giapponesi insoliti

Ishigaki è una delle ultime isole del trampolino di lancio che si estende tra Honshu e Taiwan. Ishigakijima ospita alcune delle spiagge e dei paesaggi costieri più incredibili di queste parti dell'Oceano Pacifico. I sempre più giapponesi che li visitano si divertono a fare il bagno poco o meno.
Intervento della Polizia, Ebrei Utraortodossi, Jaffa, Tel Aviv, Israele
Religione
Jaffa, Israele

proteste non ortodosse

Un edificio a Jaffa, Tel Aviv, minacciava di profanare quelle che gli ebrei ultra-ortodossi pensavano fossero vestigia dei loro antenati. E nemmeno la rivelazione che erano tombe pagane impediva loro di contestare.
Veicoli Ferroviari
Veicoli Ferroviari

Viaggio in treno: il meglio del mondo su Carris

Nessun modo di viaggiare è ripetitivo e arricchente come viaggiare su rotaia. Sali a bordo di queste diverse carrozze e composizioni e goditi lo scenario più bello del mondo su Rails.
Cabina Sapphire, Purikura, Tokyo, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Foto del passaporto giapponese

Alla fine degli anni '80, due multinazionali giapponesi vedevano già le cabine fotografiche convenzionali come pezzi da museo. Le trasformarono in macchine rivoluzionarie e il Giappone si arrese al fenomeno Purikura.
il proiezionista
Vita quotidiana
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
Mandria di bufali asiatici, Maguri Beel, Assam, India
Animali selvatici
Maguri Bill, India

Un Pantanal ai confini dell'India nord-orientale

Il Maguri Bill occupa un'area anfibia nelle vicinanze assamesi del fiume Brahmaputra. È lodato come un habitat incredibile, soprattutto per gli uccelli. Quando lo navighiamo in modalità gondola, ci imbattiamo in molta (ma molta) più vita della semplice asada.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.