Red Center, Australia

Nel cuore spezzato dell'Australia


All'ombra della scogliera
Capo guida su un piccolo promontorio di Kings Canyon.
Uluru-Ayers Rock
Sacra agli aborigeni Anangu del Centro Rosso, la roccia Uluru è alta 873 metri e ha una circonferenza di 9.4 km.
camminare sotto minaccia
Il gruppo cammina su un sentiero di Kata Tjuta, protetto dalle mosche infernali dalle reti.
Ombra e sole nell'entroterra
Red Center rock contorni disegnati contro una scia di sole al tramonto.
collina di pietra
Ancora un altro strano rigonfiamento roccioso di Kata Tjuta.
leader in cachi
Il capo guida guida un gruppo di visitatori al Parco nazionale di Kata Tjuta.
verde e siccità
Un albero morto si staglia nel paesaggio inospitale di Kata Tjuta.
melodia aborigena
Il nativo suona il didgeridoo.
coda australiana
Il gruppo vaga per la superficie riscaldata e ardua del Kings Canyon.
finalmente riposati
Gli amici riposano presso la laguna del Giardino dell'Eden, in una gola interna del Kings Canyon.
Gli Olga
Rocce di Kata Tjuta illuminate al tramonto.
Capannone Camel Outback Safaris
Rifugio arioso per cammelli in un bar lungo la strada a Erdlunda.
avvistamento
Due visitatori scrutano le scogliere rossastre di Kata Djuta.
corso incerto
Una coppia isolata o smarrita cammina su una piattaforma color ocra nel Kings Canyon.
deserto dell'entroterra
Il capo esamina il paesaggio delle dune lungo la strada vicino a Erdlunda.
Kata Tjuta o Gli Olga
Le imponenti scogliere di Kata Tjuta da una gola ombrosa.
incidente australiano
I viaggiatori esaminano quello che potrebbe essere stato il risultato di un fenomenale incidente stradale.
Aureola e sagoma
L'ombra monumentale di Uluru/Ayers Rock.
Capo di Erdlunda
Il capo guida lascia un bar lungo la strada a Erldunda.
Canyon Reale
Una delle gole rossastre del Kings Canyon.
Il Red Centre ospita alcuni dei monumenti naturali imperdibili dell'Australia. Ci colpisce la grandiosità degli scenari ma anche la rinnovata incompatibilità delle sue due civiltà.

Il capo arriva all'ora stabilita.

Si affretta a salvaguardare l'integrità della sua immagine: “Mi è stato detto che stavano arrivando due giornalisti. Che dovevo presentarmi e comportarmi bene! Vediamo cosa succede."

Sebbene originario di Nova Zelândia, la tua figura non potrebbe essere più ozzie. Ride senza carnagione in cima al suo metro novantenne.

Indossa una maglia attillata e mini-short, entrambi in kaki, logorati dai chilometri percorsi nel deserto, imbrattati di macchie che il tempo deve lavare via. Gli stivali di pelliccia, ingialliti, alti e impolverati, e un vecchio cappello akubra sono gli ultimi ritocchi di un costume creato e ritoccato da Outback.

Kings Canyon, capo, promontorio, centro rosso, cuore, Australia

Capo guida su un piccolo promontorio di Kings Canyon.

Se fosse arrivato al momento giusto, Chief avrebbe potuto essere uno degli impavidi pionieri che hanno fatto irruzione nell'entroterra australiano e hanno costruito la città da cui saremmo partiti alla scoperta del Territorio del Nord.

Non è un caso che Alice Springs sia emersa nel centro geometrico dell'Australia.

L'ardua colonizzazione dell'Australian Red Center

Nella seconda metà del XIX secolo, gran parte del sud fu colonizzato. Il centro e parte del nord erano ancora domini sconosciuti, occupati esclusivamente da guardiani ancestrali aborigeni.

Nel 1861-62 John McDouall Stuart guidò una spedizione nel cuore del deserto. Alla fine sarebbe diventato il primo europeo ad attraversare l'Australia da sud a nord. E tracciato il percorso che avrebbe aperto la strada alla linea telegrafica prevista collega Adelaide a Darwin e Darwin in Gran Bretagna.

Successivamente, la scoperta dell'oro del fiume in grandi quantità, a circa 100 km di distanza, diede origine a una popolazione fissa intorno a Stuart, come sarebbe stata battezzata la colonia. La fine dell'oro imponeva che il paese si avvicinasse alla stazione della funivia.

erdlunda, rifugio per cammelli, pub, strada, centro rosso, cuore, Australia

Rifugio arioso per cammelli in un bar lungo la strada a Erdlunda.

Questo villaggio, a sua volta, era chiamato Alice Springs, in onore della moglie del direttore delle poste e delle sorgenti che irrigavano la vasta oasi circostante.

Erano tempi duri, dominati dall'incertezza e in cui la prevalente siccità del paesaggio richiedeva soluzioni creative. Di conseguenza, le autorità pioniere decisero di farlo importare cammelli dal nord-ovest dell'ex India britannica – ora il Pakistan. Sono stati condotti in lunghe carovane da immigrati delle tribù Pathan, erroneamente soprannominati cammellieri afgani.

Queste roulotte hanno risolto da tempo il problema della mancanza d'acqua. Nel corso degli anni, sono diventati inutili. I cammelli sono stati abbandonati o persi.

Si sono moltiplicati e si sono diffusi nel deserto, tanto che ora si trovano in numero maggiore in Australia che in molti paesi arabi.

Alice Springs: Il cuore urbano del centro rosso

Alice – trattata affettuosamente – si stende lungo il letto quasi sempre asciutto del fiume Todd. È composto da edifici bassi, magazzini e complessi commerciali al piano terra che oscurano a malapena il cielo blu. Altre attività dominanti sono bar, agenzie turistiche e gallerie d'arte.

A prima vista sembra tutto normale, ma la presenza apparentemente disfunzionale della comunità aborigena provoca più disagio in questo polo turistico che in altre località del Territorio del Nord.

nativo, aborigeno, didjeridu, centro rosso, cuore, australia

Il nativo suona il didgeridoo.

È difficile per i nuovi arrivati ​​capire perché trascorrono il loro tempo seduti sull'erba nei giardini o davanti a negozi e distributori di benzina.

Hanno difficoltà ad accettare i modi primitivi e la loro incapacità di affrontare l'emarginazione a cui sono stati condannati dalla civiltà occidentale che li ha sradicati senza ritorno.

Disadattati aborigeni nella loro stessa terra

Qui, come in tutta l'Australia, il governo australiano si è scusato e sta cercando di riscattarsi. Paga i peccati commessi in dollari australiani e con la restituzione della terra di cui si era appropriato durante il periodo in cui manteneva una legge che equiparava gli aborigeni alla fauna e alla flora.

Qui, come in tutta l'Australia, le misure sono lontane dal risolvere nulla.

Durante la prima tappa del viaggio, Chief confessa: “…non lo faccio sempre. Lavoro con la comunità carceraria aborigena di Alice Springs. Sono uno dei pochi che li conosce e li accetta”.

Confessa anche che, anche così, ha difficoltà a rispondere alle domande e ai commenti prevenuti dei turisti australiani e stranieri.

Cerca di renderli consapevoli del valore degli aborigeni, spiegando agli estranei, nei luoghi più emblematici, l'affascinante cultura mitologica degli indigeni.

Uluru – Ayers Rock. La questione sempre controversa dell'Ascensione

“Non posso crederci!” ripete Kevin un'ultima volta, dopo una serie di imprecazioni.

Non appena ti svegli e lasci il tuo malloppo (sacco a pelo australiano), il piccolo coreano si trova ad affrontare la più grande delle frustrazioni. Dopo un anno di lavoro Sydney come un automa, sognava il momento clou del viaggio: contemplare il Centro Rosso dalla cima di Uluru.

uluru, ayers rock, centro rosso, cuore, Australia

Sacra agli aborigeni Anangu del Centro Rosso, la roccia Uluru è alta 873 metri e ha una circonferenza di 9.4 km.

Quella mattina, il sibilo stridulo del cespuglio L'australiano sembrava una cattiva notizia.

Il pomeriggio precedente, capo, era stato molto chiaro. A nome degli aborigeni Anangu, ho chiesto a tutti di non salire. Ha anche chiarito che avrebbe impedito a chiunque volesse farlo solo se le condizioni meteorologiche lo avessero imposto.

Contro le previsioni, invece di calmarsi, si è alzato il vento durante la notte. All'alba, le autorità del parco hanno chiuso l'accesso al sentiero e hanno facilitato la vita alla guida.

A prima vista semplice, l'argomento delle ascensioni ad Ayers Rock – come lo chiamavano i coloni di origine britannica in onore del segretario capo del South Australia nel 1873 – è in realtà piuttosto complesso.

Riflette il rapporto sensibile che i discendenti dei coloni australiani hanno con gli indigeni.

pub, strada, erdlunda, centro rosso, cuore, australia

Il capo guida lascia un bar lungo la strada a Erldunda.

Uluru – Ayers Rock: Una roccia nel cuore spezzato dell'Australia

Nel 1983, il primo ministro Bob Hawke ha promesso di restituire quella particolare terra ai suoi proprietari tradizionali. Ha accettato un piano in dieci punti che includeva il divieto di scalare Uluru.

In un buon modo politico, la promessa fu presto dimenticata. Prima della restituzione ufficiale, invece dei cinquanta concordati con gli aborigeni, furono imposti novantanove anni di concessione.

Alla fine è stato consentito l'accesso alla cima di Uluru, per non contraddire i desideri di migliaia di visitatori più giovani o semplicemente in buona forma fisica.

Il significato spirituale di Uluru per gli aborigeni Anangu

Gli aborigeni Anangu, gli ancestrali protettori della roccia e dello spazio circostante, non la scalano.

Evitano di farlo a causa del grande significato spirituale di Uluru. Secondo le loro credenze, passano in alto, una scia del loro Dreamtime (il passato mitologico). Hanno anche vietato le loro scalate per responsabilità dell'incolumità di coloro che ospitano.

Negli anni, contro la volontà degli aborigeni, le salite hanno mietuto 35 vittime. In ciascuna delle vittime, gli aborigeni hanno espresso tristezza. Nonostante il dolore degli indigeni, gli australiani sono un popolo abituato a vivere con l'avventura e il rischio. Di conseguenza, all'epoca, non era previsto alcun divieto totale e assoluto per i ranger del parco.

Situata nell'angolo sud-ovest del vasto Territorio del Nord, nel cuore dell'Outback, questa strana isola-montagna di archose, tanto emblematica quanto omogenea e compatta, è sopravvissuta a milioni di anni di erosione che hanno cancellato una gigantesca ma molto più massiccio vulnerabile dalla mappa da indossare.

Con un'altezza massima di 348 m e una circonferenza di 9.4 km, la formazione è ancora più intrigante in quanto cambia colore durante il giorno e le stagioni, man mano che su di essa cadono diversi spettri di luce.

uluru, ayers rock, silhouette, centro rosso, cuore, Australia

L'ombra monumentale di Uluru/Ayers Rock.

Negazione della superstizione intorno a Uluru e Pentimento

Troppi dei suoi circa 400.000 visitatori annuali non possono resistere al fascino visivo e mitologico della scogliera.

Anche allertati dalle guide sulla maledizione che perseguita la vita di coloro che rimuovono pietre da Uluru, preferiscono rischiare e commettere il crimine.

Chief sviluppa per noi uno dei suoi temi preferiti, con insuperabile sarcasmo: “…ancora più divertente è che, per coscienza o per pura precauzione, ce ne sono molti che se ne pentono.

Poi, già nelle loro case, spendono mondi e fondi cercando di riportarli alla roccia. Li inviano per posta alle agenzie con cui hanno viaggiato e chiedono loro di sostituirli…”

Ostacoli sollevati dalle credenze aborigene tjukurpa tuttavia, non si fermano qui.

Intorno alla collina rocciosa si trovano sorgenti, grotte, piccoli depositi naturali d'acqua e pitture rupestri. Ma nonostante l'abbondanza di motivi, la fotografia è limitata in diverse sezioni in cui gli Anangu eseguono rituali legati al genere e dove non ammettono persone del sesso opposto.

erdlunda, capo, strada, centro rosso, cuore, Australia

Il capo esamina il paesaggio delle dune lungo la strada vicino a Erdlunda.

L'obiettivo è evitare di infrangere tabù millenari, poiché gli indigeni troveranno inevitabilmente immagini dei loro luoghi sacri in quello che chiamano mondo esterno.

Kata Djuta: L'altro sacro Colosso del Centro Rosso

A soli 25 km a ovest, accessibile dalla stessa Lasseter Highway che porta a Uluru/Ayers Rock e poi lungo Luritja Road, un'altra stranezza del Terra australis.

È Kata Tjuta (dialetto aborigeno Pittjantjajara per "molte teste"), una sequenza di enormi trentasei rocce rosse che ricoprono una superficie di quasi 27 km² e hanno come punto più alto 1066 m sul livello del mare del Monte Olga. 

Questa particolare elevazione ha dato origine a “The Olgas”, il nome occidentale dato all'ambientazione.

Nel pieno dell'estate australiana, a metà pomeriggio, anche qui il sole picchia senza pietà.

kata tjuta, olgas, tramonto, centro rosso, cuore, Australia

Rocce di Kata Tjuta illuminate al tramonto.

Contro ogni buon senso, rivitalizza le mosche infernali dell'Outback che affliggono i visitatori durante le loro passeggiate tra le rocce.

La fama degli insetti è tale che molti arrivano armati di reti con cui si coprono il capo e rafforzano così l'esotismo marziano del luogo.

kata tjuta, mosche, protezione, rete, gruppo, centro rosso, cuore, Australia

Il gruppo cammina su un sentiero di Kata Tjuta, protetto dalle mosche infernali dalle reti.

Abbiamo trascorso l'intera mattinata dopo aver esplorato Kings Canyon, un'area aspra e panoramica. Occidentale situato nella George Gill Range, ancora a sud-ovest di Alice Springs.

La nuova passeggiata inizia con la conquista di Heart Attack Hill, così chiamata per la sua pendenza, non adatta ai deboli di cuore.

Si prosegue, per 5 km, lungo le gole, i labirintici altipiani della “città” e le pendici e le scalinate scavate nella roccia dell'Anfiteatro.

Kings Canyon, centro rosso, cuore, Australia

Una delle gole rossastre del Kings Canyon.

Lo interrompiamo solo, per riposare, ai margini del Giardino dell'Eden, un lago circondato da una fitta vegetazione che rompe il dominio ocra del paesaggio.

Da lì, infine, si ritorna al punto di partenza del circuito e ad Alice Springs.

Nella capitale del Centro Rosso, un altro lungo ma affascinante tratto stradale: la metà settentrionale della Stuart Highway.

incidente stradale, visitatori, centro rosso, cuore, Australia

I viaggiatori esaminano quello che potrebbe essere stato il risultato di un fenomenale incidente stradale.

Sydney, Australia

Dall'esilio criminale alla città esemplare

La prima delle colonie australiane fu costruita da detenuti in esilio. Oggi, gli australiani di Sydney si vantano degli ex detenuti del loro albero genealogico e sono orgogliosi della prosperità cosmopolita della megalopoli in cui abitano.
Melbourne, Australia

Un'Australia "separata".

capitale culturale aussie, Melbourne è anche spesso votata come la città con la migliore qualità della vita al mondo. Quasi un milione di emigranti orientali ha approfittato di questa accoglienza immacolata.
alla Scoperta di Tassiè, Parte 1 - Hobart, Australia

La porta sul retro dell'Australia

Hobart, la capitale della Tasmania e la più meridionale dell'Australia, fu colonizzata da migliaia di esuli dall'Inghilterra. Non sorprende che la sua popolazione mantenga una forte ammirazione per gli stili di vita marginali.
Alice Springs a Darwin, Australia

Stuart Road, sulla strada per il Top End australiano

Do Red Center fino al tropicale Top End, la Stuart Highway corre per oltre 1.500 chilometri solitari attraverso l'Australia. Lungo il percorso, il Territorio del Nord cambia radicalmente aspetto ma rimane fedele alla sua anima ruvida.
Perth, Australia

Giornata dell'Australia: in onore della Mourning Invasion Foundation

26/1 è una data controversa in Australia. Mentre i coloni britannici lo celebrano con barbecue e tanta birra, gli aborigeni celebrano il fatto di non essere stati completamente spazzati via.
Wycliff Wells, Australia

I piccoli file segreti di Wycliffe Wells

Residenti, esperti di UFO e visitatori sono stati testimoni di avvistamenti intorno a Wycliffe Wells per decenni. Qui Roswell non ha mai dato l'esempio e ogni nuovo fenomeno viene comunicato al mondo.
Perth ad Albany, Australia

Attraverso il selvaggio West australiano

Poche persone venerano l'evasione come fanno Australiani. Con l'estate meridionale in pieno svolgimento e il fine settimana alle porte, i Perthiani si stanno rifugiando dalla routine urbana nell'angolo sud-occidentale della nazione. Da parte nostra, senza compromessi, esploriamo l'infinito Western Australia fino al suo limite meridionale.
Altopiano di Atherton, Australia

Le miglia del Natale (parte II)

Il 25 dicembre esploriamo la campagna alta, bucolica ma tropicale del Queensland settentrionale. Ignoriamo il luogo in cui si trova la maggior parte degli abitanti e siamo sorpresi dall'assoluta assenza del periodo natalizio.
Busselton, Australia

2000 metri in stile australiano

Nel 1853 Busselton fu dotata di uno dei pontoni più lunghi del mondo. mondo. Quando la struttura è crollata, i residenti hanno deciso di aggirare il problema. Dal 1996 lo fanno ogni anno. nuoto.
alla Scoperta di Tassiè, Parte 3, Tasmania, Australia

Tasmania dall'alto al basso

Da tempo la vittima preferita degli aneddoti australiani, il Tasmania non ha mai perso l'orgoglio per strada aussie più rude essere. Tassie rimane avvolta nel mistero e nel misticismo in una sorta di retro degli antipodi. In questo articolo raccontiamo il peculiare viaggio da Hobart, la capitale situata nell'improbabile sud dell'isola, fino alla costa nord, la svolta verso il continente australiano.
Grande Strada dell'Oceano, Australia

Ocean Out, attraverso il Greater South Australia

Una meta preferita dai residenti dello stato australiano del Victoria, la rotta B100 svela una costa sublime modellata dall'oceano. Ci sono voluti solo pochi chilometri per capire perché si chiamava The Great Ocean Road.
Perth, Australia

la città solitaria

A più di 2000 km da un luogo simile degno di questo nome, Perth è considerata la città più remota sulla faccia della Terra. Nonostante sia isolata tra l'Oceano Indiano e il vasto Outback, poche persone si lamentano.
Cairns la Tribolazione del Capo, Australia

Queensland tropicale: un'Australia troppo selvaggia

Cicloni e inondazioni sono solo l'espressione meteorologica dell'asprezza tropicale del Queensland. Quando non è il tempo, è la fauna mortale della regione a tenere i suoi abitanti all'erta.
Perth, Australia

Cowboy dell'Oceania

Il Texas è dall'altra parte del mondo, ma nel paese dei koala e dei canguri non mancano i cowboy. I rodei dell'entroterra ricreano la versione originale e 8 secondi durano non meno nell'Australia occidentale.
Cairns-Kuranda, Australia

Treno per il mezzo della giungla

Costruita a Cairns per salvare i minatori isolati nella foresta pluviale dalla fame a causa delle inondazioni, nel tempo la ferrovia del Kuranda è diventata il pane quotidiano di centinaia di australiani alternativi.
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Alla scoperta di Tassie, parte 2 - Da Hobart a Port Arthur, Australia

Un'isola condannata al crimine

Il complesso carcerario di Port Arthur ha sempre terrorizzato gli emarginati britannici. 90 anni dopo la sua chiusura, un crimine atroce commesso lì ha costretto la Tasmania a tornare ai suoi tempi più bui.
Michaelmas Cay, Australia

Le miglia del Natale (parte I)

In Australia, viviamo il più insolito del 24 dicembre. Salpiamo per il Mar dei Coralli e atterriamo su un isolotto idilliaco che condividiamo con le sterne dal becco arancione e altri uccelli.
alla Scoperta di Tassiè, Parte 4 - Da Devonport a Strahan, Australia

Attraverso il selvaggio West della Tasmania

Se il quasi-antipode tazzie è già un mondo australiano a parte, che dire della sua inospitale regione occidentale. Tra Devonport e Strahan, fitte foreste, fiumi sfuggenti e una costa frastagliata battuta da un Oceano Indiano quasi antartico generano enigma e rispetto.
Wadjemup, isola di Rottnest, Australia

Tra i Quokka e altri Spiriti Aborigeni

Nel XNUMX° secolo, un capitano olandese soprannominò quest'isola circondata da un turchese Oceano Indiano, “Rottnest, un nido di topi”. I quokka che gli sfuggivano erano, tuttavia, marsupiali, considerati sacri dagli aborigeni Whadjuk Noongar dell'Australia occidentale. Come l'isola edenica su cui i coloni britannici li martirizzarono.
Delta dell'Okavango, Non tutti i fiumi raggiungono il mare, Mokoros
Safari
Delta dell'Okavango, Botswana

Non tutti i fiumi raggiungono il mare

Terzo fiume più lungo dell'Africa meridionale, l'Okavango nasce negli altopiani angolani di Bié e percorre 1600 km a sud-est. Perditi nel deserto del Kalahari, dove irriga una splendida zona umida brulicante di fauna selvatica.
Monte Lamjung Kailas Himal, Nepal, Mal di montagna, Mountain Prevent Treat, Viaggi
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Scala del palazzo di Itamaraty, Brasilia, Utopia, Brasile
Architettura & Design
Brasilia, Brasile

Brasilia: dall'utopia all'arena politica e capitale del Brasile

Fin dai tempi del marchese di Pombal si parlava di trasferire la capitale nell'entroterra. Oggi, la città chimera continua a sembrare surreale ma detta le regole dello sviluppo brasiliano.
Mushing completo del cane
Aventura
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.
Cerimonie e Feste
Pentecoste, Vanuatu

Naghol: Bungee Jumping senza modernità

A Pentecoste, nella tarda adolescenza, i giovani si lanciano da una torre con solo viti attaccate alle caviglie. Le corde elastiche e le imbracature sono pignoleria che non si addice a un'iniziazione all'età adulta.
I cavalieri attraversano il ponte Carmo, Pirenópolis, Goiás, Brasile
Città
Pirenópolis, Brasile

Una Polis nei Pirenei sudamericani

Le miniere di Nossa Senhora do Rosário da Meia Ponte furono costruite da pionieri portoghesi, nel periodo di massimo splendore del ciclo dell'oro. Per nostalgia, probabilmente gli emigranti catalani chiamavano le montagne intorno ai Pirenei. Nel 1890, già in un'era di indipendenza e di innumerevoli ellenizzazioni delle loro città, i brasiliani battezzarono questa città coloniale Pirenópolis.
Cacao, Cioccolato, Sao Tome Principe, Fattoria Água Izé
cibo
São Tome e Principe

Orti di cacao, Corallo e la Fabbrica di Cioccolato

All'inizio del sec Nel XNUMX° secolo, São Tomé e Príncipe hanno generato più cacao di qualsiasi altro territorio. Grazie alla dedizione di alcuni imprenditori, la produzione persiste ed entrambe le isole degustano il miglior cioccolato.
Tombola, Street Bingo - Campeche, Messico
Cultura
Campeche, Messico

200 anni di gioco con la fortuna

Alla fine del XNUMX° secolo, Campechanos si arrese a un gioco introdotto per raffreddare la febbre per i bancomat. Oggi, giocato quasi solo da Abuelitas, un lotteria il posto è poco più che intrattenimento.
Nuoto, Western Australia, Aussie Style, Alba negli occhi
sportivo
Busselton, Australia

2000 metri in stile australiano

Nel 1853 Busselton fu dotata di uno dei pontoni più lunghi del mondo. mondo. Quando la struttura è crollata, i residenti hanno deciso di aggirare il problema. Dal 1996 lo fanno ogni anno. nuoto.
viaggio in australia occidentale, Surfspotting
In viaggio
Perth ad Albany, Australia

Attraverso il selvaggio West australiano

Poche persone venerano l'evasione come fanno Australiani. Con l'estate meridionale in pieno svolgimento e il fine settimana alle porte, i Perthiani si stanno rifugiando dalla routine urbana nell'angolo sud-occidentale della nazione. Da parte nostra, senza compromessi, esploriamo l'infinito Western Australia fino al suo limite meridionale.
Jingkieng Wahsurah, ponte delle radici del villaggio di Nongblai, Meghalaya, India
Etnico
Meghalaya, India

Ponti di popoli che mettono radici

L'imprevedibilità dei fiumi nella regione più umida della terra non ha mai scoraggiato Khasi e Jaintia. Di fronte all'abbondanza di alberi ficus elastico nelle loro valli queste etnie si abituavano a modellare rami e ceppi. Dalla loro tradizione perduta nel tempo, hanno lasciato in eredità centinaia di abbaglianti ponti di radici alle generazioni future.
tunnel di ghiaccio, percorso dell'oro nero, Valdez, Alaska, USA
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Sensazioni vs Impressioni

Libreria Sacra
Storia
Tsfat (sicuro), Israele

Quando la Kabbalah è una vittima di se stessa

Negli anni '50, Tsfat ha riunito la vita artistica della giovane nazione israeliana e ha recuperato la sua mistica secolare. Ma famosi convertiti come Madonna vennero a turbare la più elementare discrezione cabalista.
Ilhéu do Farol, Porto Santo, Ilhéu de Cima, Porto Santo, di fronte a Ponta do Passo.
Isole
Ilheu de Cima, Porto Santo, Portogallo

La prima luce di coloro che navigano dall'alto

Fa parte del gruppo di sei isolotti intorno all'isola di Porto Santo, ma è ben lungi dall'essere solo uno in più. Nonostante sia la soglia orientale dell'arcipelago di Madeira, è l'isolotto più vicino alla popolazione di Porto. Di notte fa anche il tifoso che conferma la giusta rotta per le navi provenienti dall'Europa.
costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda
bianco inverno
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
Baie d'Oro, Ile des Pins, Nuova Caledonia
Letteratura
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
Le guide penetrano nella Cidade de Pedra, Pirenópolis
Natura
Città di Pietra, Goiás, Brasile

Una città di pietra. Preziosa.

Dal cerrado attorno a Pirenópolis e nel cuore dello stato brasiliano di Goiás emerge una vastità litica che, con quasi 600 ettari e un'età ancora maggiore di milioni di anni, riunisce innumerevoli formazioni ruderali capricciose e labirintiche. Chiunque lo visiterà si perderà nella meraviglia.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
lagune e fumarole, vulcani, PN tongaro, nuova zelanda
Parchi Naturali
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Premio Kukenam
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Monte Roraima, Venezuela

Viaggia nel tempo nel mondo perduto di Monte Roraima

In cima al Monte Roraima, ci sono scenari extraterrestri che hanno resistito a milioni di anni di erosione. Conan Doyle ha creato, in "The Lost World", una fiction ispirata al luogo ma non è mai riuscito a calpestarla.
Ooty, Tamil Nadu, Scenario di Bollywood, Look da rubacuori
personaggi
Ooty, India

Nella cornice quasi ideale di Bollywood

Il conflitto con il Pakistan e la minaccia del terrorismo hanno reso le riprese in Kashmir e Uttar Pradesh un dramma. In Ooty, possiamo vedere come questa ex stazione coloniale britannica abbia assunto il ruolo di primo piano.
Dune dell'isola di Bazaruto, Mozambico
Spiagge
Bazaruto, Mozambico

Il miraggio invertito del Mozambico

A soli 30 km dalla costa orientale dell'Africa, un improbabile ma imponente erg sorge dal mare traslucido. Bazaruto ripara paesaggi e persone che hanno vissuto a lungo separate. Chiunque atterri su questa lussureggiante isola sabbiosa si ritrova rapidamente in una tempesta di stupore.
Solostsky autunnale
Religione
Isole Soloveckie, Russia

L'Isola Madre dell'Arcipelago Gulag

Ospitò uno dei più potenti domini religiosi ortodossi in Russia, ma Lenin e Stalin lo trasformarono in un gulag. Con la caduta dell'URSS, Solotsky ritrova pace e spiritualità.
Composizione ferroviaria Flam sotto una cascata, Norvegia
Veicoli Ferroviari
nesbyen a Flamm, Norvegia

Ferrovia Flam: la Norvegia sublime dalla prima all'ultima stazione

Su strada ea bordo della Flam Railway, su una delle linee ferroviarie più ripide del mondo, raggiungiamo Flam e l'ingresso del Sognefjord, il più grande, il più profondo e il più venerato dei fiordi della Scandinavia. Dal punto di partenza all'ultima stazione, questa Norvegia che abbiamo svelato è monumentale.
Festival di Kente Agotime, Ghana, oro
Società
Kumasi a Kpetoe, Gana

Una celebrazione del viaggio della moda tradizionale ghanese

Dopo qualche tempo nella grande capitale del Ghana Ashanti abbiamo attraversato il paese fino al confine con il Togo. Le ragioni di questo lungo viaggio sono state le alla città, un tessuto così venerato in Ghana che diversi capi tribù gli dedicano ogni anno un sontuoso festival.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Vita quotidiana
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
Maria Jacarés, Pantanal Brasile
Animali selvatici
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.