Vulcano Villarrica, Cile

Salita al Cratere del Vulcano Villarrica, Sempre in Attività


Pucón abusa della fiducia della natura e prospera ai piedi del monte Villarrica.Abbiamo seguito questo cattivo esempio attraverso sentieri ghiacciati e abbiamo conquistato il cratere di uno dei vulcani più attivi del Sud America.

Erano decenni che non passava per la mente al paffuto Don Carlos Carrillo di camminare per più di pochi metri per le strade di persone, per non parlare dell'arrampicata estrema.

Ciononostante, il corrispondente locale della radio nazionale BioBio ci assicura con tutta la sua energia propagandistica latinoamericana che, essendo arrivati ​​così lontano, non potevamo evitare la sfida: “peperoncino, sei un'opportunità unica ma devi essere al mattino. Non te ne pentirai, te lo prometto! Voy llamar a los chicos que suben y les I say that van ! "

Avevamo bisogno di riprenderci dall'estenuante navigazione in mezzo Puerto Natales e Puerto Montt a bordo della nave da crociera Navimag. Inoltre, aveva incluso una tempestosa traversata del Golfo di Peñas. E il calvario stradale a cui ci sottoponiamo poi per andare dal porto di destinazione alla lontana Pucón.

I viaggiatori che si rispettano sono abituati a punire i loro corpi in cambio di conquiste. La vetta di ghiaccio e lava dell'imponente Villarrica giustificava ogni nuovo sacrificio.

Alla conquista del vulcano Villarrica

Svegliarsi alle 7 del mattino è lento e doloroso. È solo all'arrivo al punto d'incontro che l'aria gelida dell'autunno cileno continentale ci salva una volta per tutte dal torpore, già all'inizio della salita.

Salita in funivia, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Gli alpinisti abbreviano l'escursione fino alla cima del vulcano

Incontriamo il gruppo alla base dell'impianto della funivia che assicura la salita alla zona innevata della montagna. Dopo le introduzioni e la prima salita meccanica, con ramponi affilati e scomodi, abbiamo seguito i primi e abbiamo iniziato a lottare con il pendio ghiacciato.

Poche ore dopo, siamo arrivati ​​a quota 2500 metri. L'aria sempre più fredda e rarefatta richiede respiri lenti e profondi, come i passi che forziamo sotto il peso dei nostri corpi e degli zaini.

Ci sono 347 metri in cima, un ultimo sforzo per le guide per preparare il gruppo. Non vediamo una nuvola nel cielo.

Trascorriamo l'ultima pausa senza fiato godendoci e fotografando gli scorci nitidi di Pucón, quelli del Lago di Villarrica che gli fa compagnia e le foresta di araucaria che li circondano e la montagna dove ci troviamo.

Una delle guide, Xavi, coglie l'occasione per darci informazioni e istruzioni sul cratere. Ci assicura con entusiasmo che stavamo per annusarlo.

Strumenti di arrampicata, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Guanti e martello da ghiaccio sul fondo ghiacciato del cratere del vulcano Villarica

Villarrica: un vulcano potente ma misericordioso

Nonostante l'apparente contraddizione, Villarrica è, allo stesso tempo, una delle vulcani più attivi e la maggior parte scalata in Sud America, una delle sole cinque al mondo che nasconde un lago di lava nell'entroterra. Genera eruzioni stromboliane che proiettano materiali piroclastici e normalmente contenevano colate laviche.

Nel corso degli anni, la gente di Pucón e dell'area circostante si è abituata a stime affidabili dell'attività degli scienziati cileni e del vulcano. Tanto che hanno installato un centro sciistico con 20 piste sul suo pendio più dolce, operativo da luglio a settembre, durante l'inverno australe.

Ma Villarrica non ha sempre tollerato gli insulti. In diversi episodi eruttivi del 1971 e del 1972, colate laviche e piogge sciolsero la neve e diedero origine a lahar. Queste lahar, ha causato gravi distruzioni in diversi villaggi e, insieme ai gas tossici, ha causato almeno 30 morti.

Vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Il cono perfetto del vulcano Villarrica, con 2847 metri.

Da allora, la montagna ha prodotto diversi altri eventi vulcanici degni di nota. Quasi tutti hanno imposto il divieto di salita e persino l'evacuazione del comprensorio sciistico e delle zone limitrofe.

Tuttavia, Villarrica non ha causato più vittime. Mentre lo ascendevamo, credevamo che, anche in quel giorno glorioso, sarebbe rimasto misericordioso.

Passeggiata sul lungomare, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Gli alpinisti costeggiano il cratere del vulcano afflitto da fumi tossici

Informazioni sul cratere sulfureo di Villarrica

Abbiamo vinto un'altra mezz'ora di arrampicata. Come Xavi aveva promesso, sentivamo l'odore dello zolfo. La neve scompare di nuovo. Poco dopo, abbiamo conquistato la cima fumante del cono.

Scalatori nel cratere, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Gli alpinisti osservano il cratere del vulcano Villarica protetto dai fumi tossici.

Paura urgente di riprendere fiato ma, come ci era stato avvertito, l'alito tossico rilasciato dal vulcano ci interrompe il respiro e genera una tosse secca compulsiva che anche i tessuti umidi che abbiamo che coprono bocca e naso prevengono.

Abbiamo deciso di trattenerci dall'alleviare le gambe in fiamme e costeggiare il cratere finché non siamo sfuggiti al vento sulfureo. Solo quando raggiungiamo un punto incontaminato della riva possiamo sederci e osservarne i curiosi bordi multicolori, le strane gallerie di ghiaccio resistente e, fortunatamente, minuscoli riflussi di lava.

Passeggiata sul lungomare, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Gli alpinisti costeggiano il cratere del vulcano Villarrica.

Nel frattempo, abbiamo ripreso il tour e ci siamo goduti i diversi punti di vista della regione cilena di Araucania o dalla foce del monte. Abbiamo scoperto il vicino vulcano di Quetrupillan.

Il gruppo ammira il ghiacciaio, il vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Gli alpinisti ammirano il paesaggio intorno ai piedi del Monte Villarrica dal suo cratere.

E, tra i due, ai piedi del versante meridionale, l'enorme ghiacciaio Pichillancahue-Turbio, ricco di anfratti e costellato di piccole lagune blu, formato dallo scioglimento della superficie.

Ghiacciaio di montagna, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

Scivoli di ghiaccio fratturato lungo una vallata ai piedi del monte Villarrica

Questo panorama, in particolare, rasserena le nostre anime. Abbiamo voglia di ammirarlo all'infinito.

Ritorno vicino a notte a Pucón

Ma erano passate nove ore dal mattino presto. Preoccupato per la prospettiva di un ritorno senza luce, Xavi convoca il gruppo per la discesa. Non ci è voluto molto per capire perché la visibilità fosse, in quel caso, ancora più importante.

Invece della tradizionale passeggiata lungo il pendio, dovremmo scivolare attraverso canali già aperti nella neve e nel ghiaccio.

All'inizio divertente, l'avventura diventa spaventosa quando la pendenza dei condotti sfiora la verticalità.

"Forza col martillo!!” Afferra il martillo contro il muro! Un'altra guida grida di nuovo mentre scende a grande velocità, per incoraggiarci a usare il martello da ghiaccio come freno. In alcuni tratti i canali di ghiaccio si sono allargati più del previsto. Richiedevano un'esperienza in quello sport insolito che noi non avevamo.

Di conseguenza, la discesa ci intrappola con alcuni atterraggi non molto fluidi e una lodevole raccolta di lividi.

Discesa alla base, vulcano Villarrica, Pucon, Cile

L'alpinista scivola lungo un sentiero scavato nel ghiaccio del cratere fino alla fine della sezione ghiacciata della montagna

Torniamo nella zona scongelata del pendio. Lo percorriamo non più in funivia ma a lunghi passi su una superficie terrosa irregolare.

Ci siamo bloccati a metà dello stinco e ci siamo riempiti di polvere vulcanica che, diversi bagni dopo, abbiamo ancora avuto difficoltà a rimuovere. Finita la sofferenza, ci arrendiamo ai frutti della gastronomia locale.

Avevamo conquistato il vulcano.

Questa è stata seguita dalla scoperta del molto più accessibile Pucón.

Chã das Caldeiras, Isola del fuoco Capo Verde

Un clan "francese" alla Misericordia del Fuoco

Nel 1870 si fermò un conte nato a Grenoble in viaggio verso l'esilio brasiliano Capo Verde dove le bellezze autoctone lo imprigionarono nell'isola di Fogo. Due dei suoi figli si stabilirono nel mezzo del cratere del vulcano e continuarono a creare prole lì. Nemmeno la distruzione causata dalle recenti eruzioni ha spostato i prolifici Montronds dalla “contea” da loro fondata a Chã das Caldeiras.    
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
isola di Pasqua, Cile

Il decollo e la caduta del culto dell'uomo uccello

Fino al XVI secolo, i nativi di isola di Pasqua scolpito e adorato enormi divinità di pietra. Da un momento all'altro, hanno cominciato a far cadere il loro moai. La venerazione di perizoma manu, un leader per metà umano e per metà sacro, messo in scena dopo una drammatica competizione per un uovo.
PN Bromine Tengger Semeru, Indonesia

Il mare vulcanico di Giava

La gigantesca caldera di Tengger sorge a 2000 m nel cuore di una distesa sabbiosa di Giava orientale. Da esso si proiettano la montagna più alta di quest'isola indonesiana, Semeru, e molti altri vulcani. Dalla fertilità e dalla misericordia di questo scenario sublime come dantesco prospera una delle poche comunità indù che hanno resistito al predominio musulmano intorno.
Isola Pico, Azzorre

Isola Pico: il vulcano delle Azzorre con l'Atlantico ai suoi piedi

Per un semplice capriccio vulcanico, la più giovane macchia delle Azzorre è proiettata all'altezza della roccia e della lava del territorio portoghese. L'isola di Pico ospita la sua montagna più alta e affilata. Ma non solo. È una testimonianza della resilienza e dell'ingegnosità delle Azzorre che hanno domato questa splendida isola e l'oceano che la circonda.
Vulcani

montagne di fuoco

Rotture più o meno evidenti nella crosta terrestre, i vulcani possono rivelarsi tanto esuberanti quanto capricciosi. Alcune delle sue eruzioni sono delicate, altre si rivelano annientanti.
PN Torres del Paine, Cile

Il più drammatico della Patagonia

In nessun altro luogo le zone meridionali del Sud America sono così mozzafiato come nella catena montuosa del Paine. Lì, un forte naturale di colosso granitico circondato da laghi e ghiacciai si protende dal pampas e si sottomette ai capricci del tempo e della luce.
La Palma, Isole CanarieSpagna

Il più mediatico dei cataclismi che accadrà

La BBC ha riferito che il crollo di un pendio vulcanico sull'isola della Palma potrebbe generare un mega tsunami. Ogni volta che l'attività vulcanica nell'area aumenta, i media colgono l'occasione per spaventare il mondo.
Big Island, Havai

Big Island delle Hawaii: Alla ricerca dei fiumi di lava

Ci sono cinque vulcani che fanno aumentare di giorno in giorno la grande isola delle Hawaii. Kilauea, la più attiva sulla faccia della Terra, rilascia costantemente lava. Nonostante questo, viviamo una sorta di epopea per intravederla.
Ijen Vulcano, Indonesia

Schiavi di zolfo del vulcano Ijen

Centinaia di giavanesi si arrendono al vulcano Ijen dove vengono consumati da gas velenosi e carichi che deformano le loro spalle. Ogni turno guadagna meno di 30 euro, ma tutti sono grati per il martirio.
deserto di Atacama, Cile

La vita ai margini del deserto di Atacama

Quando meno previsto, il luogo più arido del mondo svela nuovi scenari extraterrestri al confine tra l'inospitale e l'accogliente, lo sterile e il fertile che i nativi sono abituati ad attraversare.
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
El Tátio, Cile

El Tatio Geyser - Tra il ghiaccio e il caldo dell'Atacama

Circondato da vulcani supremi, il campo geotermico di El Tatio deserto di Atacama appare come un miraggio dantesco di zolfo e vapore a una quota ghiacciata di 4200 m. I suoi geyser e le sue fumarole attirano orde di viaggiatori.
Rapa Nui - Isola di Pasqua, Cile

Sotto lo sguardo dei Moai

Rapa Nui fu scoperta dagli europei il giorno di Pasqua del 1722. Ma se il nome cristiano Isola di Pasqua ha un senso, la civiltà che l'ha colonizzata dagli osservatori moai rimane avvolta nel mistero.
San Pedro de Atacama, Cile

San Pedro de Atacama: La vita ad Adobe nel più arido dei deserti

I conquistatori spagnoli erano partiti e il convoglio ha deviato il bestiame e le carovane di nitrati. San Pedro stava riguadagnando la pace, ma un'orda di stranieri alla scoperta del Sud America invase il pueblo.
Isola Robinson Crusoe, Cile

Alexander Selkirk: Nella pelle del vero Robinson Crusoe

L'isola principale dell'arcipelago Juan Fernández ospitava pirati e tesori. La sua storia era fatta di avventure come quella di Alexander Selkirk, il marinaio abbandonato che ha ispirato il romanzo di Dafoe.
Puerto Natales-Porto Montt, Cile

Crociera su una nave mercantile

Dopo una lunga elemosina di viaggiatori zaino in spalla, la compagnia cilena NAVIMAG ha deciso di accoglierli a bordo. Da allora, molti viaggiatori hanno esplorato i canali della Patagonia insieme a container e bestiame.
Pucón, Cile

Tra gli alberi di Araucaria di La Araucania

Ad una certa latitudine del Cile longitudinale, entriamo nell'Araucanía. Questo è un Cile aspro, pieno di vulcani, laghi, fiumi, cascate e foreste di conifere che hanno dato il nome alla regione. Ed è il cuore del pinolo della più grande etnia indigena del Paese: i Mapuche.
Esteros del Iberá, Pantanal Argentina, Alligatore
Safari
Esteros del Iberá, Argentina

Il Pantanal della Pampa

Sulla mappa del mondo, a sud di famosa zona umida brasiliana, emerge una regione allagata poco conosciuta ma quasi altrettanto vasta e ricca di biodiversità. L'espressione guaranì e sarà la definisce “acque splendenti”. L'aggettivo si adatta più della sua forte luminanza.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Concorso del boscaiolo dell'Alaska, Ketchikan, Alaska, Stati Uniti
Architettura & Design
Ketchkan, Alaska

Qui inizia l'Alaska

La realtà passa inosservata alla maggior parte del mondo, ma ce ne sono due Alaska. In termini urbanistici, lo Stato si inaugura a sud del suo nascosto cavo di padella, una striscia di terra separata dal resto EUA lungo la costa occidentale del Canada. Ketchikan, è la più meridionale delle città dell'Alaska, la sua capitale della pioggia e la capitale mondiale del salmone.
Il piccolo faro di Kallur, evidenziato nel capriccioso rilievo del nord dell'isola di Kalsoy.
Aventura
Kalsoy, Isole Faroe

Un faro alla fine del mondo faroese

Kalsoy è una delle isole più isolate dell'arcipelago delle Faroe. Detta anche “il flauto” per la sua forma longilinea e per i numerosi cunicoli che la servono, è abitata da soli 75 abitanti. Molto meno degli estranei che la visitano ogni anno, attratti dal bagliore boreale del suo faro di Kallur.
Percorso in conflitto
Cerimonie e Feste
Gerusalemme, Israele

Per le strade deliziose della Via Dolorosa

A Gerusalemme, percorrendo la Via Dolorosa, i credenti più sensibili si rendono conto di quanto sia difficile raggiungere la pace del Signore nei vicoli più contesi della faccia della terra.
Emma
Città
Melbourne, Australia

Un'Australia "separata".

capitale culturale aussie, Melbourne è anche spesso votata come la città con la migliore qualità della vita al mondo. Quasi un milione di emigranti orientali ha approfittato di questa accoglienza immacolata.
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
cibo
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda
Cultura
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
4 luglio Fireworks-Seward, Alaska, Stati Uniti
sportivo
Seward, Alaska

Il 4 luglio più lungo

L'indipendenza degli Stati Uniti viene celebrata a Seward, in Alaska, in modo modesto. Anche così, il 4 luglio e la sua celebrazione sembrano non avere fine.
Barca e timoniere, Cayo Los Pájaros, Los Haitises, Repubblica Dominicana
In viaggio
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Parata dei nativi americani, Pow Pow, Albuquerque, New Mexico, Stati Uniti
Etnico
Albuquerque, EUA

Il suono dei tamburi, gli indiani resistono

Con oltre 500 tribù presenti, il pow wow "Gathering of the Nations" celebra la sacralità delle culture dei nativi americani. Ma rivela anche il danno inflitto dalla civiltà colonizzatrice.
fotografia di luce solare, sole, luci
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 2)

Un Sole, Tante Luci

La maggior parte delle foto di viaggio vengono scattate alla luce del sole. La luce del sole e il tempo formano un'interazione capricciosa. Scopri come prevederlo, rilevarlo e utilizzarlo al meglio.
Luderitz, Namibia
Storia
Luderitz, Namibia

Wilkommen in Africa

Il cancelliere Bismarck ha sempre disprezzato i possedimenti d'oltremare. Contro la sua volontà e contro ogni previsione, nel bel mezzo della Corsa all'Africa, il mercante Adolf Lüderitz costrinse la Germania a conquistare un angolo inospitale del continente. L'omonima città prosperò e conserva uno dei patrimoni più eccentrici dell'impero germanico.
Angra do Heroísmo, Terceira, Azzorre, da capitale storica a Patrimonio dell'Umanità, arte urbana
Isole
Angra do Heroismo, Terceira, Azzorre

Eroina del Mare, dei Nobili, Città Coraggiosa e Immortale

Angra do Heroísmo è molto più della capitale storica delle Azzorre, dell'isola di Terceira e, in due occasioni, del Portogallo. A 1500 km dalla terraferma, ha conquistato un ruolo di primo piano nella nazionalità portoghese e nell'indipendenza di cui poche altre città possono vantare.
Aurora boreale, Laponia, Rovaniemi, Finlandia, Fire Fox
bianco inverno
Lapponia, Finlândia

Alla ricerca della volpe di fuoco

L'aurora boreale o australis, fenomeni luminosi generati dai brillamenti solari, sono unici per le altezze della Terra. Voi sami nativo dalla Lapponia si credeva fosse una volpe infuocata che diffondeva scintillii nel cielo. Qualunque cosa siano, nemmeno i quasi 30 gradi sotto zero che si sono fatti sentire nell'estremo nord della Finlandia non hanno potuto impedirci di ammirarli.
Visitatori della casa di Ernest Hemingway, Key West, Florida, Stati Uniti
Letteratura
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
Table Mountain vista da Waterfront, Cape Town, Sud Africa
Natura
Montagna della Tavola, Sud Africa

Al tavolo di Adamastore

Dai tempi primordiali delle Scoperte fino ai giorni nostri, Table Mountain si è sempre distinta al di sopra dell'immensità sudafricano e gli oceani che lo circondano. Passarono i secoli e Città del Capo sdraiato ai suoi piedi. Sia il capetoniani poiché gli estranei in visita si sono abituati a contemplare, salire e venerare questo imponente e mitico altopiano.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Le guide penetrano nella Cidade de Pedra, Pirenópolis
Parchi Naturali
Stone Town, Goiás, Brasile

Una città di pietra. Prezioso.

Dal cerrado attorno a Pirenópolis e nel cuore dello stato brasiliano di Goiás emerge una vastità litica che, con quasi 600 ettari e un'età ancora maggiore di milioni di anni, riunisce innumerevoli formazioni ruderali capricciose e labirintiche. Chiunque lo visiterà si perderà nella meraviglia.
Ponte U Bein, Amarapura, Myanmar
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
ponte u-beinMyanmar

Il crepuscolo del ponte della vita

A 1.2 km, il ponte di legno più antico e lungo del mondo permette ai birmani di Amarapura di vivere il lago Taungthaman. Ma a 160 anni dalla sua costruzione, U Bein è nel suo crepuscolo.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
personaggi
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
batteria e tatuaggi
Spiagge
Tahiti, Polinesia Francese

Tahiti oltre il cliché

Le vicine Bora Bora e Maupiti hanno uno scenario eccezionale, ma Tahiti è stata a lungo conosciuta come il paradiso e c'è di più da vivere sull'isola più grande e popolosa della Polinesia francese, il suo millenario cuore culturale.
Adoratori accendono candele, tempio della Grotta di Milarepa, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
Cabina Sapphire, Purikura, Tokyo, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Foto del passaporto giapponese

Alla fine degli anni '80, due multinazionali giapponesi vedevano già le cabine fotografiche convenzionali come pezzi da museo. Le trasformarono in macchine rivoluzionarie e il Giappone si arrese al fenomeno Purikura.
mandria, afta epizootica, carne debole, colonia pellegrini, argentina
Vita quotidiana
Colonia Pellegrini, Argentina

Quando la carne è debole

Il sapore inconfondibile della carne argentina è noto. Ma questa ricchezza è più vulnerabile di quanto si possa pensare. La minaccia dell'afta epizootica, in particolare, infiamma le autorità ei produttori.
Ippopotamo nella laguna di Anôr, isola di Orango, Bijagós, Guinea Bissau
Animali selvatici
Isola Keré ad Orango, Bijagos, Guinea Bissau

Alla Ricerca degli Ippopotami Lacustri-Marini e sacri delle Bijagós

Sono i mammiferi più letali dell'Africa e, nell'arcipelago di Bijagós, conservati e venerati. A causa della nostra particolare ammirazione, ci siamo uniti a una spedizione nella loro ricerca. Partendo dall'isola di Kéré e arrivando nell'entroterra di Orango.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.