Chapada dos Guimarães, Mato Grosso, Brasile

Nel cuore ardente del Sud America


Il centro geodetico del Sud America
Cascata di velo nuziale
L'Autobus del Circuito delle Grotte
Grotta della Laguna Blu
La parte inferiore del velo
colori della casa
Chiesa di Nostra Signora Santana Sacramento Chiesa
Cascata
Grotta Kiogo Brado
un'altra cascata
giungla fradicia
Docce Naturali
Giaguaro di Stato
Chiesa di Nossa Senhora Santana do Sacramento
Grotta dell'Aroe Jari
Tacchini della Fattoria Buriti
Il pozzo dell'amore
Forza eccezionale
Il Centro Geodetico II
Fu solo nel 1909 che il centro geodetico sudamericano fu fondato da Cândido Rondon, un maresciallo brasiliano. Oggi si trova nella città di Cuiabá. Ha lo scenario mozzafiato ma eccessivamente combustibile di Chapada dos Guimarães nelle vicinanze.

Nel bel mezzo della stagione secca e del caldo torrido, le piogge erano migrate in altre parti.

Diversi incendi rurali si sono diffusi in lontananza e gli incendi si sono diffusi in aree a cui non dovrebbero nemmeno avvicinarsi.

Seguiamo il sentiero che porta alla cascata Véu de Noiva. Ci siamo incrociati con i vigili del fuoco, alcuni di loro, sciolti, di ritorno dal fronte delle fiamme. Altri, vestiti con l'uniforme giallo-spazio in cui combattono le forze di pace brasiliane, salutando i loro colleghi e chiedendo loro una guida per affrontare meglio l'inferno che li attende.

in gran parte di vasto Cerrado, gli incendi accadono e solo perché. Bruciano a Dio a causa di un peso, di una stanchezza o di una pioggia prematura.

Su questi lati che stavamo esplorando, il Cerrado non poteva essere lasciato a Dio.

La locale cascata Véu de Noiva è la protagonista scenica di un dominio in un modo così speciale che le autorità lo hanno dichiarato parco nazionale, con la responsabilità della conservazione che tale titolo comporta.

Quando, dopo aver superato molti altri vigili del fuoco, siamo finalmente arrivati ​​al punto di vista, siamo rimasti abbagliati dalla vista davanti a noi.

Si percepisce immediatamente la riverenza che ha conquistato.

La vista eccezionale della cascata del velo della sposa

Dal nulla, il Cerrado appare rinchiuso in un vicolo cieco geologico, a forma di U aperta, fatto di pietra rosa. Da lì, la scena diventa tridimensionale. Vediamo il verde e il fogliame in fondo all'inaspettato canyon.

In alto, tra il cielo e il soffitto roccioso, un bosco più rarefatto e arido che si estende fino a inghiottirlo dalla foschia.

E unendo i due livelli, un torrente in caduta di 86 metri, dovuto all'estate, con portata ridotta, ma che il vento ha reso ondulatorio.

Chapada dos Guimarães, Mato Grosso, Brasile, cascata Véu de Noiva

Elias Silva, la guida dell'ospite, ci fa notare come il fumo si disperdesse e soffocasse l'immensità intorno.

“Con tempo normale, potremmo persino andare ad esplorare Stone Town, che è lontana. Allora andiamo a fare una passeggiata lungo il sentiero delle cascate”.

Detto fatto. Ma insoddisfatto. Rispetto al salto d'acqua iniziale, le cascate e le cascate che ne sono seguite si sono rivelate campioni di banalità.

Chapada dos Guimarães, Mato Grosso, Brasile, un'altra cascata

Acceleriamo il ritmo. Abbiamo lasciato il parco prima del previsto.

Verso la città di Chapada de Guimarães, che funge da centro urbano per l'omonimo parco.

Lì entriamo in una locanda.

La città di Chapada dos Guimarães, già Serra Acima

Ripartiamo alla scoperta del piccolo villaggio, che, come prevedibile, troviamo organizzato attorno a una piazza alberata e alla chiesa coloniale bianca e azzurra di Nª Srª de Santana do Sacramento, costruita nel 1726, oggi affiancata da un frondoso albero di jacaranda. .

Apprezziamo le case multicolori al piano terra, occupate da negozi di artigianato e souvenir, snack bar e locali simili.

Chapada dos Guimaraes, Mato Grosso, Brasile

E una serie di “cicalini” a forma di animali emblematici del cerrado, dell'ara, del giaguaro e altri.

Nei suoi inizi coloniali esisteva la sagoma di questo villaggio noto come “Serra Acima”, un accampamento di indigeni Chiquitos, situato a un'altitudine di 800 m.

Il passato di Mineiro di Serra Acima, migliorato mentre Chapada dos Guimarães

Fu fondata dal primo conte di Azambuja e dal decimo viceré del Brasile, António Rolim Tavares. E il gesuita Estevão de Castro lo amministrò, solo fino al espulsione dei Gesuiti dai territori portoghesi dettato dal marchese di Pombal, lo costrinse allo scioglimento.

Sierra Above si è evoluta. Nel 1769 ricevette il nome molto più pomposo di Santa Anna da Chapada dos Guimarães Miramar, in parte, come tributo alla famiglia portoghese che le era più devota.

Il villaggio crebbe. È diventato più ricco in bella vista. Frutto del profitto generato dalla prospezione dell'oro, effettuata prima dai pionieri, poi da determinati cercatori.

Aumentarono anche le sue entrate, la produzione agricola e zootecnica ei venti frantoi, nel frattempo costituiti.

Insieme, la corsa all'oro, l'abbondanza di brandy e l'oppressione degli schiavi neri e indigeni hanno generato una comunità instabile e problematica che, appena dotata del tempio cristiano di Santana do Sacramento, i religiosi hanno cercato di domare.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, Chiesa di Nossa Senhora Santana do Sacramento

La situazione rimase tale quando, dal 1867 in poi, un'epidemia di vaiolo generata dalla guerra del Paraguay, l'intensificarsi degli attacchi degli indiani Coroados e, successivamente, l'abolizione della schiavitù, condannò la Chapada dos Guimarães a un ristagno.

La città si è ripresa. Divenne il comune più grande sulla faccia della Terra, con un territorio di 270mila km2, tuttavia, divisa tra diversi comuni emergenti.

Chapada dos Guimarães, città ancora con molto portoghese

Oggi ospita quasi ventimila persone della Chapada. Fino al 2015, due di loro erano Vera Lúcia Ramalho (con genitori di Leiria) e Vinício Correia de Lima, figlio di Azzorre di Ponta Delgada.

Si sono conosciuti a Rio de Janeiro. Successivamente si trasferirono a Chapada. Lì fondarono l'attuale “Estilo Bacalhau e Vinho”, un ristorante dove servivano solo piatti e specialità a base del loro fedele amico.

Nel 2015 è morto Vinício de Lima. Di conseguenza, solo la sua vedova ci ha ricevuto, felice di avere visitatori dalla “terra santa”, quindi ci mostra la cucina e ci presenta le cameriere che vi lavoravano.

Siamo stati deliziati con antipasti di torte di merluzzo. E con il piatto di merluzzo più tenero e succulento che abbiamo mai assaggiato.

Con il programma del giorno successivo che prevedeva un risveglio alle sette, dopo l'addio, siamo tornati subito alla locanda.

Il circuito acquatico Chapada dos Guimarães

Albeggia nebbioso. Tuttavia, la guida incaricata di aprire la strada a noi ed Elias, Felipe Desidério, è poco intimidita. Conoscendo la zona, accende i quattro indicatori di direzione dell'auto e accelera su e giù.

In meno di due ore tortuose, siamo arrivati ​​alla Fazenda Buriti, sperduta in una zona un tempo un fitto Cerrado che, a poco a poco, ha distrutto i pascoli del bestiame, la soia, il cotone e altre piantagioni.

L'eccezione rinfrescante era la foresta ripariale, adiacente a corsi e specchi d'acqua, protetta per legge dall'avidità e dalla devastazione rurale.

Cuiaba, Mato Grosso, Brasile, tacchini

All'arrivo alla fattoria, tra tacchini, faraone, are, cani e gatti, le guide ci presentano e Regiani, cliente di Felipe, Dª Márcia e Paulo, entrambi soprannominati Santos, e i loro bambini di quattro e cinque anni.

Abbiamo chiacchierato un po'. La famiglia Redneck è incaricata di preparare un pranzo barbecue.

Siamo andati al circuito di Águas do Cerrado, intorno al suo sito, lungo i corsi d'acqua e la foresta pluviale che i contadini sono stati costretti a salvare. Le cascate non ci entusiasmano.

Siamo ricompensati con il bagno tonificante in un pozzo di fiume cristallino, a forma di cuore e, come tale, noto come Pocinho do Amor.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, Pocinho do Amor

Siamo tornati, affamati, quando Márcia e Paulo stavano migliorando il barbecue. Per un'ora, ci deliziamo con i loro spuntini.

E poi il Circuito delle Grotte

Quindi, siamo partiti per un nuovo circuito, questa volta, delineato in termini di diverse grotte iperboliche o eccentriche nella Chapada.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, autobus da Circuito das Grutas

Un piccolo autobus porta noi e altri escursionisti all'inizio del sentiero, che è sabbioso e, a tratti, destinato a un bosco prodigioso.

La prima grotta che troviamo si chiama Aroe Jari.

È diventato il segno distintivo del circuito per via di una striscia serpentina di muschio umido che, per la luce che penetra, dà l'impressione di un fiume poco profondo.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, Grotta di Aroe Jari

Verso le 4:30 del pomeriggio, i raggi del sole hanno colpito l'ingresso della grotta successiva. Fanno risplendere il tono turchese delle sue acque e giustificano il nome di Lagoa Azul.

L'ultima grotta, Kiogo Brado, si rivela enorme.

Nasconde un proprio sentiero interno di 764 metri, che percorriamo, muniti di paliotti, abbagliati dal grande corridoio di uscita, stipato tra muri che l'erosione ha lasciato in eredità con diversi strati muschiosi.

Chapada dos Guimarães, Mato Grosso, Brasile, grotta di Kiogo Brado

Torniamo al punto di partenza con gli ultimi bagliori che colorano il cielo del Cerrado e, già di notte, alla base logistica della Chapada dos Guimarães.

Nel suo periodo di massimo splendore, le fertili terre intorno alla Chapada dos Guimarães rifornivano altre città della valle del Mato Grosso, in particolare Cuiabá.

Nelle vicinanze di Chapada, c'è un punto di vista installato nell'esatto luogo equidistante tra gli oceani Atlantico e Pacifico.

Cuiabá e il Centro geodetico del Sud America

A Cuiabá, invece, c'è un punto di importanza geografica superiore. Siamo passati anche di lì.

Un ago piastrellato nel cuore di Praça Pascoal Moreira Cabral punta verso il cielo.

Segna il centro geodetico del Sud America, come determinato nel 1909 dal maresciallo brasiliano Cândido Rondon.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, centro geodetico del Sud America

Rondon divenne una figura così apprezzata in Brasile che Rondônia, lo stato a nord-ovest del Mato Grosso e sotto l'immensa Amazzonia, fu chiamato in suo onore.

In passato Praça Pascoal Moreira Cabral era conosciuta come Campo d'Ourique. Lì gli schiavi venivano frustati e lì si svolgevano le passeggiate a cavallo e le corride.

Molto più tardi ospitò il Consiglio municipale di Cuiabá e l'Assemblea legislativa del Mato Grosso.

Cuiabá, Mato Grosso, Brasile, Landmark del Centro Geodetico

L'obelisco che stavamo esaminando compare sia sulla bandiera di Cuiabá che sull'emblema del Cuiabá Esporte Clube.

Solo pochi mesi prima della creazione di questo testo, António Oliveira è stato assunto per allenare lo stesso tempo. A quel tempo, è diventato il quinto allenatore portoghese nella stagione 2021-2022 a giocare nel campionato principale del Brasile.

Assunse così un ruolo di primo piano nel Brasileirão e nell'altrettanto caldo cuore sudamericano.

Serra Dourada, Goiás, Brasile

Dove il Cerrado ondeggia Dorato

Uno dei tipi di savana del Sud America, il Cerrado si estende su più di un quinto del territorio brasiliano, che fornisce gran parte dell'acqua dolce. Situato nel cuore dell'altopiano centrale e dello stato di Goiás, il Parco statale della Serra Dourada brilla di doppio.
Lenzuola Bahia, Brasile

Lenzuola da Bahia: nemmeno i diamanti sono eterni

Nel XNUMX° secolo, Lençóis divenne il più grande fornitore mondiale di diamanti. Ma il commercio di gemme non è durato quanto previsto. Oggi, l'architettura coloniale che ha ereditato è il suo bene più prezioso.
Pirenópolis, Brasile

Una Polis nei Pirenei sudamericani

Le miniere di Nossa Senhora do Rosário da Meia Ponte furono costruite da pionieri portoghesi, nel periodo di massimo splendore del ciclo dell'oro. Per nostalgia, probabilmente gli emigranti catalani chiamavano le montagne intorno ai Pirenei. Nel 1890, già in un'era di indipendenza e di innumerevoli ellenizzazioni delle loro città, i brasiliani battezzarono questa città coloniale Pirenópolis.
Chapada Diamantina, Brasile

Bahía de Gema

Fino alla fine del sec. Nel XNUMX° secolo, Chapada Diamantina era una terra di prospezioni e ambizioni smisurate.Ora che i diamanti sono rari, gli estranei sono ansiosi di scoprirne gli altipiani e le gallerie sotterranee.
Goias Velho, Brasile

Un'eredità della corsa all'oro

Due secoli dopo il periodo d'oro della prospezione, persa nel tempo e nella vastità dell'altopiano centrale, Goiás apprezza la sua ammirevole architettura coloniale, la sorprendente ricchezza che resta da scoprire.
Lenzuola Bahia, Brasile

La libertà paludosa di Quilombo do Remanso

Gli schiavi fuggiaschi sopravvissero per secoli in una zona umida della Chapada Diamantina. Oggi il quilombo di Remanso è simbolo della loro unione e resistenza, ma anche dell'esclusione a cui sono stati votati.
Fattoria Sao Joao, Miranda, Brasile

Pantanal con il Paraguay in vista

Quando l'azienda agricola Passo do Lontra ha deciso di espandere il proprio ecoturismo, ha reclutato l'altra azienda agricola di famiglia, São João. Più lontano dal fiume Miranda, quest'altra proprietà rivela un remoto Pantanal, ai margini del Paraguay. Dal paese e dal fiume omonimo.
Brasilia, Brasile

Brasilia: dall'utopia all'arena politica e capitale del Brasile

Fin dai tempi del marchese di Pombal si parlava di trasferire la capitale nell'entroterra. Oggi, la città chimera continua a sembrare surreale ma detta le regole dello sviluppo brasiliano.
Isola Marajó, Brasile

L'isola dei bufali

Una nave che trasporta bufali da India sarà naufragato alla foce del Rio delle Amazzoni. Oggi l'isola di Marajó che li ha accolti ha uno degli armenti più grandi del mondo e il Brasile non può fare a meno di questi bovini.

Florianopolis, Brasile

L'eredità delle Azzorre dell'Atlantico meridionale

Durante il XNUMX° secolo, migliaia di isolani portoghesi perseguirono una vita migliore nella parte meridionale del Brasile. Negli insediamenti da loro fondati abbondano tracce di affinità con le origini.

Passo da Lontra, Miranda, Brasile

Brasile sommerso a un passo dalla lontra

Siamo all'estremità occidentale del Mato Grosso do Sul, ma la boscaglia, da queste parti, è un'altra cosa. In un'estensione di quasi 200.000 km2, la Brasile appare parzialmente sommerso, da fiumi, torrenti, lagune e altre acque disperse in vaste pianure alluvionali. Nemmeno il caldo soffocante della stagione secca prosciuga la vita e la biodiversità dei luoghi e delle fattorie del Pantanal come quella che ci ha accolto sulle rive del fiume Miranda.
Curitiba, Brasile

La vita elevata di Curitiba

Non è solo l'altitudine di quasi 1000 metri a cui si trova la città. Cosmopolita e multiculturale, la capitale del Paraná ha un indice di qualità della vita e sviluppo umano che la rendono un caso a sé in Brasile.
Manaus, Brasile

I salti e le sorprese dell'ex capitale mondiale della gomma

Dal 1879 al 1912, solo il bacino del Rio delle Amazzoni ha generato il lattice di cui il mondo aveva bisogno da un momento all'altro e, dal nulla, Manaus è diventata una delle città più avanzate sulla faccia della Terra. Ma un esploratore inglese portò l'albero nel sud-est asiatico e rovinò la produzione dei pionieri. Manaus ha dimostrato ancora una volta la sua elasticità. È la città più grande dell'Amazzonia e la settima del Brasile.
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Ilhabela, Brasile

Ilhabela: Dopo l'orrore, la bellezza atlantica

Il novanta per cento della foresta atlantica preservata, cascate idilliache e spiagge dolci e selvagge sono all'altezza del suo nome. Ma, se andiamo indietro nel tempo, sveliamo anche l'orribile aspetto storico di Ilhabela.
Ilhabela, Brasile

A Ilhabela, sulla Via Bonete

Una comunità di caiçaras discendenti dai pirati fondò un villaggio in un angolo di Ilhabela. Nonostante il difficile accesso, Bonete è stata scoperta e considerata una delle dieci migliori spiagge del Brasile.
Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu, Brasile

Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu: febbre da watt

Nel 1974 migliaia di brasiliani e paraguaiani si sono incontrati nella zona di costruzione della diga più grande del mondo. 30 anni dopo il completamento, Itaipu genera il 90% dell'energia del Paraguay e il 20% di quella brasiliana.
Cascate dell'Iguazù/Iguazù, Brasile/Argentina

Il tuono della grande acqua

Dopo un lungo viaggio tropicale, il fiume Iguaçu fa il grande passo. Lì, al confine tra Brasile e Argentina, si formano le cascate più grandi e imponenti sulla faccia della Terra.
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Parco nazionale di Gorongosa, Mozambico, fauna selvatica, leoni
Safari
Parco Nazionale Gorongosa, Mozambico

Il cuore selvaggio del Mozambico mostra segni di vita

Gorongosa ospitava uno degli ecosistemi più esuberanti dell'Africa, ma dal 1980 al 1992 ha ceduto alla Guerra Civile tra FRELIMO e RENAMO. Greg Carr, il milionario inventore di Voice Mail, ha ricevuto un messaggio dall'ambasciatore mozambicano alle Nazioni Unite che lo sfidava a sostenere il Mozambico. Per il bene del paese e dell'umanità, Carr si impegna a far risorgere lo splendido parco nazionale che il governo coloniale portoghese vi aveva creato.
Circuito dell'Annapurna, da Manang a Yak-kharka
Annapurna (circuito)
10° Circuito dell'Annapurna: Manang lo Yak Kharka, Nepal

Verso gli altopiani (superiori) dell'Annapurna

Dopo una pausa di acclimatamento nella civiltà quasi urbana di Manang (3519 m), riprendiamo l'ascesa allo zenit di Thorong La (5416 m). Quel giorno abbiamo raggiunto il villaggio di Yak Kharka, a 4018 m, un buon punto di partenza per i campi alla base della grande gola.
Little Big Senglea II
Architettura & Design
Senglea, Malta

La città maltese con più Malta

A cavallo del 8.000° secolo Senglea accoglieva 0.2 abitanti in 2 km3.000, un record europeo, oggi conta “solo” XNUMX cristiani di quartiere. È la più piccola, affollata e genuina delle città maltesi.
lagune e fumarole, vulcani, PN tongaro, nuova zelanda
Aventura
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
MassKara Festival, Bacolod City, Filippine
Cerimonie e Feste
Bacolod, Filippine

Un festival per ridere della tragedia

Intorno al 1980, il valore dello zucchero, importante fonte di ricchezza sull'isola filippina di Negros, crollò e il traghetto"Don Juan” che la serviva affondò e morirono più di 176 passeggeri, la maggior parte dei quali neri. La comunità locale ha deciso di reagire alla depressione generata da questi drammi. Nasce così MassKara, una festa impegnata a recuperare i sorrisi della popolazione.
São Tomé, città, São Tomé e Príncipe, Rua do Forte
Città
São Tomé (città), São Tome e Principe

La capitale dei tropici santomei

Fondata dai portoghesi nel 1485, São Tomé prosperò per secoli, come la città, perché le merci in entrata e in uscita passavano attraverso l'omonima isola. L'indipendenza dell'arcipelago lo ha confermato come la capitale indaffarata in cui giravamo, sempre sudati.
cibo
Margilan, Uzbekistan

Un capofamiglia dell'Uzbekistan

In uno dei tanti panifici di Margilan, sfinito dal calore intenso del forno tandyr, il fornaio Maruf'Jon lavora a metà come i diversi pani tradizionali venduti in tutto l'Uzbekistan
Mar de Parra
Cultura
Mendoza, Argentina

Viaggio attraverso Mendoza, la grande provincia vinicola argentina

I missionari spagnoli si resero conto, nel XVI secolo, che l'area era destinata alla produzione del “sangue di Cristo”. Oggi la provincia di Mendoza è al centro della più grande regione vinicola dell'America Latina.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
il jet lag evita il volo, il jetlag, la turbolenza
In viaggio
Jet lag (parte 1)

Evita le turbolenze post-volo

Quando voliamo attraverso più di 3 fusi orari, l'orologio interno che regola il nostro corpo si confonde. Il massimo che possiamo fare è alleviare il disagio che proviamo finché non torna a posto.
Etnico
Pueblos del Sur, Venezuela

I Pauliteiros de Mérida, le loro danze e Co.

Dall'inizio del XVII secolo, con i coloni ispanici e, più recentemente, con gli emigranti portoghesi, usi e costumi ben noti nella penisola iberica e, in particolare, nel nord del Portogallo si sono consolidati nei Pueblos del Sur.
tunnel di ghiaccio, percorso dell'oro nero, Valdez, Alaska, USA
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Sensazioni vs Impressioni

Vista da John Ford Point, Monument Valley, Nacao Navajo, Stati Uniti
Storia
Monument Valley, EUA

Indiani o Cowboy?

I produttori iconici di western come John Ford hanno immortalato quello che è il più grande territorio dei nativi americani negli Stati Uniti. Oggi, nella Navajo Nation, i Navajo vivono anche nei panni di vecchi nemici.
Isola del nord, Nuova Zelanda, Maori, Meteo surf
Isole
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
Maksim, popolo Sami, Inari, Finlandia-2
bianco inverno
Inari, Finlândia

I Guardiani del Nord Europa

A lungo discriminato dai coloni scandinavi, finlandesi e russi, il popolo Sami riacquista la propria autonomia ed è orgoglioso della propria nazionalità.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Letteratura
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Angel Falls, fiume che cade dal cielo, Angel Falls, PN Canaima, Venezuela
Natura
P.N. Canaima, Venezuela

Kerepakupai, Angel Jump: Il fiume che cade dal cielo

Nel 1937, Jimmy Angel fece atterrare un aereo su un altopiano sperduto nella giungla venezuelana. L'avventuriero americano non trovò l'oro ma conquistò il battesimo della cascata più lunga sulla faccia della Terra
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Pitões das Junias, Montalegre, Portogallo
Parchi Naturali
Montalegre, Portogallo

Attraverso Alto do Barroso, Cima di Trás-os-Montes

ci muoviamo da Terras de Bouro per quelli di Barroso. Con sede a Montalegre, partiamo alla scoperta di Paredes do Rio, Tourém, Pitões das Júnias e del suo monastero, splendidi villaggi in cima al confine di Portogallo. Se è vero che Barroso aveva già più abitanti, i visitatori non dovrebbero mancare.
Case tradizionali, Bergen, Norvegia
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Bergen, Norvegia

Il grande porto anseatico della Norvegia

Già popolata all'inizio dell'XI secolo, Bergen divenne la capitale, monopolizzò il commercio della Norvegia settentrionale e, fino al 1830, rimase una delle città più grandi della Scandinavia. In data odierna, Oslo guida la nazione. Bergen continua a distinguersi per la sua esuberanza architettonica, urbana e storica.
Controllo corrispondenza
personaggi
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Tobago, Pigeon Point, Scarborough, Pontone
Spiagge
Scarborough a Pigeon Point, Tobago

Alla scoperta della Tobago Capitale

Dalle alture murate di Fort King George, alla soglia di Pigeon Point, Tobago sud-occidentale intorno alla capitale Scarborough rivela tropici controversi senza rivali.
Barca sul fiume Giallo, Gansu, Cina
Religione
Bingling Sì, Cina

La gola dei mille Buddha

Per più di un millennio e almeno sette dinastie, i devoti cinesi hanno esaltato le loro credenze religiose con l'eredità di sculture in uno stretto stretto del fiume Giallo. Coloro che sbarcano alla Gola dei Mille Buddha, potrebbero non trovare tutte le sculture ma trovare uno splendido santuario buddista.
Treno della fine del mondo, Terra del Fuoco, Argentina
Veicoli Ferroviari
Ushuaia, Argentina

Ultima stagione: Fine del mondo

Fino al 1947 i Tren del Fin del Mundo fecero innumerevoli viaggi per far tagliare legna da ardere ai detenuti del carcere di Ushuaia. Oggi i passeggeri sono diversi ma nessun altro treno passa più a sud.
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
Società
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
Intersezione trafficata di Tokyo, Giappone
Vita quotidiana
Tokyo, Giappone

La notte infinita della capitale del Sol Levante

Dillo Tokyo non dormire è dire poco. In una delle città più grandi e sofisticate sulla faccia della Terra, il crepuscolo segna solo il rinnovamento della frenetica vita quotidiana. E ci sono milioni delle loro anime che o non trovano posto al sole, o hanno più senso nei cambiamenti "oscuri" e oscuri che seguono.
Ghiacciaio Meares
Animali selvatici
Il suono del principe William, Alaska

Viaggio attraverso un'Alaska glaciale

Adagiato contro le montagne Chugach, il Prince William Sound ospita alcuni dei paesaggi stravaganti dell'Alaska. Né potenti terremoti né una devastante marea liscia hanno influenzato il suo splendore naturale.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.