Chapada Diamantina, Brasile

Bahía de Gema


Vista dalla collina di Pai Inácio
Gli altipiani della Chapada Diamantina visti dalla cima del Morro do Pai Inácio.
Sulla collina di Pai Inácio
Coppia brasiliana che studia una profonda gola a Chapada Diamantina.
Alla base della Chapada
Il prato basso copre una delle gole della Chapada Diamantina.
falso salto
Guia Negão simula un salto dopo aver raccontato ai visitatori la leggenda di Pai Inácio.
Nuoto in acque cristalline
Il visitatore nuota a Pratinha, una laguna dall'aspetto marino nonostante si trovi a più di 300 km dall'Oceano Atlantico.
arco naturale
I visitatori fanno il bagno in una laguna sulla strada per la cascata di Sossego.
yoga in vacanza
Forasteira esercita posizioni yoga a Ribeirão do Meio.
Muro Millenario
Antica formazione rocciosa di fronte a Morro do Pai Inácio.
Riparazione
I nativi scambiano le piastrelle di una tipica casa a Igatu.
Via Igatu
Case colorate nel villaggio minerario di Igatu.
Angelo
Scultura di angelo all'ingresso di un cimitero di Igatu.
moccio crepuscolare
Il sole tramonta sulla catinga Chapada Diamantina.
grotta
La guida illumina l'ingresso della grotta di Lapa Doce.
Fino alla fine del sec. Nel XNUMX° secolo, Chapada Diamantina era una terra di prospezioni e ambizioni smisurate.Ora che i diamanti sono rari, gli estranei sono ansiosi di scoprirne gli altipiani e le gallerie sotterranee.

La passeggiata si rivela molto più breve di quanto ci aspettassimo.

Favorito dalla sua magrezza e dall'allenamento di innumerevoli salite, Negão raggiunge la cima senza boccheggiare, si posa su una pietra arrotondata e ci lascia liberi di esplorare gli angoli pieni di cactus dell'altopiano.

Da lì, abbiamo avuto la prima di numerose viste panoramiche a 360º della Chapada Diamantina e l'idea inaugurale della sua inaspettata grandezza. A perdita d'occhio si estende una gola ricoperta di prati, ben segnata dalle pendici dei piccoli altipiani opposti.

Altri alti canyon del vasto Sertão si annunciano in lontananza in una sequenza che sembra non avere fine. Scenari di questo tipo sono quasi sempre scolpiti da erosioni di grande intensità.

Chapada non faceva eccezione alla regola.

Vista dal Morro Pai Inacio, Chapada Diamantina, gemma di Bahia, Brasile

Gli altipiani della Chapada Diamantina visti dalla cima del Morro do Pai Inácio.

La genesi geologica e del diamante di Chapada Diamantina

Più di 600 milioni di anni fa, molto prima della disgregazione del supercontinente Pangea, questa regione era adiacente all'area dell'attuale Namibia, ancora oggi una delle più importanti riserve di diamanti del mondo.

In quella zona venivano cristallizzati diamanti locali, mescolati a ciottoli e trascinati nelle profondità del mare che ricopriva quella che oggi è altainterno del Brasile. Col passare del tempo, il mare si è ritirato.

Il suo letto si è trasformato in uno strato di conglomerato di pietra che ha intrappolato le gemme. Successivamente, questo strato è stato sollevato da movimenti tettonici ed esposto a un'intensa usura che ha depositato i diamanti nei letti dei fiumi, in attesa dei fortunati pionieri.

Roccia antica, chapada diamantina, bahiagem, brasile

Antica formazione rocciosa di fronte a Morro do Pai Inácio.

Un po' più secco – magari in una stagione di rare piogge – lo scenario che abbiamo davanti agli occhi avrebbe potuto rivelarsi perfetto per ospitare scene da “spaghetti western”. La regione della Chapada Diamantina è rimasta per secoli un vero e proprio “occidentale”.

Durante questo periodo fu popolato dagli indiani Maracás.

Questi, attaccarono gli avventurieri ei coloni che arrivarono attratti dalla notizia della prima delle ricchezze trovate, l'oro.

In seguito, con la scoperta dei diamanti, non ci volle molto perché vi affluissero migliaia di pionieri e cercatori, mercanti e coloni, gesuiti, contrabbandieri e prostitute dalle più svariate provenienze.

Apparvero villaggi senza re né legge con dimensioni e concentrazione crescente di abitanti.

riparazione tetto, chapada diamantina, bahiagem, brasile

I nativi scambiano le piastrelle di una tipica casa a Igatu.

I proiettili hanno risolto qualsiasi conflitto sorto.

Di conseguenza, i colonnelli più influenti ei jagunços al loro servizio concentrarono il potere e imposero la loro volontà con la violenza e la tortura.

Il racconto di Story Told Times dello schiavo padre Inácio

L'episodio che Negão racconta ai visitatori del suo monte alisado ci arriva come una prova teatrale della maleducazione di quell'epoca. Il tono delle tue frasi è caldo. L'accento, dall'interno di Bahia: "Ciao ragazzi, radunatevi vicino alla scogliera per sentire che la storia è bella!".

Con il pubblico composto, il narratore racconta che in tempi passati, uno schiavo viveva in Chapada che chiamarono Pai Inácio. Padre Inácio usciva segretamente con la figlia del suo padrone.

Posa yoga, chapada diamantina, bahiagem, brasile

Forasteira esercita posizioni yoga a Ribeirão do Meio.

Ma questo non ha impiegato molto a scoprire il caso. Mandò diversi scagnozzi all'inseguimento del delinquente che doveva rifugiarsi proprio su quella collina dove ci trovavamo.

Solo qualcuno ha informato gli scagnozzi del nascondiglio. Quando meno se lo aspettava, lo schiavo si trovò tra i suoi inseguitori e l'abisso. La situazione richiedeva una via d'uscita drastica, preferibilmente ingegnosa. Pai Inácio è stato all'altezza delle richieste.

Sotto la pressione di fucili e pistole, gridò che avrebbe preferito morire in libertà piuttosto che essere massacrato per mano del padrone.

Aprì l'ombrello, saltò giù dalla collina e continuò il suo volo, illeso, per non essere mai più visto.

Negão ha sempre preso a cuore il suo lavoro ea un certo punto la narrazione chiedeva già qualcosa per illustrarlo. La guida ha trovato un artificio per abbinare l'esito della telenovela.

Quando raggiunge il culmine dell'azione, Negão si butta giù e lascia il pubblico sbalordito.

Salto Negao, Chapada Diamantina, Bahia Gemma, Brasile

Guia Negão simula un salto dopo aver raccontato ai visitatori la leggenda di Pai Inácio.

Qualche istante dopo, alcuni dei visitatori si sono avvicinati alla scogliera e hanno scoperto che il salto (ripetuto più volte al giorno) è finito su una cengia uno o due metri più in basso che il gruppo non poteva vedere.

Secondo la leggenda, lo schiavo se n'era andato per sempre.

Ha lasciato Chapada alla sua prospezione sempre più senz'anima.

Feno prato, chapada diamantina, bahiagem, brasile

Il prato basso copre una delle gole della Chapada Diamantina.

I diamanti e i cercatori che sussistono nella Chapada

Nei letti dei fiumi, imbruniti dal ferro, gli avidi minatori trovavano gemme in quantità sorprendenti.

Hanno aperto nuovi percorsi verso aree precedentemente inaccessibili intorno alle città che stavano crescendo davanti ai nostri occhi: Lenzuola (da Bahia), Mucugê, Palmeiras e Andaraí, tra gli altri di pari eleganza coloniale ma di dimensioni e importanza minori.

Scendiamo dalla collina e ci dirigiamo verso la stretta valle di Mucugêzinho. Lì abbiamo il nostro primo contatto con i letti ancora filtrati dai cercatori più insistenti della regione.

A Poço do Diabo, l'acqua rivela gradazioni di arancio simili al ferro. In quello e in altri flussi stretti, siamo passati dai minatori.

cascata di sossego, chapada diamantina, bahiagem, brasile

I visitatori fanno il bagno in una laguna sulla strada per la cascata di Sossego.

Lavorano chinati sugli argini, agitando la ghiaia sui loro setacci, come anime semi-ritirate dal mondo, mosse tanto dal disimpegno sociale quanto dalla speranza di arricchirsi e contraddire il passato.

Le storie di successo sono rare. La maggior parte dei residenti di Chapada preferisce le scommesse con maggiori probabilità di successo. Al momento, il turismo si rivela il più assicurato.

Nel 1995, sotto la pressione degli stessi gruppi ambientalisti che sono riusciti a creare il parco nazionale e a porre fine a una distruzione già a lungo termine dell'ecosistema locale, il governo ha vietato l'estrazione di diamanti non tradizionale.

Sebbene non tutto sia ancora perfetto, la natura è diventata il bene più prezioso della zona.

E visitatori e viaggiatori brasiliani e stranieri accorrevano in gran numero alla Chapada Diamantina.

Casal Canyon, Chapada Diamantina, gemma di Bahia, Brasile

Coppia brasiliana che studia una profonda gola a Chapada Diamantina.

I Nuovi Itinerari Turistici della Chapada Diamantina

Dopo il lungo periodo di stagnazione, migrazione e povertà che ha seguito la fine dell'attività mineraria, la popolazione locale accoglie con favore questa nuova invasione, facendo concorrenza a quella di altre parti della costa di Bahia come la Morro de São Paulo.

Vuole anche trarre profitto dalla rivelazione della sua beata patria.

Laguna di Pratinha, chapada diamantina, bahiagem, brasile

Il visitatore nuota a Pratinha, una laguna dall'aspetto marino nonostante si trovi a più di 300 km dall'Oceano Atlantico.

Nei giorni che gli dedichiamo, percorriamo decine di chilometri al giorno.

Arriviamo nei luoghi più emblematici della Chapada: Ribeirão do Meio, il fiume Lençóis e la cascata Primavera, il Salão de Areias, la cascata Sossego, la grotta Lapão e il Marimbus palude e il suo Quilombo Remanso.

Altri avventurieri si sforzano ancora di più.

Seguono faticosi ma gratificanti itinerari guidati come quello che porta alla cascata Fumaça, la più lunga del Brasile, alta 420 m, che raggiungono tre giorni dopo la partenza.

Oppure puoi prendere il Grand Circuit di 100 km, completato in cinque giorni, otto se vuoi indagare sull'antico villaggio di Xique-Xique Igatu, ricco di diamanti.

Casario Igatu, chapada diamantina, bahiagem, brasile

Case colorate nel villaggio minerario di Igatu.

Certi indigeni non hanno bisogno di questo problema.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che parte dell'acqua del bacino amazzonico, messa sotto pressione contro l'Oceano Atlantico, finisce per trovare e scavare percorsi alternativi.

Alimenta le falde acquifere che raggiungono il nord-est brasiliano. Quest'acqua viene rilasciata.

Irriga la Chapada più dell'area circostante perché la caratteristica roccia è quasi impermeabile ma favorisce la formazione di brecce “strutturali”.

Incursione negli Inferi delle Grotte di Lapa Doce e Torrinha

È probabile che gli ingressi ad alcune di queste brecce si trovino nei “siti” di fortunati residenti. Abbiamo finito per seguire due di questi promotori nelle profondità di Lapa Doce e Torrinha.

Ci guidano attraverso queste gigantesche gallerie, alla luce di una robusta lampada in stile Petromax che spostano da una spalla all'altra.

Grotta, Chapada Diamantina, gemma di Bahia, Brasile

La guida illumina l'ingresso della grotta di Lapa Doce.

Allo stesso tempo, timidi e un po' pressati dal peso della loro nuova professione, ci danno informazioni enciclopediche appena memorizzate e il nome di ogni sezione sotterranea: “Qui si vede il Pan di Zucchero.

Questo è il "Curtain" e ora abbiamo "Living Water".

Quando torniamo in superficie, un tramonto brillante si fa beffe della debole luce che aveva rivelato quel pezzo di malavita.

Arrossa il paesaggio e scurisce le sagome della foresta di cactus “mandacarus” del Sertão maggiore, forme vegetali caratteristiche della Chapada Diamantina.

Tramonto, Chapada Diamantina, gemma di Bahia, Brasile

Il sole tramonta sulla catinga Chapada Diamantina.

Lenzuola Bahia, Brasile

La libertà paludosa di Quilombo do Remanso

Gli schiavi fuggiaschi sopravvissero per secoli in una zona umida della Chapada Diamantina. Oggi il quilombo di Remanso è simbolo della loro unione e resistenza, ma anche dell'esclusione a cui sono stati votati.
Lenzuola Bahia, Brasile

Lenzuola da Bahia: nemmeno i diamanti sono eterni

Nel XNUMX° secolo, Lençóis divenne il più grande fornitore mondiale di diamanti. Ma il commercio di gemme non è durato quanto previsto. Oggi, l'architettura coloniale che ha ereditato è il suo bene più prezioso.
Chapada dos Guimarães, Mato Grosso, Brasile

Nel cuore ardente del Sud America

Fu solo nel 1909 che il centro geodetico sudamericano fu fondato da Cândido Rondon, un maresciallo brasiliano. Oggi si trova nella città di Cuiabá. Ha lo scenario mozzafiato ma eccessivamente combustibile di Chapada dos Guimarães nelle vicinanze.
Goias Velho, Brasile

Un'eredità della corsa all'oro

Due secoli dopo il periodo d'oro della prospezione, persa nel tempo e nella vastità dell'altopiano centrale, Goiás apprezza la sua ammirevole architettura coloniale, la sorprendente ricchezza che resta da scoprire.
Pirenópolis, Brasile

Una Polis nei Pirenei sudamericani

Le miniere di Nossa Senhora do Rosário da Meia Ponte furono costruite da pionieri portoghesi, nel periodo di massimo splendore del ciclo dell'oro. Per nostalgia, probabilmente gli emigranti catalani chiamavano le montagne intorno ai Pirenei. Nel 1890, già in un'era di indipendenza e di innumerevoli ellenizzazioni delle loro città, i brasiliani battezzarono questa città coloniale Pirenópolis.
Fattoria Sao Joao, Miranda, Brasile

Pantanal con il Paraguay in vista

Quando l'azienda agricola Passo do Lontra ha deciso di espandere il proprio ecoturismo, ha reclutato l'altra azienda agricola di famiglia, São João. Più lontano dal fiume Miranda, quest'altra proprietà rivela un remoto Pantanal, ai margini del Paraguay. Dal paese e dal fiume omonimo.
Serra Dourada, Goiás, Brasile

Dove il Cerrado ondeggia Dorato

Uno dei tipi di savana del Sud America, il Cerrado si estende su più di un quinto del territorio brasiliano, che fornisce gran parte dell'acqua dolce. Situato nel cuore dell'altopiano centrale e dello stato di Goiás, il Parco statale della Serra Dourada brilla di doppio.
Pirenópolis, Brasile

Crociate brasiliane

Gli eserciti cristiani espulsero le forze musulmane dalla penisola iberica nel XVI secolo. XV ma, a Pirenópolis, nello stato brasiliano di Goiás, continuano a trionfare i sudamericani di Carlo Magno.
Passo da Lontra, Miranda, Brasile

Brasile sommerso a un passo dalla lontra

Siamo all'estremità occidentale del Mato Grosso do Sul, ma la boscaglia, da queste parti, è un'altra cosa. In un'estensione di quasi 200.000 km2, la Brasile appare parzialmente sommerso, da fiumi, torrenti, lagune e altre acque disperse in vaste pianure alluvionali. Nemmeno il caldo soffocante della stagione secca prosciuga la vita e la biodiversità dei luoghi e delle fattorie del Pantanal come quella che ci ha accolto sulle rive del fiume Miranda.
Manaus, Brasile

I salti e le sorprese dell'ex capitale mondiale della gomma

Dal 1879 al 1912, solo il bacino del Rio delle Amazzoni ha generato il lattice di cui il mondo aveva bisogno da un momento all'altro e, dal nulla, Manaus è diventata una delle città più avanzate sulla faccia della Terra. Ma un esploratore inglese portò l'albero nel sud-est asiatico e rovinò la produzione dei pionieri. Manaus ha dimostrato ancora una volta la sua elasticità. È la città più grande dell'Amazzonia e la settima del Brasile.
Pirenópolis, Brasile

cavalcata di fede

Introdotta nel 1819 dai sacerdoti portoghesi, la Festa dello Spirito Santo di Pirenópolis aggrega una complessa rete di celebrazioni religiose e pagane. Dura più di 20 giorni, per lo più trascorsi in sella.
kolmanskop, Namibia

Generato dai Diamanti di Namibe, Abbandonato nelle loro Sabbie

Fu la scoperta di un generoso giacimento di diamanti nel 1908 che diede origine alla fondazione di Kolmanskop e all'opulenza surreale. Meno di 50 anni dopo, le pietre preziose si esaurirono. Gli abitanti lasciarono il villaggio nel deserto.
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
Curitiba, Brasile

La vita elevata di Curitiba

Non è solo l'altitudine di quasi 1000 metri a cui si trova la città. Cosmopolita e multiculturale, la capitale del Paraná ha un indice di qualità della vita e sviluppo umano che la rendono un caso a sé in Brasile.

Florianopolis, Brasile

L'eredità delle Azzorre dell'Atlantico meridionale

Durante il XNUMX° secolo, migliaia di isolani portoghesi perseguirono una vita migliore nella parte meridionale del Brasile. Negli insediamenti da loro fondati abbondano tracce di affinità con le origini.

Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Ilhabela, Brasile

Ilhabela: Dopo l'orrore, la bellezza atlantica

Il novanta per cento della foresta atlantica preservata, cascate idilliache e spiagge dolci e selvagge sono all'altezza del suo nome. Ma, se andiamo indietro nel tempo, sveliamo anche l'orribile aspetto storico di Ilhabela.
Ilhabela, Brasile

A Ilhabela, sulla Via Bonete

Una comunità di caiçaras discendenti dai pirati fondò un villaggio in un angolo di Ilhabela. Nonostante il difficile accesso, Bonete è stata scoperta e considerata una delle dieci migliori spiagge del Brasile.
Brasilia, Brasile

Brasilia: dall'utopia all'arena politica e capitale del Brasile

Fin dai tempi del marchese di Pombal si parlava di trasferire la capitale nell'entroterra. Oggi, la città chimera continua a sembrare surreale ma detta le regole dello sviluppo brasiliano.
Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu, Brasile

Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu: febbre da watt

Nel 1974 migliaia di brasiliani e paraguaiani si sono incontrati nella zona di costruzione della diga più grande del mondo. 30 anni dopo il completamento, Itaipu genera il 90% dell'energia del Paraguay e il 20% di quella brasiliana.
Serengeti, Great Savanna Migration, Tanzania, gnu nel fiume
Safari
P.N. Serengeti, Tanzania

La grande migrazione della savana infinita

In queste praterie che dicono i Masai siringat (corri per sempre), milioni di gnu e altri erbivori inseguono le piogge. Per i predatori, il loro arrivo e quello del monsone sono la stessa salvezza.
Circuito dell'Annapurna, da Manang a Yak-kharka
Annapurna (circuito)
10° Circuito dell'Annapurna: Manang lo Yak Kharka, Nepal

Verso gli altopiani (superiori) dell'Annapurna

Dopo una pausa di acclimatamento nella civiltà quasi urbana di Manang (3519 m), riprendiamo l'ascesa allo zenit di Thorong La (5416 m). Quel giorno abbiamo raggiunto il villaggio di Yak Kharka, a 4018 m, un buon punto di partenza per i campi alla base della grande gola.
Incisioni, Tempio di Karnak, Luxor, Egitto
Architettura & Design
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Aventura
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
autoflagellazione, passione di cristo, filippine
Cerimonie e Feste
Marinduque, Filippine

La passione filippina di Cristo

Nessuna nazione circostante è cattolica, ma molti filippini non si lasciano intimidire. Durante la Settimana Santa si arrendono alla fede ereditata dai coloni spagnoli e l'autoflagellazione diventa una sanguinosa prova di fede.
Candia, Dente di Buddha, Ceylon, lago
Città
Kandy, Sri Lanka

Incursione nella Radice Dentale del Buddismo Singalese

Situata nel cuore montuoso dello Sri Lanka, alla fine del XV secolo Kandy divenne la capitale del regno dell'antico Ceylon, che resistette ai successivi tentativi coloniali di conquista. Divenne anche il suo nucleo buddista, a cui continua a contribuire il fatto che conservi un sacro dente del Buddha.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Efate, Vanuatu, trasferimento a "Congoola/Lady of the Seas"
Cultura
Efate, Vanuatu

L'isola sopravvissuta "Survivor"

Gran parte di Vanuatu vive in uno stato benedetto post-selvaggio. Forse per questo, Reality show in cui competono aspiranti candidati Robinson Crusoe si stabilirono uno dopo l'altro sulla loro isola più accessibile e famigerata. Già un po' stordita dal fenomeno del turismo convenzionale, anche Efate ha dovuto resistergli.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
DMZ, Corea del Sud, Linea di non ritorno
In viaggio
ZDM, Dora - Corea del Sud

La linea del non ritorno

Una nazione e migliaia di famiglie furono divise dall'armistizio nella guerra di Corea. Oggi, mentre i turisti curiosi visitano la DMZ, molte delle fughe dei nordcoreani oppressi finiscono in tragedia.
Donne con i capelli lunghi di Huang Luo, Guangxi, Cina
Etnico
Longsheng, Cina

Huang Luo: il villaggio cinese dai capelli più lunghi

In una regione multietnica ricoperta di risaie terrazzate, le donne di Huang Luo si sono arrese alla stessa ossessione capillare. Consentono ai capelli più lunghi del mondo di crescere, per anni, fino a una lunghezza media di 170-200 cm. Per quanto strano possa sembrare, per mantenerli belli e lucenti, usano solo acqua e riso.
arcobaleno nel Grand Canyon, un esempio di luce fotografica prodigiosa
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 1)

E c'era Luce sulla Terra. Sapere come usarlo.

Il tema della luce in fotografia è inesauribile. In questo articolo, ti diamo alcune nozioni di base sul suo comportamento, per cominciare, solo e solo in termini di geolocalizzazione, ora del giorno e anno.
Missioni, San Ignacio Mini, Argentina
Storia
San Ignacio Mini, Argentina

Le Impossibili Missioni dei Gesuiti di San Ignacio Mini

nel secolo Nel XNUMX° secolo, i Gesuiti ampliarono un dominio religioso nel cuore del Sud America in cui convertirono gli indiani Guarani in missioni dei Gesuiti. Ma le Corone Iberiche hanno rovinato l'utopia tropicale della Compagnia di Gesù.
Cattedrale, Funchal, Madera
Isole
Funchal, Madeira

Portale di un Portogallo quasi tropicale

Madeira si trova a meno di 1000 km a nord del Tropico del Cancro. E la lussureggiante esuberanza che le è valsa il soprannome di isola giardino dell'Atlantico emerge in ogni angolo della sua ripida capitale.
Rompighiaccio Sampo, Kemi, Finlandia
bianco inverno
Kemi, Finlândia

Non è una "barca dell'amore". Rompighiaccio dal 1961

Costruito per mantenere i corsi d'acqua durante l'inverno artico più estremo, il rompighiaccio Sampo” ha svolto la sua missione tra Finlandia e Svezia per 30 anni. Nel 1988 si ritira e si dedica a viaggi più brevi che consentono ai passeggeri di galleggiare in un canale del Golfo di Botnia di nuova apertura, all'interno di tute che, più che speciali, sembrano spazio.
José Saramago a Lanzarote, Isole Canarie, Spagna, Glorieta de Saramago
Letteratura
Lanzarote, Isole Canarie, Spagna

La Zattera di Basalto di José Saramago

Nel 1993, frustrato dal disprezzo del governo portoghese per il suo lavoro “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, Saramago si trasferì con la moglie Pilar del Río a Lanzarote. Di ritorno in questa isola delle Canarie un po' extraterrestre, abbiamo ritrovato la nostra casa. E il rifugio dalla censura a cui lo scrittore si trovò condannato.
Jingkieng Wahsurah, ponte delle radici del villaggio di Nongblai, Meghalaya, India
Natura
Meghalaya, India

Ponti di popoli che mettono radici

L'imprevedibilità dei fiumi nella regione più umida della terra non ha mai scoraggiato Khasi e Jaintia. Di fronte all'abbondanza di alberi ficus elastico nelle loro valli queste etnie si abituavano a modellare rami e ceppi. Dalla loro tradizione perduta nel tempo, hanno lasciato in eredità centinaia di abbaglianti ponti di radici alle generazioni future.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Viaggiatore sopra la laguna ghiacciata di Jökursarlón, Islanda
Parchi Naturali
Laguna di Jökursarlon, Ghiacciaio Vatnajökull, Islândia

Il ghiacciaio King of Europe sta già vacillando

Solo in Groenlandia e in Antartide esistono ghiacciai paragonabili al Vatnajökull, il ghiacciaio supremo del vecchio continente. Eppure, anche questo colosso che dà più significato al termine terra di ghiaccio si sta arrendendo all'assedio inesorabile del riscaldamento globale.
Tequila, città di Jalisco, Messico, Jima
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Tequila, JaliscoMessico

Tequila: la distillazione del Ovest de Messico che Anima il Mondo

Disillusi dalla mancanza di vino e brandy, i conquistadores del Messico migliorarono la millenaria attitudine indigena alla produzione di alcolici. Nel XNUMX° secolo, gli spagnoli furono soddisfatti del loro pinga e iniziarono ad esportarlo. Da Tequila, il persone, oggi, centro di una regione delimitata. E il nome per cui è diventato famoso.
Visitatori della casa di Ernest Hemingway, Key West, Florida, Stati Uniti
personaggi
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
Tombolo e Punta Catedral, Parco Nazionale Manuel Antonio, Costa Rica
Spiagge
PN Manuel Antonio, Costa Rica

Il Parco Nazionale Little-Big del Costa Rica

Le ragioni degli under 28 sono ben note. parchi nazionali I costaricani sono diventati i più popolari. La fauna e la flora di PN Manuel António proliferano in un minuscolo ed eccentrico pezzo di giungla. Come se non bastasse, si limita a quattro delle migliori spiagge tipiche.
Isola di Miyajima, Shintoismo e Buddismo, Giappone, Porta dell'Isola Santa
Religione
Miyajima, Giappone

Shintoismo e buddismo al gusto delle maree

I visitatori del tori di Itsukushima ammirano una delle tre ambientazioni più venerate del Giappone. Nell'isola di Miyajima, la religiosità giapponese si fonde con la Natura e si rinnova con il flusso del Mare Interno di Seto.
I dirigenti dormono sedile della metropolitana, dormono, dormono, metropolitana, treno, Tokyo, Giappone
Veicoli Ferroviari
Tokyo, Giappone

Gli ipno-passeggeri di Tokyo

Il Giappone è servito da milioni di dirigenti massacrati con ritmi di lavoro infernali e vacanze scarse. Ogni minuto di tregua sulla strada per andare al lavoro oa casa serve al loro scopo. inemuri, dormire in pubblico.
Bufali, isola di Marajo, Brasile, Bufali della polizia acida
Società
Isola Marajó, Brasile

L'isola dei bufali

Una nave che trasporta bufali da India sarà naufragato alla foce del Rio delle Amazzoni. Oggi l'isola di Marajó che li ha accolti ha uno degli armenti più grandi del mondo e il Brasile non può fare a meno di questi bovini.
Vita quotidiana
Professioni Ardue

Il pane impastato dal diavolo

Il lavoro è essenziale per la maggior parte delle vite. Ma alcuni lavori impongono un livello di sforzo, monotonia o pericolo di cui solo pochi eletti sono capaci.
Coccodrilli, Queensland tropicale dell'Australia selvaggia
Animali selvatici
Cairns la Tribolazione del Capo, Australia

Queensland tropicale: un'Australia troppo selvaggia

Cicloni e inondazioni sono solo l'espressione meteorologica dell'asprezza tropicale del Queensland. Quando non è il tempo, è la fauna mortale della regione a tenere i suoi abitanti all'erta.
Napali Coast e Waimea Canyon, Kauai, rughe hawaiane
Voli panoramici
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.