Lenzuola Bahia, Brasile

La libertà paludosa di Quilombo do Remanso


Modanatura
António do Remanso cammina davanti alla Fazenda Velha.
marea di ninfee
I visitatori attraversano la zona umida di Marimbus.
di barca in barca
Nativo di Remanso presso la darsena del villaggio sopra la zona umida di Marimbus.
Antonio da Remanso
António, uno dei tanti discendenti degli schiavi che, nel XIX secolo, fuggirono dai villaggi della regione.
riflesso del fiume
Il gruppo corre lungo la sponda di uno dei fiumi che delimitano il Marimbus.
ninfee
Foglie di ninfea, una delle piante predominanti della palude di Marimbus.
sorriso di sollievo
Remanso apicoltore ora liberato dalla maschera che lo fa sudare sotto il sole tropicale della regione.
doccia naturale
Un visitatore della Chapada Diamantina si rinfresca in una piscina del fiume Roncador.
vecchia fattoria
La casa principale di Fazenda Velha, situata ad un'estremità del territorio storico dei quilombos che diede origine a Remanso.
dolce offerta
L'apicoltore Remanso, rigorosamente protetto dalle api, offre favi ai visitatori di Marimbus.
fiume color caffè
Adolescente di Remanso fa il bagno in una laguna buia del fiume Roncador.
ancora tra le ninfee
Il vogatore Tiago guida i visitatori attraverso i canali della zona umida di Marimbus.
sbarco
Le guide Remanso António e Tiago si stanno preparando a trascinare la canoa lungo un tratto molto basso del fiume Roncador.
Gli schiavi fuggiaschi sopravvissero per secoli in una zona umida della Chapada Diamantina. Oggi il quilombo di Remanso è simbolo della loro unione e resistenza, ma anche dell'esclusione a cui sono stati votati.

Nonostante la fine dell'attività mineraria e della schiavitù, alcuni abitanti di Lençóis da Bahia rimasero lontani dall'evoluzione, persi nel tempo, fedeli alla storia. Non era solo il caso dei quilombos.

Questo era il caso dei garimpeiros, una classe ormai isolata dalla società locale che mantiene rappresentanti solitari che vivono e lavorano in condizioni precarie nei letti di fiumi e torrenti, ma anche nei villaggi che raggruppano i discendenti degli ex cercatori.

Barcaiolo, Remanso, Comunità Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

Nativo di Remanso presso la darsena del villaggio sopra la zona umida di Marimbus.

È il caso di Estiva, villaggio sperduto in mezzo all'immensa catenga nell'entroterra di Bahia. Ed è quello che è successo anche con Remanso, una comunità succeduta ai diversi quilombos che erano stati precedentemente sparsi in questa zona remota e isolata alla periferia di Lençóis da Bahia.

Le origini austere e secolari della Comunità Quilombola di Remanso

Che sia vero o no, si dice che il primo di questi quilombos sia stato originato da uno schiavo che condusse una fuga sconsiderata da un alloggio di schiavi attraverso la palude di Marimbus, che da tempo aveva sventato ogni tentativo di evasione.

António do Remanso, Comunità di Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

António do Remanso cammina davanti alla Fazenda Velha.

Questo e altri schiavi saranno stati abbandonati al loro destino. Costrinsero gli indiani che esistevano ancora nella zona a vivere e riprodursi con loro. Altri quilombo sorsero spesso dopo che i fuggitivi resistettero ai tentativi di riconquista, in un'era postcoloniale in cui la loro disobbedienza scandalizzava la popolazione libera e benestante molto più del loro trascinamento dalla schiavitù.

Quando siamo arrivati ​​a Remanso, uno di questi cafuzo, noto come António do Remanso, ha iniziato a guidarci in quell'esotico scenario bahiano in cui è cresciuto. "Certamente!"

È con l'espressione popolare brasiliana e un forte accento country che risponde a quasi tutte le nostre domande e conferma la maggior parte delle nostre osservazioni.

António mostra una mitezza di modi non comune nel genere maschile, che ci è sembrato subito associato ai suoi rari tratti androgini, da quelle parti.

È stato questo ospite che ci ha mostrato la canoa scelta tra le decine ancorate all'ingresso del Marimbus e che, supportato da Tiago, un collega molto più mascolino e muscoloso, ha iniziato la navigazione.

Alla scoperta del Marimbus Pantanal, Chapada Diamantina

Il Marimbus occupa una vasta area allagata (1250 km²). Lençóis da Bahia e Andaraí. È alimentato da tre fiumi. Nasconde alcune lagune interconnesse in cui, riparate da papiri (chiamati localmente marimbus o peri) proliferano la flora residua e una fauna mista della Foresta Atlantica e dell'Amazzonia.

La barca di legno salpa a pieno regime. Il peso esagerato richiede uno sforzo raddoppiato da parte dei vogatori.

Barca sovraffollata, Remanso, Comunità di Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

I visitatori attraversano la zona umida di Marimbus.

Ciononostante, vi avanzammo poco a poco, sfondando un fitto manto verde formato da diverse piante acquatiche, abbellito da centinaia di ninfee, almeno fino al sole tropicale (il Tropico de Capricornio attraversa la Chapada Diamantina) per far radunare i suoi fiori colorati.

Il nostro primo obiettivo era una fattoria chiamata Fazenda Velha. Il tempo di percorrenza per raggiungerlo si è moltiplicato molto oltre quanto previsto, questo, con il consenso delle guide che non si sono mai scusate di fermarsi o deviare dal percorso per mostrarci gli esemplari animali e vegetali più esuberanti o semplicemente interessanti.

Un'ora e mezza, molti meandri senza visibilità dopo, ci siamo imbattuti in un braccio di fiume. Lì, il basso fondale ci obbliga ad arenare la canoa a riva e proseguire a piedi quel poco che era rimasto, lungo il fondale sabbioso e rossiccio del Roncador.

Roncador River, Remanso, Comunità Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

Il gruppo corre lungo la sponda di uno dei fiumi che delimitano il Marimbus.

Tornati a terra, ci incamminiamo su un sentiero attraverso fitti boschi. Dotato dell'ombra di un albero di anacardio e del succo zuccherino dei frutti che tutti condividiamo, António coglie l'occasione per parlare del passato di Remanso e delle credenze e dei rituali afro-brasiliani che sussistevano nella comunità.

Quando uniamo le sue parole a quelle di diverse altre figure del villaggio, scopriamo come è successo tutto.

Da Manézinho alla Guida di António dell'attuale Remanso

Il villaggio stesso è stato fondato da Manoel da Silva – Manézinho do Remanso (ora 73 anni), da suo fratello Inocêncio e tre cugini più le rispettive famiglie, nel 1942. precedente. “Il mio bisnonno era indiano ed è stato 'preso' nella boscaglia con i denti di un cane”, è solito raccontare lo stesso Manézinho a chi arriva da fuori. “Negli alloggi degli schiavi sposò la mia bisnonna, che veniva ancora dall'Africa” (calcoli fatti, presumibilmente all'inizio del XIX secolo).

Ritratto António do Remanso, Comunità di Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

António, uno dei tanti discendenti degli schiavi che, nel XIX secolo, fuggirono dai villaggi della regione.

“Qui siamo tutti cugini e figli di cugini che hanno sposato cugini”. “Mio nonno era un pescatore e, di padre in figlio, tutti erano pescatori”, spiega l'anziano. “All'inizio la vita era difficile. Pescavamo branzini e crumatás, tenevamo i pesci in uno stagno e, il giorno della fiera, tenevamo tutto per la bocca in un cambão (canna di legno), uscivamo ancora di notte, a piedi, per venderci Lençóis”.

Passarono i decenni. Remanso è stato adornato con le prime modernità, tra cui un televisore a colori collegato a un'antenna satellitare che ha attirato l'intera comunità attorno agli episodi delle soap opera più popolari.

Il villaggio è rimasto a lungo senza il beneficio di una rete sociale e di infrastrutture costruite quasi esclusivamente a Lençóis, privo di scuole, centri sanitari o altro.

Gli abitanti si lamentano anche del fatto che, pur trovandosi in una terra benedetta per la sua bellezza e fertilità, Remanso, Marimbus e Rio Roncador non danno lavoro e costringono molti dei loro figli a emigrare a Lençóis e in altri luoghi molto più lontani dal Brasile.

Fare il bagno nel fiume Roncador do Remanso, Comunità Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

Un visitatore della Chapada Diamantina si rinfresca in una piscina del fiume Roncador.

I vantaggi turistici del Marimbus Pantanal e del fiume Roncador

In tempi recenti, il paese ha finalmente iniziato a beneficiare della crescente forza turistica del Chapada Diamantina.

La comunità ora addebita biglietti d'ingresso agli estranei che la visitano ea Marimbus. Le guide sono pagate dalle piccole agenzie installate a Lençóis.

Questo sollievo, con i benefici aggiuntivi di swiddens, pesca e produzione di miele – ma anche altre arti e mestieri – permise a diversi indigeni di tornare e, se non prosperare, almeno sostenere le loro famiglie.

Navigazione Marimbus do Remanso, Comunità Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

Il vogatore Tiago guida i visitatori attraverso i canali della zona umida di Marimbus.

L'autostima indigena di Remanso deriva in gran parte dalla consapevolezza delle origini marginali della comunità.

Quando le famiglie si riuniscono per celebrare qualunque cosa sia, queste origini benedette da orixás, patuás e babalorixás sono chiaramente evidenti nel suono dei tamburi, il berimbau, il reco-reco che danno il ritmo alla capoeira dei più giovani e i canti di ispirazione tribale e africana.

Torniamo alla Fazenda Velha. Ammiriamo il suo fascino appartato "Sitio do Pica-Pau Amarelo" prima di un rinvigorente pranzo bahiano.

Fazenda Velha, Remanso, Comunità Quilombola Marimbus, Lençóis, Chapada Diamantina

La casa principale di Fazenda Velha, situata ad un'estremità del territorio storico dei quilombos che diede origine a Remanso.

Il percorso di ritorno è stato effettuato contro corrente. Aveva anche un sapore molto più dolce.

In mezzo alla palude, ci siamo imbattuti in due apicoltori conosciuti da António e Tiago, in piena collezione.

Dopo un atterraggio tranquillo e qualche conversazione bonaria, gli indigeni, immersi in tute protettive bianche e maschere che li tenevano in distillazione, li fissano con favi ancora imbevuti di miele.

Offerta miele a Marimbus, Remanso, Quilombola Marimbus Community, Lençóis, Chapada Diamantina

L'apicoltore Remanso, rigorosamente protetto dalle api, offre favi ai visitatori di Marimbus.

Poco dopo, la notte stava già prendendo il controllo del Marimbus, ci siamo ancorati a Remanso e siamo tornati alla civiltà postcoloniale di Lençóis da Bahia.

Lenzuola Bahia, Brasile

Lenzuola da Bahia: nemmeno i diamanti sono eterni

Nel XNUMX° secolo, Lençóis divenne il più grande fornitore mondiale di diamanti. Ma il commercio di gemme non è durato quanto previsto. Oggi, l'architettura coloniale che ha ereditato è il suo bene più prezioso.
Barra a Kunta Kinteh, Gambia

Viaggio alle Origini della Tratta Transatlantica degli Schiavi

Una delle principali arterie commerciali dell'Africa occidentale, a metà del XV secolo, il fiume Gambia era già navigato dagli esploratori portoghesi. Fino al XIX secolo gran parte della schiavitù perpetrata dalle potenze coloniali del Vecchio Continente scorreva lungo le sue acque e le sue sponde.
Passo da Lontra, Miranda, Brasile

Brasile sommerso a un passo dalla lontra

Siamo all'estremità occidentale del Mato Grosso do Sul, ma la boscaglia, da queste parti, è un'altra cosa. In un'estensione di quasi 200.000 km2, la Brasile appare parzialmente sommerso, da fiumi, torrenti, lagune e altre acque disperse in vaste pianure alluvionali. Nemmeno il caldo soffocante della stagione secca prosciuga la vita e la biodiversità dei luoghi e delle fattorie del Pantanal come quella che ci ha accolto sulle rive del fiume Miranda.
Manaus, Brasile

I salti e le sorprese dell'ex capitale mondiale della gomma

Dal 1879 al 1912, solo il bacino del Rio delle Amazzoni ha generato il lattice di cui il mondo aveva bisogno da un momento all'altro e, dal nulla, Manaus è diventata una delle città più avanzate sulla faccia della Terra. Ma un esploratore inglese portò l'albero nel sud-est asiatico e rovinò la produzione dei pionieri. Manaus ha dimostrato ancora una volta la sua elasticità. È la città più grande dell'Amazzonia e la settima del Brasile.

Isola di Goreia, Senegal

Un'isola schiava della schiavitù

Erano diversi milioni o solo migliaia di schiavi di passaggio da Gorea diretti alle Americhe? Qualunque sia la verità, questa minuscola isola senegalese non si libererà mai dal giogo del suo simbolismo.

Case

Case Dolci Case

Poche specie sono più sociali e socievoli degli umani. L'uomo tende a emulare le altre case dolci del mondo. Alcune di queste case sono impressionanti.
Brasilia, Brasile

Brasilia: dall'utopia all'arena politica e capitale del Brasile

Fin dai tempi del marchese di Pombal si parlava di trasferire la capitale nell'entroterra. Oggi, la città chimera continua a sembrare surreale ma detta le regole dello sviluppo brasiliano.
Isola Marajó, Brasile

L'isola dei bufali

Una nave che trasporta bufali da India sarà naufragato alla foce del Rio delle Amazzoni. Oggi l'isola di Marajó che li ha accolti ha uno degli armenti più grandi del mondo e il Brasile non può fare a meno di questi bovini.
Chapada Diamantina, Brasile

Bahía de Gema

Fino alla fine del sec. Nel XNUMX° secolo, Chapada Diamantina era una terra di prospezioni e ambizioni smisurate.Ora che i diamanti sono rari, gli estranei sono ansiosi di scoprirne gli altipiani e le gallerie sotterranee.
Fort-de-France, Martinique

Libertà, Bipolarità e Tropicalità

Nella capitale della Martinica si conferma un'affascinante estensione caraibica del territorio francese. Lì, i rapporti tra i coloni ei discendenti indigeni degli schiavi danno ancora origine a piccole rivoluzioni.
Miranda, Brasile

Maria dos Jacarés: il Pantanal ospita creature così

Eurides Fátima de Barros è nato nelle campagne della regione di Miranda. 38 anni fa, si stabilì in una piccola attività ai margini della BR262 che attraversa il Pantanal e acquisì affinità con gli alligatori che vivevano alle sue porte. Disgustata dal fatto che le creature lì una volta fossero state massacrate, iniziò a prendersi cura di loro. Oggi conosciuta come Maria dos Jacarés, ha chiamato ciascuno degli animali in onore di un giocatore di football o di un allenatore. Garantisce inoltre che riconoscano le tue chiamate.
Curitiba, Brasile

La vita elevata di Curitiba

Non è solo l'altitudine di quasi 1000 metri a cui si trova la città. Cosmopolita e multiculturale, la capitale del Paraná ha un indice di qualità della vita e sviluppo umano che la rendono un caso a sé in Brasile.

Florianopolis, Brasile

L'eredità delle Azzorre dell'Atlantico meridionale

Durante il XNUMX° secolo, migliaia di isolani portoghesi perseguirono una vita migliore nella parte meridionale del Brasile. Negli insediamenti da loro fondati abbondano tracce di affinità con le origini.

Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Ilhabela, Brasile

Ilhabela: Dopo l'orrore, la bellezza atlantica

Il novanta per cento della foresta atlantica preservata, cascate idilliache e spiagge dolci e selvagge sono all'altezza del suo nome. Ma, se andiamo indietro nel tempo, sveliamo anche l'orribile aspetto storico di Ilhabela.
Ilhabela, Brasile

A Ilhabela, sulla Via Bonete

Una comunità di caiçaras discendenti dai pirati fondò un villaggio in un angolo di Ilhabela. Nonostante il difficile accesso, Bonete è stata scoperta e considerata una delle dieci migliori spiagge del Brasile.
Goias Velho, Brasile

Un'eredità della corsa all'oro

Due secoli dopo il periodo d'oro della prospezione, persa nel tempo e nella vastità dell'altopiano centrale, Goiás apprezza la sua ammirevole architettura coloniale, la sorprendente ricchezza che resta da scoprire.
Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu, Brasile

Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu: febbre da watt

Nel 1974 migliaia di brasiliani e paraguaiani si sono incontrati nella zona di costruzione della diga più grande del mondo. 30 anni dopo il completamento, Itaipu genera il 90% dell'energia del Paraguay e il 20% di quella brasiliana.
Cascate dell'Iguazù/Iguazù, Brasile/Argentina

Il tuono della grande acqua

Dopo un lungo viaggio tropicale, il fiume Iguaçu fa il grande passo. Lì, al confine tra Brasile e Argentina, si formano le cascate più grandi e imponenti sulla faccia della Terra.
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Rhino, PN Kaziranga, Assam, India
Safari
PN Kaziranga, India

La roccaforte del Monoceros indiano

Situato nello stato dell'Assam, a sud del grande fiume Brahmaputra, PN Kaziranga occupa una vasta area di palude alluvionale. Lì, due terzi del rinoceronte unicornis nel mondo, tra circa 100 tigri, 1200 elefanti e molti altri animali. Pressato dalla vicinanza umana e dall'inevitabile bracconaggio, questo prezioso parco non ha saputo proteggersi dalle iperboliche inondazioni monsoniche e da alcune polemiche.
Aurora illumina la Pisang Valley, Nepal.
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 3°- Upper Pisang, Nepal

Un'inaspettata alba nevosa

Ai primi accenni di luce, la vista del manto bianco che aveva ricoperto durante la notte il paese ci abbaglia. Con una delle escursioni più dure sul circuito dell'Annapurna in vista, abbiamo posticipato la partenza il più a lungo possibile. Infastiditi, abbiamo lasciato Upper Pisang per Ngawal quando l'ultima neve se n'era andata.
Visitatori a Talisay Ruins, Negros Island, Filippine
Architettura & Design
Talisay città, Filippine

Monumento a un Amore Luso-Filippino

Alla fine del 11° secolo, Mariano Lacson, un contadino filippino, e Maria Braga, una donna portoghese di Macao, si innamorarono e si sposarono. Durante la gravidanza di quello che sarebbe diventato il suo undicesimo figlio, Maria ha ceduto a una caduta. Distrutto, Mariano costruì un palazzo in suo onore. Nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, il palazzo fu bruciato, ma le eleganti rovine sopravvissute perpetuano la loro tragica relazione.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Aventura
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Isola di Miyajima, Shintoismo e Buddismo, Giappone, Porta dell'Isola Santa
Cerimonie e Feste
Miyajima, Giappone

Shintoismo e buddismo al gusto delle maree

I visitatori del tori di Itsukushima ammirano una delle tre ambientazioni più venerate del Giappone. Nell'isola di Miyajima, la religiosità giapponese si fonde con la Natura e si rinnova con il flusso del Mare Interno di Seto.
Kiomizudera, Kyoto, un Giappone millenario quasi perduto
Città
Kyoto, Giappone

Un Giappone millenario quasi perduto

Kyoto era nella lista dei colpi della bomba atomica degli Stati Uniti ed era più di un capriccio del destino a preservarla. Salvata da un Segretario alla Guerra americano innamorato della sua ricchezza storico-culturale e della sontuosità orientale, la città è stata sostituita all'ultimo minuto da Nagasaki nell'atroce sacrificio del secondo cataclisma nucleare.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
tatuaggio sulla terra
Cultura
matmata, Tataouine:  Tunisia

La base terrestre di Star Wars

Per motivi di sicurezza, il pianeta Tatooine di "Il risveglio della forza" è stato girato ad Abu Dhabi. Torniamo indietro nel calendario cosmico e rivisitiamo alcuni dei luoghi tunisini di maggior impatto della saga.  
Corsa di renne, Kings Cup, Inari, Finlandia
sportivo
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
Monte Lamjung Kailas Himal, Nepal, Mal di montagna, Mountain Prevent Treat, Viaggi
In viaggio
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Bagnanti alla fine del mondo - Cenote de Cuzamá, Mérida, Messico
Etnico
Yucatan, Messico

La fine della fine del mondo

Il giorno annunciato passò ma la fine del mondo insistette per non arrivare. In America Centrale, i Maya di oggi osservavano e sopportavano increduli tutta l'isteria attorno al loro calendario.
portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Chania Creta Grecia, porto veneziano
Storia
Chania, Creta, Grecia

Chania: dal tramonto della storia di Creta

Chania era minoica, romana, bizantina, araba, veneziana e ottomana. È arrivata nell'attuale nazione ellenica come la città più seducente di Creta.
Spiaggia dello Champagne, Espiritu Santo, Vanuatu
Isole
Espirito Santo, Vanuatu

Divina Melanesia

Pedro Fernandes de Queirós pensava di aver scoperto la Terra Australis. La colonia da lui proposta non si è mai materializzata. Oggi, Espiritu Santo, l'isola più grande di Vanuatu, è una specie di Eden.
Maksim, popolo Sami, Inari, Finlandia-2
bianco inverno
Inari, Finlândia

I Guardiani del Nord Europa

A lungo discriminato dai coloni scandinavi, finlandesi e russi, il popolo Sami riacquista la propria autonomia ed è orgoglioso della propria nazionalità.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Letteratura
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
I vulcani Semeru (in lontananza) e Bromo a Giava, in Indonesia
Natura
PN Bromine Tengger Semeru, Indonesia

Il mare vulcanico di Giava

La gigantesca caldera di Tengger sorge a 2000 m nel cuore di una distesa sabbiosa di Giava orientale. Da esso si proiettano la montagna più alta di quest'isola indonesiana, Semeru, e molti altri vulcani. Dalla fertilità e dalla misericordia di questo scenario sublime come dantesco prospera una delle poche comunità indù che hanno resistito al predominio musulmano intorno.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Passeggiata sul lungomare, vulcano Villarrica, Pucon, Cile
Parchi Naturali
Vulcano Villarrica, Cile

Salita al Cratere del Vulcano Villarrica, Sempre in Attività

Pucón abusa della fiducia della natura e prospera ai piedi del monte Villarrica.Abbiamo seguito questo cattivo esempio attraverso sentieri ghiacciati e abbiamo conquistato il cratere di uno dei vulcani più attivi del Sud America.
Palme a San Cristobal de La Laguna, Tenerife, Isole Canarie
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Tenerife, Isole Canarie

A est dell'isola di White Mountain

La quasi triangolare Tenerife ha il suo centro dominato dal maestoso vulcano Teide. Alla sua estremità orientale, c'è un altro aspro dominio, tuttavia, sede della capitale dell'isola e di altre città inevitabili, foreste misteriose e incredibili coste scoscese.
In kimono con ascensore, Osaka, Giappone
personaggi
Osaka, Giappone

Alla compagnia di Mayu

La notte giapponese è un affare multimiliardario. Ad Osaka, un'enigmatica hostess che fa couchsurfing ci accoglie, a metà strada tra la geisha e l'escort di lusso.
Mangrovie tra Ibo e Quirimba Island-Mozambico
Spiagge
Isola di Ibo a Isola QuirimbaMozambico

Ibo a Quirimba al Sapore della Marea

Per secoli, gli indigeni hanno viaggiato dentro e fuori le mangrovie tra le isole di Ibo e Quirimba, nel tempo che dà loro il travolgente viaggio di andata e ritorno dell'Oceano Indiano. Alla scoperta della regione, incuriositi dall'eccentricità del percorso, ne seguiamo i passi anfibi.
Capo Espichel, Santuario di Senhora do Cabo, Sesimbra,
Religione
Lagoa de Albufeira ao Capo Espichel, Sesimbra, Portogallo

Pellegrinaggio a un Capo di Culto

Dall'alto dei suoi 134 metri di altezza, Cabo Espichel rivela una costa atlantica tanto drammatica quanto sbalorditiva. Partendo dalla Lagoa de Albufeira verso nord, sotto la costa dorata, ci avventuriamo attraverso più di 600 anni di mistero, misticismo e venerazione del suo aparecida Nossa Senhora do Cabo.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
Sostituzione lampadine, centrale idroelettrica Itaipu watt, Brasile, Paraguay
Società
Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu, Brasile

Centrale idroelettrica binazionale di Itaipu: febbre da watt

Nel 1974 migliaia di brasiliani e paraguaiani si sono incontrati nella zona di costruzione della diga più grande del mondo. 30 anni dopo il completamento, Itaipu genera il 90% dell'energia del Paraguay e il 20% di quella brasiliana.
Casario, città alta, Fianarantsoa, ​​​​Madagascar
Vita quotidiana
Fianarantsoa, Madagascar

La città malgascia della buona educazione

Fianarantsoa fu fondata nel 1831 da Ranavalona Iª, regina dell'allora predominante etnia Merina. Ranavalona I è stato visto dai contemporanei europei come isolazionista, tirannico e crudele. A parte la reputazione del monarca, quando entriamo, la sua antica capitale meridionale rimane il centro accademico, intellettuale e religioso del Madagascar.
Devils Marbles, da Alice Springs a Darwin, Stuart hwy, Top End Way
Animali selvatici
Alice Springs a Darwin, Australia

Stuart Road, sulla strada per il Top End australiano

Do Red Center fino al tropicale Top End, la Stuart Highway corre per oltre 1.500 chilometri solitari attraverso l'Australia. Lungo il percorso, il Territorio del Nord cambia radicalmente aspetto ma rimane fedele alla sua anima ruvida.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.