Atene, Grecia

La Città che Perpetua la Metropoli


La chiesa di San Demetrio Loumbardiaris
Cambio della guardia in Piazza Syntagma
atene-grecia-acropoli-bandiera-greca
Due età greche
Figure del tempo
radice ellenica
Discussione con Acropolis View
Venti ellenici
Il vecchio stadio panatenaico
Zoccoli, gonne e pompon
Il grande porto del Pireo
Angolo Greco
Crepuscolo ateniese
Dopo tre millenni e mezzo, Atene resiste e prospera. Da belligerante città-stato, divenne la capitale della vasta nazione ellenica. Modernizzato e sofisticato, conserva, in un nucleo roccioso, l'eredità della sua gloriosa Era Classica.

Come ogni altro straniero che entra nella capitale greca, proviamo l'attesa ansia di ammirare la sua serie di monumenti più iconici.

Recinzioni vicino alla stazione della metropolitana di Akropoli ci impediscono di vederlo.

Pur abbagliati dalla luce intensa dell'estate quasi mediterranea, abbiamo notato un segno inaspettato, ci siamo riorientati e ci siamo inoltrati lungo il versante meridionale dell'altopiano che ospitava l'antica cittadella.

Ci addentriamo in un bosco di ulivi, pini cembri e cedri. Il sentiero Dionysiou Areopagitou rivela segreti custoditi dal fogliame e dal tempo: la cisterna romana, la strada di accesso all'anfiteatro Odeon di Erode Attico, nascosta dalla vegetazione.

Dopo l'incrocio con via Rovertou Galli, la Sacra Chiesa di San Demetrio Loumbardiaris, isolata in una provvidenziale radura.

Un mattino ortodosso-cristiano

In questa domenica mattina, la vita germoglia come mai prima d'ora nella foresta dell'Acropoli. Essendo il giorno del Signore ortodosso della settimana, il sacerdote del tempio ha appena abbastanza mani per i battesimi programmati.

Credenti, familiari e ospiti entrano nella cappella, tutti con un'eleganza tipica che contrasta con l'oscurità ascetica del sacerdote.

Candele accese.

Questo rafforza la luce che ingiallisce le immagini di santi e martiri che decorano le pareti di mattoni.

Quando un nuovo battesimo lascia il tempio alla pigna, ci sentiamo in eccesso. Siamo di nuovo fuori, verdi e freschi. E al punto di partenza.

Pochi metri più a sud, rimane la prigione di Socrate, così chiamata perché si ritiene che vi sia stato rinchiuso il filosofo prima del processo e dell'esecuzione per avvelenamento, nel 399 a.C., accusato di rifiutare gli dei lodati da Atene e di corrompere moralmente la gioventù dalla città.

Invertiamo. ci mettiamo in mezzo Teorie. Pochi istanti dopo, troviamo la targa che espone il sermone che l'apostolo Paolo tenne al Consiglio e alla Corte Suprema che operavano sulla stessa collina di Ares che stavamo cercando.

Erano passati 51 anni dalla nascita di Gesù Cristo. Paolo parlò determinato a far sì che gli Ateniesi scambiassero l'idolatria nei loro idoli con il Fede in Dio e nel Salvatore. Qualche tempo dopo, come avevamo appena visto nella Sacra Chiesa di San Demetrio Loumbardiaris, il suo scopo si sarebbe realizzato.

Il sentiero che conduce all'aspra cima dell'Areopago si rivela scivoloso.

Finalmente equilibrati e stabili, ci lasciamo abbagliare da ciò che la collina ci rivela.

Acropoli di Atene e la vista della Grecia classica

Ad est, evidenziata sopra un'ondata di vegetazione, adombrata da nuvole fitte ma bianche, si stagliava l'Acropoli: il tempio del Partenone, il santuario di Zeus, il tempio di Atena e altri santuari ed edifici che costituiscono il nucleo storico della civiltà ateniese. .

Un fronte di case bianco quasi quanto le nuvole invadeva la foresta adiacente.

Ci ha permesso di capire cosa circondava l'Acropoli in quasi tutte le altre direzioni: le case moderne dell'Atene contemporanea, che ospita più di 600.000 cittadini, se considerata un semplice comune.

Più di tre milioni, se si tiene conto dell'area urbana che lo circonda e che riempie la regione dell'Attica.

Soddisfatti del nuovo traguardo, siamo tornati ai piedi dell'Acropoli.

Plaka e i quartieri vicini e discordi di Atene

Indichiamo il quartiere annesso e quasi pedonale di Plaka, il meglio conservato della capitale greca, una parte pittoresca e colorata di Atene che alza il velo su ciò che ogni visitatore della Grecia troverà sulle isole greche dell'Egeo e dello Ionio.

Lì ci imbattiamo in una prima vetrina, per nulla turistica, dell'alfabeto, dell'architettura, della gastronomia, moussaka, fasoladas, gli altri odori, colori e persino toni di voci caratteristici della nazione ellenica.

Questo, notando quello Creta in Macedonia tali caratteristiche si moltiplicano e si differenziano in innumerevoli varianti.

Nei tempi meno raffinati degli anni '70, al posto di caffè e ristoranti, negozi di souvenir e simili, il quartiere Plaka concentrava la vita notturna di Atene, piena di locali notturni e locali notturni sospetti e rumorosi.

Troppo chiassosa e repellente per la strategia di accoglienza che le autorità delineavano, puntando a una città piacevole e armoniosa, grandiosa, all'altezza del patrimonio secolare che quasi tutti i forestieri bramavano di contemplare.

 

Questa volta le autorità hanno preso il sopravvento. Tali trionfi non sono sempre facili ad Atene.

Echárchia, un dominio sempre insoddisfatto e di sinistra

Da quello che sappiamo, nel tempo gli ateniesi, soprattutto i loro giovani studenti, divennero litigiosi e irascibili. Soddisfatti delle bouganville, delle scale, dei terrazzi e delle allegre decorazioni di Plaka, ci lasciamo andare.

Passiamo ai quartieri di Monastiraki ed Echárchia.

Le strade diventano più buie, più sporche e opprimenti. I murales creativi lasciano il posto ai dipinti da combattimento. Non ricordiamo nessun altro luogo sulla Terra con una tale concentrazione di proteste graffitate.

Echárchia da tempo accoglie le anime e le menti fuori dal comune e anticonformiste della città. Conserva un'antica reputazione di roccaforte di sinistra, socialista, antifascista e spesso anarchica. Non sorprende che divenne anche il dominio preferito di intellettuali e creatori ateniesi.

Durante la crisi finanziaria del 2008-2009, quando la Grecia soccombette al suo gigantesco debito, subì l'opposizione dei paesi del nord Europa e si ritrovò nelle braccia di controllo del FMI, Echárchia e i suoi residenti e figli rimasero più attivi che mai.

La Grecia sta ancora lottando per aggirare questi tempi. È guidata, come sempre, dalla Città europea della saggezza e della ragione. La città di Socrate, Pericle, Sofocle e Platone.

E della democrazia ateniese, la forma di governo che permette al popolo di Echarchia, Monastiraki, Akadimia e oltre, di dissentire, dibattere e spesso anche – fatti al di là di ogni giudizio di valore – di esagerare e danneggiare Atene e lo Stato greco.

Salita alle altezze storiche dell'Acropoli

In omaggio alla rispettosa forma di governo in cui abbiamo avuto il privilegio di crescere, intraprendiamo una nuova ascensione. Avevamo già ammirato l'Acropoli da lontano. Era giunto il momento per noi di partecipare.

Facciamo di nuovo il giro dell'altopiano, questa volta lungo il sentiero Peripatos, e lungo le sue propaggini settentrionali. Saliamo attraverso il Portico Beulé, al terrazzo tra il tempio di Atena Nizza e il Monumento di Agrippa.

Attraversiamo l'ingresso monumentale dei Propilei. Appaiono le colonne doriche e ioniche del supremo tempio di Atena, ordinato da Pericle.

All'estremità opposta dell'altopiano, di fronte al Tempio di Roma e Augusto, notiamo che le strisce sulla maglietta di un visitatore emulano quasi le strisce blu e bianche della bandiera greca.

Ci avviciniamo al muro che circonda la piattaforma rocciosa.

Da lì si torna a decantare le infinite case bianco sporco di Atene, come trafitte dalla protuberanza boscosa del Monte Licabetto (277 m), zenit della città.

E la conquista del monte Licabetto, lo zenit di Atene

La conquisteremmo anche, barando sulla comoda funicolare che parte da mezza collina in contrada Dexameni.

Atene potrebbe non avere sette colli, come Roma, la rivale dell'era classica, o come Lisbona. Ha, tuttavia, alti e bassi che ci tengono esercitati, desiderosi di farlo mussaka e specialità elleniche che sono ugualmente o più caloriche.

La vista dal Monte Licabetto rivela parte del vecchio stadio Panatenaico, sede dei pionieristici Giochi Olimpici dell'Era Moderna, nel 1896. Rivela la parete nord dell'Acropoli.

E, a metà discesa, la visione surreale del Partenone che sovrasta una comunità di edifici scolpiti in decine di balconi fioriti, protetti dal sole da tendoni abbinati bianco e panna.

Piazza Syntagma e la coreografia più famosa della città

Senza sapere bene come, la discesa ci lascia a Syntagma Square.

Entriamo nel nucleo politico e sociale di Atene e, di conseguenza, della Grecia, dove, dal 1934, il Parlamento occupa l'antico, sontuoso e neoclassico Palazzo Reale, circondato dai giardini nazionali.

Laggiù, accanto alla Tomba del Milite Ignoto, la Guardia Presenziale compie un singolare cambio della guardia, greca ed ellenica fino al midollo delle ossa. militare che hanno il privilegio di eseguirlo.

La coreografia si ripete di ora in ora. Fortunatamente, abbiamo poco da aspettare.

Soldati protetti dal sole da berretti con ciondoli, infilati in panciotti nero-oro, in tuniche-gonne bianche che ondeggiano sopra alte calze e scarpe color ocra, con punte di pom-pom, passi ripetuti, in piedi e fucile ad angolo.

Uno verso l'altro e poi di nuovo alle loro tane.

Dopo la cerimonia, in una maratona di esplorazione che abbiamo insistito per vincere, siamo passati davanti all'Arco di Adriano e al Tempio Olimpico di Zeus che Adriano dedicò al Padre degli Dei Greci.

La mattina dopo, salpiamo dal porto del Pireo verso l'arcipelago del Cicladi.

Consapevole dell'urgenza del rientro e di quanto Atene avesse ancora da svelare.

Mikonos, Grecia

L'isola greca dove il mondo festeggia l'estate

Durante il 1960° secolo, Mykonos era solo un'isola povera, ma intorno al XNUMX, i venti di cambiamento delle Cicladi l'hanno trasformata. In primo luogo, nel migliore rifugio per gay del Mediterraneo. Poi, nell'affollata, cosmopolita e bohémien vanity fair che troviamo quando visitiamo.
Iraklio, CretaGrecia

Da Minos a Meno

Arriviamo ad Iraklio e, per quanto riguarda le grandi città, la Grecia si ferma lì. Per quanto riguarda la storia e la mitologia, la capitale di Creta è infinitamente ramificata. Minosse, figlio di Europa, aveva sia il suo palazzo che il labirinto in cui era rinchiuso il minotauro. Gli arabi, i bizantini, i veneziani e gli ottomani passarono per Iraklio. I Greci che lo abitano non gli danno il dovuto.
male, Santorini, Grecia

Fira: tra le alture e le profondità di Atlantide

Intorno al 1500 aC, una devastante eruzione fece affondare gran parte dell'isola del vulcano Fira nel Mar Egeo e portò al crollo della civiltà minoica, chiamata più volte Atlantide. Qualunque sia il passato, 3500 anni dopo, Thira, l'omonima città, è tanto reale quanto mitica.
Nea Kameni, Santorini, Grecia

Il nucleo vulcanico di Santorini

Erano trascorsi circa tre millenni dall'eruzione minoica che disintegrava il più grande vulcano dell'isola dell'Egeo. Gli abitanti delle cime delle scogliere osservarono la terra emergere al centro della caldera allagata. Nasce Nea Kameni, il cuore ardente di Santorini.
Chania ad Elafonisi, Creta, Grecia

Gita in spiaggia in stile Creta

Alla scoperta dell'ovest del Cretan, lasciamo Chania, viaggiamo attraverso la gola di Topolia e attraverso gole meno marcate. Pochi chilometri dopo, raggiungiamo un angolo mediterraneo di acquarello e sogno, l'isola di Elafonisi e la sua laguna.
Chania, Creta, Grecia

Chania: dal tramonto della storia di Creta

Chania era minoica, romana, bizantina, araba, veneziana e ottomana. È arrivata nell'attuale nazione ellenica come la città più seducente di Creta.
Balos a Seitan Limani, Creta, Grecia

L'olimpo balneare di Chania

Non è solo Chania, la polis secolare, immersa nella storia mediterranea, nell'estremo nord-est di Creta ad abbagliare. Rinfrescandola, i suoi abitanti e visitatori, Balos, Stavros e Seitan, tre delle coste più esuberanti della Grecia.

Leone, elefanti, PN Hwange, Zimbabwe
Safari
PN Hwange, Zimbabwe

L'eredità del defunto leone Cecil

Il 1 luglio 2015, Walter Palmer, dentista e cacciatore di trofei del Minnesota, ha ucciso Cecil, il leone più famoso dello Zimbabwe. Il massacro ha generato un'ondata virale di indignazione. Come abbiamo visto in PN Hwange, quasi due anni dopo, i discendenti di Cecil stanno prosperando.
Thorong Pedi a High Camp, Circuito dell'Annapurna, Nepal, Escursionista solitario
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 12 ° - Thorong Phedi a High Camp

Il preludio alla traversata suprema

Questa sezione del circuito dell'Annapurna dista solo 1 km, ma in meno di due ore ti porta da 4450 m a 4850 m e l'ingresso alla grande gola. Dormire ad High Camp è un test di resistenza alla Mountain Disease che non tutti superano.
pianura santa, Bagan, Myanmar
Architettura & Design
Bagan, Myanmar

La piana delle pagode, dei templi e delle redenzioni celesti

La religiosità birmana si è sempre basata sull'impegno per la redenzione. A Bagan, credenti ricchi e timorosi continuano a costruire pagode nella speranza di ottenere il favore degli dei.
Totem, villaggio di Botko, Malekula, Vanuatu
Aventura
Malekula, Vanuatu

Cannibalismo di carne e ossa

Fino all'inizio del XX secolo, i mangiatori di uomini banchettavano ancora nell'arcipelago di Vanuatu. Nel villaggio di Botko scopriamo perché i coloni europei avevano così paura dell'isola di Malekula.
Percorso in conflitto
Cerimonie e Feste
Gerusalemme, Israele

Per le strade deliziose della Via Dolorosa

A Gerusalemme, percorrendo la Via Dolorosa, i credenti più sensibili si rendono conto di quanto sia difficile raggiungere la pace del Signore nei vicoli più contesi della faccia della terra.
Porvoo, Finlandia, magazzini
Città
Porvoo, Finlândia

Una Finlandia medievale e invernale

Uno degli insediamenti più antichi della nazione Suomi, all'inizio del XIV secolo, Porvoo era un trafficato posto lungo il fiume e la sua terza città. Nel tempo, Porvoo ha perso importanza commerciale. In cambio, è diventata una delle venerate roccaforti storiche della Finlandia.  
Obeso residente a Tupola Tapaau, una piccola isola delle Samoa occidentali.
cibo
Tonga, Samoa Occidentali, Polinesia

Pacifico XXL

Per secoli, gli indigeni delle isole polinesiane sono vissuti per terra e per mare. Fino all'intrusione delle potenze coloniali e alla successiva introduzione di grossi pezzi di carne, fast food e le bevande zuccherate hanno generato una piaga di diabete e obesità. Oggi, mentre gran parte del PIL nazionale di Tonga, Samoa Occidentali e i vicini si sprecano con questi “veleni occidentali”, i pescatori riescono a malapena a vendere il loro pesce.
Fatica nei toni del verde
Cultura
Suzdal, Russia

A Suzdal, Pepino è celebrato per Pepino

Con l'estate e il clima caldo, la città russa di Suzdal si rilassa dalla sua millenaria ortodossia religiosa. Il centro storico è anche famoso per avere i migliori cetrioli della nazione. Quando arriva luglio, trasforma il appena raccolto in una vera festa.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Passeggero M:S Viking Tor rivestito di traghetto, Aurlandfjord, Norvegia
In viaggio
Flamm a Balestrand, Norvegia

Dove le montagne cedono ai fiordi

La stazione finale della Ferrovia Flam segna la fine della vertiginosa discesa ferroviaria dagli altopiani di Hallingskarvet alle pianure di Flam. In questo villaggio troppo piccolo per la sua fama, lasciamo il treno e navighiamo lungo il fiordo di Aurland verso il prodigioso Balestrand.
La sposa entra in macchina, il matrimonio tradizionale, il tempio Meiji, Tokyo, Giappone
Etnico
Tokyo, Giappone

Un santuario del matchmaking

Il Tempio Meiji di Tokyo è stato costruito per onorare gli spiriti divinizzati di una delle coppie più influenti della storia giapponese. Nel tempo si è specializzata nella celebrazione dei matrimoni tradizionali.
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Vita fuori

Alaska, da Homer's Alla ricerca di Whittier
Storia
Homer a Whittier, Alaska

Alla ricerca del furtivo Whittier

Lasciamo Homer, alla ricerca di Whittier, un rifugio costruito durante la seconda guerra mondiale e che ospita circa duecento persone, quasi tutte in un unico edificio.
Tramonto, Santo Antao, Capo Verde
Isole
Santo Antão, Capo Verde

Lungo la strada della corda

Santo Antão è la più occidentale delle isole di Capo Verde. C'è un'aspra soglia atlantica dell'Africa, un maestoso dominio insulare che iniziamo svelando da un'estremità all'altra della sua splendida Estrada da Corda.
Aurora boreale, Laponia, Rovaniemi, Finlandia, Fire Fox
bianco inverno
Lapponia, Finlândia

Alla ricerca della volpe di fuoco

L'aurora boreale o australis, fenomeni luminosi generati dai brillamenti solari, sono unici per le altezze della Terra. Voi sami nativo dalla Lapponia si credeva fosse una volpe infuocata che diffondeva scintillii nel cielo. Qualunque cosa siano, nemmeno i quasi 30 gradi sotto zero che si sono fatti sentire nell'estremo nord della Finlandia non hanno potuto impedirci di ammirarli.
silhouette e poesia, cora coralina, old goias, brasile
Letteratura
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Lago Manyara, Parco Nazionale, Ernest Hemingway, Giraffe
Natura
PN Lago Manyara, Tanzania

L'Africa preferita di Hemingway

Situato all'estremità occidentale della Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara è uno dei più piccoli ma incantevoli e ricchi di animali selvatici dalla Tanzania. Nel 1933, tra caccia e discussioni letterarie, Ernest Hemingway le dedicò un mese della sua travagliata vita. Raccontati questi avventurosi giorni di safari in "Le verdi colline dell'Africa".
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Camiguin, Filippine, mangrovia di Katungan.
Parchi Naturali
Camiguin, Filippine

Un'isola di fuoco si arrese all'acqua

Con più di venti coni sopra i 100 metri, il brusco e lussureggiante, Camiguin ha la più alta concentrazione di vulcani di qualsiasi altra delle 7641 isole filippine o del pianeta. Ma, negli ultimi tempi, nemmeno il fatto che uno di questi vulcani sia attivo ha turbato la quiete della sua vita rurale, di pescatori e, per la gioia degli estranei, di fare una forte balneazione.
Barca e timoniere, Cayo Los Pájaros, Los Haitises, Repubblica Dominicana
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Penisola di Samaná, PN Los Haitises, Repubblica Dominicana

Dalla penisola di Samana agli haitiani dominicani

Nell'angolo nord-est della Repubblica Dominicana, dove ancora trionfa la natura caraibica, ci troviamo di fronte a un Atlantico molto più vigoroso del previsto da queste parti. Lì cavalchiamo in regime comunitario fino alla famosa cascata di Limón, attraversiamo la baia di Samaná e ci immergiamo nella remota ed esuberante "terra delle montagne" che la racchiude.
Era Susi trainato da cane, Oulanka, Finlandia
personaggi
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
Tobago, Pigeon Point, Scarborough, Pontone
Spiagge
Scarborough a Pigeon Point, Tobago

Alla scoperta della Tobago Capitale

Dalle alture murate di Fort King George, alla soglia di Pigeon Point, Tobago sud-occidentale intorno alla capitale Scarborough rivela tropici controversi senza rivali.
Solostsky autunnale
Religione
Isole Soloveckie, Russia

L'Isola Madre dell'Arcipelago Gulag

Ospitò uno dei più potenti domini religiosi ortodossi in Russia, ma Lenin e Stalin lo trasformarono in un gulag. Con la caduta dell'URSS, Solotsky ritrova pace e spiritualità.
Una storia di trenino
Veicoli Ferroviari
Siliguri a Darjeeling, India

Il trenino himalayano funziona ancora seriamente

Né la forte pendenza di alcuni tratti né la modernità lo fermano. Da Siliguri, alle pendici tropicali della grande catena montuosa asiatica, a Darjeeling, con le sue cime in vista, il più famoso dei trenini indiani regala, giorno dopo giorno, un arduo viaggio da sogno. Percorrendo la zona, ci imbarchiamo e ci lasciamo incantare.
Vivace autobus ad Apia, nelle Samoa occidentali
Società
Samoa  

Alla ricerca del tempo perduto

Per 121 anni è stata l'ultima nazione sulla Terra a cambiare giorno. Ma Samoa si rese conto che le sue finanze erano in ritardo e, alla fine del 2012, decise di trasferirsi a ovest sulla LID - International Date Line.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Animali selvatici
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.