Atene, Grecia

La Città che Perpetua la Metropoli


La chiesa di San Demetrio Loumbardiaris
Cambio della guardia in Piazza Syntagma
atene-grecia-acropoli-bandiera-greca
Due età greche
Figure del tempo
radice ellenica
Discussione con Acropolis View
Venti ellenici
Il vecchio stadio panatenaico
Zoccoli, gonne e pompon
Il grande porto del Pireo
Angolo Greco
Crepuscolo ateniese
Dopo tre millenni e mezzo, Atene resiste e prospera. Da belligerante città-stato, divenne la capitale della vasta nazione ellenica. Modernizzato e sofisticato, conserva, in un nucleo roccioso, l'eredità della sua gloriosa Era Classica.

Come ogni altro straniero che entra nella capitale greca, proviamo l'attesa ansia di ammirare la sua serie di monumenti più iconici.

Recinzioni vicino alla stazione della metropolitana di Akropoli ci impediscono di vederlo.

Pur abbagliati dalla luce intensa dell'estate quasi mediterranea, abbiamo notato un segno inaspettato, ci siamo riorientati e ci siamo inoltrati lungo il versante meridionale dell'altopiano che ospitava l'antica cittadella.

Ci addentriamo in un bosco di ulivi, pini cembri e cedri. Il sentiero Dionysiou Areopagitou rivela segreti custoditi dal fogliame e dal tempo: la cisterna romana, la strada di accesso all'anfiteatro Odeon di Erode Attico, nascosta dalla vegetazione.

Dopo l'incrocio con via Rovertou Galli, la Sacra Chiesa di San Demetrio Loumbardiaris, isolata in una provvidenziale radura.

Un mattino ortodosso-cristiano

In questa domenica mattina, la vita germoglia come mai prima d'ora nella foresta dell'Acropoli. Essendo il giorno del Signore ortodosso della settimana, il sacerdote del tempio ha appena abbastanza mani per i battesimi programmati.

Credenti, familiari e ospiti entrano nella cappella, tutti con un'eleganza tipica che contrasta con l'oscurità ascetica del sacerdote.

Candele accese.

Questo rafforza la luce che ingiallisce le immagini di santi e martiri che decorano le pareti di mattoni.

Quando un nuovo battesimo lascia il tempio alla pigna, ci sentiamo in eccesso. Siamo di nuovo fuori, verdi e freschi. E al punto di partenza.

Pochi metri più a sud, rimane la prigione di Socrate, così chiamata perché si ritiene che vi sia stato rinchiuso il filosofo prima del processo e dell'esecuzione per avvelenamento, nel 399 a.C., accusato di rifiutare gli dei lodati da Atene e di corrompere moralmente la gioventù dalla città.

Invertiamo. ci mettiamo in mezzo Teorie. Pochi istanti dopo, troviamo la targa che espone il sermone che l'apostolo Paolo tenne al Consiglio e alla Corte Suprema che operavano sulla stessa collina di Ares che stavamo cercando.

Erano passati 51 anni dalla nascita di Gesù Cristo. Paolo parlò determinato a far sì che gli Ateniesi scambiassero l'idolatria nei loro idoli con il Fede in Dio e nel Salvatore. Qualche tempo dopo, come avevamo appena visto nella Sacra Chiesa di San Demetrio Loumbardiaris, il suo scopo si sarebbe realizzato.

Il sentiero che conduce all'aspra cima dell'Areopago si rivela scivoloso.

Finalmente equilibrati e stabili, ci lasciamo abbagliare da ciò che la collina ci rivela.

Acropoli di Atene e la vista della Grecia classica

Ad est, evidenziata sopra un'ondata di vegetazione, adombrata da nuvole fitte ma bianche, si stagliava l'Acropoli: il tempio del Partenone, il santuario di Zeus, il tempio di Atena e altri santuari ed edifici che costituiscono il nucleo storico della civiltà ateniese. .

Un fronte di case bianco quasi quanto le nuvole invadeva la foresta adiacente.

Ci ha permesso di capire cosa circondava l'Acropoli in quasi tutte le altre direzioni: le case moderne dell'Atene contemporanea, che ospita più di 600.000 cittadini, se considerata un semplice comune.

Più di tre milioni, se si tiene conto dell'area urbana che lo circonda e che riempie la regione dell'Attica.

Soddisfatti del nuovo traguardo, siamo tornati ai piedi dell'Acropoli.

Plaka e i quartieri vicini e discordi di Atene

Indichiamo il quartiere annesso e quasi pedonale di Plaka, il meglio conservato della capitale greca, una parte pittoresca e colorata di Atene che alza il velo su ciò che ogni visitatore della Grecia troverà sulle isole greche dell'Egeo e dello Ionio.

Lì ci imbattiamo in una prima vetrina, per nulla turistica, dell'alfabeto, dell'architettura, della gastronomia, moussaka, fasoladas, gli altri odori, colori e persino toni di voci caratteristici della nazione ellenica.

Questo, notando quello Creta in Macedonia tali caratteristiche si moltiplicano e si differenziano in innumerevoli varianti.

Nei tempi meno raffinati degli anni '70, al posto di caffè e ristoranti, negozi di souvenir e simili, il quartiere Plaka concentrava la vita notturna di Atene, piena di locali notturni e locali notturni sospetti e rumorosi.

Troppo chiassosa e repellente per la strategia di accoglienza che le autorità delineavano, puntando a una città piacevole e armoniosa, grandiosa, all'altezza del patrimonio secolare che quasi tutti i forestieri bramavano di contemplare.

 

Questa volta le autorità hanno preso il sopravvento. Tali trionfi non sono sempre facili ad Atene.

Echárchia, un dominio sempre insoddisfatto e di sinistra

Da quello che sappiamo, nel tempo gli ateniesi, soprattutto i loro giovani studenti, divennero litigiosi e irascibili. Soddisfatti delle bouganville, delle scale, dei terrazzi e delle allegre decorazioni di Plaka, ci lasciamo andare.

Passiamo ai quartieri di Monastiraki ed Echárchia.

Le strade diventano più buie, più sporche e opprimenti. I murales creativi lasciano il posto ai dipinti da combattimento. Non ricordiamo nessun altro luogo sulla Terra con una tale concentrazione di proteste graffitate.

Echárchia da tempo accoglie le anime e le menti fuori dal comune e anticonformiste della città. Conserva un'antica reputazione di roccaforte di sinistra, socialista, antifascista e spesso anarchica. Non sorprende che divenne anche il dominio preferito di intellettuali e creatori ateniesi.

Durante la crisi finanziaria del 2008-2009, quando la Grecia soccombette al suo gigantesco debito, subì l'opposizione dei paesi del nord Europa e si ritrovò nelle braccia di controllo del FMI, Echárchia e i suoi residenti e figli rimasero più attivi che mai.

La Grecia sta ancora lottando per aggirare questi tempi. È guidata, come sempre, dalla Città europea della saggezza e della ragione. La città di Socrate, Pericle, Sofocle e Platone.

E della democrazia ateniese, la forma di governo che permette al popolo di Echarchia, Monastiraki, Akadimia e oltre, di dissentire, dibattere e spesso anche – fatti al di là di ogni giudizio di valore – di esagerare e danneggiare Atene e lo Stato greco.

Salita alle altezze storiche dell'Acropoli

In omaggio alla rispettosa forma di governo in cui abbiamo avuto il privilegio di crescere, intraprendiamo una nuova ascensione. Avevamo già ammirato l'Acropoli da lontano. Era giunto il momento per noi di partecipare.

Facciamo di nuovo il giro dell'altopiano, questa volta lungo il sentiero Peripatos, e lungo le sue propaggini settentrionali. Saliamo attraverso il Portico Beulé, al terrazzo tra il tempio di Atena Nizza e il Monumento di Agrippa.

Attraversiamo l'ingresso monumentale dei Propilei. Appaiono le colonne doriche e ioniche del supremo tempio di Atena, ordinato da Pericle.

All'estremità opposta dell'altopiano, di fronte al Tempio di Roma e Augusto, notiamo che le strisce sulla maglietta di un visitatore emulano quasi le strisce blu e bianche della bandiera greca.

Ci avviciniamo al muro che circonda la piattaforma rocciosa.

Da lì si torna a decantare le infinite case bianco sporco di Atene, come trafitte dalla protuberanza boscosa del Monte Licabetto (277 m), zenit della città.

E la conquista del monte Licabetto, lo zenit di Atene

La conquisteremmo anche, barando sulla comoda funicolare che parte da mezza collina in contrada Dexameni.

Atene potrebbe non avere sette colli, come Roma, la rivale dell'era classica, o come Lisbona. Ha, tuttavia, alti e bassi che ci tengono esercitati, desiderosi di farlo mussaka e specialità elleniche che sono ugualmente o più caloriche.

La vista dal Monte Licabetto rivela parte del vecchio stadio Panatenaico, sede dei pionieristici Giochi Olimpici dell'Era Moderna, nel 1896. Rivela la parete nord dell'Acropoli.

E, a metà discesa, la visione surreale del Partenone che sovrasta una comunità di edifici scolpiti in decine di balconi fioriti, protetti dal sole da tendoni abbinati bianco e panna.

Piazza Syntagma e la coreografia più famosa della città

Senza sapere bene come, la discesa ci lascia a Syntagma Square.

Entriamo nel nucleo politico e sociale di Atene e, di conseguenza, della Grecia, dove, dal 1934, il Parlamento occupa l'antico, sontuoso e neoclassico Palazzo Reale, circondato dai giardini nazionali.

Laggiù, accanto alla Tomba del Milite Ignoto, la Guardia Presenziale compie un singolare cambio della guardia, greca ed ellenica fino al midollo delle ossa. militare che hanno il privilegio di eseguirlo.

La coreografia si ripete di ora in ora. Fortunatamente, abbiamo poco da aspettare.

Soldati protetti dal sole da berretti con ciondoli, infilati in panciotti nero-oro, in tuniche-gonne bianche che ondeggiano sopra alte calze e scarpe color ocra, con punte di pom-pom, passi ripetuti, in piedi e fucile ad angolo.

Uno verso l'altro e poi di nuovo alle loro tane.

Dopo la cerimonia, in una maratona di esplorazione che abbiamo insistito per vincere, siamo passati davanti all'Arco di Adriano e al Tempio Olimpico di Zeus che Adriano dedicò al Padre degli Dei Greci.

La mattina dopo, salpiamo dal porto del Pireo verso l'arcipelago del Cicladi.

Consapevole dell'urgenza del rientro e di quanto Atene avesse ancora da svelare.

Mikonos, Grecia

L'isola greca dove il mondo festeggia l'estate

Durante il 1960° secolo, Mykonos era solo un'isola povera, ma intorno al XNUMX, i venti di cambiamento delle Cicladi l'hanno trasformata. In primo luogo, nel migliore rifugio per gay del Mediterraneo. Poi, nell'affollata, cosmopolita e bohémien vanity fair che troviamo quando visitiamo.
Iraklio, CretaGrecia

Da Minos a Meno

Arriviamo ad Iraklio e, per quanto riguarda le grandi città, la Grecia si ferma lì. Per quanto riguarda la storia e la mitologia, la capitale di Creta è infinitamente ramificata. Minosse, figlio di Europa, aveva sia il suo palazzo che il labirinto in cui era rinchiuso il minotauro. Gli arabi, i bizantini, i veneziani e gli ottomani passarono per Iraklio. I Greci che lo abitano non gli danno il dovuto.
male, Santorini, Grecia

Fira: tra le alture e le profondità di Atlantide

Intorno al 1500 aC, una devastante eruzione fece affondare gran parte dell'isola del vulcano Fira nel Mar Egeo e portò al crollo della civiltà minoica, chiamata più volte Atlantide. Qualunque sia il passato, 3500 anni dopo, Thira, l'omonima città, è tanto reale quanto mitica.
Nea Kameni, Santorini, Grecia

Il nucleo vulcanico di Santorini

Erano trascorsi circa tre millenni dall'eruzione minoica che disintegrava il più grande vulcano dell'isola dell'Egeo. Gli abitanti delle cime delle scogliere osservarono la terra emergere al centro della caldera allagata. Nasce Nea Kameni, il cuore ardente di Santorini.
Chania ad Elafonisi, Creta, Grecia

Gita in spiaggia in stile Creta

Alla scoperta dell'ovest del Cretan, lasciamo Chania, viaggiamo attraverso la gola di Topolia e attraverso gole meno marcate. Pochi chilometri dopo, raggiungiamo un angolo mediterraneo di acquarello e sogno, l'isola di Elafonisi e la sua laguna.
Chania, Creta, Grecia

Chania: dal tramonto della storia di Creta

Chania era minoica, romana, bizantina, araba, veneziana e ottomana. È arrivata nell'attuale nazione ellenica come la città più seducente di Creta.
Balos a Seitan Limani, Creta, Grecia

L'olimpo balneare di Chania

Non è solo Chania, la polis secolare, immersa nella storia mediterranea, nell'estremo nord-est di Creta ad abbagliare. Rinfrescandola, i suoi abitanti e visitatori, Balos, Stavros e Seitan, tre delle coste più esuberanti della Grecia.

Parco nazionale di Gorongosa, Mozambico, fauna selvatica, leoni
Safari
Parco Nazionale Gorongosa, Mozambico

Il cuore selvaggio del Mozambico mostra segni di vita

Gorongosa ospitava uno degli ecosistemi più esuberanti dell'Africa, ma dal 1980 al 1992 ha ceduto alla Guerra Civile tra FRELIMO e RENAMO. Greg Carr, il milionario inventore di Voice Mail, ha ricevuto un messaggio dall'ambasciatore mozambicano alle Nazioni Unite che lo sfidava a sostenere il Mozambico. Per il bene del paese e dell'umanità, Carr si impegna a far risorgere lo splendido parco nazionale che il governo coloniale portoghese vi aveva creato.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda
Architettura & Design
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Aventura
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.
4 luglio Fireworks-Seward, Alaska, Stati Uniti
Cerimonie e Feste
Seward, Alaska

Il 4 luglio più lungo

L'indipendenza degli Stati Uniti viene celebrata a Seward, in Alaska, in modo modesto. Anche così, il 4 luglio e la sua celebrazione sembrano non avere fine.
dall'ombra
Città
Miami, EUA

Un capolavoro di riabilitazione urbana

All'inizio del 25° secolo, il quartiere di Wynwood era ancora pieno di fabbriche e magazzini abbandonati e pieni di graffiti. Tony Goldman, un astuto investitore immobiliare, acquistò oltre XNUMX proprietà e fondò un parco murale. Molto più che rendere omaggio ai graffiti lì, Goldman ha fondato il grande bastione della creatività di Miami.
cibo
Margilan, Uzbekistan

Un capofamiglia dell'Uzbekistan

In uno dei tanti panifici di Margilan, sfinito dal calore intenso del forno tandyr, il fornaio Maruf'Jon lavora a metà come i diversi pani tradizionali venduti in tutto l'Uzbekistan
La sposa entra in macchina, il matrimonio tradizionale, il tempio Meiji, Tokyo, Giappone
Cultura
Tokyo, Giappone

Un santuario del matchmaking

Il Tempio Meiji di Tokyo è stato costruito per onorare gli spiriti divinizzati di una delle coppie più influenti della storia giapponese. Nel tempo si è specializzata nella celebrazione dei matrimoni tradizionali.
arbitro di combattimento, combattimento di galli, filippine
sportivo
Filippine

Quando solo i combattimenti di galli risvegliano le Filippine

Banditi in gran parte del Primo Mondo, i combattimenti di galli prosperano nelle Filippine dove spostano milioni di persone e pesos. Nonostante i suoi problemi eterni è il Sabong che più stimola la nazione.
Scenario marziano del deserto bianco, Egitto
In viaggio
Deserto Bianco, Egitto

La scorciatoia egiziana per Marte

In un momento in cui la conquista del vicino del sistema solare è diventata un'ossessione, una parte orientale del deserto del Sahara ospita un vasto paesaggio correlato. Invece dei 150-300 giorni stimati necessari per raggiungere Marte, decollamo dal Cairo e, in poco più di tre ore, facciamo i primi passi nell'Oasi di Bahariya. Intorno, quasi tutto ci fa sentire il tanto agognato Pianeta Rosso.
Etnico
Pueblos del Sur, Venezuela

I Pauliteiros de Mérida, le loro danze e Co.

Dall'inizio del XVII secolo, con i coloni ispanici e, più recentemente, con gli emigranti portoghesi, usi e costumi ben noti nella penisola iberica e, in particolare, nel nord del Portogallo si sono consolidati nei Pueblos del Sur.
portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Totem, Sitka, Alaska Viaggio una volta dalla Russia
Storia
sitka, Alaska

Sitka: un viaggio attraverso un'Alaska che una volta era russa

Nel 1867, lo zar Alessandro II dovette vendere l'Alaska russa al Stati Uniti. Nella piccola città di Sitka, troviamo l'eredità russa ma anche i nativi Tlingit che li hanno combattuti.
Pecore ed escursionisti a Mykines, Isole Faroe
Isole
Mykines, Isole Faroe

Nell'estremo ovest delle Faroe

Mykines stabilisce il confine occidentale dell'arcipelago delle Faroe. Ospitò 179 persone ma la durezza del ritiro ebbe la meglio. Oggi, lì sopravvivono solo nove anime. Quando la visitiamo, troviamo l'isola dedita alle sue mille pecore e alle inquiete colonie di pulcinelle di mare.
Cavalli sotto bufera di neve, Islanda Fuoco senza fine dell'isola di neve
bianco inverno
Husavik a Myvatn, Islândia

Neve infinita sull'isola di Fogo

Quando, a metà maggio, l'Islanda ha già il tepore del sole ma il freddo ma il freddo e la neve persistono, gli abitanti cedono a un'affascinante ansia estiva.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Letteratura
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Era Susi trainato da cane, Oulanka, Finlandia
Natura
P.N. Oulanka, Finlândia

Un piccolo lupo solitario

Jukka "Era-Susi" Nordman ha creato uno dei più grandi branchi di cani da slitta al mondo. È diventato uno dei personaggi più iconici della Finlandia, ma rimane fedele al suo soprannome: Wilderness Wolf.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Manatee Creek, Florida, Stati Uniti d'America
Parchi Naturali
Florida Keys, EUA

Il trampolino di lancio dei Caraibi degli Stati Uniti

Os Stati Uniti i continenti sembrano finire, a sud, nella sua capricciosa penisola della Florida. Non si fermano qui. Più di cento isole di corallo, sabbia e mangrovie formano un'eccentrica distesa tropicale che ha sedotto a lungo i vacanzieri nordamericani.
Sottomarino Vesikko
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Helsinki, Finlândia

La fortezza della Finlandia in tempi svedesi

Distaccata in un piccolo arcipelago all'ingresso di Helsinki, Suomenlinna è stata costruita su progetti politico-militari del regno svedese. Da più di un secolo, il Russia l'ha fermata. Dal 1917 i Suomi l'hanno venerata come il bastione storico della loro spinosa indipendenza.
personaggi
Sosia, Attori e Comparse

Stelle finte

Protagonisti di eventi o sono imprenditori di strada. Incarnano personaggi inevitabili, rappresentano classi sociali o periodi. Anche a miglia di distanza da Hollywood, senza di loro, il mondo sarebbe più noioso.
Santa Maria, Isola di Sal, Capo Verde, Sbarco
Spiagge
Di Santa Maria, Sale, Capo Verde

Santa Maria e la benedizione atlantica di Sal

Santa Maria nasce nella prima metà dell'XNUMX come magazzino per l'esportazione del sale. Oggi, grazie alla provvidenza di Santa Maria, Sal Ilha vale molto di più della materia prima.
Uno contro tutti, Monastero di Sera, Sacro Dibattito, Tibet
Religione
Lhasa, Tibete

Sera, il Monastero del Sacro Dibattito

In pochi posti al mondo si usa un dialetto con la stessa veemenza del monastero di Sera. Lì, centinaia di monaci si impegnano in intensi e chiassosi dibattiti sugli insegnamenti del Buddha in tibetano.
Treno Fianarantsoa a Manakara, TGV malgascio, locomotiva
Veicoli Ferroviari
Fianarantsoa-Manakara, Madagascar

A bordo del TGV malgascio

Partiamo da Fianarantsoa alle 7:3. Solo alle 170 del mattino seguente abbiamo completato i XNUMX km fino a Manakara. Gli indigeni chiamano questo treno quasi secolare Allena grandi vibrazioni. Durante il lungo viaggio, abbiamo sentito fortemente il cuore del Madagascar.
Creel, Chihuahua, Carlos Venzor, collezionista, museo
Società
Chihuahua a Creel, Chihuahua, Messico

Sulla via di Creel

Con Chihuahua all'indietro, indichiamo il sud-ovest e le terre ancora più alte nel nord del Messico. Accanto a Ciudad Cuauhtémoc, abbiamo visitato un anziano mennonita. Intorno a Creel, abbiamo vissuto per la prima volta con la comunità indigena Rarámuri della Serra de Tarahumara.
L'abbandono, lo stile di vita dell'Alaska, Talkeetna
Vita quotidiana
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Pesca, Caño Negro, Costa Rica
Animali selvatici
Caño Negro , Costa Rica

Una vita di pesca tra la fauna selvatica

Una delle zone umide più importanti del Costa Rica e del mondo, Caño Negro abbaglia con il suo esuberante ecosistema. Non solo. Remoti, isolati da fiumi, paludi e strade dissestate, i suoi abitanti hanno trovato nella pesca a bordo una via per rafforzare i legami della loro comunità.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.