Ouvea, Nuova Caledonia

Tra lealtà e libertà


Pesca tra gli squali
David tiene un pesce appena pescato tra gli squali.
Nuovo tentativo II
Il giovane Kanak lancia una rete da pesca nel mare blu di Mouli.
Fine giornata tropicale
Il sole tramonta su Ouvéa e, presto, sul Pacifico meridionale che la circonda.
Avanzi del Pacifico meridionale
I turisti si godono il mare trasparente della baia di Lékiny, poco dopo aver visitato la grotta della Vergine.
La famiglia di Ouvea
Sorella, cognato e nipoti di William.
Celine e lei
Céline con i suoi figli e William.
disposizione creativa
Biciclette appese a un albero sul mare dello Stretto di Mouli.
abiti di conseguenza
Gli abiti di Céline sono appesi nella cabina in cui vive.
Camminare in coppia
Céline e William entrano in una delle spiagge perfette di Ouvéa.
spuntino facile
William prepara un pasto serale veloce.
la vecchia chiesa
Gli indigeni camminano vicino a un'antica cappella sulla costa di Ouvéa.
Angolo delle Pleiadi
Mare seducente al largo di un isolotto del sub-arcipelago delle Pleiadi meridionali.
lekiny
La formazione geologica contiene una laguna marina cristallina, Lekiny Bay.
Nuovo tentativo
Un giovane indigeno getta una rete nelle acque della baia di Lekiny.
Famiglia e amici
Céline, William e David fuori dalla cabina della coppia.
Celine, William & Co.
Céline, William e i suoi amici a prua di un motoscafo, diretti al sottoarcipelago delle Pleiadi.
La Nuova Caledonia ha sempre messo in discussione l'integrazione nella lontana Francia. Sull'isola di Ouvéa, arcipelago di Lealdade, troviamo una storia di resistenza ma anche nativi che prediligono la cittadinanza e i privilegi francofoni.

Eravamo appena atterrati in quello che pensavamo fosse l'angolo più lontano della Nuova Caledonia quando Céline si presenta, si presenta e ci informa che ci porterà un po' più lontano.

Lei, la sua famiglia e i suoi amici si stavano godendo il rifugio marittimo delle Pleiadi Settentrionali, un sottoarcipelago delle Isole della Lealtà che, dopo essere stato individuato sulla mappa, sembra essere stato lasciato dalla discesa preistorica di un grande atollo.

Dall'aeroporto, andiamo dritti a Saint Joseph, all'estremità settentrionale di Ouvéa. Ci attende un gruppo già coeso, formato dal marito, William, e da alcuni compagni.

Seguiamo a bordo di un potente motoscafo che lo skipper Jeoffrey manovra tra isolotti rocciosi e poco profondi, quasi tutti inospitali.

Passeggeri in motoscafo, Ouvéa Island-Lealdade Islands, Nuova Caledonia

Céline, William e i suoi amici a prua di un motoscafo, diretti al sottoarcipelago delle Pleiadi.

Un tour nautico degli isolani delle Pleiadi settentrionali

Facciamo soste strategiche in punti con acqua cristallina e letti di corallo per rinfrescanti tuffi e qualche esplorazione subacquea, fino a quando l'ora tarda e l'energia spesa per l'esercizio richiede il pranzo.

Céline conferma che lì si mangia solo pesce fresco. Richiede immediatamente il servizio di due degli uomini a bordo per catturare gli esemplari da cucinare.

David, il braccio destro di William, e un altro amico indossano maschere, pinne e fucili da caccia. Nuotano verso un banco di coralli popolato da innumerevoli pesci. Usiamo l'attrezzatura rimanente per accompagnarli.

In poco tempo i cacciatori catturano i primi esemplari, ma il gruppo è numeroso e ne servono altri. Mentre colpiscono i colpi, i pesci feriti lasciano cadere il sangue che si diffonde nell'acqua e attira gli intrusi.

Tra coralli e squali

Gli indigeni notano l'arrivo delle prime paurose sagome ma continuano con la missione. Più sangue si diffonde. Le figure plananti si moltiplicano e si avvicinano agli umani in circoli ristretti.

David si accorge della nostra presenza. Ci fa cenno di salire subito sulla barca. Quando torniamo in superficie, Céline e gli altri, già preoccupati, battono le mani nell'acqua e gridano i nostri nomi.

Ci ripariamo dagli squali sotto la protezione dei cacciatori che, nonostante si siano lasciati alle spalle due pesci, continuano a molestarli.

Pesca subacquea, Isola di Ouvéa, Isole della Lealtà-Nuova Caledonia

David tiene un pesce appena pescato tra gli squali.

David appare finalmente accanto alla barca e chiede ai suoi amici a bordo di raccogliere il pescato: “Tieni forte! Sono quaggiù. Quando compaiono diversi martelli, non è più uno scherzo.

I cacciatori non hanno ancora ripreso fiato ma Jeoffrey mette in moto il motoscafo. Lungo il percorso ci spiegano che gli incontri con gli squali sono molto frequenti nelle acque tropicali intorno a Ouvéa e ancora di più nella zona delle Pleiadi.

“Ma neanche tu dovresti avere troppa paura”, sottolinea David. “Finora abbiamo avuto solo due incidenti. Una delle vittime ha ricevuto 70 punti di sutura a un braccio.

L'altro è rimasto con una faccia leggermente sfigurata. Nessuno è morto". Comprendiamo il tuo punto di vista, ma non siamo d'accordo. Tuttavia, siamo arrivati ​​su un'isola dalla sabbia bianca e aperta e siamo sbarcati in una delle baie più accoglienti di quel sub-arcipelago.

Insular Repast à la moda de Ouvéa

I quattro uomini cuociono il pesce in foglie di banana, con mais e avocado. Quando tutto è pronto, noi e Céline mangiamo prima, gli altri guardano. Céline ci assicura che è così, da quelle parti: la priorità per gli ospiti.

Sospettavamo che, a causa degli squali, i cacciatori avessero portato troppo pochi pesci e i padroni di casa volevano assicurarsi che mangiassimo abbastanza. Non sarebbe a causa di Céline che non sarebbe successo.

Celine, William e David, Isola di Ouvéa-Isole della Lealtà, Nuova Caledonia

Céline, William e David fuori dalla cabina della coppia.

Stanca della vita nella metropoli, si era trasferita quel territorio d'outre-mér Per dieci anni, Céline è stata sposata con William con il quale ha avuto 3 figli di 1, 2 e 7 anni. Ha viaggiato da Ouvéa a Nizza solo una volta all'anno per vedere la sua famiglia con i bambini. William non l'ha mai accompagnata.

I voli dai nativi della Nuova Caledonia alla metropoli sono considerati divertenti – ci sono sconti solo tra le isole della Nuova Caledonia – e, come tali, troppo costosi. D'altra parte, ci dà anche l'idea che il marito non ha una grande volontà.

Il rapporto controverso tra Ouvéa e la metropoli francese

Ouvéa, come le altre isole Lealdade, è sempre stata un baluardo della lotta per l'indipendenza della Nuova Caledonia, interrotta nel 1988 con la firma degli accordi di Matignon (rivisti nell'accordo di Nouméa del 1998) che ne convalidavano l'incorporazione nella Repubblica francese attraverso forte autonomia e lo svolgimento di un referendum tra il 2014 e il 2018.

L'intero territorio d'oltremare è stato teatro di violenti scontri tra il 1984 e il 88. Questo conflitto culminò proprio a Ouvéa, nell'aprile e nel maggio 88 con quello che divenne noto come il Prize d'otages.

Durante questo periodo, indipendentisti di Kanak e membri del FLNKS (Fronte di liberazione nazionalsocialista di Kanak) hanno attaccato la polizia dell'isola e hanno preso in ostaggio i suoi 31 membri.

Antica chiesa di Ouvéa-Isole della Lealtà-Nuova Caledonia

Gli indigeni camminano vicino a un'antica chiesa sulla costa di Ouvéa, un simbolo storico della presenza francofona nelle isole Lealdade.

La rivolta e il dramma dell'Ouvéa Prize d'otages

Ma uno degli ufficiali ha rifiutato l'arresto. Ha sparato ai ribelli e ha portato a un piccolo massacro, al disarmo e alla prigionia dei 27 ufficiali sopravvissuti.

Nel frattempo, Parigi ha inviato truppe d'élite per risolvere gli imprevisti che si stavano aggravando anche nelle isole vicine Lifou e Mare.

Ne seguì un'enorme confusione tra l'allora presidente François Mitterrand, il primo ministro e l'entourage politico della sua residenza ufficiale all'Hotel Matignon.

Il 5 maggio i militari avviarono l'operazione, presumibilmente all'insaputa dell'Eliseo, e liberarono gli ostaggi dalla grotta in cui erano tenuti prigionieri.

Sagome Falaise di Lekiny, isola di Ouvéa - Isole della Lealtà, Nuova Caledonia

Un turismo possibile solo grazie agli accordi di Matignon: gli estranei si godono il mare trasparente della baia di Lékiny.

Membri dell'FLNKS e altri indipendentisti hanno accusato le truppe di giustiziare sommariamente o di lasciar morire volontariamente alcuni dei rapitori dopo l'assalto, dopo che avevano già rilasciato 10 prigionieri e mentre aspettavano chiarimenti sulla situazione politica per liberare gli altri.

Di lì a poco Mitterrand sarebbe rieletto e il nuovo primo ministro Michel Rochard costituirà una missione di dialogo incaricata di pacificare il confronto tra lealisti e indipendentisti.

Questa missione ha portato a Accordi di Matignon – firmato dal leader dell'FLNKS Jean-Marie Tjibaou – e un'amnistia generale per i rapitori e i militari coinvolti nel conflitto.

Un anno dopo, durante la prima rievocazione della tragedia di Ouvéa, Tjibaou viene assassinato da Djubelly Wéa, un kanak indipendentista da sempre contrario all'accordo. La decisione sul futuro della Nuova Caledonia fu ritardata, ma il risentimento si insinuò nelle menti di molti indigeni.

La Gentle Kanak Hospitality delle Isole della Lealtà, via Céline

Di ritorno dalle Pleiadi, Céline ci invita per un caffè alla grande casolare (capanna) della famiglia di William. Suo padre ci accolse cordialmente e ci offrì una pagnotta che aveva fatto.

Si vede come la francese si sia adattata alla sua nuova esistenza semitribale e alla condivisione dello spazio anche con la suocera che sembra esercitare un certo dominio matriarcale e tiene i suoi lunghi abiti kanak appesi esuberante al tetto di paglia.

Abiti da gite tradizionali, Ouvéa Island-Lealdade Islands, Nuova Caledonia

Gli abiti di Céline sono appesi nella casa che condivide con William e i bambini.

Non tutti gli anziani offrono il benvenuto che ci aveva riservato nostro suocero.

Céline ci accompagna a Pointe Escarpée e in molti altri viaggi intorno all'isola, sul pick-up di famiglia.

Dovremmo tornare, il pomeriggio seguente, nella capitale Nouméa ed è lei che ci lascia all'aeroporto ma, visto che abbiamo tempo, ci fermiamo casolare della sorella di William che era stata lasciata a prendersi cura dei tre bambini della guida.

Il risentimento contro i "coloni" che aleggia sulle Isole della Lealtà

Anche la sua accoglienza è cordiale, ma il capofamiglia si rivela presto un uomo arrabbiato, poco contento della visita degli stranieri.

Ci siamo seduti su tappeti popolari e abbiamo bevuto caffè freddo. La conversazione scorre sugli argomenti più disparati, ma il barbuto kanak rimane distaccato, alienato e sospettoso. La sua postura è in completo contrasto con quella della sua bonaria moglie. Non sorride alla simpatia, nemmeno quando Céline prende la parola.

Famiglia nativa, Isola di Ouvéa-Isole della Lealtà, Nuova Caledonia

Sorella, cognato e nipoti di William.

Marjorie e Roberto. Una coppia franco-kanak in lotta per la vita a Ouvéa

È ora di dirigersi verso l'aeroporto di Hulup, ma Celine fa un'ultima tappa all'alloggio di alcuni vicini artisti che la preoccupano. “Fanno quello che possono per resistere, ma non è facile. Sono molto piccoli, hanno già una figlia e qui è tutto così caro!

Hanno molte difficoltà con quello che guadagnano solo vendendo le sculture. Inoltre la loro casa è scarsamente isolata. Vengono morsi troppe volte e la dengue li affligge”.

Marjorie appare con sua figlia Sanjana e ci mostra alcune sculture tribali nel suo stand aziendale. Poco dopo appare Robert, visibilmente assonnato e assorto.

Abbiamo confermato le informazioni di Céline. Questi sono bambini.

Lancio netto, Falaise de Lekiny-Ouvéa Island-Lealdade Islands, Nuova Caledonia

Il giovane Kanak lancia una rete da pesca nel mare blu di Mouli.

Marjorie è nativa, un po' più grande. Robert ha l'aspetto biondo e puro di tutti metro (nato nella Francia continentale). Sembra a malapena entrato nell'adolescenza.

“I suoi genitori sono tornati a Nouméa e hanno fatto di tutto per far partire anche lui”, racconta Céline. "Mai voluto." Ama Marjorie e la ragazza.

Ha preso posizione ed è rimasto, ma si limitano a sopravvivere. Inoltre, si sono abituati a fumare erba per alleviare le difficoltà. Può essere molto complicato, la vita da queste parti.

Ci rendiamo conto che la libertà ha un prezzo molto alto a Ouvéa.

Gli accordi di Matignon prevedevano un referendum nei prossimi anni. Per gli indigeni, la domanda principale è quanto aumenterà quel prezzo se la Nuova Caledonia, le isole di Lealdade e Ouvéa, in particolare, decidessero di sacrificare il dominio francese.

Alberi di cocco, isola di Ouvéa-Ilhas Lealdade, Nuova Caledonia

Il sole tramonta su Ouvéa e, presto, sul Pacifico meridionale che la circonda.

Harare, zimbabwe

L'ultimo sonaglio del surreale Mugabué

Nel 2015, la first lady dello Zimbabwe Grace Mugabe disse che il presidente, allora 91enne, avrebbe governato fino all'età di 100 anni, su una sedia a rotelle speciale. Poco dopo, iniziò a insinuarsi nella sua successione. Ma nei giorni scorsi i generali hanno finalmente accelerato la rimozione di Robert Mugabe che hanno sostituito con l'ex vicepresidente Emmerson Mnangagwa.
Lifou, Isole della Lealtà

La più grande fedeltà

Lifou è l'isola centrale delle tre che formano l'arcipelago semifrancese al largo della Nuova Caledonia. Col tempo, i nativi Kanak decideranno se vogliono che il loro paradiso sia indipendente dalla lontana metropoli.
Tahiti, Polinesia Francese

Tahiti oltre il cliché

Le vicine Bora Bora e Maupiti hanno uno scenario eccezionale, ma Tahiti è stata a lungo conosciuta come il paradiso e c'è di più da vivere sull'isola più grande e popolosa della Polinesia francese, il suo millenario cuore culturale.
Honiara e Gizo, Isole Salomone

Il Tempio sconsacrato delle Isole Salomone

Li nominò un navigatore spagnolo, desideroso di ricchezze come quelle del re biblico. Devastate dalla seconda guerra mondiale, da conflitti e disastri naturali, le Isole Salomone sono lontane dalla prosperità.
Morro de São Paulo, Brasile

Una costa divina di Bahia

Tre decenni fa, non era altro che un remoto e umile villaggio di pescatori. Fino a quando alcune comunità post-hippie non hanno rivelato al mondo il ritiro di Morro e lo hanno promosso a una sorta di santuario sulla spiaggia.
Taiwan

Bello ma non sicuro

I navigatori portoghesi non potevano immaginare l'imbroglio riservato a Formosa. Quasi 500 anni dopo, anche se non è sicura del suo futuro, Taiwan è fiorente. Da qualche parte tra indipendenza e integrazione nella grande Cina.
Grande Terre, Nuova Caledonia

Il grande sassolino del Pacifico meridionale

James Cook chiamò così la lontana Nuova Caledonia perché gli ricordava la Scozia di suo padre, mentre i coloni francesi erano meno romantici. Dotati di una delle più grandi riserve di nichel al mondo, chiamarono Le Caillou l'isola madre dell'arcipelago. Nemmeno la sua attività mineraria gli impedisce di essere uno dei pezzi di terra più belli dell'Oceania.
Papeete, Polinesia Francese

Il Terzo Sesso di Tahiti

Eredi dell'antica cultura polinesiana, i Mahu conservare un ruolo insolito nella società. Persi da qualche parte tra i due sessi, questi uomini-donne continuano a lottare per il senso delle loro vite.
Maupiti, Polinesia Francese

Una società al margine

All'ombra della fama quasi planetaria della vicina Bora Bora, Maupiti è remota, scarsamente abitata e anche meno sviluppata. I suoi abitanti si sentono abbandonati ma chi la visita è grato per l'abbandono.
Île-des-Pins, Nuova Caledonia

L'Isola che si appoggiava al Paradiso

Nel 1964, Katsura Morimura ha deliziato il Giappone con una storia d'amore turchese ambientata a Ouvéa. Ma la vicina Île-des-Pins ha conquistato il titolo di "L'isola più vicina al paradiso" e ha estasiato i suoi visitatori.
Riserva Masai Mara, Masai Land Trip, Kenya, Masai Convivialità
Safari
Masai Mara, Kenia

Riserva del Masai Mara: Viaggio nella terra dei Masai

La savana di Mara divenne famosa per il confronto tra milioni di erbivori ei loro predatori. Ma, in una sconsiderata comunione con la fauna selvatica, sono gli umani Masai a distinguersi di più.
Mandria a Manang, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
Incisioni, Tempio di Karnak, Luxor, Egitto
Architettura & Design
Luxor, Egitto

Da Luxor a Tebe: viaggio nell'antico Egitto

Tebe fu eretta come nuova capitale suprema dell'Impero Egizio, sede di Amon, il Dio degli Dei. La moderna Luxor ha ereditato il Tempio di Karnak e la sua sontuosità. Tra l'uno e l'altro scorrono il sacro Nilo e millenni di storia mozzafiato.
Mushing completo del cane
Aventura
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.
MassKara Festival, Bacolod City, Filippine
Cerimonie e Feste
Bacolod, Filippine

Un festival per ridere della tragedia

Intorno al 1980, il valore dello zucchero, importante fonte di ricchezza sull'isola filippina di Negros, crollò e il traghetto"Don Juan” che la serviva affondò e morirono più di 176 passeggeri, la maggior parte dei quali neri. La comunità locale ha deciso di reagire alla depressione generata da questi drammi. Nasce così MassKara, una festa impegnata a recuperare i sorrisi della popolazione.
Bridgetown, città del ponte e capitale delle Barbados, spiaggia
Città
Bridgetown, Barbados

La città (del ponte) delle Barbados

Originariamente fondata come "Indian Bridge", accanto a una palude maleodorante, la capitale delle Barbados si è evoluta nella capitale delle British Windward Isles. I barbadiani lo chiamano "The City"”. È la città natale della ben più famosa Rihanna.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Celebrazione di Newar, Bhaktapur, Nepal
Cultura
Bhaktapur, Nepal

Le maschere della vita nepalesi

Gli indigeni Newar della valle di Kathmandu attribuiscono grande importanza alla religiosità indù e buddista che li unisce tra loro e con la Terra. Di conseguenza, benedice i loro riti di passaggio con danze Newar di uomini mascherati da divinità. Anche se ripetute a lungo dalla nascita alla reincarnazione, queste danze ancestrali non sfuggono alla modernità e iniziano a vedere una fine.
Nuoto, Western Australia, Aussie Style, Alba negli occhi
sportivo
Busselton, Australia

2000 metri in stile australiano

Nel 1853 Busselton fu dotata di uno dei pontoni più lunghi del mondo. mondo. Quando la struttura è crollata, i residenti hanno deciso di aggirare il problema. Dal 1996 lo fanno ogni anno. nuoto.
Sofisticate case di Tokyo, dove abbondano Couchsurfing e i suoi host.
In viaggio
Couchsurfing (Parte 1)

La mia casa, la tua casa

Nel 2003, una nuova comunità online ha globalizzato un vecchio panorama di ospitalità, convivialità e interessi. Oggi Couchsurfing accoglie milioni di viaggiatori, ma non dovrebbe essere preso alla leggera.
Vanuatu, crociera a Wala
Etnico
Wala, Vanuatu

Cruzeiro à Vista, la Fiera Settles Arraiais

In gran parte di Vanuatu, i giorni dei "nobili selvaggi" del popolo sono alle spalle. In tempi incompresi e trascurati, il denaro ha guadagnato valore. E quando le grandi navi con i turisti arrivano al largo di Malekuka, i nativi si concentrano su Wala e sulla fatturazione.
portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Ambasciata, Nikko, Festa di Primavera Shunki-Reitaisai, Processione Toshogu Tokugawa, Giappone
Storia
Nikko, Giappone

La processione finale dello Shogun Tokugawa

Nel 1600, Ieyasu Tokugawa inaugurò uno shogunato che unì il Giappone per 250 anni. In suo onore, Nikko rievoca, ogni anno, il trasferimento medievale del generale nel sontuoso mausoleo di Toshogu.
Kéré Island, Bijagós, Guinea Bissau, dall'alto
Isole
Isola Keré, Bijagos, Guinea Bissau

La piccola Bijagó che ha Ospitato un Grande Sogno

Cresciuto in Costa d'Avorio, il francese Laurent ha trovato, nell'arcipelago delle Bijagós, il luogo che lo ha rapito. L'isola che condivide con la moglie portoghese Sónia li ha accolti e l'affetto che provavano per la Guinea Bissau. Kéré e i Bijagós hanno da tempo incantato i visitatori.
Maksim, popolo Sami, Inari, Finlandia-2
bianco inverno
Inari, Finlândia

I Guardiani del Nord Europa

A lungo discriminato dai coloni scandinavi, finlandesi e russi, il popolo Sami riacquista la propria autonomia ed è orgoglioso della propria nazionalità.
silhouette e poesia, cora coralina, old goias, brasile
Letteratura
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Cahuita National Park, Costa Rica, Caraibi, Punta Cahuita vista aerea
Natura
Cahuita, Costa Rica

Un Costarica di Rasta

Viaggiando attraverso l'America Centrale, abbiamo esplorato una costa del Costa Rica che è afro come i Caraibi. In Cahuita, Pura Vida è ispirata da un'eccentrica fede in Jah e da un'esasperante devozione alla cannabis.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Machangulo, Mozambico, tramonto
Parchi Naturali
Machangulo, Mozambico

La penisola d'oro di Machangulo

Ad un certo punto, un braccio di mare divide in due la lunga striscia sabbiosa ricca di dune iperboliche che delimita la baia di Maputo. Machangulo, come viene chiamata la parte inferiore, ospita una delle coste più magnifiche del Mozambico.
corteo sfarzoso
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Suzdal, Russia

Mille anni di Russia antiquata

Era una capitale sontuosa quando Mosca era solo un villaggio rurale. Lungo il percorso perse rilevanza politica ma accumulò la più grande concentrazione di chiese, monasteri e conventi nel paese degli zar. Oggi, sotto le sue innumerevoli cupole, Suzdal è tanto ortodossa quanto monumentale.
personaggi
Sosia, Attori e Comparse

Stelle finte

Protagonisti di eventi o sono imprenditori di strada. Incarnano personaggi inevitabili, rappresentano classi sociali o periodi. Anche a miglia di distanza da Hollywood, senza di loro, il mondo sarebbe più noioso.
mini snorkeling
Spiagge
Isole Phi Phi, Thailandia

Torna a Danny Boyle Beach

Sono passati 15 anni dal debutto del classico autostoppista tratto dal romanzo di Alex Garland. Il film ha reso popolari i luoghi in cui è stato girato. Poco dopo, alcuni di loro scomparvero temporaneamente ma letteralmente dalla mappa, ma oggi la loro controversa fama rimane intatta.
Ulugh Beg, Astronomo, Samarcanda, Uzbekistan, Un matrimonio nello spazio
Religione
Samarcanda, Uzbekistan

L'astronomo Sultano

Nipote di uno dei grandi conquistatori dell'Asia centrale, Ulugh Beg preferiva le scienze. Nel 1428 costruì un osservatorio spaziale a Samarcanda. I suoi studi sulle stelle gli diedero il nome di un cratere sulla Luna.
Di nuovo al sole. Funivie di San Francisco, alti e bassi della vita
Veicoli Ferroviari
San Francisco, EUA

Funivie di San Francisco: una vita di alti e bassi

Un macabro incidente di carro ha ispirato la saga della funivia di San Francisco. Oggi, queste reliquie funzionano come un'affascinante operazione della città della nebbia, ma hanno anche i loro rischi.
Pachinko Hall, Dipendenza da video, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Pachinko: Il video – Dipendenza che deprime il Giappone

All'inizio era un giocattolo, ma l'appetito di profitto del Giappone ha rapidamente trasformato il pachinko in un'ossessione nazionale. Oggi, 30 milioni di giapponesi si sono arresi a queste macchine da gioco alienanti.
Intersezione trafficata di Tokyo, Giappone
Vita quotidiana
Tokyo, Giappone

La notte infinita della capitale del Sol Levante

Dillo Tokyo non dormire è dire poco. In una delle città più grandi e sofisticate sulla faccia della Terra, il crepuscolo segna solo il rinnovamento della frenetica vita quotidiana. E ci sono milioni delle loro anime che o non trovano posto al sole, o hanno più senso nei cambiamenti "oscuri" e oscuri che seguono.
Ippopotamo nella laguna di Anôr, isola di Orango, Bijagós, Guinea Bissau
Animali selvatici
Isola Keré ad Orango, Bijagos, Guinea Bissau

Alla Ricerca degli Ippopotami Lacustri-Marini e sacri delle Bijagós

Sono i mammiferi più letali dell'Africa e, nell'arcipelago di Bijagós, conservati e venerati. A causa della nostra particolare ammirazione, ci siamo uniti a una spedizione nella loro ricerca. Partendo dall'isola di Kéré e arrivando nell'entroterra di Orango.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.