Suzdal, Russia

Mille anni di Russia antiquata


corteo sfarzoso
I sacerdoti ortodossi compiono una processione in onore di Sant'Eutimio.
ciclismo post-alluvione
I ciclisti passano davanti al Convento dell'Intercessione.
Lada non è ancora deposta
Velho Lada circola accanto alla facciata della Cattedrale della Deposizione.
Conversazione ortodossa
I bambini parlano sulle scale che danno accesso alla chiesa principale del Convento dell'Intercessione.
benedetta corsa
Casal cammina lungo un sentiero lungo la facciata del Monastero di Santo Eutímio.
Chiese di legno, abito campestre
Impiegato in abiti tradizionali al Museo dell'Architettura e della Vita Contadina di Madeira.
fede nel nero
Sacerdote ortodosso saluta una Madre Superiora a Suzdal.
suzdal blues
Un giovane suona la chitarra per due amici sull'alta riva del fiume Kamemka.
Medovukha
Bottiglie di birra al miele in un negozio di Suzdal.
Corsa dei genitori
Un residente di Suzdal spinge un bambino in un passeggino accanto a una tradizionale casa in legno colorato (isba).
attraversamento
Il fiume Kamenka, nelle vicinanze del Museo di Architettura di Madeira.
produzione matrimoniale
Il bambino accompagna un servizio fotografico post-matrimonio con protagonisti gli sposi Victoria e Vseudod.
sposi cosacchi
Victoria e Vseudod posano per la foto in costumi cosacchi.
arte tempestosa
Il pittore si ispira al paesaggio bucolico di Suzdal, con alle spalle un Cumulus Nimbus.
fortezza divina
Cupole ortodosse della Cattedrale della Natività, parte del Cremlino di Suzdal.
Na ombra
Una donna passa davanti a una delle tante chiese di Suzdal.
Geometria ortodossa
Cattedrale della Trasfigurazione e il campanile, all'interno del Monastero di Sant'Eutimio.
Arte religiosa
Dipinto a lume di candela all'interno della Cattedrale della Trasfigurazione, parte del Monastero di Sant'Eutimio.
contrasto religioso
Chiesa in legno di San Nicola accanto alla Cattedrale della Natività.
Fede di legno
Chiesa della Trasfigurazione originaria del villaggio di Kozliatyevo e costruita nel 1756.
Era una capitale sontuosa quando Mosca era solo un villaggio rurale. Lungo il percorso perse rilevanza politica ma accumulò la più grande concentrazione di chiese, monasteri e conventi nel paese degli zar. Oggi, sotto le sue innumerevoli cupole, Suzdal è tanto ortodossa quanto monumentale.

Irina Zakharova, il matrioska la proprietaria della foresteria e hostess iper-attenta dà gli ultimi ritocchi al lavoro in cucina.

Poco dopo, incorre in un lungo briefing in russo che ritarda le avventure gastronomiche dei suoi ultimi ospiti.

Alexey Kravchenko assorbe ogni parola mitragliata dalla signora e risponde il meno possibile in un delicato compromesso tra cortesia e fame.

Dª Irina Zakharova, Anello d'oro della Russia Old Fashion, Mille anni

Dª Irina Zakharova prepara la colazione nella locanda di famiglia.

Non appena si libera dalla sua pietà, sbircia nella nostra stanza e dà l'allarme perché ce lo aspettavamo. “Cucina gratis!

Grano saraceno, cetrioli e tanta birra conventuale di Suzdal

Andiamo a pranzare!"

Da giorni questo pigro pietroburghese cerca di imporci, in inglese, un certo grano saraceno. Non avevamo la traduzione presente.

Quando abbiamo comprato i cereali al supermercato, eravamo quasi nella stessa ignoranza. Almeno la teoria di Alexey secondo cui era facile da preparare è stata dimostrata.

Pochi minuti in padella, siamo a tavola gustando un pasto improvvisato di pesce guarnito con grano saraceno e verdure che accompagniamo con diversi medovukha, sidro di miele al sapore di birra dolce.

Medovukha, anello d'oro della Russia Old Fashion, mille anni

Bottiglie di birra al miele in un negozio di Suzdal.

Questa bevanda conventuale di Suzdal divenne una deliziosa abitudine maledetta che ci avrebbe accompagnato nel nord della Russia: a Novgorod nel nostro caso; a casa tua da San Pietroburgo, per quanto riguarda Cicerone.

Alexey aveva messo sul tavolo diversi piccoli cetrioli, lavati ma non sbucciati. Li divorò uno dopo l'altro quando si accorse che non li toccavamo: “E i cetrioli? “ ci chiede indignato.

Gli abbiamo spiegato che non siamo concentrati su questo, perché condividevamo l'idea portoghese che i cetrioli fossero indigeribili e potessero facilmente rovinare il nostro pomeriggio di esplorazione che si stava avvicinando.

Nel suo sobrio modo slavo, Alexey quasi salta fuori dalla sedia: “Cosa? Stanno scherzando, vero? Vado matto per i cetrioli e non ho idea di cosa stiano parlando. indigesto? Ma è solo acqua. Non mi dà problemi, anzi.

A proposito... in Russia siamo quasi tutti tossicodipendenti. Da queste parti ancora di più. Entro pochi giorni, quando arriva la festa, potrai vedere quanto.

E continua a divorare mini-cetriolo dopo mini-cetriolo.

Dopo il pasto e il restauro della cucina ad uso degli altri ospiti, siamo tornati alla scoperta della bucolica Suzdal.

Statuto storico e politico speciale di Suzdal

A differenza di molte delle città medievali sull'Anello d'Oro che hanno dovuto cedere alla modernità a causa della sua fondamentale importanza, Suzdal ha ottenuto uno status di protezione federale che ha limitato lo sviluppo urbano.

Le permise di rimanere come congelata nel tempo, arresa alla sontuosità e all'eleganza delle sue numerose e variegate chiese e cattedrali ortodosse, monasteri e conventi.

Così come altri edifici all'interno e all'esterno del Cremlino sito.

Chiesa, anello d'oro della Russia Old Fashion, mille anni

Una donna passa davanti a una delle tante chiese di Suzdal.

À Mentre camminiamo lungo le sponde o quando attraversiamo i ponti che lo attraversano, vediamo la grazia con cui il fiume Calcolo serpeggia lentamente attraverso il villaggio.

E poiché la sua apparente immobilità rafforza l'atmosfera del tempo in cui Suzdal raggiunse il suo apice.

Suzdal fu la capitale di diversi principati, secoli dopo i coloni vichinghi risalì il fiume Volga, occupò una parte sostanziale della Russia occidentale, Bielorussia e Ucraina attuale – comprese queste fermate dove camminiamo – e fondarono quella che chiamarono Sursdalar ou suddala (South Valley), termine che si ripete nelle saghe norrene.

Convento dell'Intercessione, Anello d'Oro della Russia Old Fashion, Mille anni

I ciclisti passano davanti al Convento dell'Intercessione

Tutto questo è avvenuto sotto la guida di a nome dinastia Rus' che darebbe origine à nazione russa.

Kamenka manca della dimensione e della fluidità del Volga. Anche così, alcuni discendenti meno impavidi dei fondatori scandinavi hanno difficoltà a entrarci.

Stavamo camminando con una vista privilegiata sul fiume quando abbiamo notato un padre e un figlio che avevano paura di tuffarsi nell'acqua gelida.

Fiume Kamenka, anello d'oro della Russia Old Fashion, mille anni

Il fiume Kamenka, nelle vicinanze del Museo di Architettura di Madeira.

Intanto la matriarca della famiglia li incita e si dispera per il momento con la macchina fotografica pronta.

Più avanti, uno dei tanti pittori in formazione in città disegna su tela gli scenari e ciò che vi accade. Lo vediamo seduto contro il muro, sotto le cupole verde e oro che sporgono dall'interno.

Monastero di Sant'Eutimio, anello d'oro della Russia vecchio stile, mille anni

La coppia cammina lungo un sentiero lungo la facciata del Monastero di Santo Eutímio

Tra le cupole murarie millenarie dell'antica Suzdal

A Suzdal, chiese e cattedrali ortodosse sono ovunque. Il suo proliferare disperso ma armonioso conferisce al luogo uno strano aspetto fiabesco. Una volta passati davanti all'ingresso del Monastero di Salvador, abbiamo colto l'occasione per conoscere un po' di più la vera storia.

Abbiamo esaminato il campanile e gli alloggi del Padre Superiore.

Abbiamo salvato per ultima la Cattedrale della Trasfigurazione del Salvatore. Quando entriamo, cinque uomini tutti vestiti di nero-matrice appaiono a guardia dell'ingresso della navata principale.

Un gruppo di sacerdoti cammina in un giardino a Suzdal.

In un momento di fantasiosa fertilità, supponiamo che stessero aspettando che qualche miliardario mafioso di Mosca visitasse la loro patria.

avanziamo verso l'interno. Esaminiamo dipinti religiosi ortodossi in compagnia di due bambini e dei loro genitori che fanno lo stesso al contrario.

Suona il campanello fuori. Gli uomini in nero irrompono nella stanza e chiudono la porta.

Canti liturgici inaspettati in modalità Matrix

Ci viene in mente che potremmo essere nei guai. Le “guardie di sicurezza” si allineano su un gradino rialzato che conduce all'altare. Iniziano un fulmineo recital di canto corale in russo, amplificato dall'acustica perfetta del tempio.

Meno di due minuti dopo, il favoloso canto finisce. Noi e gli altri adulti battemmo le mani, trattenuti dallo stupore persistente. I bambini si riprendono dalla sorpresa. Gli interpreti frettolosi, questi, corrono fuori dalla porta come se nulla fosse.

Gli eventi a sorpresa non sarebbero finiti qui. Uno dei giorni seguenti avevamo programmato di partire presto verso Bogolubovo, uno dei tanti paesini più piccoli nelle vicinanze. Alexey si sveglia tardi e ritarda la partita.

In tempo utile.

Baby walk, anello d'oro della Russia Old Fashion, mille anni

Un residente di Suzdal spinge un bambino in un passeggino accanto a una tradizionale casa in legno colorato (isba).

Sono già le undici del mattino quando ci avviciniamo al centro di Suzdal.

Inaspettatamente, abbiamo avvistato una vivace processione che è entrata in una strada isolata fiancheggiata da dozzine di persone isbas, le case rurali in legno tipiche di queste zone rurali, costruite senza l'utilizzo di metalli, dipinte con toni forti.

Abbiamo chiesto ad Alexey di parcheggiare sul ciglio della strada. corriamo da soli unisciti alla processione.

E una processione ortodossa in onore di sant'Eutimio

Alla fine della marcia ci sono i beati maschi e femmine. È guidato da sacrestani e accoliti vessilliferi, seguiti da sacerdoti ortodossi, quasi tutti con folte barbe grigie.

corteo sfarzoso

I sacerdoti ortodossi compiono una processione in onore di Sant'Eutimio.

È un caldo scomodo ma l'usura religiosa feloni e feloni, tonache liturgiche tutte nere o ricamate e bordate che uniscono l'oro a colori accesi.

Quattro di questi sacerdoti portano sulle spalle un piccolo reliquiario, anch'esso dorato, avvolto in un panno di velluto scarlatto.

Dopo poche centinaia di metri scoprimmo che si trattava di una cerimonia dedicata a sant'Eutimio, un asceta del XIV secolo che, benedetto da un altro monaco più famoso di nome Dioniso, ottenne l'ammirazione del principe Boris Konstantinovich di Novgorod e Suzdal e, nel 1332, fondò il Monastero di Salvador, in quest'ultimo villaggio.

Rispettato per la profonda fede che mantenne, Eutimio sarebbe salito a Padre Superiore del monastero, dove utilizzò quella devozione per migliorare la vita ecclesiastica.

La sua agiografia descrive anche che pregava con disciplina spartana, a volte in lacrime, e che trasferì al monastero lo stile di vita cenobita che aveva condotto anni prima, con l'esempio ispiratore di Dioniso.

Eutimio morì nel 1404. Fu sepolto nella Cattedrale della Trasfigurazione. Nel 1547 fu canonizzato. Il suo culto si diffuse in tutta la nazione, con accentuato vigore tra i fedeli di Suzdal.

Monastero di Sant'Eutimio, anello d'oro della Russia vecchio stile, mille anni

Cattedrale della Trasfigurazione e il campanile, all'interno del Monastero di Santo Eutimio, uno degli edifici patrimonio DELL'UNESCO da Suzdal

Quasi tutti i partecipanti alla processione cantano ad alta voce salmi religiosi ortodossi, molto più stonati del quintetto blitz che ci aveva spaventato prima.

Cantano fino a quando la processione non entra attraverso il cancello stretto della Chiesa sinodale dell'icona iberica della Madre di Dio, loro destinazione finale.

La cerimonia religiosa ovattata ed estatica della Chiesa della Madre di Dio

I sacerdoti salgono la breve scalinata, depositano il reliquiario all'interno del tempio e si dispongono davanti all'altare, pronti per iniziare la liturgia. I fedeli sono distribuiti in piedi, sotto un grande lampadario e un'esuberante schiera di manufatti religiosi dorati, ghirlande e immagini di Sant'Eutimio.

Quando il sacerdote che guida la Messa inizia le preghiere e i canti, lo imitano con dedizione.

In una lenta miscela chimica, la profusione di candele accese, i numerosi fedeli e il clima della zona generano un respiro pesante che intensifica la miscela degli odori di cera bruciata, incenso e sudore.

I fedeli seguono l'Eucaristia consegnata a Dio.

Il sacerdote ortodosso tiene la croce d'oro pochi istanti prima che i fedeli alla messa inizino a baciarsi.

Godiamo della comunione, di altri riti e rituali che terminano poco dopo che i fedeli baciano un crocifisso d'oro che il sacerdote che dice la Messa tiene al petto.

Al termine della cerimonia, i fedeli tornano in strada, seguiti dai sacerdoti che ne approfittano per salutare con sentimento la Madre Superiora dell'annesso convento.

Saluto, anello d'oro della Russia Old Fashion, mille anni

Sacerdote ortodosso saluta una Madre Superiora a Suzdal

Suzdal, una città millenaria senza preoccupazioni per il tempo

In quella e in altre serate ci siamo goduti la vita tranquilla di Suzdal.

Gruppi di amici si sono radunati intorno a birre e chitarre davanti a un meandro di Kamenka, sul retro erboso dei portici del mercato.

Convivium con la chitarra, Anello d'oro della Russia Old Fashion, Mille anni

Un giovane suona la chitarra per due amici sull'alta riva del fiume Kamemka.

Sul lato opposto, i venditori si intrattengono con lunghi dialoghi interrotti solo quando compaiono gli acquirenti dei loro frutti di bosco.

Vediamo enormi stormi di corvi, ora svolazzanti, ora appollaiati, dediti a divorare i vermi e gli insetti sul prato davanti alla chiesa in legno di São Nicolau.

Bando Posado, Anello d'Oro della Russia Old Fashion, Mille anni

I corvi condividono un terreno erboso a Suzdal.

Laggiù, ammiriamo ancora cumulo nimbus scivolare minaccioso dietro la proiezione di cupole e croci ortodosse della Cattedrale della Natività della Vergine.

Cattedrale della Natività, Anello d'Oro della Russia Old Fashion, Mille anni

Cupole ortodosse della Cattedrale della Natività, parte del Cremlino di Suzdal.

Questi sarebbero stati gli ultimi giorni di pace incontrastata di Suzdal.

Siamo arrivati ​​sabato mattina. Abbiamo apprezzato molto il porridge di riso che Dona Irina aveva preparato per colazione.

Lasciammo Alexey ancora una volta nel settimo sonno e ci avviammo a piedi.

Rostov Velikij, Russia

Sotto le cupole dell'anima russa

È una delle città medievali più antiche e importanti, fondata durante le origini ancora pagane della nazione degli Zar. Alla fine del XV secolo, inglobato nel Granducato di Mosca, divenne un imponente centro di religiosità ortodossa. Oggi, solo lo splendore del Cremlino Mosca batte quella della tranquilla e pittoresca cittadella di Rostov Velikij.
Guwahati, India

La città che adora Kamakhya e la fertilità

Guwahati è la città più grande dello stato dell'Assam e dell'India nord-orientale. È anche uno dei più veloci al mondo. Per gli indù e i devoti credenti nel Tantra, non sarà un caso che Kamakhya, la dea madre della creazione, sia adorata lì.
Novgorod, Russia

La nonna vichinga di Madre Russia

Per quasi tutto il secolo scorso, le autorità dell'URSS hanno omesso parte delle origini del popolo russo. Ma la storia non lascia spazio a dubbi. Molto prima dell'ascesa e della supremazia degli zar e dei soviet, i primi coloni scandinavi fondarono la loro potente nazione a Novgorod.
Armenia

La culla del cristianesimo ufficiale

A soli 268 anni dalla morte di Gesù, una nazione sarà diventata la prima ad abbracciare la fede cristiana per decreto reale. Questa nazione conserva ancora la propria Chiesa Apostolica e alcuni dei più antichi templi cristiani del mondo. Viaggiando attraverso il Caucaso, li visitiamo sulle orme di Gregorio l'Illuminatore, il patriarca che ispira la vita spirituale dell'Armenia.
Suzdal, Russia

Secoli di devozione a un devoto monaco

Eutimio era un asceta russo del XIV secolo che si diede anima e corpo a Dio. La sua fede ha ispirato la religiosità di Suzdal. I fedeli della città lo venerano come il santo che è diventato.
San Pietroburgo, Russia

La Russia va controcorrente. segui la marina

La Russia dedica l'ultima domenica di luglio alle sue forze navali. Quel giorno, una folla visita grandi barche ormeggiate nel fiume Neva mentre marinai annegati nell'alcol prendono il controllo della città.
Suzdal, Russia

A Suzdal, Pepino è celebrato per Pepino

Con l'estate e il clima caldo, la città russa di Suzdal si rilassa dalla sua millenaria ortodossia religiosa. Il centro storico è anche famoso per avere i migliori cetrioli della nazione. Quando arriva luglio, trasforma il appena raccolto in una vera festa.
Isole Soloveckie, Russia

L'Isola Madre dell'Arcipelago Gulag

Ospitò uno dei più potenti domini religiosi ortodossi in Russia, ma Lenin e Stalin lo trasformarono in un gulag. Con la caduta dell'URSS, Solotsky ritrova pace e spiritualità.
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di "Delitto e castigo"

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
San Pietroburgo e Michaylovskoe, Russia

Lo scrittore che ha ceduto alla sua stessa trama

Alexander Pushkin è lodato da molti come il più grande poeta russo e il fondatore della moderna letteratura russa. Ma Pushkin ha anche dettato un epilogo quasi tragicomico alla sua vita prolifica.
Bolshoi Zayatsky, Russia

Misteriose Babilonia russe

Una serie di labirinti a spirale preistorici fatti di pietre decorano l'isola Bolshoi Zayatsky, parte dell'arcipelago delle Solovetsky. Privati ​​di spiegazioni su quando sono stati eretti o cosa significano, gli abitanti di questi angoli settentrionali d'Europa li trattano come vaviloni.
Bolshoi Soloveckij, Russia

Una celebrazione dell'autunno russo della vita

Ai margini dell'Oceano Artico, a metà settembre, il fogliame boreale risplende d'oro. Accolti da generosi ciceroni, lodiamo i nuovi tempi umani della grande isola di Solovetsky, famosa per aver ospitato il primo dei campi di prigionia dei Gulag sovietici.
Mosca, Russia

La Fortezza Suprema della Russia

Molti furono i cremlini costruiti, nel tempo, nella vastità del paese degli zar. Nessuno spicca, monumentale come quello della capitale Mosca, centro storico di dispotismo e arroganza che, da Ivan il Terribile a Vladimir Putin, nel bene e nel male, ha dettato le sorti della Russia.
Kronstadt, Russia

L'Autunno della Città-Isola Russa di Tutti i Crocevia

Fondata da Pietro il Grande, divenne il porto e la base navale a protezione di San Pietroburgo e della Grande Russia settentrionale. Nel marzo 1921 si ribellò ai bolscevichi che aveva sostenuto nella Rivoluzione d'Ottobre. In questo ottobre che stiamo attraversando, Kronstadt è ancora una volta ricoperta dello stesso esuberante giallo dell'incertezza.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Safari
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
Yak Kharka a Thorong Phedi, circuito dell'Annapurna, Nepal, yak
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 11º: yak karkha a Thorong Phedi, Nepal

Arrivo ai piedi della gola

In poco più di 6 km saliamo da 4018m a 4450m, alla base del Thorong La Gorge. Lungo la strada, ci siamo chiesti se quelli che sentivamo fossero i primi problemi di Altitude Evil. Non è mai stato un falso allarme.
Fogli da Bahia, Eternal Diamonds, Brasile
Architettura & Design
Lenzuola Bahia, Brasile

Lenzuola da Bahia: nemmeno i diamanti sono eterni

Nel XNUMX° secolo, Lençóis divenne il più grande fornitore mondiale di diamanti. Ma il commercio di gemme non è durato quanto previsto. Oggi, l'architettura coloniale che ha ereditato è il suo bene più prezioso.
Angel Falls, fiume che cade dal cielo, Angel Falls, PN Canaima, Venezuela
Aventura
P.N. Canaima, Venezuela

Kerepakupai, Angel Jump: Il fiume che cade dal cielo

Nel 1937, Jimmy Angel fece atterrare un aereo su un altopiano sperduto nella giungla venezuelana. L'avventuriero americano non trovò l'oro ma conquistò il battesimo della cascata più lunga sulla faccia della Terra
cowboy dell'Oceania, Rodeo, El Caballo, Perth, Australia
Cerimonie e Feste
Perth, Australia

Cowboy dell'Oceania

Il Texas è dall'altra parte del mondo, ma nel paese dei koala e dei canguri non mancano i cowboy. I rodei dell'entroterra ricreano la versione originale e 8 secondi durano non meno nell'Australia occidentale.
Crepuscolo al Parco Itzamna, Izamal, Messico
Città
izamal, Messico

La città messicana, Babbo Natale, Bela e Amarela

Fino all'arrivo dei conquistatori spagnoli, Izamal era un centro di culto del supremo dio Maya Itzamná e Kinich Kakmó, il sole. A poco a poco, gli invasori hanno raso al suolo le varie piramidi dei nativi. Al suo posto costruirono un grande convento francescano e una prolifica casa coloniale, con lo stesso tono solare in cui risplende la città ora cattolica.
Il focan di Lola, cibo ricco, Costa Rica, Guapiles
cibo
Il Fogon di Lola, Costa Rica

Il gusto della Costa Rica a El Fogón de Lola

Come suggerisce il nome, Fogón de Lola de Guapiles serve piatti preparati sui fornelli e al forno, secondo la tradizione della famiglia costaricana. In particolare, la famiglia di zia Lola.
Saida Ksar Ouled Soltane, festa di ksour, tataouine, tunisia
Cultura
Tataouine, Tunisia

Festival of the Ksour: castelli di sabbia che non crollano

Gli ksour furono costruiti come fortificazioni dai berberi del Nord Africa. Hanno resistito alle invasioni arabe ea secoli di erosione. Il Festival Ksour rende loro un doveroso omaggio ogni anno.
Nuoto, Western Australia, Aussie Style, Alba negli occhi
sportivo
Busselton, Australia

2000 metri in stile australiano

Nel 1853 Busselton fu dotata di uno dei pontoni più lunghi del mondo. mondo. Quando la struttura è crollata, i residenti hanno deciso di aggirare il problema. Dal 1996 lo fanno ogni anno. nuoto.
Erika Mae
In viaggio
Filippine

I proprietari della strada filippina

Con la fine della seconda guerra mondiale, i filippini consegnarono migliaia di jeep americane abbandonate e crearono il sistema di trasporto nazionale. Oggi, l'esuberante jeepneys sono per le curve
Vista da John Ford Point, Monument Valley, Nacao Navajo, Stati Uniti
Etnico
Monument Valley, EUA

Indiani o Cowboy?

I produttori iconici di western come John Ford hanno immortalato quello che è il più grande territorio dei nativi americani negli Stati Uniti. Oggi, nella Navajo Nation, i Navajo vivono anche nei panni di vecchi nemici.
portfolio, Got2Globe, Fotografia di viaggio, immagini, migliori fotografie, foto di viaggio, mondo, Terra
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Il migliore al mondo: il portfolio Got2Globe

Tetti grigi, Lijiang, Yunnan, Cina
Storia
Lijiang, Cina

Una città grigia ma piccola

Viste da lontano, le sue vaste case sono lugubri, ma i secolari marciapiedi e canali di Lijiang sono più popolari che mai. Una volta, questa città brillava come la grande capitale del popolo Naxi. Oggi, inondazioni di visitatori cinesi competono per il quasi parco a tema che è diventato una tempesta.
Versante est del vulcano, Isola di Fogo, Capo Verde
Isole
Isola del fuoco, Capo Verde

Intorno al fuoco

Il tempo e le leggi della geomorfologia imponevano che l'isola-vulcano di Fogo dovesse essere arrotondata come nessun altro a Capo Verde. Alla scoperta di questo esuberante arcipelago della Macaronesia, lo giriamo contro il tempo. Abbagliamo nella stessa direzione.
Corsa di renne, Kings Cup, Inari, Finlandia
bianco inverno
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
Cove, Big Sur, California, Stati Uniti
Letteratura
Big Sur, EUA

La costa di tutti i rifugiati

Lungo 150 km, la costa californiana è soggetta a una vastità di montagne, oceano e nebbia. In questa ambientazione epica, centinaia di anime tormentate seguono le orme di Jack Kerouac e Henri Miller.
Ghiacciaio Mendenhall, Alaska, Juneau
Natura
Ghiacciaio Mendenhall, Juneau, Alaska

Il ghiacciaio dietro Juneau

I nativi Tlingit chiamarono questo uno degli oltre 140 ghiacciai del Juneau Icefield. Meglio conosciuto per Mendenhall, negli ultimi tre secoli, il riscaldamento globale ha visto la sua distanza dalla piccola capitale dell'Alaska aumentare di oltre quattro chilometri.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Nube lenticolare, Mount Cook, Nuova Zelanda
Parchi Naturali
Mount Cook, Nova Zelândia

Nubi del Monte Fura

Aoraki/Mount Cook può essere molto al di sotto del tetto del mondo, ma è la montagna più imponente e più alta della Nuova Zelanda.
Ponte U Bein, Amarapura, Myanmar
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
ponte u-beinMyanmar

Il crepuscolo del ponte della vita

A 1.2 km, il ponte di legno più antico e lungo del mondo permette ai birmani di Amarapura di vivere il lago Taungthaman. Ma a 160 anni dalla sua costruzione, U Bein è nel suo crepuscolo.
Ooty, Tamil Nadu, Scenario di Bollywood, Look da rubacuori
personaggi
Ooty, India

Nella cornice quasi ideale di Bollywood

Il conflitto con il Pakistan e la minaccia del terrorismo hanno reso le riprese in Kashmir e Uttar Pradesh un dramma. In Ooty, possiamo vedere come questa ex stazione coloniale britannica abbia assunto il ruolo di primo piano.
Sesimbra, Vila, Portogallo, vista dall'alto
Spiagge
Sesimbra, Portogallo

Un villaggio toccato da Midas

Non sono solo Praia da California e Praia do Ouro a chiuderla a sud. Al riparo dalle furie dell'Atlantico occidentale, dotata di altre insenature immacolate e dotata di fortificazioni secolari, Sesimbra è oggi un prezioso paradiso per la pesca e la balneazione.
Barca sul fiume Giallo, Gansu, Cina
Religione
Bingling Sì, Cina

La gola dei mille Buddha

Per più di un millennio e almeno sette dinastie, i devoti cinesi hanno esaltato le loro credenze religiose con l'eredità di sculture in uno stretto stretto del fiume Giallo. Coloro che sbarcano alla Gola dei Mille Buddha, potrebbero non trovare tutte le sculture ma trovare uno splendido santuario buddista.
Treno Fianarantsoa a Manakara, TGV malgascio, locomotiva
Veicoli Ferroviari
Fianarantsoa-Manakara, Madagascar

A bordo del TGV malgascio

Partiamo da Fianarantsoa alle 7:3. Solo alle 170 del mattino seguente abbiamo completato i XNUMX km fino a Manakara. Gli indigeni chiamano questo treno quasi secolare Allena grandi vibrazioni. Durante il lungo viaggio, abbiamo sentito fortemente il cuore del Madagascar.
Distributori di bevande, Giappone
Società
Giappone

L'impero delle macchine per bevande

Ci sono più di 5 milioni di scatole luminose ultra-tecnologiche sparse in tutto il paese e molte altre lattine e bottiglie esuberanti di bevande invitanti. I giapponesi hanno smesso da tempo di resistergli.
il proiezionista
Vita quotidiana
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
Rottnest Island, Wadjemup, Australia, Quokka
Animali selvatici
Wadjemup, isola di Rottnest, Australia

Tra i Quokka e altri Spiriti Aborigeni

Nel XNUMX° secolo, un capitano olandese soprannominò quest'isola circondata da un turchese Oceano Indiano, “Rottnest, un nido di topi”. I quokka che gli sfuggivano erano, tuttavia, marsupiali, considerati sacri dagli aborigeni Whadjuk Noongar dell'Australia occidentale. Come l'isola edenica su cui i coloni britannici li martirizzarono.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.