desiderio, São Tomé, São Tome e Principe

Almada Negreiros: da Saudade all'eternità


Radio MP3 alimentata a batteria
Un ragazzo della zona di Saudade tiene in mano una radio Somitec.
Da Saudade al mondo
La nebbia aleggia sopra la casa-museo di Almada Negreiros.
tornare al desiderio
Un impiegato della Casa-Museo Almada Negreiros scende le scale del portico.
Banana con abbondanza
Grande mazzo di banane appeso al portico della Casa Museu Almada Negreiros de Saudade.
Figli di Saudade
Joaquim Victor, anche lui nato a Saudade, mostra un libro su Almada Negreiros.
Targhe commemorative
Com'è andata Roça?
Joaquim Victor mostra vecchie immagini di Roça Saudade.
Il balcone sulla giungla
Il portico superiore della Casa-Museo Almada Negreiros.
Minore
Case perse nella nebbia e nella vegetazione lussureggiante di Saudade.
Suono somiteco
Un ragazzo della zona di Saudade tiene in mano una radio Somitec.
La cima della Vecchia Roça
Il portico della Casa-Museo circondato dalla soglia della giungla del PN Obo.
Forma Negreiros
Figura rappresentativa di Almada Negreiros, ingresso della sua Casa-Museo di Saudade.
Almada Negreiros nasce nell'aprile del 1893 in una campagna di São Tomé. Alla scoperta delle sue origini, crediamo che l'esuberanza rigogliosa in cui ha iniziato a crescere abbia dato ossigeno alla sua feconda creatività.

Mentre stavamo quasi per raggiungere i domini umidi e rigogliosi dell'antica Roça Saudade, fummo distratti da uno strano spettacolo.

Le due sponde del pendio lastricato vi apparivano, come aiuole, fatte di una specie di cespi di cotone e foglie gialle, altre, più vecchie, di un'arancia consumata, tutte vittime di un autunno che il Sao Tomé equatoriale non lo so.

Apriamo le porte del Jimny per avere il senso del tatto. Siamo in questa esperienza quando due São Tomé appaiono dal fondo del pendio, camminando sul suddetto tappeto.

Uno di loro, il più giovane, indossa stivali di gomma, pantaloncini rossi e una polo sportiva blu, presunta divisa della squadra di football australiana di Camp David.

Di per sé, l'immagine si è già rivelata insolita. Come se non bastasse, il ragazzo ha al collo una radio con lettore MP3, portatile e particolare, del marchio Somitec, Made in China, né ci aspettavamo altro.

Abbiamo rilevato un po' di surrealismo nella scena. Ci sforziamo di ritrarlo. Il ragazzo tiene il telefono con entrambe le mani. Ci regala un sorridente presagio che ben si sposa con il verde fogliame dello sfondo.

Lui e l'adulto seguono il sentiero del velluto. Restammo ancora un momento ad esaminarlo.

Quando riprendiamo il viaggio, siamo colpiti da cosa sarebbe successo se, al posto nostro, fosse stata la poliedrica e irrequieta Almada Negreiros ad incrociare un quadro del genere, peraltro, nella sua terra.

Mentre lo riflettevamo, ci siamo arresi all'evidenza che, anche nel breve periodo in cui visse nel cuore dell'isola, le eccentricità equatoriali non sarebbero mancate.

Sao Tomé era in questione.

Poche isole nascondono l'esotismo selvaggio e da fine del mondo nel mezzo del mondo che São Tomé e Príncipe conservano.

Arrivo a Saudade e alla Casa-Museo Almada Negreiros

Completiamo la rampa. Poco dopo ci imbattiamo nello spazio di Roça Saudade.

Era delimitato da tre o quattro canne di bambù.

Di fronte a una figura tagliata e nera di Almada evidenziata in un giardino ben curato, davanti o dietro – la posizione della figura ci è parsa ambivalente – rispetto all'edificio ristrutturato della proprietà.

Siamo andati dall'altra parte della facciata. Una scala ad L ci conduce al basamento in muratura secolare dell'edificio, ora restaurato.

Abbiamo svelato il muro che riparava i gradini, illustrato con il famoso inizio “Basta pum Basta!” dal Manifesto Anti-Dantas, integrato con citazioni da Negreiros:

"Le persone che ammiro di più sono quelle che non finiscono mai". La civiltà è un fenomeno collettivo. La cultura è un fenomeno individuale». quest'ultimo, da “Cultura e Civilização” che il poeta inaugurò anche con “Una tavola piena di fagioli”.

Gioacchino Victor. Figlio di Saudade, mentore della Casa-Museo Almada Negreiros

Dall'altra parte del murale ci aspetta una nuova scala, questa in legno. E, al vertice, il giovane imprenditore Joaquim Victor, anche lui figlio di Saudade.

A Joaquim spetta il compito di restaurare la casa natale di Almada Negreiros, anche se, all'inizio, non sapeva – come quasi nessuno sapeva a São Tomé e Príncipe – che l'artista fosse di Roça Saudade.

Joaquim Victor, sentiva, dalle ore che passavano e dalla nostra aria stanca, che dovevamo recuperare le energie. Ci sediamo a un tavolo sulla terrazza del portico, con vista sulla giungla coperta di nebbia che si estende da lì verso l'Atlantico.

Joaquim Victor spiega che l'unico documento che descrive l'antica Roça Saudade è il libro “Almada Negreiros Africano” di padre António Ambrósio, missionario in São Tomé, uno scrittore dedito alla registrazione dei modi e dei costumi dell'isola, e che lo descrisse come segue:

"La casa natale di Almada, presso la sede di Roça Saudade, era sospesa su una profonda grotta e aperta ad est da un balcone in stile tropicale, affacciata su un mare di verde che, dopo la prima pausa, si diffondeva in maniera apparentemente un'onda dolce per diversi chilometri, a forma di ventaglio di pizzo, fino al mare dell'oceano.

 A tavola, al posto dei fagioli, Kim, come è anche noto, serve aguglie, accompagnate da patate dolci, melanzane e frutto della passione. Assaporiamo l'interno di São Tomé in una delizia che compete con la bellezza del paesaggio ai margini dell'enigmatico Parco Naturale di Ôbo.

Roça Saudade, la culla equatoriale di Almada Negreiros

Non è noto alla maggior parte dei portoghesi e persino agli amanti di Almada Negreiros che l'artista sia nato lì. E che visse in questi i primi anni della sua vita confini della clorofillina dell'Ecuador.

Joaquim Victor spiega che Almada Negreiros ha iniziato a essere scoperta a São Tomé e Príncipe solo nel 2014, a causa del suo intervento a Roça Saudade.

Da quel momento in poi, è diventata una sorta di moda storica che ha promosso.

A testimonianza della sua infanzia a São Tomé, il muro che circonda la scala mostra ancora parte di una delle poesie in cui Almada celebrava l'infanzia e l'affetto materno.

"Imparerò a memoria i passi della nostra casa. Poi vengo a sedermi accanto a te…”

"Madre! Metti la tua mano sulla mia testa! Quando mi metti una mano sulla testa è tutto così vero..."

La madre menzionata, Elvira Sobra de Almada Negreiros, era una ricca meticcia santomea. Suo marito, il padre di Almada, era António Lobo de Almada Negreiros, nato ad Aljustrel, tenente di cavalleria, giornalista, scrittore, saggista e massone. Successivamente fu nominato amministratore del comune di São Tomé.

La presenza di padre António Ambrósio nella vita della famiglia Negreiros

Padre António Ambrósio, di cui abbiamo già parlato, oltre ad essere una specie di cronista di São Tomé, era responsabile dei sacramenti nell'interno dell'isola.

Eseguì il battesimo della neonata Almada, nella Igreja da Trindade, oggi capoluogo del distretto di Mé-Zóchi. E lo raccontò così nel suo libro "Almada Negreiros africana"

«Il ventiquattro giugno dell'anno milleottocentonovantatrè, in questa Chiesa Parrocchiale della SS. Trinità, Comune di S. Thomé, Diocesi di S. Thomé e Príncipe, battezzai solennemente un individuo maschio, al quale ho dato il nome di – JOSÉ- e che è nato in questa parrocchia, a Fazenda Saudade, alle tre del mattino del sette del mcz d'aprile dell'anno milleottocentonovanta- tre, figlio illegittimo del figlio legittimo di António Lobo d'Almada Negreiros, sposato, nato in Portogallo, proprietario, agricoltore e Dona Elvira Sobral de Almada Negreiros, sposato, nato in questa parrocchia, proprietario, parrocchiani di questa parrocchia, residenti del suddetto Farm, nipote paterno di Pedro d'Almada Pereira e Margarida Francisca de Almada Lobo Branco de Negreiros. Era il padrino José António Freire Sobral, sposato, proprietario e agricoltore e madrina Dona Marianna Emília de Souza Sobral, sposato, proprietario e agricoltore, che so essere tutti loro. E per la cronaca, ho scritto questo record in duplice copia, che dopo essere stato letto e conferito davanti ai padrini, lo hanno firmato con me.

Suo padre António Lobo, anche lui un rinomato autore, ha insistito per dedicare una poesia dalla sua opera "equatoriale” alle riprese, il 7 aprile 1894, all'età di un anno.

Un anno! un bacio di luce

Sulla tua faccia, bambino!

speranza più dolce

Che fiorisce e seduce!

La mannaia non finisce mai

Che la tua fronte traduce,

Come un bacio di Gesù

Dalla madre in treccia virginea

La tragedia e il ritorno degli Almada Negreiros al Metropole

Nel 1895, appena due anni dopo aver dato alla luce José Sobral de Almada Negreiros, morì Elvira Negreiros. La morte della moglie ha ferito la “Suavíssima speranza” di António Lobo e il coraggio di continuare a São Tomé.

Indifeso, l'amministratore decise di tornare al Metropolis.

Ha vissuto, nei primi giorni, a Lisbona. Impegnò José Sobral e suo fratello António al Collegio dei Gesuiti a Campolide. Entrambi vi rimasero fino al 1910, quando l'Impianto della Repubblica decretò la chiusura dello stabilimento.

L'anno della svolta per il XNUMX° secolo sarebbe stato l'evento inevitabile dell'Esposizione Universale di Parigi. António Lobo è stato nominato responsabile del Pavilhão das Colónias di cui il Portogallo si vantava.

non abitava São Tomé.

José Sobral de Almada Negreiros, il predestinato Almada, è cresciuto a Roça Saudade solo fino all'età di due anni. Sarebbe impossibile trovare qualcosa della sua eredità artistica da Santome nella proprietà.

Preziosa eredità di Roça Saudade

Come fa notare Joaquim Victor, la realtà si rivelò diversa per quanto riguarda l'esperienza della famiglia in campagna fino alla fine dell'Ottocento.

“Nel tempo, la casa si è deteriorata molto. È diventato un pericolo latente per i bambini che vivevano dentro e intorno a Saudade, che si sono avventurati a esplorarlo e a giocare tra le sue rovine”.

Il lavoro di restauro curato da Kim è partito dalle fondamenta originarie della casa del portico. Sono stati realizzati a mano, con molta pazienza e con la gratificante scoperta di centinaia di pezzi dei tempi dei genitori e dei nonni di Almada.

Parte di loro proveniva da rinomate fabbriche di ceramiche portoghesi come Sacavém e Alcântara.

Joaquim, insistette per tenerli, con l'intenzione di smascherarli in seguito.

Ci discostiamo, per un attimo, dalla Casa Museu Almada Negreiros, con l'idea di dare un'occhiata alla vicina cascata di São Nicolau.

Al ritorno, un altro gruppo di studenti arriva nell'ex Roça Saudade, proveniente dal capitale, dei tanti che ora imparano a conoscere Almada nelle scuole.

E che, orgogliosi della loro città natale a São Tomé, si recano nel cuore dell'isola per visitarla, in introspettive incursioni nella cultura di São Tomé, in esplorazioni semi-ordinate della civiltà equatoriale dell'isola.

São Tome e Principe

Orti di cacao, Corallo e la Fabbrica di Cioccolato

All'inizio del sec Nel XNUMX° secolo, São Tomé e Príncipe hanno generato più cacao di qualsiasi altro territorio. Grazie alla dedizione di alcuni imprenditori, la produzione persiste ed entrambe le isole degustano il miglior cioccolato.
Príncipe, São Tome e Principe

Viaggio al Retiro Nobre sull'Isola del Principe

150 km di solitudine a nord della matriarca São Tomé, l'isola di Príncipe sorge dal profondo Atlantico in un paesaggio brusco e vulcanico di una montagna ricoperta di giungla. A lungo chiusa nella sua natura tropicale mozzafiato e in un passato luso-coloniale contenuto ma commovente, questa piccola isola africana ospita ancora più storie da raccontare che visitatori da ascoltare.
São Tomé, São Tomé e Príncipe

Viaggio dove São Tomé punta l'equatore

Ci dirigiamo verso la strada che collega l'omonimo capoluogo allo spigolo vivo dell'isola. Quando siamo arrivati ​​a Roça Porto Alegre, con l'isolotto di Rolas e l'Ecuador davanti, ci siamo persi più e più volte nel dramma storico e tropicale di São Tomé.
Ilhéu das Rolas, São Tome e Principe

Ilhéu das Rolas: São Tomé e Principe a Latitudine Zero

Il punto più meridionale di São Tomé e Príncipe, l'Ilhéu das Rolas è lussureggiante e vulcanica. La grande novità e punto di interesse di questa estensione insulare della seconda nazione africana più piccola è la coincidenza dell'attraversamento della Linea dell'Equatore.
São Tomé, São Tome e Principe

Attraverso il Tropical Cocuruto di São Tomé

Con l'omonimo capoluogo alle nostre spalle, ci siamo messi alla scoperta della realtà dell'azienda agricola Agostinho Neto. Da lì, abbiamo preso la strada costiera per l'isola. Quando finalmente l'asfalto si arrende alla giungla, São Tomé si è confermata in cima alle più belle isole africane.
São Tomé (città), São Tome e Principe

La capitale dei tropici santomei

Fondata dai portoghesi nel 1485, São Tomé prosperò per secoli, come la città, perché le merci in entrata e in uscita passavano attraverso l'omonima isola. L'indipendenza dell'arcipelago lo ha confermato come la capitale indaffarata in cui giravamo, sempre sudati.
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
San Pietroburgo e Michaylovskoe, Russia

Lo scrittore che ha ceduto alla sua stessa trama

Alexander Pushkin è lodato da molti come il più grande poeta russo e il fondatore della moderna letteratura russa. Ma Pushkin ha anche dettato un epilogo quasi tragicomico alla sua vita prolifica.
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di "Delitto e castigo"

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
Goias Velho, Brasile

Vita e lavoro di uno scrittore al margine

Nata a Goiás, Ana Lins Bretas ha trascorso gran parte della sua vita lontana dalla sua famiglia castrante e dalla città. Tornando alle sue origini, ha continuato a ritrarre la mentalità prevenuta della campagna brasiliana.
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Big Sur, EUA

La costa di tutti i rifugiati

Lungo 150 km, la costa californiana è soggetta a una vastità di montagne, oceano e nebbia. In questa ambientazione epica, centinaia di anime tormentate seguono le orme di Jack Kerouac e Henri Miller.
Centro São Tomé, São Tome e Principe

Da Roça a Roça, verso il Cuore Tropicale di São Tomé

Sulla strada tra Trindade e Santa Clara, ci imbattiamo nel terrificante passato coloniale di Batepá. Passando per i campi Bombaim e Monte Café, la storia dell'isola sembra essersi diluita nel tempo e nell'atmosfera intrisa di clorofilla della giungla santomea.
Roca Sundy, Ilha do Principe, São Tome e Principe

La certezza della teoria della relatività

Nel 1919, Arthur Eddington, un astrofisico britannico, scelse il Sundy Garden per provare la famosa teoria di Albert Einstein. Più di un secolo dopo, il nord dell'isola di Príncipe che lo ha accolto è ancora tra i luoghi più belli dell'universo.
Riserva Masai Mara, Masai Land Trip, Kenya, Masai Convivialità
Safari
Masai Mara, Kenia

Riserva del Masai Mara: Viaggio nella terra dei Masai

La savana di Mara divenne famosa per il confronto tra milioni di erbivori ei loro predatori. Ma, in una sconsiderata comunione con la fauna selvatica, sono gli umani Masai a distinguersi di più.
Adoratori accendono candele, tempio della Grotta di Milarepa, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
Architettura & Design
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia
Aventura
A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia

Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.
Gelato, Moriones Festival, Marinduque, Filippine
Cerimonie e Feste
Marinduque, Filippine

Quando i romani invadono le Filippine

Anche l'Impero d'Oriente non è andato così lontano. Durante la Settimana Santa, migliaia di centurioni si impadroniscono di Marinduque. Lì vengono rievocati gli ultimi giorni di Longino, legionario convertito al cristianesimo.
Vista della Serra do Cume, Isola di Terceira, Azzorre Ímpares
Città
Isola Terceira, Azzorre

Isola di Terceira: viaggio attraverso un arcipelago delle Azzorre

Fu chiamata l'Isola di Gesù Cristo e da tempo irradia il culto del Divino Spirito Santo. È sede di Angra do Heroísmo, la città più antica e splendida dell'arcipelago. Ci sono solo due esempi. Gli attributi che rendono unica l'isola di Terceira sono impareggiabili.
giovane commessa, nazione, pane, uzbekistan
cibo
Valle di Fergana, Uzbekistan

Uzbekistan, la nazione a cui non manca il pane

Pochi paesi usano cereali come l'Uzbekistan. In questa repubblica dell'Asia centrale, il pane gioca un ruolo vitale e sociale. Gli uzbeki lo producono e lo consumano con devozione e in abbondanza.
Equitazione nei toni dell'oro
Cultura
El Calafate, Argentina

I Nuovi Gaucho della Patagonia

Intorno a El Calafate, al posto dei soliti pastori a cavallo, incontriamo allevatori equestri gauchos e altri che esibiscono, per la gioia dei visitatori, la vita tradizionale della pampa dorata.
Spettatore, Melbourne Cricket Ground-Regole di calcio, Melbourne, Australia
sportivo
Melbourne, Australia

Calcio dove gli australiani regolano le regole

Sebbene praticato dal 1841, il football australiano conquistò solo una parte della grande isola. L'internazionalizzazione non è mai andata oltre la carta, frenata dalla concorrenza del rugby e del calcio classico.
Composizione sul ponte a nove archi, Ella, Sri Lanka
In viaggio
PN Yala-Ella- Kandy, Sri Lanka

Viaggio nel cuore del tè dello Sri Lanka

Lasciamo il lungomare di PN Yala verso Ella. Sulla strada per Nanu Oya, ci spostiamo attraverso la giungla su rotaie, tra le piantagioni del famoso Ceylon. Tre ore dopo, sempre in macchina, entriamo a Kandy, la capitale buddista che i portoghesi non sono mai riusciti a conquistare.
Vanuatu, crociera a Wala
Etnico
Wala, Vanuatu

Cruzeiro à Vista, la Fiera Settles Arraiais

In gran parte di Vanuatu, i giorni dei "nobili selvaggi" del popolo sono alle spalle. In tempi incompresi e trascurati, il denaro ha guadagnato valore. E quando le grandi navi con i turisti arrivano al largo di Malekuka, i nativi si concentrano su Wala e sulla fatturazione.
arcobaleno nel Grand Canyon, un esempio di luce fotografica prodigiosa
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 1)

E c'era Luce sulla Terra. Sapere come usarlo.

Il tema della luce in fotografia è inesauribile. In questo articolo, ti diamo alcune nozioni di base sul suo comportamento, per cominciare, solo e solo in termini di geolocalizzazione, ora del giorno e anno.
Key West Mural, Florida Keys, Stati Uniti
Storia
Key West, EUA

Il selvaggio West tropicale degli Stati Uniti

Siamo giunti alla fine della Overseas Highway e all'ultima ridotta della propaganda Florida Keys. Il Stati Uniti continentali qui si arrendono a un'abbagliante vastità marina color smeraldo-turchese. E un sogno ad occhi aperti del sud alimentato da una sorta di incantesimo caraibico.
Isola di Sentosa, Singapore, Famiglia sulla spiaggia artificiale di Sentosa
Isole
Sentosa, Singapore

L'evasione e il divertimento di Singapore

Era una roccaforte in cui i giapponesi uccisero prigionieri alleati e ospitarono truppe che inseguivano sabotatori indonesiani. Oggi l'isola di Sentosa combatte la monotonia che si è impadronita del paese.
Oulu Finlandia, il passaggio del tempo
bianco inverno
Oulu, Finlândia

Oulu: un'ode all'inverno

Situata nella parte nord-orientale del Golfo di Botnia, Oulu è una delle città più antiche della Finlandia e la sua capitale settentrionale. A soli 220 km dal Circolo Polare Artico, anche nei mesi più freddi offre una prodigiosa vita all'aria aperta.
Ombra vs Luce
Letteratura
Kyoto, Giappone

Il Tempio di Kyoto risorto dalle ceneri

Il Padiglione d'Oro è stato risparmiato dalla distruzione più volte nel corso della storia, comprese le bombe sganciate dagli Stati Uniti, ma non ha resistito al disturbo mentale di Hayashi Yoken. Quando lo ammiravamo, brillava come non mai.
Mucca Cachena a Valdreu, Terras de Bouro, Portogallo
Natura
Gerês Fields -Terras de Bouro, Portogallo

Attraverso Campos do Gerês e Terras de Bouro

Continuiamo in un lungo tour a zigzag attraverso i domini di Peneda-Gerês e Bouro, dentro e fuori il nostro Parco Nazionale unico. In questa una delle zone più idolatrate del nord del Portogallo.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Parchi Naturali
ghiacciai

Pianeta blu-ghiacciato

Si formano ad alte latitudini e/o altitudini. In Alaska o in Nuova Zelanda, in Argentina o in Cile, i fiumi di ghiaccio sono sempre impressionanti visioni di una Terra tanto gelida quanto inospitale.
San Juan, Città Vecchia, Porto Rico, Reggaeton, Flag at Gate
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
San Juan, Porto Rico (parte 2)

Al ritmo del reggaeton

I portoricani irrequieti e fantasiosi hanno reso San Juan la capitale mondiale del reggaeton. Al ritmo preferito della nazione, hanno riempito la loro "città murata" con altre arti, colori e vita.
Controllo corrispondenza
personaggi
Rovaniemi, Finlândia

Dalla Lapponia finlandese all'Artico, Visita alla Terra di Babbo Natale

Stanchi di aspettare che il vecchio barbuto scendesse dal camino, abbiamo ribaltato la storia. Abbiamo approfittato di un viaggio nella Lapponia finlandese e siamo passati davanti alla sua casa nascosta.
Balo Beach Creta, Grecia, l'isola di Balos
Spiagge
Balos a Seitan Limani, Creta, Grecia

L'olimpo balneare di Chania

Non è solo Chania, la polis secolare, immersa nella storia mediterranea, nell'estremo nord-est di Creta ad abbagliare. Rinfrescandola, i suoi abitanti e visitatori, Balos, Stavros e Seitan, tre delle coste più esuberanti della Grecia.

Occupazione cinese del Tibet, Tetto del mondo, Le forze di occupazione
Religione
Lhasa, Tibete

La demolizione della campana del tetto del mondo

Qualsiasi dibattito sulla sovranità è accessorio e una perdita di tempo. Chiunque voglia lasciarsi abbagliare dalla purezza, dall'affabilità e dall'esotismo della cultura tibetana dovrebbe visitare il territorio il prima possibile. L'avidità della civiltà Han che muove la Cina non impiegherà molto a seppellire il Tibet millenario.
Treno Kuranda, Cairns, Queensland, Australia
Veicoli Ferroviari
Cairns-Kuranda, Australia

Treno per il mezzo della giungla

Costruita a Cairns per salvare i minatori isolati nella foresta pluviale dalla fame a causa delle inondazioni, nel tempo la ferrovia del Kuranda è diventata il pane quotidiano di centinaia di australiani alternativi.
Vivace autobus ad Apia, nelle Samoa occidentali
Società
Samoa  

Alla ricerca del tempo perduto

Per 121 anni è stata l'ultima nazione sulla Terra a cambiare giorno. Ma Samoa si rese conto che le sue finanze erano in ritardo e, alla fine del 2012, decise di trasferirsi a ovest sulla LID - International Date Line.
il proiezionista
Vita quotidiana
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
Scogliere sopra la Valle della Desolazione, vicino a Graaf Reinet, Sud Africa
Animali selvatici
Graaf Reinet, Sud Africa

Una lancia boera in Sud Africa

All'inizio del periodo coloniale, esploratori e coloni olandesi erano terrorizzati dal Karoo, una regione di grande caldo, grande freddo, grandi inondazioni e grandi siccità. Fino a quando la Compagnia olandese delle Indie orientali non fondò lì Graaf-Reinet. Da allora, la quarta città più antica del nazione arcobaleno prosperò in un affascinante crocevia della sua storia.
I suoni, Parco Nazionale di Fiordland, Nuova Zelanda
Voli panoramici
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.