Mount Cook, Nova Zelândia

Nubi del Monte Fura


in sospensione
L'escursionista attraversa un ponte sospeso sul fiume Hooker.
in Dispersione
L'acqua di fusione scorre dalle alture delle Alpi meridionali nel flusso bluastro del lago Pukaki.
Approssimazione
Gli escursionisti si avvicinano ai piedi di Aoraki/Mount Cook
in equilibrio
Un rifugio alpino vertiginosamente installato sul ciglio di una ripida rupe nelle Alpi meridionali.
scaglie di ghiaccio
Frammenti di ghiaccio scolpiti dall'erosione ai piedi di un ripido pendio sotto la vetta del Monte Cook.
fiume di ghiaccio
Il fiume Hooker alimentato dallo scioglimento dei ghiacci delle Alpi meridionali.
Spedizione allo Zodiaco
Gruppo di visitatori a bordo di uno zodiak, nel lago formato dal ghiacciaio Tasman.
Ice & Berg
Gli iceberg galleggiano nel lago formato dal fronte di ablazione del ghiacciaio Tasman.
Puro Ghiaccio, Puro Ghiaccio
La guida parla dell'antico ghiaccio del ghiacciaio Tasman, che scorre dalle alture delle Alpi meridionali.
Dietro la nebbia
Mount Cook dietro una fitta nebbia sul lago Pukaki.
cappello a nuvola
Sommità dell'Aoraki Mount Cook accompagnata da una nuvola lenticolare.
Un sentiero privilegiato
Gli escursionisti camminano lungo una passerella sopra la zona umida sulle rive del fiume Hooker.
piccola valanga
La neve cade da una scogliera rocciosa nelle vicinanze del Monte Cook.
In Sospeso II
Ponte sospeso sul fiume Hooker, nel cuore dell'Aoraki Mount Cook National Park.
Aoraki del Crepuscolo
Aoraki/Monte Cook appare dietro le montagne più vicine all'omonimo villaggio.
Aoraki/Mount Cook può essere molto al di sotto del tetto del mondo, ma è la montagna più imponente e più alta della Nuova Zelanda.

Dopo alcune decine di chilometri su una delle tante pianure bucoliche di Canterbury, la strada sale ed entra nel maestoso dominio delle Alpi Meridionali.

Vediamo il turchese del lago Pukaki sfidare l'azzurro e, sulla sponda opposta, il panorama mentre viaggiamo. Una nebbia persistente macchia l'ambiente di accenni di bianco e, dietro, in stile astucci colorati Caran d'Ache, spicca il grandioso Aoraki/Monte Cook.

Mount Cook nella nebbia, Alpi meridionali, Nuova Zelanda

Mount Cook dietro una fitta nebbia sul lago Pukaki.

La cittadina di Twizel appare poco dopo e ci permette di fare rifornimento di carburante ed energia. Apprezziamo brevemente il panorama da una prospettiva laterale e proseguiamo verso le alte pendici della catena montuosa.

Arrivo in ritardo a Mount Cook, il villaggio

Il monte Cook, paese omonimo e ultima tappa del percorso, si conferma al termine di una vasta alluvione dipinta di giallo da un breve fieno fradicio.

Accoglie avventurieri da decenni e si è rivelato una sorta di prima conquista per i cicloturisti che vediamo arrivare, sfiniti, al Ostello internazionale della gioventù sito.

Molti alpinisti si sono regalati il ​​calore dei piccoli chalet lì installati, preziosi momenti di stimolo per la stessa sfida: la conquista della grande montagna.

Escursionista sul ponte sospeso, parco nazionale di Aoraki Mount Cook, Nuova Zelanda

L'escursionista attraversa un ponte sospeso sul fiume Hooker.

L'irresistibile richiamo del tetto della Nuova Zelanda

Dal 1882, Mount Cook attrae alpinisti. La prima spedizione fu formata dal reverendo irlandese William Green, dallo svizzero Emil Boss e dalla guida alpina svizzera Ulrich Kaufman.

Sospinti da una meteorologia misericordiosa, questo trio ha scalato la montagna senza grandi incidenti e ha celebrato l'impresa in alto, tornando alla base e per un po' più a lungo. Fino a quando rivali e giudici apparentemente imparziali non li hanno confrontati con una realtà crudele: erano stati a 50 m dalla vetta effettiva del prospetto.

Cliff Hut, Alpi del Sud, Nuova Zelanda

Un rifugio alpino vertiginosamente installato sul ciglio di una ripida rupe nelle Alpi meridionali.

Per diversi alpinisti kiwi la notizia della loro umiliazione ha portato sollievo. Tom Fyfe, George Graham e Jack Clark desideravano da tempo quel trionfo.

Otto mesi dopo, spinti dalle voci sulla visita di altri rinomati alpinisti europei, si affrettarono a spostarsi alla base della montagna, conquistarono il ghiacciaio Hooker, proseguirono lungo il versante nord e raggiunsero la vetta il giorno di Natale del 1884. in questi giorni, il suo l'abilità sta nello sfondo oscuro della memoria.

Iceberg, Lago Tasman, Nuova Zelanda

Gli iceberg galleggiano nel lago formato dal fronte di ablazione del ghiacciaio Tasman.

Le origini della Nuova Zelanda di Edmund Hillary

L'hotel Hermitage è stato fondato a Mount Cook nello stesso anno. Siamo passati davanti alle sue strutture rinnovate la mattina dopo il nostro arrivo e abbiamo visto come gli ospiti giapponesi – ma non solo – si fotografano con entusiasmo accanto a una statua nera che contempla la montagna.

Abbiamo presto dimostrato che era un tributo a Edmund Hillary, l'apicoltore neozelandese che ha oscurato la fama dei suoi tre connazionali e di tutti gli alpinisti del mondo, salendo con il sherpa Il nepalese Tenzing Norgay, sotto il tuo tetto.

Fin dalla tenera età, Hillary è stata attratta dalla scoperta e dal successo. Al liceo sognavo già le Alpi meridionali. Iniziò a praticare quella che sarebbe diventata la sua grande abilità a metà degli anni '30 e conquistò la prima vetta, il Monte Ollivier (1933 m), nel 1939.

Ad un certo punto, si unì alla Royal New Zealand Air Force e prestò servizio nella seconda guerra mondiale come navigatore. Questa missione inaspettata lo salvò da una produzione estiva di miele di cui era già mezzo stufo e che stava diventando sempre meno redditizia. Gli diede accesso a un mondo reale, di cui aveva costruito una vasta immaginazione leggendo innumerevoli libri di avventura.

Una volta tornato a casa e ripresosi da un incidente militare nelle Isole Salomone, ha nuovamente ceduto al richiamo della montagna.

Hooker River, Parco Nazionale del Monte Cook, Nuova Zelanda

Il fiume Hooker alimentato dallo scioglimento dei ghiacci delle Alpi meridionali.

Edmund Hillary e il Monte Cook. Un allenamento per la conquista definitiva dell'Everest

Conquistò il Monte Cook con tale facilità da ripetere la salita l'anno successivo, come una sorta di allenamento per le sfide molto più impegnative che stava per affrontare.

Nel 1951, nell'ambito di spedizioni di ricognizione, iniziò il suo rapporto alpinistico con l'Himalaya. Due anni dopo, si unì a una spedizione britannica di oltre 400 persone (tra cui 360 facchini e 20 guide). sherpa) guidato da John Hunt.

Su sue istruzioni, Hillary ha collaborato con il sherpa Tenzing, uno dei pochi che, contro la superstizione imperante dell'etnia, aspirava agli stessi successi degli alpinisti occidentali.

Tra diversi incidenti, Hillary e Tenzing finirono per ricevere l'ordine da Hunt di avanzare verso la vetta. Lo raggiunsero con enorme fatica, alle 11 del mattino del 29 marzo 1953.

Sulla via del ritorno alla base, Hillary disse al suo compagno George Lowe, la prima persona che vide: “Bene George, abbiamo picchiato quel bastardo MENO".

Lago Pukaki e ruscelli, Alpi meridionali, Nuova Zelanda

L'acqua di fusione scorre dalle alture delle Alpi meridionali nel flusso bluastro del lago Pukaki.

L'inevitabile consacrazione dell'alpinista dell'Impero Britannico

Dopo tre mesi aveva ricevuto diverse onorificenze e decorazioni, comprese quelle di Cavaliere Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico.

Mentre viaggiamo attraverso la Nuova Zelanda, lo vediamo, ogni giorno, con la sua aria rozza e semplice, sul retro di banconote da cinque dollari.

Edmund Hillary è stato per molti anni l'unico kiwi vivente a guadagnarsi questa distinzione. Ha insistito sul fatto che la montagna per accompagnare il suo profilo fosse Aoraki/Monte Cook e non l'Everest, in onore della passione che ha sempre avuto per alpi meridionali.

I neozelandesi e la gente dell'Hotel Hermitage lo hanno ripagato con un Centro alpino e Museo a lui dedicato. La stessa dove ci siamo seduti davanti a uno schermo, estasiati come decine di altri visitatori, a ripercorrere tutta la sua vita, prima di incamminarci per il sentiero che porta alla base del prospetto che lo ha ispirato, in un clima soleggiato ma freddo e ventoso pomeriggio. .

Nonostante quell'attenzione patriottica, Edmund Percival Hillary ha continuato a scalare le montagne dell'Himalaya, 10 in tutto. Non si è fermato qui. Arrivato al Polo Sud, parte di una spedizione transantartica del Repubblica.

Alti e bassi successivi nella vita di Edmund Hillary

Nel 1977 non fu vittima del disastro aereo del volo TWA 266 perché in ritardo. Lo fece di nuovo due anni dopo quando un caro amico, Peter Mulgrew, lo sostituì a bordo dell'Air New Zealand 901 che si schiantò contro il monte Erebus in Antartide, uccidendo tutte le 257 persone a bordo.

Hillary ha mantenuto la sua passione per la scoperta e l'avventura fino a molto tardi, e solo le azioni di beneficenza e ambientali in Nepal e in altre parti del mondo hanno gareggiato con questo aspetto. Ma la fortuna non poteva sorridergli per sempre. Nel 1988, all'età di 88 anni, ha ceduto a un infarto.

L'Aoraki/Monte Cook della sua giovinezza sopravvive a una presunta eternità ma ha anche le sue battute d'arresto. Nel 1991 dalla cima nord sono caduti tra i 12 ei 14 milioni di metri cubi di roccia e ghiaccio, riducendolo di circa 10 metri.

Ponte sospeso, parco nazionale di Aoraki Mount Cook, Nuova Zelanda

Ponte sospeso sul fiume Hooker, nel cuore dell'Aoraki Mount Cook National Park.

Una lunga passeggiata attraverso Aoraki/Mount Cook National Park

Lasciamo il comfort dell'hotel Hermitage e ci incamminiamo sul sentiero che si snoda lungo il letto roccioso del fiume Hooker e lo attraversa su un ponte sospeso. La valle è giallo-verdastra, ricca di vegetazione succulenta divorata da numerosi branchi.

Avanzando sul fieno o sui ciottoli, ci avviciniamo alla scintillante vetta innevata che fa capolino tra le v buie formate da due pendii già in ombra. Quaranta minuti dopo, siamo molto più vicini alle colline e l'angolo di visione è diverso.

Nube lenticolare, Mount Cook, Nuova Zelanda

Sommità dell'Aoraki Mount Cook accompagnata da una nuvola lenticolare.

Rivela un'eccentrica nuvola lenticolare che persiste sulla vetta come a registrare i toni con cui il crepuscolo colora la montagna.

Ci sediamo su rocce levigate dall'erosione glaciale e facciamo lo stesso. Fino a quando la notte non si avvicina e il freddo diventa impossibile da sopportare.

Aoraki e la leggenda maori che lo eternizza

Secondo la leggenda Maori, fu il freddo a creare quella stessa montagna. Aoraki era un ragazzo figlio di Rakinui, il padre del Cielo. Durante il suo viaggio intorno a Madre Terra, la sua canoa si incagliò su una scogliera e si capovolse. Aoraki ei fratelli salirono in cima ed evitarono di affondare.

Ma il vento del sud li ha congelati e li ha trasformati in pietra. La canoa divenne l'Isola del Sud della Nuova Zelanda, Aoraki, la più alta sull'omonima vetta e i fratelli sul restante alpi meridionali.

Per secoli, i coloni europei ci hanno sentito pronunciare la parola Aorangi – la versione Ngai Tahu dei Maori della regione – e l'hanno interpretata nel senso di nubifragio quando gli indigeni si riferivano effettivamente a una persona.

Parco nazionale del cuoco di Aoraki-Mount, Nuova Zelanda

Aoraki/Monte Cook appare dietro le montagne più vicine all'omonimo villaggio.

La nozione deviante divenne popolare ma, nonostante l'incomprensione, l'affermazione dei nativi fu ripresa e Aoraki, equiparato nella nomenclatura ufficiale della Nuova Zelanda a Mount Cook.

Quest'ultimo, a sua volta, fu ceduto alla montagna da un certo capitano John Lort Stokes, un ufficiale che serviva il a bordo dell'HMS Beagle – che decise così di onorare il più famoso dei navigatori britannici.

Nelson a Wharariki, PN Abele Tasman, Nova Zelândia

La costa Maori dove gli europei hanno dato la costa

Abel Janszoon Tasman ha esplorato di più delle nuove mappe e dei mitici "Terra australis" quando un errore ha inasprito i contatti con i nativi di un'isola sconosciuta. L'episodio ha inaugurato la storia coloniale di Nova Zelândia. Oggi, sia la costa divina su cui è avvenuto l'episodio, sia i mari che la circondano, evocano il navigatore olandese.
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Wanaka, Nova Zelândia

Quanto è buono nel Campo dos Antipodes

Se la Nuova Zelanda è nota per la sua tranquillità e intimità con la natura, Wanaka supera ogni immaginazione. Situato in un ambiente idilliaco tra il lago omonimo e il mistico Monte Aspirante, è diventato luogo di culto. Molti kiwi aspirano a cambiare la loro vita lì.
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
Penisola di Banks, Nova Zelândia

Il frammento della terra divina della penisola di Banks

Dall'alto, il rigonfiamento più evidente sulla costa orientale dell'Isola del Sud sembra essere imploso più e più volte. Vulcanica ma verdeggiante e bucolica, la Banks Peninsula racchiude nella sua geomorfologia quasi a ruota dentata l'essenza della vita sempre invidiabile della Nuova Zelanda.
Monte Denali, Alaska

Il Sacro Soffitto del Nord America

Gli indiani Athabascan lo chiamavano Denali, o il Grande, e ne venerano la superbia. Questa splendida montagna ha suscitato l'avidità degli alpinisti e una lunga serie di salite da record.
napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30 - Tour del Calhambeque

In una città ricostruita in stile Art Déco e con un'atmosfera da "anni folli" e oltre, il mezzo di trasporto appropriato sono le eleganti auto d'epoca di quell'epoca. A Napier sono ovunque.

Mal di montagna: non male. Fa schifo!

Quando si viaggia, a volte ci troviamo di fronte alla mancanza di tempo per esplorare un luogo tanto imperdibile quanto elevato. La medicina e le precedenti esperienze con la malattia da altitudine impongono di non rischiare di salire in fretta.
ghiacciai

Pianeta blu-ghiacciato

Si formano ad alte latitudini e/o altitudini. In Alaska o in Nuova Zelanda, in Argentina o in Cile, i fiumi di ghiaccio sono sempre impressionanti visioni di una Terra tanto gelida quanto inospitale.
Christchurch, Nova Zelândia

Il maledetto stregone della Nuova Zelanda

Nonostante la sua notorietà agli antipodi, Ian Channell, lo stregone della Nuova Zelanda, non fu in grado di prevedere o prevenire diversi terremoti che colpirono Christchurch. A 88 anni, dopo 23 anni di contratto con il Comune, rilascia dichiarazioni troppo controverse e finisce per essere licenziato.
Fiordland, Nova Zelândia

I fiordi degli antipodi

Una stranezza geologica ha reso la regione del Fiordland la più cruda e imponente della Nuova Zelanda. Anno dopo anno, molte migliaia di visitatori adorano il sottodominio patchwork tra Te Anau e Milford Sound.
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Nova Zelândia  

Quando contare le pecore fa dormire

20 anni fa, la Nuova Zelanda aveva 18 pecore per ogni abitante. Per ragioni politiche ed economiche, la media si è dimezzata. Agli antipodi, molti allevatori sono preoccupati per il loro futuro.
Napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30

Devastato da un terremoto, Napier è stato ricostruito in un Art Deco quasi al piano terra e vive fingendo di essersi fermato negli anni Trenta. I suoi visitatori si arrendono all'atmosfera del Grande Gatsby che trasuda la città.
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.
Baia delle Isole, Nova Zelândia

Nucleo di civiltà della Nuova Zelanda

Waitangi è il luogo chiave dell'indipendenza e della coesistenza di lunga data dei nativi Maori con i coloni britannici. Nella circostante Baia delle Isole si celebra l'idilliaca bellezza marina degli antipodi della Nuova Zelanda, ma anche la complessa e affascinante nazione kiwi.
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
ippopotami, parco nazionale di chobe, botswana
Safari
PN Chobe, Botswana

Chobe: un fiume al confine tra vita e morte

Chobe segna il divario tra il Botswana e tre dei suoi paesi vicini, Zambia, Zimbabwe e Namibia. Ma il suo letto capriccioso ha una funzione molto più cruciale di questa delimitazione politica.
Adoratori accendono candele, tempio della Grotta di Milarepa, circuito dell'Annapurna, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
Bertie a Jalopy, Napier, Nuova Zelanda
Architettura & Design
Napier, Nova Zelândia

Ritorno agli anni '30

Devastato da un terremoto, Napier è stato ricostruito in un Art Deco quasi al piano terra e vive fingendo di essersi fermato negli anni Trenta. I suoi visitatori si arrendono all'atmosfera del Grande Gatsby che trasuda la città.
lagune e fumarole, vulcani, PN tongaro, nuova zelanda
Aventura
Tongariro, Nova Zelândia

I vulcani di tutte le discordie

Alla fine del XIX secolo, un capo indigeno cedette i vulcani del PN Tongariro alla corona britannica. Oggi, una parte significativa del popolo Maori rivendica le proprie montagne di fuoco dai coloni europei.
Dragon Dance, Moon Festival, Chinatown-San Francisco-Stati Uniti d'America
Cerimonie e Feste
San Francisco, EUA

Con la testa sulla luna

Arriva settembre e i cinesi di tutto il mondo celebrano i raccolti, l'abbondanza e l'unione. L'enorme sino-comunità di San Francisco si dà anima e corpo al più grande Festival della Luna della California.
corteo sfarzoso
Città
Suzdal, Russia

Mille anni di Russia antiquata

Era una capitale sontuosa quando Mosca era solo un villaggio rurale. Lungo il percorso perse rilevanza politica ma accumulò la più grande concentrazione di chiese, monasteri e conventi nel paese degli zar. Oggi, sotto le sue innumerevoli cupole, Suzdal è tanto ortodossa quanto monumentale.
cibo
Mercati

Un'economia di mercato

La legge della domanda e dell'offerta determina la loro proliferazione. Che siano generici o specifici, coperti o all'aperto, questi spazi dedicati alla compravendita e allo scambio sono espressioni di vita e di salute finanziaria.
Conversazione tra fotocopie, Inari, Parlamento di Babele della Nazione Sami Lapponia, Finlandia
Cultura
Inari, Finlândia

Il Parlamento di Babele della Nazione Sami

La nazione Sami comprende quattro paesi che interferiscono nella vita della loro gente. Nel parlamento di Inari, in vari dialetti, i Sami si governano come meglio possono.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Scenario marziano del deserto bianco, Egitto
In viaggio
Deserto Bianco, Egitto

La scorciatoia egiziana per Marte

In un momento in cui la conquista del vicino del sistema solare è diventata un'ossessione, una parte orientale del deserto del Sahara ospita un vasto paesaggio correlato. Invece dei 150-300 giorni stimati necessari per raggiungere Marte, decollamo dal Cairo e, in poco più di tre ore, facciamo i primi passi nell'Oasi di Bahariya. Intorno, quasi tutto ci fa sentire il tanto agognato Pianeta Rosso.
Case in miniatura, Chã das Caldeiras, vulcano Fogo, Capo Verde
Etnico
Chã das Caldeiras, Isola del fuoco Capo Verde

Un clan “francese” alla Misericordia del Fuoco

Nel 1870 si fermò un conte nato a Grenoble in viaggio verso l'esilio brasiliano Capo Verde dove le bellezze autoctone lo imprigionarono nell'isola di Fogo. Due dei suoi figli si stabilirono nel mezzo del cratere del vulcano e continuarono a creare prole lì. Nemmeno la distruzione causata dalle recenti eruzioni ha spostato i prolifici Montronds dalla “contea” da loro fondata a Chã das Caldeiras.    
arcobaleno nel Grand Canyon, un esempio di luce fotografica prodigiosa
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 1)

E c'era Luce sulla Terra. Sapere come usarlo.

Il tema della luce in fotografia è inesauribile. In questo articolo, ti diamo alcune nozioni di base sul suo comportamento, per cominciare, solo e solo in termini di geolocalizzazione, ora del giorno e anno.
Candia, Dente di Buddha, Ceylon, lago
Storia
Kandy, Sri Lanka

Incursione nella Radice Dentale del Buddismo Singalese

Situata nel cuore montuoso dello Sri Lanka, alla fine del XV secolo Kandy divenne la capitale del regno dell'antico Ceylon, che resistette ai successivi tentativi coloniali di conquista. Divenne anche il suo nucleo buddista, a cui continua a contribuire il fatto che conservi un sacro dente del Buddha.
Visitatore, Michaelmas Cay, Grande Barriera Corallina, Australia
Isole
Michaelmas Cay, Australia

Le miglia del Natale (parte I)

In Australia, viviamo il più insolito del 24 dicembre. Salpiamo per il Mar dei Coralli e atterriamo su un isolotto idilliaco che condividiamo con le sterne dal becco arancione e altri uccelli.
Chiesa della Santa Trinità, Kazbegi, Georgia, Caucaso
bianco inverno
Kazbegi, Georgia

Dio nelle alture del Caucaso

Nel XIV secolo, i religiosi ortodossi si ispirarono a un eremo che un monaco aveva costruito a 4000 m di altitudine e arroccato una chiesa tra la vetta del monte Kazbek (5047 m) e il villaggio ai piedi. Sempre più visitatori affollano questi luoghi mistici ai margini della Russia. Come loro, per arrivarci ci sottomettiamo ai capricci della sconsiderata Georgia Military Road.
Vista dalla cima del monte Vaea e la tomba, il villaggio di Vailima, Robert Louis Stevenson, Upolu, Samoa
Letteratura
Upolu, Samoa

L'isola del tesoro di Stevenson

All'età di 30 anni, lo scrittore scozzese iniziò a cercare un posto che lo salvasse dal suo corpo maledetto. Ad Upolu e nei Samoani trovò un accogliente rifugio al quale diede il suo cuore e la sua anima.
Napali Coast e Waimea Canyon, Kauai, rughe hawaiane
Natura
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
El Tatio Geyser, Atacama, Cile, Tra il ghiaccio e il caldo
Parchi Naturali
El Tátio, Cile

Geyser El Tatio – Tra il ghiaccio e il caldo dell'Atacama

Circondato da vulcani supremi, il campo geotermico di El Tatio deserto di Atacama appare come un miraggio dantesco di zolfo e vapore a una quota ghiacciata di 4200 m. I suoi geyser e le sue fumarole attirano orde di viaggiatori.
Atene, Grecia, cambio della guardia in piazza Syntagma
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Atene, Grecia

La Città che Perpetua la Metropoli

Dopo tre millenni e mezzo, Atene resiste e prospera. Da belligerante città-stato, divenne la capitale della vasta nazione ellenica. Modernizzato e sofisticato, conserva, in un nucleo roccioso, l'eredità della sua gloriosa Era Classica.
aggie grey, samoa, pacifico meridionale, Marlon Brando Fale
personaggi
Apia, Samoa Occidentali

La padrona di casa del Pacifico meridionale

venduto hamburger ai GI nella seconda guerra mondiale e ha aperto un hotel che ha accolto Marlon Brando e Gary Cooper. Aggie Grey è morta nel 2, ma la sua eredità di ospitalità sopravvive nel Pacifico meridionale.
Crociera Princess Yasawa, Maldive
Spiagge
Maldive

Crociera alle Maldive tra isole e atolli

Portata dalle Fiji per navigare alle Maldive, la principessa Yasawa si è adattata bene ai nuovi mari. Di norma bastano uno o due giorni di itinerario per far emergere l'autenticità e il piacere della vita a bordo.
Religione
Circuito dell'Annapurna: 5° - Ngawal a BragaNepal

Verso Braga. I nepalesi.

Abbiamo trascorso un'altra mattinata di tempo glorioso alla scoperta di Ngawal. Segue un breve viaggio verso Manang, la città principale sulla strada per l'apice del circuito dell'Annapurna. Abbiamo soggiornato a Braga (Braka). Il borgo si sarebbe presto rivelato una delle sue tappe più indimenticabili.
White pass yukon train, Skagway, Gold route, Alaska, USA
Veicoli Ferroviari
Skagway, Alaska

Una variante della corsa all'oro nel Klondike

L'ultima grande corsa all'oro americana è ormai lontana. Oggi, centinaia di navi da crociera riversano ogni estate migliaia di visitatori benestanti nelle strade piene di negozi di Skagway.
religioso militare, muro del pianto, bandiera del giuramento IDF, Gerusalemme, Israele
Società
Gerusalemme, Israele

Festa al Muro del Pianto

Non solo le preghiere e le preghiere rispondono al luogo più sacro dell'ebraismo. Le sue antiche pietre sono state per decenni testimoni del giuramento di nuove reclute dell'IDF e hanno fatto eco alle grida euforiche che ne sono seguite.
il proiezionista
Vita quotidiana
Sainte-Luce, Martinique

Un sano proiezionista

Dal 1954 al 1983 Gérard Pierre ha proiettato molti dei famosi film che sono arrivati ​​in Martinica. A 30 anni dalla chiusura della stanza dove lavorava, era ancora difficile per questo nativo nostalgico cambiare bobina.
Pecore ed escursionisti a Mykines, Isole Faroe
Animali selvatici
Mykines, Isole Faroe

Nell'estremo ovest delle Faroe

Mykines stabilisce il confine occidentale dell'arcipelago delle Faroe. Ospitò 179 persone ma la durezza del ritiro ebbe la meglio. Oggi, lì sopravvivono solo nove anime. Quando la visitiamo, troviamo l'isola dedita alle sue mille pecore e alle inquiete colonie di pulcinelle di mare.
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.