Florida Keys, EUA

Il trampolino di lancio dei Caraibi degli Stati Uniti


strada caraibica
Barca a vela indipendente su Manatee Creek, a poche miglia da Key Largo.
libertà d'oro
Bagnante in acque poco profonde su una spiaggia a Bahia Honda State Park.
Collegare
Il cartello indica l'accesso alla Overseas Highway, una successione di ponti sul confine orientale del Golfo del Messico.
tropicalità
Un bagnante passeggia lungo la costa del Bahia Honda State Park.
la spiaggia possibile
Delineazione del parcheggio di Anne's Beach, a sud di Islamorada.
O 900136
Identificazione catalogata di un Crocodile Crossing, in rotta verso Key Largo.
Lotto di attracco
Motoscafi ormeggiati in un ingresso Lower Matecumbe Key.
Un'occasione per il caso
Pedoni sulla vecchia struttura autostradale della Florida East Coast Railway di Henry Flagler nel Bahia Honda State Park
"File pellicano"
I pellicani dominano una passerella del molo su Matecumbe Key
mettere all'ombra
La sicurezza controlla l'ingresso di uno dei tanti resort privati ​​sulla spiaggia.
L'altra parte
Il sole illumina uno dei lunghi ponti di cemento sull'autostrada d'oltremare.
tra le mangrovie
I bagnanti si godono le acque del John Kennencamp Marine Park, vicino a Key Largo.
Locusta
monumento kitsch all'aragosta e all'eccentrico mare delle Florida Keys a Islamorada.
incantesimo notturno
Twilight prende il controllo di Anne's Beach, appena fuori Islamorada.
un comodo approdo
Torre di segnalazione marina al largo del John Kennencamp Marine Park.
strada sul mare
Vista sull'autostrada d'oltremare da Pigeon Key.
spiaggia d'argento
Attimi prima del tramonto su una spiaggia del Parco Nazionale di Bahia Honda, con la vecchia linea ferroviaria sullo sfondo.
alla coca cola
I pellicani guardano alla loro opportunità come un pescatore esca un grosso pesce appena fuori Islamorada.
Da questo lato
Pescatori su un ponte laterale e inferiore della Overseas Highway, una lunga successione di ponti stradali
via del mare
Segnali stradali e nelle acque caraibiche del John Kennencamp Marine Park, al largo di Key Largo.
Os Stati Uniti i continenti sembrano finire, a sud, nella sua capricciosa penisola della Florida. Non si fermano qui. Più di cento isole di corallo, sabbia e mangrovie formano un'eccentrica distesa tropicale che ha sedotto a lungo i vacanzieri nordamericani.

Sono le dieci e mezza del mattino. Miami Ero indietro di un'ora e novanta chilometri. Avevamo anche lasciato la distesa verde e fradicia delle Southern Glades e proseguito verso l'origine della US Hwy 1, in gran parte chiamata Overseas Highway perché la sua struttura in asfalto e cemento poggia sul mare.

Questa strada emblematica negli Stati Uniti ci ha portato attraverso la regione anfibia dei Sounds of the Florida Keys, sia attraverso viadotti sopraelevati di fronte alla vastità di mangrovie e alberi allagati, sia attraverso strade sterrate ma dove recinzioni e successivi cartelli di divieto hanno mantenuto il paesaggio circostante inaccessibile. .

Non era per meno. A immagine delle famose Everglades, le Southern Glades e la sua estensione marina rimangono selvagge fino alla fine.

Paludose e labirintiche, ospitano specie come coccodrilli americani, alligatori e pantere della Florida (puma endemici) che, di fronte a necessità e opportunità, non sprecherebbero un pasto umano.

È, quindi, con un certo sollievo che vediamo apparire una deviazione sulla strada verso una rocca dove, tutto sembrava, potevamo tranquillamente scendere dall'auto e rilassare le gambe.

Pelican Cay RV Park: un insolito rifugio dalle radure

Un cartello indicava l'eminenza di un parco camper Pelican Cay. Un secondo segnale ci ha avvisato che ci trovavamo in una zona di “Incrocio di coccodrilli” e una stampa graffiti sul muro che delimitava la strada specificava che si trattava della zona di attraversamento dei rettili US1 900136.

Crocodile Crossing, vicino al parco camper Pelican Cay, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Identificazione catalogata di un Crocodile Crossing in rotta verso Key Largo.

Le autorità facevano catalogare e controllare gli animali ei loro movimenti. A differenza di noi, che abbiamo subito sospettato che non avremmo dovuto rimanere lì ancora a lungo.

Ci imbattiamo in un parcheggio e un complesso ricreativo privato e custodito da abbinare. Prima di raggiungere il portico d'ingresso, un nuovo avviso con diritto alla traduzione in castigliano attira la nostra attenzione “Nessun dispositivo di raffreddamento, nessun cibo o bevanda esterna".

I proprietari prendevano sul serio il loro diritto al profitto. In modo tale che la guardia giurata addetta al cancello ci fa aprire il bagagliaio e perquisisce l'abitacolo e il bagagliaio alla ricerca di trasgressioni.

Gli diciamo che daremo un'occhiata in giro. L'impiegato si rilassa dai suoi compiti e ci concede l'ingresso.

Una base elaborata per la pesca

Attraversiamo un grande open bar dal look da resort.

Solo dall’altra parte ci siamo accorti di essere sul bordo di uno dei tanti bracci di mare che attraversavano la regione, quello chiamato Manatee Creek che collegava quel lembo di terra all’immensità marina delle Florida Keys.

Manatee Creek, Florida, Stati Uniti d'America

Barca a vela presente su Manatee Creek, a poche miglia da Key Largo

In assenza di sabbia, vista la pericolosità animale di quelle acque, il complesso funzionava come una delle innumerevoli tane dove alloggiavano i pescatori della Florida.

Da dove salpavano per la pesca d'altura, dove vivevano insieme e si scambiavano le loro avventure nelle notti ben irrigate.

Le stanze dello stabilimento, su palafitte, si affacciavano sul canale.

Invece delle auto – come avveniva in quasi tutti i motel sparsi per il Stati Uniti – avevano alle porte moli e lance munite di grosse canne da pesca.

Ci sedemmo qualche istante per esaminare il luogo. Abbiamo anche seguito la partenza di due di queste navi in ​​alto mare. Poi abbiamo ripreso il nostro viaggio.

Verso il lungo trampolino di lancio della Florida

Da lì, la US Hwy 1 ha continuato a sud-ovest fino a quando non ha incontrato la lunga barriera di terra che separava le Florida Keys dal Mar dei Caraibi. Lo abbiamo intersecato a Key Largo, il più grande dei Keys (isolotti), con quasi 53 km di lunghezza. Key Largo è una mecca delle immersioni.

La sua costa meridionale si affaccia su una barriera corallina ben conservata che attrae in massa gli amanti dello snorkeling e dei subacquei nel suo John PennenKamp Coral Reef State Park, il primo parco sottomarino del EUA

tra le mangrovie

Quando siamo passati di lì, il forte vento e uno strato persistente di nuvole hanno ridotto quasi a zero la visibilità subacquea.

Desiderosi di mantenere intatta la reputazione seducente e tropicale di quella soglia dei Caraibi, rimaniamo a terra.

Abbiamo studiato come gli americani in vacanza si sono divertiti lì, impegnati in spedizioni in kayak e paddleboard tra le mangrovie, per praticare abbonamenti a calcio o per leggere nelle calette nascoste dal verde del mare.

Intanto inizia a piovere. Era il pretesto ideale per abbreviare un altro ritorno alla strada. Avevamo un appuntamento per rimanere a Islamorada. La meta della giornata era a 40 km. Su questo tratto, lo splendore e l'ardita ingegneria dell'Overseas Highway cominceranno a sorprenderci.

Viaggio nella storia delle Florida Keys

Intorno al 1920, la peculiare distesa insulare della Florida suscitò grande interesse da parte degli investitori immobiliari.

Interessati a valorizzare migliaia di ettari ai margini dell'arcipelago che avrebbero fatto la gioia della comunità di pescatori del paese, questi investitori si sono alleati con Miami Circolo automobilistico.

Con la ferrovia ormai completata e il servizio di traghetti che trasportavano i veicoli in alcune zone insufficiente, sembrava a tutti che la costruzione di una strada sarebbe stata non solo fattibile ma urgente.

A poco a poco e nonostante successivi insuccessi, il progetto fu portato a termine anche se gli spazi tra le isole più lontane continuarono a dipendere dai traghetti.

Indicazione di accesso a un ponte della Overseas Highway, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Il cartello indica l'accesso alla Overseas Highway, una successione di ponti sul confine orientale del Golfo del Messico.

Dopo le difficoltà finanziarie della Grande Depressione degli anni '30, i lavori furono ripresi.

Migliaia di uomini, ancora squalificati dalla partecipazione alla Prima Guerra Mondiale e privi di reddito, costruirono una lunga e unica autostrada marina, in gran parte basata su pilastri fissi sul fondo del mare.

Nel 1935 un ciclone di categoria 5 colpì la zona.

Distrusse gran parte delle infrastrutture stradali e uccise 400 lavoratori, più della metà dei quali erano veterani della Prima Guerra Mondiale e, in alcuni casi, anche le loro famiglie. La catastrofe ha costretto le autorità ad interrompere la costruzione.

Una volta dissipata l'intensa polemica sollevata dall'uragano, essa sarebbe ripresa su una strada diversa.

L’intera Overseas Highway dal sud della Florida a Key West su cui stavamo percorrendo non sarebbe stata aperta fino al 1938.

L'anno successivo, il presidente Roosevelt lo visitò con la dovuta pompa e circostanza.

Archi d'oro della Overseas Highway, Florida Keys, Stati Uniti d'America.

Il sole illumina uno dei lunghi ponti di cemento della Overseas Highway.

Da Key Largo scendiamo lungo la stretta striscia di terra che, come per misericordia geologica, ha lasciato in eredità millenni al Mar dei Caraibi.

La Overseas Highway è stata imposta sulla più grande di tutte le Florida Keys, una lunga catena che si estende da Biscaine Bay, a sud di Miami, e si estende per quasi 200 km fino all'improbabile punta peninsulare di Key West, la più grande delle sue città.

Ingresso Lower Matecumbe Key, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Barche ormeggiate in un ingresso Lower Matecumbe Key.

Seven Mile Bridge e poche miglia in più a Key West

Arrivati ​​a Islamorada, che ci avrebbe accolto quella notte, ci siamo sistemati in albergo. Siamo subito partiti alla sua scoperta.

Una realtà di cui dovremmo essere consapevoli in quel contesto marginale ma pur sempre capitalista dell'epoca EUA, ci ha sorpreso.

Non importa quanto ci provassimo, l’accesso all’imminente linea costiera era monopolizzato da proprietà private, case vacanza, alberghi, resort e simili.

Via Islamorada con mare blu sullo sfondo

La sicurezza sorveglia l'ingresso di uno dei tanti resort privati ​​sulla spiaggia.

Di tanto in tanto si affacciava alla fine di una stradina laterale che permetteva la vista dell'oceano, a tratti insoliti, poco o per nulla attraenti.

A soli 10 km a sud-ovest, ci siamo imbattuti in una spiaggia pubblica, una zona di sabbia punteggiata di mangrovie che la bassa marea ritirata ha rivelato, come rivelato dall'immenso letto superficiale davanti a noi.

Anne's Beach era più adatta per i tour anfibi dei Caraibi che per la balneazione.

Ingresso alla spiaggia di Anne, Islamorada, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Delineazione del parcheggio di Anne's Beach, a sud di Islamorada

Lo abbiamo abbandonato in cerca di alternative. A Lower Matecumbe Key abbiamo trovato “Robbies”, un nuovo angolo surreale del Tasti, un complesso di bar-terrazza, attrezzato con negozi di pesca e di souvenir con ampliamento ad una nuova darsena.

Parte dei suoi vialetti costeggiavano stagni pieni di grossi pesci.

I visitatori acquistavano secchi di esche e si divertivano dando loro da mangiare. Come previsto, i pellicani caraibici sono diventati clienti abituali lì.

Dock di Matecumbe Key, Florida Keys, Stati Uniti d'America

I pellicani dominano una passerella in un molo di Matecumbe Key

Quando siamo arrivati ​​lì, stavano pattugliando i passaggi pedonali.

Rubavano pezzi di pesce e se li contendevano a gran voce, divertendo le famiglie che lì pranzavano o si preparavano a salpare per i loro sacri pomeriggi di pesca.

Seven Mile Bridge e poche miglia in più a Key West

Da Islamorada a sud, viaggiamo letteralmente sul Mar dei Caraibi con “salti” e soste investigative ad altre intriganti puledre. Abbiamo superato Vaca Key e Boot Key.

Poco dopo entriamo nel Seven Mile Bridge, il più lungo delle Florida Keys, con i suoi 11.2 km.

Mantiene la compagnia parallela del ponte originale, molto più stretto, ancora considerato una meraviglia dell'ingegneria mondiale quando fu completato nel 1916.

Il lavoro è dovuto principalmente all'ossessione di Henry Flagler, un magnate del petrolio che ha scommesso di prendersi il suo Ferroviaria della Florida East Coast de Miami, sul mare, a Key West.

Flagler spese 30 milioni di dollari di tasca propria in quella che venne chiamata "Flagler's Madness".

Nel settembre del 1935, il ciclone più potente colpì il EUA devastò gran parte della struttura.

Overseas Highway vista da Pigeon Key, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Vista sull'autostrada d'oltremare da Pigeon Key

Pigeon Key: un'eredità della determinazione di Henry Flagler

Ci spostiamo verso Pigeon Key, isolotto ed ex campo dove, tra il 1908 e il 1912, circa 400 delle migliaia di lavoratori assunti da Flagler vivevano per 1.5 dollari al giorno.

Lì abbiamo conosciuto tante altre curiosità e avventure, protetti da un'altra improvvisa ondata d'acqua nei vecchi edifici del museo.

Da Pigeon Key, procediamo verso Bahia Honda Key e Bahia Honda State Park. Lì, infine, le Florida Keys svelano un po' del loro lato balneare: sabbie coralline bianche, palme da cocco che svettano sopra una foresta di mangrovie, ma non solo.

costa di Bahia Honda State Park, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Un bagnante passeggia lungo la costa del Bahia Honda State Park.

Gli ibis vagavano per la spiaggia in cerca di cibo, anche tra i bagnanti che prendevano il sole invernale o si divertivano nell'acqua bassa.

Passò anche il vecchio Seven Mile Bridge. Prima perso tra le cime degli alberi di cocco. Presto, si estendeva lungo il mare in tutta la sua eccentricità geometrica di cemento e acciaio.

Il sole cade all'orizzonte. Trasforma il ponte e la spiaggia in una sagoma insolita, in uno sfondo di pizzo che riceve la prima pittura d'argento, per quanto d'oro, di quel nobile tardo pomeriggio.

Spiaggia del Parco Nazionale di Bahia Honda, con la vecchia linea ferroviaria, Florida Keys, Stati Uniti d'America

Attimi prima del tramonto su una spiaggia del Parco Nazionale di Bahia Honda, con la vecchia linea ferroviaria sullo sfondo.

vecchia struttura stradale della Florida East Coast Railway di Henry Flagler nel Bahia Honda State Park, Florida Keys

Pedoni sulla vecchia struttura stradale della Florida East Coast Railway di Henry Flagler nel Bahia Honda State Park

È già buio quando entriamo a Key West, la città più meridionale degli Stati Uniti continentali e il punto abitato più avanzato della nazione yankee nelle Florida Keys.

a immagine di Alaska, Key West si è guadagnata la reputazione di essere un po' squilibrato. Come teorizzano con orgoglio alcuni residenti, “è come se avessero scosso il loro EUA e tutti i matti caddero sul fondo.

A Key West, dedicheremo un articolo separato come la città.

COME ANDARE: 

Prenota e vola con TAP Air Portugal – TAP opera voli giornalieri da Lisbona a Miami.

Aereo TAP

Miami, Florida, EUA

La porta dell’America Latina

Non solo la posizione privilegiata, tra un oceano lussureggiante e il verde della Everglades, con i vasti Caraibi appena a sud. È tropicale, clima e comfort culturale e modernità urbana esemplare. Sempre più in spagnolo, in un contesto latinoamericano.
Miami Spiaggia, EUA

La spiaggia di tutte le vanità

Poche coste concentrano, allo stesso tempo, tanto calore e manifestazioni di fama, ricchezza e gloria. Situata nell'estremo sud-est degli Stati Uniti, Miami Beach è accessibile tramite sei ponti che la collegano al resto della Florida. È magro per il numero di anime che lo desiderano.
Little Havana, EUA

L'Avana degli anticonformisti

Nel corso dei decenni e fino ad oggi, migliaia di cubani hanno attraversato lo Stretto della Florida alla ricerca della terra della libertà e dell'opportunità. Con gli Stati Uniti a soli 145 km di distanza, molti non sono andati oltre. La sua Little Havana a Miami è oggi il quartiere più emblematico della diaspora cubana.
Key West, EUA

Il selvaggio West tropicale degli Stati Uniti

Siamo giunti alla fine della Overseas Highway e all'ultima ridotta della propaganda Florida Keys. Il Stati Uniti continentali qui si arrendono a un'abbagliante vastità marina color smeraldo-turchese. E un sogno ad occhi aperti del sud alimentato da una sorta di incantesimo caraibico.
Miami, EUA

Un capolavoro di riabilitazione urbana

All'inizio del 25° secolo, il quartiere di Wynwood era ancora pieno di fabbriche e magazzini abbandonati e pieni di graffiti. Tony Goldman, un astuto investitore immobiliare, acquistò oltre XNUMX proprietà e fondò un parco murale. Molto più che rendere omaggio ai graffiti lì, Goldman ha fondato il grande bastione della creatività di Miami.
Key West, Stati Uniti

Parco giochi caraibico di Hemingway

Espansivo come sempre, Ernest Hemingway ha definito Key West "il posto migliore in cui sia mai stato...". Nelle profondità tropicali degli Stati Uniti contigui, ha trovato l'evasione e un divertimento folle e ubriaco. E l'ispirazione per scrivere con intensità da abbinare.
Kennedy Space Center, Florida, Stati Uniti

La rampa di lancio del programma spaziale americano

Viaggiando attraverso la Florida, abbiamo deviato dall'orbita programmata. Puntiamo alla costa atlantica di Merrit Island e Cape Canaveral. Lì abbiamo esplorato il Kennedy Space Center e seguito uno dei lanci con cui la compagnia Space X e gli Stati Uniti puntano ora allo spazio.
Saint Augustine, Florida, EUA

Ritorno agli Primordi della Florida Ispanica

La diffusione di attrattive turistiche di discutibile gusto diventa superficiale se si tiene conto dello spessore storico in questione. Questa è la città abitata più lunga negli Stati Uniti contigui. Da quando gli esploratori spagnoli lo fondarono nel 1565, St. Agostino resiste quasi a tutto.
ancorare a Homer, EUA

Viaggio fino alla fine dell'autostrada dell'Alaska

Se Anchorage è diventata la città più grande del 49° stato degli Stati Uniti, Homer, a 350 km di distanza, è la sua strada senza uscita più famosa. I veterani di queste terre considerano questa strana lingua di terra un terreno sacro. Venerano anche il fatto che, da lì, non possono andare da nessuna parte.
strade imperdibili

Grandi viaggi, grandi viaggi

Con nomi pomposi o semplici codici stradali, alcune strade attraversano scenari davvero sublimi. Dalla Road 66 alla Great Ocean Road, sono tutte avventure di guida imperdibili.
Grande Strada dell'Oceano, Australia

Ocean Out, attraverso il Greater South Australia

Una meta preferita dai residenti dello stato australiano del Victoria, la rotta B100 svela una costa sublime modellata dall'oceano. Ci sono voluti solo pochi chilometri per capire perché si chiamava The Great Ocean Road.
Alice Springs a Darwin, Australia

Stuart Road, sulla strada per il Top End australiano

Do Red Center fino al tropicale Top End, la Stuart Highway corre per oltre 1.500 chilometri solitari attraverso l'Australia. Lungo il percorso, il Territorio del Nord cambia radicalmente aspetto ma rimane fedele alla sua anima ruvida.
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
Grand Canyon, EUA

Viaggio attraverso l'abisso del Nord America

Il fiume Colorado e gli affluenti iniziarono a confluire nell'omonimo altopiano 17 milioni di anni fa, esponendo metà del passato geologico della Terra. Hanno anche scolpito una delle sue viscere più sbalorditive.
Monte Denali, Alaska

Il Sacro Soffitto del Nord America

Gli indiani Athabascan lo chiamavano Denali, o il Grande, e ne venerano la superbia. Questa splendida montagna ha suscitato l'avidità degli alpinisti e una lunga serie di salite da record.
Juneau, Alaska

La piccola capitale della Grande Alaska

Da giugno ad agosto, Juneau scompare dietro le navi da crociera che attraccano al suo molo marginale. Tuttavia, è in questa piccola capitale che si decide il destino del 49° stato nordamericano.
Monument Valley, EUA

Indiani o Cowboy?

I produttori iconici di western come John Ford hanno immortalato quello che è il più grande territorio dei nativi americani negli Stati Uniti. Oggi, nella Navajo Nation, i Navajo vivono anche nei panni di vecchi nemici.
Talkeetna, Alaska

Lo stile di vita dell'Alaska di Talkeetna

Un tempo un semplice avamposto minerario, Talkeetna è stato ringiovanito nel 1950 per servire gli scalatori del Monte McKinley. Il villaggio è di gran lunga il più alternativo e accattivante tra Anchorage e Fairbanks.
Las Vegas, EUA

Dove il peccato perdona sempre

Proiettata dal deserto del Mojave come un miraggio al neon, la capitale nordamericana del gioco e dell'intrattenimento è vissuta come una scommessa al buio. Lussureggiante e avvincente, Vegas non impara né si pente.
Navajo Nation, EUA

Attraverso Navajo Nation Lands

Da Kayenta a Page, passando per Marble Canyon, esploriamo l'altopiano del Colorado meridionale. Drammatica e desertica, le ambientazioni di questo dominio indigeno ritagliato in Arizona si rivelano magnifiche.
Jabula Beach, Kwazulu Natal, Sud Africa
Safari
Santa Lucia, Sud Africa

Un'Africa selvaggia come Zulu

All'eminenza della costa del Mozambico, la provincia del KwaZulu-Natal ospita un inaspettato Sud Africa. Spiagge deserte costellate di dune, vasti estuari e colline ricoperte di nebbia riempiono questa terra selvaggia bagnata anche dall'Oceano Indiano. È condiviso dai sudditi della sempre orgogliosa nazione Zulu e da una delle faune più prolifiche e diversificate del continente africano.
I giovani camminano lungo la strada principale di Chame, Nepal
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Visitatori a Talisay Ruins, Negros Island, Filippine
Architettura & Design
Talisay città, Filippine

Monumento a un Amore Luso-Filippino

Alla fine del 11° secolo, Mariano Lacson, un contadino filippino, e Maria Braga, una donna portoghese di Macao, si innamorarono e si sposarono. Durante la gravidanza di quello che sarebbe diventato il suo undicesimo figlio, Maria ha ceduto a una caduta. Distrutto, Mariano costruì un palazzo in suo onore. Nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, il palazzo fu bruciato, ma le eleganti rovine sopravvissute perpetuano la loro tragica relazione.
Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia
Aventura
A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia

Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.
ombra di successo
Cerimonie e Feste
Champoton, Messico

Rodeo sotto i sombreri

Champoton, a Campeche, ospita una fiera in onore della Virgén de La Concepción. o rodeo Il messicano sotto i sombreri locali rivela l'eleganza e l'esperienza dei cowboy della regione.
Nissan, Moda, Tokyo, Giappone
Città
Tokyo, Giappone

Moda di Tokyo

Nel Giappone ultra popoloso e ipercodificato, c'è sempre spazio per più raffinatezza e creatività. Che siano nazionali o importati, è nella capitale che iniziano a sfilare i nuovi look giapponesi.
cibo
Mercati

Un'economia di mercato

La legge della domanda e dell'offerta determina la loro proliferazione. Che siano generici o specifici, coperti o all'aperto, questi spazi dedicati alla compravendita e allo scambio sono espressioni di vita e di salute finanziaria.
Jingkieng Wahsurah, ponte delle radici del villaggio di Nongblai, Meghalaya, India
Cultura
Meghalaya, India

Ponti di popoli che mettono radici

L'imprevedibilità dei fiumi nella regione più umida della terra non ha mai scoraggiato Khasi e Jaintia. Di fronte all'abbondanza di alberi ficus elastico nelle loro valli queste etnie si abituavano a modellare rami e ceppi. Dalla loro tradizione perduta nel tempo, hanno lasciato in eredità centinaia di abbaglianti ponti di radici alle generazioni future.
Corsa di renne, Kings Cup, Inari, Finlandia
sportivo
Inari, Finlândia

La corsa più pazza in cima al mondo

I lapponi finlandesi gareggiano con le loro renne da secoli. Nella finale della Kings Cup - Porokuninkuusajot - si affrontano a grande velocità, ben al di sopra del Circolo Polare Artico e ben sotto lo zero.
metodi di pagamento in viaggio, shopping all'estero
In viaggio
Viaggiare non costa

Il prossimo viaggio, non far volare i tuoi soldi

Non solo il periodo dell'anno e l'anticipo con cui prenotiamo voli, soggiorni, ecc. influiscono sul costo di un viaggio. I metodi di pagamento che utilizziamo in tutte le destinazioni possono fare una grande differenza.
Forte di São Filipe, Città Vecchia, Isola di Santiago, Capo Verde
Etnico
Cidade Velha, Capo Verde

Cidade Velha: l'antica città delle città tropico-coloniali

Fu il primo insediamento fondato dagli europei al di sotto del Tropico del Cancro. In un momento cruciale per l'espansione portoghese in Africa e in Sud America e per la tratta degli schiavi che l'accompagnò, Cidade Velha divenne un'eredità toccante ma inevitabile di origini capoverdiane.

arcobaleno nel Grand Canyon, un esempio di luce fotografica prodigiosa
Portfolio fotografico Got2Globe
Luce Naturale (parte 1)

E c'era Luce sulla Terra. Sapere come usarlo.

Il tema della luce in fotografia è inesauribile. In questo articolo, ti diamo alcune nozioni di base sul suo comportamento, per cominciare, solo e solo in termini di geolocalizzazione, ora del giorno e anno.
Magome a Tsumago, Nakasendo, Way Medieval Japan
Storia
Magome Tsumago, Giappone

Da Magome a Tsumago: il percorso sovraffollato per il Giappone medievale

Nel 1603 lo shogun Tokugawa dettò il rinnovamento di un antico sistema stradale. Oggi, il tratto più famoso della strada che collegava Edo a Kyoto è attraversato da una folla desiderosa di fuggire.
Isola Principe, São Tomé e Principe
Isole
Príncipe, São Tome e Principe

Viaggio al Retiro Nobre sull'Isola del Principe

150 km di solitudine a nord della matriarca São Tomé, l'isola di Príncipe sorge dal profondo Atlantico in un paesaggio brusco e vulcanico di una montagna ricoperta di giungla. A lungo chiusa nella sua natura tropicale mozzafiato e in un passato luso-coloniale contenuto ma commovente, questa piccola isola africana ospita ancora più storie da raccontare che visitatori da ascoltare.
Maksim, popolo Sami, Inari, Finlandia-2
bianco inverno
Inari, Finlândia

I Guardiani del Nord Europa

A lungo discriminato dai coloni scandinavi, finlandesi e russi, il popolo Sami riacquista la propria autonomia ed è orgoglioso della propria nazionalità.
Sulla corsia delitto e castigo, San Pietroburgo, Russia, Vladimirskaya
Letteratura
San Pietroburgo, Russia

Sulle tracce di “Delitto e castigo”

A San Pietroburgo non abbiamo potuto fare a meno di indagare sull'ispirazione dei personaggi vili del romanzo più famoso di Fëdor Dostoevskij: i suoi stessi rimpianti e le miserie di alcuni concittadini.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
Natura
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
Sheki, Autunno nel Caucaso, Azerbaigian, Case d'autunno
cadere
Sheki, Azerbaijan

autunno nel Caucaso

Persa tra le montagne innevate che separano l'Europa dall'Asia, Sheki è una delle città più iconiche dell'Azerbaigian. La sua storia in gran parte setosa comprende periodi di grande ruvidità. Quando abbiamo visitato, i toni pastello dell'autunno hanno aggiunto colore a una peculiare vita post-sovietica e musulmana.
Struzzo, Capo di Buona Speranza, Sud Africa
Parchi Naturali
Capo di Buona Speranza - Capo di Buona Speranza NP, Sud Africa

Ai confini della vecchia fine del mondo

Arrivammo dove la grande Africa cedette ai domini del “Mostrengo” Adamastor ei navigatori portoghesi tremarono come bastoni. Là, dove la Terra era, dopotutto, tutt'altro che finita, le speranze dei marinai di capovolgere il tenebroso Capo furono sfidate dalle stesse tempeste che continuano a imperversare lì.
Isola del nord, Nuova Zelanda, Maori, Meteo surf
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Isola del nord, Nova Zelândia

Viaggio lungo il sentiero della maggioranza

La Nuova Zelanda è uno dei paesi in cui i discendenti di coloni e nativi si rispettano di più. Mentre esploravamo la sua Isola del Nord, abbiamo appreso della maturazione interetnica di questa nazione Repubblica come maori e polinesiano.
personaggi
Sosia, Attori e Comparse

Stelle finte

Protagonisti di eventi o sono imprenditori di strada. Incarnano personaggi inevitabili, rappresentano classi sociali o periodi. Anche a miglia di distanza da Hollywood, senza di loro, il mondo sarebbe più noioso.
Cahuita, Costa Rica, Caraibi, spiaggia
Spiagge
Cahuita, Costa Rica

Un ritorno adulto a Cahuita

Durante un tour con lo zaino in spalla in Costa Rica nel 2003, ci siamo dilettati nel calore caraibico di Cahuita. Nel 2021, dopo 18 anni, siamo tornati. Oltre a una prevista ma misurata modernizzazione e ispanizzazione del persone, poco altro era cambiato.
Escursionisti sull'Ice Lake Trail, circuito dell'Annapurna, Nepal
Religione
Circuito dell'Annapurna: 7° - Braga - Ice Lake, Nepal

Circuito dell'Annapurna - Il doloroso acclimatamento del lago di ghiaccio

Sulla salita al villaggio di Ghyaru, abbiamo avuto un primo e inaspettato assaggio di quanto possa essere esaltante il circuito dell'Annapurna. Nove chilometri dopo, a Braga, per la necessità di acclimatarsi, si sale dai 3.470 m di Braga ai 4.600 m del lago Kicho Tal. Sentiamo solo la stanchezza prevista e il gonfiore del fascino per la catena montuosa dell'Annapurna.
Una storia di trenino
Veicoli Ferroviari
Siliguri a Darjeeling, India

Il trenino himalayano funziona ancora seriamente

Né la forte pendenza di alcuni tratti né la modernità lo fermano. Da Siliguri, alle pendici tropicali della grande catena montuosa asiatica, a Darjeeling, con le sue cime in vista, il più famoso dei trenini indiani regala, giorno dopo giorno, un arduo viaggio da sogno. Percorrendo la zona, ci imbarchiamo e ci lasciamo incantare.
Singapore, Isola del Successo e Monotonia
Società
Singapore

L'isola del successo e della monotonia

Abituata a pianificare e vincere, Singapore seduce e recluta persone ambiziose da tutto il mondo. Allo stesso tempo, sembra annoiare a morte alcuni dei suoi abitanti più creativi.
mandria, afta epizootica, carne debole, colonia pellegrini, argentina
Vita quotidiana
Colonia Pellegrini, Argentina

Quando la carne è debole

Il sapore inconfondibile della carne argentina è noto. Ma questa ricchezza è più vulnerabile di quanto si possa pensare. La minaccia dell'afta epizootica, in particolare, infiamma le autorità ei produttori.
Cabo da Cruz, colonia di foche, foche a croce del capo, Namibia
Animali selvatici
Capo Croce, Namibia

La più turbolenta delle colonie africane

Diogo Cão sbarcò su questo Capo d'Africa nel 1486, installò un modello e si voltò. La linea costiera immediata a nord ea sud era tedesca, sudafricana e, infine, namibiana. Indifferente ai successivi trasferimenti di nazionalità, una delle più grandi colonie di foche del mondo ha mantenuto la sua presa e ti rallegra con assordanti cortecce marine e infiniti capricci.
Napali Coast e Waimea Canyon, Kauai, rughe hawaiane
Voli panoramici
costa napoletana, Havai

Le rughe abbaglianti delle Hawaii

Kauai è l'isola più verde e umida dell'arcipelago hawaiano. È anche il più antico. Mentre esploriamo la sua costa di Napalo via terra, mare e aria, siamo stupiti di vedere come il passare dei millenni l'abbia solo favorita.