Circuito dell'Annapurna: 4° – Upper Pisang a Ngawal, Nepal

Da incubo a Dazzle


Villaggio di Ghyaru II
Le case di Ghyaru viste dal sentiero che porta a Ngawal, sopra un mucchio di lastre di preghiera buddiste.
Nepal sul retro II
Un residente di Ngawal torna al villaggio carico di vegetazione combustibile.
Stupa II
Particolare di uno stupa con bandiere di preghiera buddiste disposte in varie direzioni.
un altro stupa
Stupa tra l'ombra e il sole al tramonto, con la catena montuosa dell'Anapurnas in lontananza.
un camminatore inaspettato
Portiere e guida nepalese sull'allora ombroso sentiero a poche centinaia di metri da Ghyaru.
torna in alto
Yak conquista un vicolo pietroso di Ghyaru.
Ghyaru villaggio I
Le case di Ghyaru viste dall'inizio del sentiero che va a Ngawal.
branco al sole
Le capre vagano per un vicolo ancora soleggiato a Ghyaru.
Chef nepalese
Proprietario nepalese di un piccolo ristorante e hotel appena fuori Ghyaru.
Nepal alle spalle I
Un residente di Ghyaru porta due grandi cesti di aghi di pino essiccati.
maestoso buddismo
Luminose bandiere di preghiera e, sullo sfondo, una maestosa montagna dell'Annapurnas.
Yak Ru hotel in questo modo
Ingresso al ristorante e hotel Yak Ru a Ghyaru.
La Via del Buddha
Particolare dell'arte religiosa buddista su un muro di preghiera che precede l'ascesa a Ghyaru.
I meandri del fiume Marsyangdi
Il letto scavato del fiume Marsyangdi è una costante in gran parte del circuito dell'Annapurna.
Himalaya
Vista dal pendio a zigzag che va dalla riva del fiume Marsyangdi a Ghyaru.
un amuleto di seta
Sciarpa religiosa buddista legata a una roccia poco prima della rampa per Ghyaru.
Pisang Inferiore
Vista di Lower Pisang dal bordo del fiume Marsyangdi, con il monte Annapurna II in alto.
A nostra insaputa, siamo di fronte a un'ascesa che ci porta alla disperazione. Abbiamo spinto le nostre forze al limite e abbiamo raggiunto Ghyaru dove ci siamo sentiti più vicini che mai all'Annapurna. Il resto della strada per Ngawal sembrava una sorta di estensione della ricompensa.

Mentre ci allontaniamo da Upper Pisang, apprezziamo la prospettiva laterale del paese.

Le sue case screziate di neve, come per sfidare l'insediamento originario disposto sotto, lungo la sponda opposta del Marsyangdi.

Lower Pisang, circuito dell'Annapurna, Nepal

Vista di Lower Pisang dal bordo del fiume Marsyangdi, con il monte Annapurna II in alto.

Proseguendo lungo quel tratto boscoso del Circuito dell'Annapurna, costeggiamo un meandro fluviale che ci spinge fuori dall'ampia vallata di banane e consegna in un nuovo canyon dall'aspetto alpino, ricco di pini.

Lo percorriamo da un capo all'altro. Finché non abbiamo trovato un nuovo muro mani e, nella sua estensione, la coppia italo-ispanica che avevamo conosciuto il giorno prima: Edoardo Berto e Sara Perez.

I meandri di Marsyangdi, circuito dell'Annapurna, Nepal

Il letto scavato del fiume Marsyangdi è una costante in gran parte del circuito dell'Annapurna.

Ci siamo lamentati del peso eccessivo che abbiamo trasportato. Con i suoi modi svelti, Sara ci avverte che, in tal caso, soffriremmo il doppio. “Hai visto la punizione che sta arrivando? Josh e Fevsi sono lassù.

Un pendio punitivo 

Non sulla mappa, non per terra. La verità è che il pendio che portava a Ghyaru era passato inosservato, molto più spaventoso di quello che ci aveva condotto a Upper Pisang nel tardo pomeriggio.

Pittura buddista, circuito dell'Annapurna, Nepal

Particolare dell'arte religiosa buddista su un muro di preghiera che precede l'ascesa a Ghyaru.

Edo e Sara ci lasciano con una meritata merenda. Poco dopo, all'inseguimento, ci imbattiamo in un ponte sospeso su un affluente irregolare del Marsyangdi. Dall'altro lato, il sentiero ci mette di fronte a uno zigzag che sembra proseguire all'infinito su per il pendio della montagna.

In quel momento ci viene ancora in mente di tornare indietro, al sentiero alternativo e molto più pianeggiante che partiva dal già lontano Pisang Inferiore. Finché non intravediamo i corpi degli altri compincha, molto più in alto.

La sua relativa imminenza ci incoraggia ad affrontare il pendio, secondo un piano concordato: riprenderemmo fiato e la nostra postura, anche se alla fine di ogni zig zag mancassero solo venti secondi.

Bandiere di preghiera a Ghyaru, Nepal

Luminose bandiere di preghiera e, sullo sfondo, una maestosa montagna dell'Annapurnas.

Così detto, così fatto. Dopo quarantacinque minuti, siamo tornati in compagnia di Edo e Sara, entrambi ancora abbagliati dallo scenario davanti a loro.

Li salutiamo e condividiamo con loro l'incredibile vista. Mai, nei giorni in cui stavamo camminando, le montagne dell'Annapurnas ci sono sembrate così vicine e intime come qui. Fu, infatti, il motivo per cui Edo, Sara, Fevsi e Josh avevano deciso di stabilirsi nella prima delle casa degli ospiti della popolazione.

Ci uniamo a loro in deliziose battute multilingue. Abbiamo festeggiato il traguardo e noi sei abbiamo pranzato su una terrazza di legno con vista sul panorama surreale che tanto ci eravamo guadagnati.

A quel punto, Josh aveva scoperto di aver dimenticato il suo permesso del circuito in Chame e che, per quanto frustrante gli suonasse, avrebbe dovuto tornare indietro di due o tre strade per recuperarlo, a partire dal mattino successivo.

Solidarietà con il tedesco ma anche per via della vista, i quattro compagni decisero di pernottare in quella stessa locanda. Avevamo bisogno di andare avanti.

Proprietario di una casa da tè di Ghyaru, Nepal

Proprietario nepalese di un piccolo ristorante e hotel appena fuori Ghyaru.

Ok, anche se eravamo sconvolti, verso le tre del pomeriggio, abbiamo comprato dei mini-cioccolatini di riserva e ci siamo diretti verso il villaggio successivo sulla mappa.

"Sono circa due ore. Due, ma piatti!Così ci descrive la proprietaria nepalese della locanda Ghyaru, disgustata di vedere fonti di reddito che già contava in ferie.

Hotel Yak Ru, Ghyaru, Nepal

Ingresso al ristorante e hotel Yak Ru a Ghyaru.

Il modo (ancora) molto più agevole per Ngawal

Lo abbiamo presto appreso, nonostante fosse più selvaggio e monumentale della maggior parte del tratto intermedio Upper Pisang e Ghyaru, la pista non aveva né vicino né lontano un tale profilo.

Comprendeva una serie di salite e discese quasi sempre rubate ai pendii e che si affacciavano su grandi precipizi sul fiume scavato nella gola. Marsyangdi – non poteva essere nessun altro – ci stava scortando di nuovo.

Residente a Ghyaru, Nepal

Un residente di Ghyaru porta due grandi cesti di aghi di pino essiccati.

Durante tutto il tempo, ci siamo imbattuti solo in un ciclista europeo che guidava una mountain bike e originario del Nepal che si presentò come guida o facchino, a seconda di quello che più ci si addiceva. Entrambi stavano andando nella direzione opposta.

Il fatto che il sole abbia smesso di tramontare su ampi tratti del percorso e che sospettiamo che il vento rinforzato stesse portando nuvole precedentemente trattenute dalle montagne, ci fa accelerare il passo.

Stupa tra Ghyaru e Ngawal, Nepal

Stupa tra l'ombra e il sole al tramonto, con la catena montuosa dell'Anapurnas in lontananza.

Con la meta in vista, le facili e vane promesse del procuratore alla porta, ci convincono a rimanere sul secondo del casa degli ospiti abbiamo trovato.

Sette ore e mezza dopo la partenza da Upper Pisang, cinque di faticosa camminata, entriamo a Ngawal, il villaggio che ci avrebbe accolto nella notte che, come noi, stava quasi cadendo.

Maggiori informazioni sull'escursionismo Nepal sul sito ufficiale del Nepal Turismo.

Circuito dell'Annapurna: 1° - Pokhara a ChameNepal

Finalmente in cammino

Dopo diversi giorni di preparazione a Pokhara, siamo partiti verso l'Himalaya. Il percorso pedonale può essere iniziato solo a Chame, a 2670 metri di altitudine, con le cime innevate della catena montuosa dell'Annapurna già in vista. Fino ad allora, abbiamo completato un preambolo doloroso ma necessario attraverso la sua base subtropicale.
Circuito dell'Annapurna: 2° - Chame a Upper PisangNepal

(I) Eminente Annapurna

Ci siamo svegliati a Chame, ancora sotto i 3000m. Lì abbiamo visto, per la prima volta, le cime innevate e più alte dell'Himalaya. Da lì, siamo partiti per un'altra escursione sul circuito dell'Annapurna attraverso le pendici e le pendici della grande catena montuosa. Verso qualcosa Upper Pisang.
Circuito dell'Annapurna: 3°- Upper Pisang, Nepal

Un'inaspettata alba nevosa

Ai primi accenni di luce, la vista del manto bianco che aveva ricoperto durante la notte il paese ci abbaglia. Con una delle escursioni più dure sul circuito dell'Annapurna in vista, abbiamo posticipato la partenza il più a lungo possibile. Infastiditi, abbiamo lasciato Upper Pisang per Ngawal quando l'ultima neve se n'era andata.
Circuito dell'Annapurna: 5° - Ngawal a BragaNepal

Verso Braga. I nepalesi.

Abbiamo trascorso un'altra mattinata di tempo glorioso alla scoperta di Ngawal. Segue un breve viaggio verso Manang, la città principale sulla strada per l'apice del circuito dell'Annapurna. Abbiamo soggiornato a Braga (Braka). Il borgo si sarebbe presto rivelato una delle sue tappe più indimenticabili.
Circuito dell'Annapurna: 6° – Braga, Nepal

In un Nepal più antico del Monastero di Braga

Quattro giorni di cammino dopo, abbiamo dormito a 3.519 metri a Braga (Braka). All'arrivo, solo il nome ci è familiare. Di fronte al fascino mistico della città, che si articola intorno a uno dei più antichi e venerati monasteri buddisti del circuito dell'Annapurna, acclimatamento con salita all'Ice Lake (4620m).
Circuito dell'Annapurna: 7° - Braga - Ice Lake, Nepal

Circuito dell'Annapurna - Il doloroso acclimatamento del lago di ghiaccio

Sulla salita al villaggio di Ghyaru, abbiamo avuto un primo e inaspettato assaggio di quanto possa essere esaltante il circuito dell'Annapurna. Nove chilometri dopo, a Braga, per la necessità di acclimatarsi, si sale dai 3.470 m di Braga ai 4.600 m del lago Kicho Tal. Sentiamo solo la stanchezza prevista e il gonfiore del fascino per la catena montuosa dell'Annapurna.
Circuito dell'Annapurna: 8° Manang, Nepal

Manang: l'ultimo acclimatamento nella civiltà

Sei giorni dopo aver lasciato Besisahar siamo finalmente arrivati ​​a Manang (3519 m). Situata ai piedi dei monti Annapurna III e Gangapurna, Manang è la civiltà che coccola e prepara gli escursionisti alla sempre temuta traversata del Thorong La Gorge (5416 m).
Circuito dell'Annapurna: dal 9° Manang a Grotta di Milarepa, Nepal

Una passeggiata tra acclimatamento e pellegrinaggio

In toto Circuito dell'Annapurna, arriviamo finalmente a Manang (3519 m). abbiamo ancora bisogno acclimatarsi per i tratti più alti che sono seguiti, abbiamo iniziato un altrettanto spirituale viaggio verso una grotta nepalese a Milarepa (4000 m), rifugio di un siddha (saggio) e santo buddista.
10° Circuito dell'Annapurna: Manang lo Yak Kharka, Nepal

Verso gli altopiani (superiori) dell'Annapurna

Dopo una pausa di acclimatamento nella civiltà quasi urbana di Manang (3519 m), riprendiamo l'ascesa allo zenit di Thorong La (5416 m). Quel giorno abbiamo raggiunto il villaggio di Yak Kharka, a 4018 m, un buon punto di partenza per i campi alla base della grande gola.
Bhaktapur, Nepal

Le maschere della vita nepalesi

Gli indigeni Newar della valle di Kathmandu attribuiscono grande importanza alla religiosità indù e buddista che li unisce tra loro e con la Terra. Di conseguenza, benedice i loro riti di passaggio con danze Newar di uomini mascherati da divinità. Anche se ripetute a lungo dalla nascita alla reincarnazione, queste danze ancestrali non sfuggono alla modernità e iniziano a vedere una fine.
Circuito dell'Annapurna 11º: yak karkha a Thorong Phedi, Nepal

Arrivo ai piedi della gola

In poco più di 6 km saliamo da 4018m a 4450m, alla base del Thorong La Gorge. Lungo la strada, ci siamo chiesti se quelli che sentivamo fossero i primi problemi di Altitude Evil. Non è mai stato un falso allarme.
Circuito dell'Annapurna: 12 ° - Thorong Phedi a High Camp

Il preludio alla traversata suprema

Questa sezione del circuito dell'Annapurna dista solo 1 km, ma in meno di due ore ti porta da 4450 m a 4850 m e l'ingresso alla grande gola. Dormire ad High Camp è un test di resistenza alla Mountain Disease che non tutti superano.
Circuito dell'Annapurna: 13 - High Camp a Thorong La a Muktinath, Nepal

Al culmine del circuito dell'Annapurnas

A 5416 m di altitudine, il Thorong La Gorge è la grande sfida e la principale causa di ansia dell'itinerario. Dopo aver ucciso 2014 alpinisti nell'ottobre 29, attraversarlo in sicurezza genera un sollievo degno di doppia celebrazione.
Circuito dell'Annapurna 14 ° - Muktinath a Kagbeni, Nepal

Dall'altro lato della gola

Dopo l'impegnativa traversata del Thorong La, ci ritroviamo nell'accogliente villaggio di Muktinath. La mattina dopo siamo scesi. Sulla strada per l'antico regno dell'Alto Mustang e il villaggio di Kagbeni che funge da porta di accesso.
Jabula Beach, Kwazulu Natal, Sud Africa
Safari
Santa Lucia, Sud Africa

Un'Africa selvaggia come Zulu

All'eminenza della costa del Mozambico, la provincia del KwaZulu-Natal ospita un inaspettato Sud Africa. Spiagge deserte costellate di dune, vasti estuari e colline ricoperte di nebbia riempiono questa terra selvaggia bagnata anche dall'Oceano Indiano. È condiviso dai sudditi della sempre orgogliosa nazione Zulu e da una delle faune più prolifiche e diversificate del continente africano.
Yak Kharka a Thorong Phedi, circuito dell'Annapurna, Nepal, yak
Annapurna (circuito)
Circuito dell'Annapurna 11º: yak karkha a Thorong Phedi, Nepal

Arrivo ai piedi della gola

In poco più di 6 km saliamo da 4018m a 4450m, alla base del Thorong La Gorge. Lungo la strada, ci siamo chiesti se quelli che sentivamo fossero i primi problemi di Altitude Evil. Non è mai stato un falso allarme.
Architettura & Design
Fortezze

Il mondo da difendere – Castelli e fortezze che resistono

Sotto la minaccia dei nemici dalla fine dei tempi, i capi dei villaggi e delle nazioni hanno costruito castelli e fortezze. Un po' ovunque, monumenti militari come questi continuano a resistere.
Passeggeri, voli panoramici - Alpi meridionali, Nuova Zelanda
Aventura
Aoraki Monte Cook, Nova Zelândia

La conquista aeronautica delle Alpi meridionali

Nel 1955, il pilota Harry Wigley creò un sistema per il decollo e l'atterraggio su asfalto o neve. Da allora, la sua compagnia ha svelato, dall'alto, alcuni degli scenari più magnifici dell'Oceania.
Isola di Miyajima, Shintoismo e Buddismo, Giappone, Porta dell'Isola Santa
Cerimonie e Feste
Miyajima, Giappone

Shintoismo e buddismo al gusto delle maree

I visitatori del tori di Itsukushima ammirano una delle tre ambientazioni più venerate del Giappone. Nell'isola di Miyajima, la religiosità giapponese si fonde con la Natura e si rinnova con il flusso del Mare Interno di Seto.
Hiroshima, città ceduta alla pace, Giappone
Città
Hiroshima, Giappone

Hiroshima: una città arresa alla pace

Il 6 agosto 1945 Hiroshima soccombette all'esplosione della prima bomba atomica usata in guerra. Dopo 70 anni, la città si batte per la memoria della tragedia e per lo sradicamento delle armi nucleari entro il 2020.
Mercato del pesce di Tsukiji, tokyo, giappone
cibo
Tokyo, Giappone

Il mercato del pesce che ha perso freschezza

In un anno, ogni giapponese mangia più del suo peso di pesce e crostacei. Dal 1935 una parte considerevole è stata lavorata e venduta nel più grande mercato ittico del mondo. Tsukiji è stato terminato nell'ottobre 2018 e sostituito da Toyosu's.
Cultura
Sosia, Attori e Comparse

Stelle finte

Protagonisti di eventi o sono imprenditori di strada. Incarnano personaggi inevitabili, rappresentano classi sociali o periodi. Anche a miglia di distanza da Hollywood, senza di loro, il mondo sarebbe più noioso.
Bungee jumping, Queenstown, Nuova Zelanda
sportivo
Queenstown, Nova Zelândia

Queenstown, regina degli sport estremi

nel secolo XVIII, il governo kiwi ha proclamato villaggio minerario dell'Isola del Sud"degno di una regina". Oggi, lo scenario estremo e le attività rafforzano lo stato maestoso della sempre impegnativa Queenstown.
In viaggio
Moçamedes a PN Iona, Namibe, Angola

Grande ingresso all'Angola das Dunas

Sempre partendo da Moçâmedes, abbiamo viaggiato alla ricerca delle sabbie del Parco Nazionale di Namibe e Iona. La meteorologia del cacimbo impedisce la continuazione tra l'Atlantico e le dune dello splendido sud di Baía dos Tigres. Sarà solo questione di tempo.
La Skyway attraversa la Jamison Valley
Etnico
Katoomba, Australia

Le Tre Sorelle delle Montagne Azzurre

Situate a ovest di Sydney, le Blue Mountains costituiscono una delle zone più ambite dai turisti. ozzie e stranieri in cerca di evasione. Sono attratti dalla bellezza naturale vista da Katoomba, dalle scogliere aguzze delle Tre Sorelle e dalle cascate che si riversano sulla Jamison Valley. All’ombra di questa frenesia turistica, persiste la consueta emarginazione delle origini e della cultura aborigena locale.
tunnel di ghiaccio, percorso dell'oro nero, Valdez, Alaska, USA
Portfolio fotografico Got2Globe
Portafoglio Got2Globe

Sensazioni vs Impressioni

Visitatori a Talisay Ruins, Negros Island, Filippine
Storia
Talisay città, Filippine

Monumento a un Amore Luso-Filippino

Alla fine del 11° secolo, Mariano Lacson, un contadino filippino, e Maria Braga, una donna portoghese di Macao, si innamorarono e si sposarono. Durante la gravidanza di quello che sarebbe diventato il suo undicesimo figlio, Maria ha ceduto a una caduta. Distrutto, Mariano costruì un palazzo in suo onore. Nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, il palazzo fu bruciato, ma le eleganti rovine sopravvissute perpetuano la loro tragica relazione.
Barche sul ghiaccio, isola di Hailuoto, Finlandia
Isole
A forma di squalo, Finlândia

Un rifugio nel Golfo di Botnia

Durante l'inverno, l'isola di Hailuoto è collegata al resto della Finlandia dalla strada di ghiaccio più lunga del paese. La maggior parte dei suoi 986 abitanti apprezza soprattutto la distanza che l'isola concede loro.
costa, fiordo, Seydisfjordur, Islanda
bianco inverno
Seydisfjörður, Islândia

Dall'arte della pesca all'arte della pesca

Quando gli armatori di Reykjavik acquistarono la flotta peschereccia da Seydisfjordur, il villaggio dovette adattarsi. Oggi cattura i discepoli dell'arte di Dieter Roth e altre anime bohémien e creative.
Premio Kukenam
Letteratura
Monte Roraima, Venezuela

Viaggia nel tempo nel mondo perduto di Monte Roraima

In cima al Monte Roraima, ci sono scenari extraterrestri che hanno resistito a milioni di anni di erosione. Conan Doyle ha creato, in "The Lost World", una fiction ispirata al luogo ma non è mai riuscito a calpestarla.
Penisola di Banks, Akaroa, Canterbury, Nuova Zelanda
Natura
Penisola di Banks, Nova Zelândia

Il frammento della terra divina della penisola di Banks

Dall'alto, il rigonfiamento più evidente sulla costa orientale dell'Isola del Sud sembra essere imploso più e più volte. Vulcanica ma verdeggiante e bucolica, la Banks Peninsula racchiude nella sua geomorfologia quasi a ruota dentata l'essenza della vita sempre invidiabile della Nuova Zelanda.
Statua della Madre Armenia, Yerevan, Armenia
cadere
Yerevan, Armenia

Una Capitale tra Oriente e Occidente

Erede della civiltà sovietica, allineato con i grandi Russia, l'Armenia è sedotta dai modi più democratici e sofisticati dell'Europa occidentale. Negli ultimi tempi i due mondi si sono scontrati per le strade della tua capitale. Dalla disputa popolare e politica, Yerevan detterà il nuovo corso della nazione.
Kayak sul Lago Sinclair, Cradle Mountain - Parco Nazionale del Lago Sinclair, Tasmania, Australia
Parchi Naturali
alla Scoperta di Tassiè, Parte 4 - Da Devonport a Strahan, Australia

Attraverso il selvaggio West della Tasmania

Se il quasi-antipode tazzie è già un mondo australiano a parte, che dire della sua inospitale regione occidentale. Tra Devonport e Strahan, fitte foreste, fiumi sfuggenti e una costa frastagliata battuta da un Oceano Indiano quasi antartico generano enigma e rispetto.
Canale per il tempo libero
Patrimonio mondiale dell'UNESCO
Amsterdam, Olanda

Di canale in canale, in un'Olanda surreale

Liberale quando si tratta di droga e sesso, Amsterdam ospita una folla di estranei. Tra canali, biciclette, caffetterie e finestre di bordelli, cerchiamo invano il suo lato più tranquillo.
I sosia dei fratelli Earp e l'amico Doc Holliday a Tombstone, USA
personaggi
Lapide, EUA

Lapide: la città è troppo dura per morire

I lodi d'argento scoperti alla fine del XIX secolo hanno reso Tombstone un fiorente e conflittuale centro minerario alla frontiera degli Stati Uniti. Stati Uniti a Messico. Lawrence Kasdan, Kurt Russell, Kevin Costner e altri registi e attori di Hollywood hanno reso famosi i fratelli Earp e il loro duello sanguinario.OK Corral”. La lapide che nel tempo tante vite hanno reclamato è qui per durare.
Barche con fondo di vetro, Kabira Bay, Ishigaki
Spiagge
Ishigaki, Giappone

Tropici giapponesi insoliti

Ishigaki è una delle ultime isole del trampolino di lancio che si estende tra Honshu e Taiwan. Ishigakijima ospita alcune delle spiagge e dei paesaggi costieri più incredibili di queste parti dell'Oceano Pacifico. I sempre più giapponesi che li visitano si divertono a fare il bagno poco o meno.
Motociclista nella gola di Sela, Arunachal Pradesh, India
Religione
Guwahati a Passo Sela, India

Viaggio banale alla gola sacra di Sela

Per 25 ore abbiamo viaggiato lungo la NH13, una delle strade più alte e pericolose dell'India. Abbiamo viaggiato dal bacino del fiume Brahmaputra alla contesa Himalaya della provincia di Arunachal Pradesh. In questo articolo descriviamo il tratto fino a 4170 m di quota del Passo Sela che ci ha portato Città buddista tibetana di Tawang.
Treno della Serra do Mar, Paraná, vista ariosa
Veicoli Ferroviari
Curitiba a Morretes, Paraná, Brasile

Paraná sotto, a bordo del Treno Serra do Mar

Per più di due secoli, solo una strada tortuosa e stretta collegava Curitiba alla costa. Finché, nel 1885, una società francese inaugurò una ferrovia di 110 km. L'abbiamo percorsa fino a Morretes, l'ultima stazione per i passeggeri oggi. A 40 km dal capolinea costiero originale di Paranaguá.
Nissan, Moda, Tokyo, Giappone
Società
Tokyo, Giappone

Moda di Tokyo

Nel Giappone ultra popoloso e ipercodificato, c'è sempre spazio per più raffinatezza e creatività. Che siano nazionali o importati, è nella capitale che iniziano a sfilare i nuovi look giapponesi.
mandria, afta epizootica, carne debole, colonia pellegrini, argentina
Vita quotidiana
Colonia Pellegrini, Argentina

Quando la carne è debole

Il sapore inconfondibile della carne argentina è noto. Ma questa ricchezza è più vulnerabile di quanto si possa pensare. La minaccia dell'afta epizootica, in particolare, infiamma le autorità ei produttori.
Lago Manyara, Parco Nazionale, Ernest Hemingway, Giraffe
Animali selvatici
PN Lago Manyara, Tanzania

L'Africa preferita di Hemingway

Situato all'estremità occidentale della Rift Valley, il Parco Nazionale del Lago Manyara è uno dei più piccoli ma incantevoli e ricchi di animali selvatici dalla Tanzania. Nel 1933, tra caccia e discussioni letterarie, Ernest Hemingway le dedicò un mese della sua travagliata vita. Raccontati questi avventurosi giorni di safari in "Le verdi colline dell'Africa".
Mushing completo del cane
Voli panoramici
Seward, Alaska

Mushing estivo dell'Alaska

Sono quasi 30º ei ghiacciai si stanno sciogliendo. In Alaska, gli imprenditori hanno poco tempo per arricchirsi. Fino alla fine di agosto, il cane mushing non può fermarsi.