Tunisia


matmata, Tataouine:  Tunisia
La base terrestre di Star Wars
Per motivi di sicurezza, il pianeta Tatooine di "Il risveglio della forza" è stato girato ad Abu Dhabi. Torniamo indietro nel calendario cosmico e rivisitiamo alcuni dei luoghi tunisini di maggior impatto della saga.  
Tataouine, Tunisia
Festival of the Ksour: castelli di sabbia che non crollano
Gli ksour furono costruiti come fortificazioni dai berberi del Nord Africa. Hanno resistito alle invasioni arabe ea secoli di erosione. Il Festival Ksour rende loro un doveroso omaggio ogni anno.
Djerba, Tunisia
L'Isola Tunisina della Convivenza
L'isola più grande del Nord Africa ha accolto a lungo persone che non hanno resistito. Nel tempo, Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi la chiamarono casa. Oggi, le comunità musulmane, cristiane ed ebraiche continuano un'insolita condivisione di Djerba con i suoi nativi berberi.
Erriadh, Djerba, Tunisia
Un Villaggio diventato Galleria d'Arte Fugace
Nel 2014, un antico insediamento di Djerbian ha ospitato 250 murales di 150 artisti provenienti da 34 paesi. I muri di calce, il sole intenso ei venti carichi di sabbia del Sahara erodono le opere d'arte. La metamorfosi di Erriadh in Djerbahood si rinnova e continua a stupire.
Chebika, Tamerza, Tu misuri, Tunisia
Dove il Sahara Germoglia dalle Montagne dell'Atlante
Arrivando al bordo nord-ovest di Chott el Jérid, il grande lago salato rivela l'estremità nord-est della catena montuosa dell'Atlante. I suoi pendii e le sue gole nascondono cascate, ruscelli tortuosi di palme, villaggi abbandonati e altri miraggi inaspettati.
Ras R'mal, Djerba, Tunisia
L'isola dei fenicotteri conquistata dai pirati
Fino a qualche tempo fa, Ras R'mal era un grande banco di sabbia, dimora di una miriade di uccelli. La popolarità internazionale di Djerba l'ha resa la tana di un'operazione turistica insolita.
tatuaggio sulla terra
matmata, Tataouine:  Tunisia

La base terrestre di Star Wars

Per motivi di sicurezza, il pianeta Tatooine di "Il risveglio della forza" è stato girato ad Abu Dhabi. Torniamo indietro nel calendario cosmico e rivisitiamo alcuni dei luoghi tunisini di maggior impatto della saga.  
Saida Ksar Ouled Soltane, festa di ksour, tataouine, tunisia
Tataouine, Tunisia

Festival of the Ksour: castelli di sabbia che non crollano

Gli ksour furono costruiti come fortificazioni dai berberi del Nord Africa. Hanno resistito alle invasioni arabe ea secoli di erosione. Il Festival Ksour rende loro un doveroso omaggio ogni anno.
Isola di Djerba in Tunisia, Amazigh e i suoi cammelli
Djerba, Tunisia

L'Isola Tunisina della Convivenza

L'isola più grande del Nord Africa ha accolto a lungo persone che non hanno resistito. Nel tempo, Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi la chiamarono casa. Oggi, le comunità musulmane, cristiane ed ebraiche continuano un'insolita condivisione di Djerba con i suoi nativi berberi.
Djerbahood, Erriadh, Djerba, Specchio
Erriadh, Djerba, Tunisia

Un Villaggio diventato Galleria d'Arte Fugace

Nel 2014, un antico insediamento di Djerbian ha ospitato 250 murales di 150 artisti provenienti da 34 paesi. I muri di calce, il sole intenso ei venti carichi di sabbia del Sahara erodono le opere d'arte. La metamorfosi di Erriadh in Djerbahood si rinnova e continua a stupire.
Oasi dell'Atlante tunisino, Tunisia, chebika, palme
Chebika, Tamerza, Tu misuri, Tunisia

Dove il Sahara Germoglia dalle Montagne dell'Atlante

Arrivando al bordo nord-ovest di Chott el Jérid, il grande lago salato rivela l'estremità nord-est della catena montuosa dell'Atlante. I suoi pendii e le sue gole nascondono cascate, ruscelli tortuosi di palme, villaggi abbandonati e altri miraggi inaspettati.
Ras R'mal, Flamingo Island, Djerba, Tunisia, l'ancoraggio
Ras R'mal, Djerba, Tunisia

L'isola dei fenicotteri conquistata dai pirati

Fino a qualche tempo fa, Ras R'mal era un grande banco di sabbia, dimora di una miriade di uccelli. La popolarità internazionale di Djerba l'ha resa la tana di un'operazione turistica insolita.

Mappa


Come andare


VISTI E ALTRE PROCEDURE

I cittadini portoghesi e brasiliani non necessitano di visto per soggiorni fino a 90 giorni.

SALUTE E SICUREZZA

Le autorità tunisine richiedono un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla ai visitatori provenienti da una destinazione a rischio di trasmissione di questa malattia. È indicata la vaccinazione contro l'epatite A e la febbre tifoide. 

Per ulteriori informazioni sulla salute in viaggio, vedere il Portale della salute dal Ministero della Salute e Clinica de Medicina Tropical e do Viajante. In FitForTravel trovare consigli sulla salute e la prevenzione delle malattie specifici per paese (in inglese).

Dopo gli eventi della Primavera Araba, la situazione in Tunisia è una delle più stabili del Nord Africa. Nonostante ciò, è ancora sconsigliato viaggiare in varie parti del territorio tunisino, ovvero l'estremo sud e alcune aree dell'est e dell'ovest del Paese, ai confini con Libia e Algeria. Maggiori informazioni su governo del Regno Unito (Consigli di viaggio all'estero). 

VIAGGIO IN TUNISIA

Vola direttamente da Lisbona a Tunisi con TunisAir. Il volo dura circa 2h 40 e costa a partire da 300€.

Per non perdere


  • Tunes
  • Sidi Bou Said
  • Dougga/Kairouan
  • Tozeur
  • Douz
  • Ksours (castelli berberi) intorno a Tataouine
  • Matmata
  • Mahdia
  • El jem
  • Djerba
  • Sousse

Esplorare


VOLI INTERNI

La compagnia aerea TunisiAirExpress opera voli nazionali tra Tunisi e Tozeur, Djerba e Gabes. 

TRENO

La compagnia ferroviaria nazionale SNCF  gestisce l'esercizio di treni sofisticati e confortevoli tra la capitale Tunisi e Sousse, Sfax e Monastir. Qualsiasi classe disponibile – Grand Confort, First e Second – garantisce viaggi piacevoli gradualmente con meno raffinatezza e prezzi più convenienti, nell'ordine di 7€, 5€ e 3€ da Tunisi a Sousse, il più breve dei viaggi.

Una carta denominata Carte Bleue consente agli acquirenti di viaggiare attraverso il Paese da 10 a 14 giorni con il vincolo di utilizzare solo treni a breve e lunga percorrenza, in quest'ultimo caso, previa prenotazione e un pagamento aggiuntivo inferiore a 1€.

BARCO

C'è un servizio di traghetti che trasporta veicoli e collega Jorf all'isola di Djerba. Il viaggio dura circa 15 minuti e costa circa 0,50 €.

NOLEGGIO AUTO

Principalmente nel suo nord, la Tunisia ha eccellenti autostrade qualità, in alcune sezioni con più tracce in entrambe le direzioni. Altri le strade principali hanno solo una corsia in ogni direzione e rotatorie agli incroci. PLa qualità migliora gradualmente man mano che ci si sposta a sud da Gabes. Tenendo conto di queste condizioni, in una situazione di stabilità politica e sociale, la Tunisia è uno dei migliori paesi del Nord Africa per noleggiare un'auto ed esplorare il paese.

I noleggi di auto compatte con aria condizionata sono di norma a partire da € 26 al giorno, a condizione che vengano prenotati in anticipo e al di fuori dell'alta stagione. Se ti avventuri a esplorare il semi-deserto del sud del paese, fallo con un robusto veicolo 4WD. Fino a poco tempo, le aziende affittare una macchina non ha fornito la propria assicurazione. Controlla se la situazione persiste e prova a indagare se esiste la possibilità che la tua carta di credito possa colmare questa lacuna. Altrimenti, se vuoi viaggiare più serenamente, dovrai stipulare un'assicurazione su internet che è separata dal contratto di noleggio.

AUTOBUS

Anche gli autobus beneficiano della qualità delle strade. SNTRI – Société Nationale du Transport Interurban gestisce i viaggi in autobus dalla capitale Tunisi ai quattro angoli del Paese. In alta stagione e durante le vacanze tunisine, i luoghi sono molto frequentati. Come riferimento di prezzo, il viaggio da Tunisi a Sousse costa circa 4 €. Da Tunisi all'isola di Djerba costa tra i 14 e i 18 €. Come suggerisce il nome, gli autobus conosciuti come comodità dell'auto garantire viaggi più tranquilli – con aria condizionata, TV ecc. – a prezzi solo leggermente superiori.

OALTRI

Furgoni in stile minibus che i tunisini chiamano Louge percorrono percorsi simili a quelli degli autobus, o altri dove non sono presenti né gli autobus né il treno. Di norma sono più veloci degli autobus, ma non operano secondo orari e partono solo quando sono pieni o quando il conducente ritiene sufficiente il numero di passeggeri. Hanno prezzi fissi sorprendentemente bassi per tratta, nell'ordine di 3 € per 100 km, forse anche meno.

Quando andiamo


Nel complesso, il clima della Tunisia è mediterraneo, con temperature estreme di caldo e freddo per lo più invernali nell'interno del deserto del paese. Il periodo ideale per visitare la Tunisia coincide con i mesi intermedi da marzo a maggio e con quelli di ottobre e novembre.

Estate: quando le temperature massime nelle regioni desertiche dell'interno meridionale superano i 40ºC al giorno e possono avvicinarsi ai 50ºC, è l'alta stagione per le località balneari della costa mediterranea piene di bagnanti europei. 

 

Soldi e costi


La valuta della Tunisia è il Dinaro (TND). Ci sono sportelli bancomat nelle città e nelle principali località balneari del Paese. Il pagamento con carte di credito è una pratica convenzionale negli esercizi e nelle attività più sofisticati, sicuramente in quelli appartenenti a società multinazionali.

STRUTTURA RICETTIVA

Nella maggior parte delle città tunisine, gli alloggi più convenienti si concentrano nelle medine dove si affittano locande, pensioni e persino le case dei residenti a una tariffa giornaliera compresa tra € 15 e € 20 per camera doppia. Gli hotel intermedi hanno tariffe giornaliere da € 30 a € 50. Gli hotel e resort più squisiti, invece, hanno prezzi che partono da 50 euro e possono arrivare fino a 150 euro, nel caso di quelli appartenenti alle catene internazionali più rinomate. 

I prezzi per tutti i tipi di alloggio variano ampiamente a seconda del periodo dell'anno. 

POTENZA

Ha gli stessi ingredienti di base degli altri paesi nordafricani e una serie di piatti e snack che definiscono la cucina nazionale:  shoba Frik, coucha, khobz tabouna, brik, msollevare, insalata tunisina, hArissa, fricasse e bambasciata. I ristoranti tunisini sono divisi in tre tipi. Quelli frequentati dai tunisini che sono i più genuini e accessibili. Quelli regolarmente frequentati da stranieri che raramente resistono a fare qualche concessione per accontentare i turisti e hanno prezzi molto più alti e quelli che fanno parte dei migliori hotel e resort che fanno entrambe le cose, con prezzi sostanzialmente più alti che in qualsiasi ristorante di fascia alta stradale.

INTERNET

Salvo i recenti cambiamenti, molte città hanno le proprie reti Wi-Fi pubbliche chiamate Publinet. L'accesso costa circa 0,35 € all'ora a velocità relativamente basse di 2 Mbit a Tunisi, significativamente più lente in altre città. 

Diverse soluzioni di Internet mobile sono fornite dalle società di telecomunicazioni concorrenti del paese, Tunisia Telecom e Tunisia arancione (entrambi i siti in francese).